Slide background
Slide background




Guideline on Defined Approaches for Skin Sensitisation

ID 14741 | | Visite: 778 | Documenti ChemicalsPermalink: https://www.certifico.com/id/14741

Guideline n  497 2021

Guideline on Defined Approaches for Skin Sensitisation

Guideline No. 497 - 14 June 2021

A Defined Approach (DA) consists of a selection of information sources (e.g in silico predictions, in chemico, in vitro data) used in a specific combination, and resulting data are interpreted using a fixed data interpretation procedure (DIP) (e.g. a mathematical, rule-based model). DAs use methods in combination and are intended to overcome some limitations of the individual, stand-alone methods.

The first three DAs included in this Guideline use combinations of OECD validated in chemico and in vitro test data, in some cases along with in silico information, to come to a rules-based conclusion on potential dermal sensitisation hazard.

The DAs included in this Guideline have shown to either provide the same level of information or be more informative than the murine Local Lymph Node Assay (LLNA; OECD TG 429) for hazard identification (i.e. sensitiser versus non-sensitiser). In addition, two of the DAs provide information for sensitisation potency categorisation that is equivalent to the potency categorisation information provided by the LLNA. 

______

Table of Contents
OECD GUIDELINE FOR TESTING OF CHEMICALS
1. Section 1-Introduction
General Introduction
DAs and Use Scenarios included in the Guideline
Limitations
1.3.1. Limitations of individual in chemico/in vitro information sources
1.3.2. Limitations of in silico information sources
1.3.3. Limitations of DAs
References
Part I. – Section 2 - Defined Approaches for Skin Sensitisation Hazard Identification
“2 out of 3” Defined Approach
2.1.1. Summary
2.1.2. Data interpretation procedure
2.1.3. Description and limitations of the individual information sources
2.1.4. Confidence in the 2o3 DA predictions
2.1.5. Predictive capacity of the 2o3 DA vs. the LLNA
2.1.6. Predictive capacity of the 2o3 DA vs. Human Data
2.1.7. Predictive capacity of the LLNA vs. Human Data
2.1.8. Proficiency chemicals
2.1.9. Reporting of the DA
References
Part II. –SECTION 3 - Defined Approaches for Skin Sensitisation Potency Categorisation
“Integrated Testing Strategy (ITS)” Defined Approach
3.1.1. Summary
3.1.2. Data interpretation procedure
3.1.3. Description and limitations of the individual information sources
3.1.4. Confidence in the ITS DA predictions
3.1.5. Predictive capacity of the ITSv1 DA vs the LLNA
3.1.6. Predictive capacity of the ITSv2 DA vs the LLNA
3.1.7. Predictive capacity of the ITSv1 DA vs Human Data
3.1.8. Predictive capacity of the ITSv2 DA vs Human Data
3.1.9. Predictive capacity of the LLNA vs. Human Data
3.1.10. Proficiency chemicals
3.1.11. Reporting of the DA
References
Annex 1: Prediction model for the individual in chemico/in vitro tests with multiple runs for use in 2o3 DA
Annex 2: Defining the applicability domain and assessing confidence in DASS ITS predictions and protocols for generating in silico predictions
Introduction
Applicability domain of the individual information sources
In chemico/in vitro information source (DPRA and h-CLAT)
In silico information source
Derek Nexus (ITSv1)
QSAR Toolbox (ITSv2)
Confidence in ITS predictions
How to apply the data interpretation procedure (DIP) for the ITS
References
Appendix 1: Protocol for Derek Nexus predictions
Protocol for generating predictions for skin sensitisation hazard using Derek Nexus v.6.1.0 with Derek KB 2020 1.0
Appendix 2: Protocol for OECD QSAR Toolbox predictions
Protocol for generating predictions for skin sensitisation hazard using DASS AW in Toolbox 4.5
Appendix 3: Information on applicability domain for OECD QSAR Toolbox
Technical aspects
Calculation of the in silico domain of Toolbox
Calculation of applicability domain layers
1. Parametric layer
2. Structural layer
3. Mechanistic layer

...

