Slide background




Lockout / Tagout: ANSI/ASSE Z244.1 - 2016

ID 13194 | | Visite: 2254 | Documenti Riservati SicurezzaPermalink: https://www.certifico.com/id/13194

ANSI ASSE Z244 1 2016

Lockout / Tagout (LOTO): ANSI/ASSE Z244.1 - 2016

ID 13194 | 01.04.2021 / Documento di analisi e moduli esempio applicazione in allegato

Documento di analisi applicazione procedure LOCKOUT/TAGOUT definite dalla norma tecnica americana ANSI/ASSE Z244.1 - 2016 e moduli di applicazione/gestione di esempio. Traduzione di parti in IT non ufficiale su Licenza.

La norma ANSI/ASSE Z244.1 - 2016 fornisce indicazioni per la gestione del rischio, derivante da avviamento inaspettato, rilascio di energia immagazzinata o intervento umano, per di operatori di macchine/attrezzature.

Procedura di LOCKOUT/TAGOUT (LOTO)

Vedi anche Procedura e format Procedura LOTO Disciplina | Format procedura

La norma definisce le modalità di controllo dell'energia pericolosa associata alle macchine, alle apparecchiature o ai processi che potrebbero creare rischi per gli operatori. In particolare, dettaglia le modalità d'uso del lockout (metodo principale), del tagout o di metodi alternativi per controllare l'energia pericolosa.

La norma ANSI/ASSE Z244.1 non si applica in caso di lavori su apparecchiature elettriche per le quali l'elettricità è l'unica fonte di energia, alle operazioni che implicano il trasporto e la distribuzione di gas, vapore, acqua o prodotti petroliferi, quando sono eseguite su tubazioni in pressione e ai veicoli passeggeri, alle imbarcazioni da diporto, agli aeromobili privati o a veicoli di tipo ricreativo/sportivo.

Preview ANSI/ASSE Z244.1-2016 Licenza Certifico Srl

________

1 Progettazione della