Fonte: OECD

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Guideline on Defined Approaches for Skin Sensitisation.pdf
Guideline No. 497 - 14 June 2021
2339 kB 5

Tags: Chemicals Abbonati Chemicals

Articoli correlati

Ultimi archiviati Chemicals

Regolamento delegato UE 2023 207  Modello certificato conformit  norme produzione biologica
Feb 01, 2023 78

Regolamento delegato (UE) 2023/207

Regolamento delegato (UE) 2023/207 / Modello certificato conformità norme produzione biologica ID 18878 | 01.02.2023 Regolamento delegato (UE) 2023/207 della Commissione del 24 novembre 2022 che modifica il regolamento (UE) 2018/848 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il… Leggi tutto
Gen 30, 2023 58

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325 ID 18867 | 30.01.2023 Regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325 della Commissione del 16 dicembre 2021 che stabilisce, ai sensi del regolamento (UE) 2018/848 del Parlamento europeo e del Consiglio, l'elenco dei paesi terzi e l'elenco delle autorità e degli… Leggi tutto
Gen 30, 2023 68

Regolamento di esecuzione (UE) 2023/186

Regolamento di esecuzione (UE) 2023/186 ID 18866 | 30.01.2023 Regolamento di esecuzione (UE) 2023/186 della Commissione del 27 gennaio 2023 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) 2021/2325 per quanto riguarda il riconoscimento di talune autorità di controllo e taluni organismi di controllo… Leggi tutto
Parametri microbiologici acque   Escherichia coli
Gen 26, 2023 117

Parametri microbiologici acque - Escherichia coli

Parametri microbiologici acque - Escherichia coli ID 18842 | 26.01.2023 / In allegato I batteri coliformi totali che sono capaci di fermentare il lattosio a 44-45°C sono conosciuti come coliformi fecali o termotolleranti, il genere è Escherichia, ma alcuni tipi di Citrobacter, Klebsiella ed… Leggi tutto
Parametri microbiologici acque   Enterococchi
Gen 26, 2023 141

Parametri microbiologici acque - Enterococchi

Parametri microbiologici acque - Enterococchi ID 18841 | 26.01.2023 / In allegato Gli Enterococchi intestinali sono un sottogruppo di un più ampio gruppo di organismi definiti come Streptococchi fecali, che comprendono specie del genere Streptococcus. Sono batteri Gram-positivi, anaerobi… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Tallio
Gen 26, 2023 107

Valutazione del rischio e valore guida acque - Tallio

Valutazione del rischio e valore guida acque - Tallio ID 18840 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione Il tallio è rapidamente assorbito e si distribuisce rapidamente (circa 1 ora dopo l’esposizione) in tutto il corpo sia negli animali da laboratorio che negli uomini,… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Nichel
Gen 26, 2023 76

Valutazione del rischio e valore guida acque - Nichel

Valutazione del rischio e valore guida acque - Nichel ID 18839 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione In seguito ad esposizione per via orale la biodisponibilità del nichel può variare dall’1% al 40%. I fattori che ne determinano la biodisponibilità sono la solubilità del composto… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Fluoro
Gen 26, 2023 95

Valutazione del rischio e valore guida acque - Fluoro

Valutazione del rischio e valore guida acque - Fluoro ID 18838 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione Dopo l’assunzione per via orale, i composti del fluoro solubili in acqua sono rapidamente e quasi completamente assorbiti nel tratto gastro intestinale. Anche il fluoro presente… Leggi tutto
Valutazione del rischio e valore guida acque   Cromo
Gen 26, 2023 70

Valutazione del rischio e valore guida acque - Cromo

Valutazione del rischio e valore guida acque - Cromo ID 18837 | 26.01.2023 / In allegato Assorbimento e distribuzione I composti del cromo trivalente, Cr(III), presentano in generale un basso assorbimento per via orale. Nell’uomo l’assorbimento orale stimato è dello 0.4 %. L’assorbimento e la… Leggi tutto

Più letti Chemicals

Regolamento  CE  n  178 2002
Ott 24, 2022 74950

Regolamento (CE) N. 178/2002

Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza… Leggi tutto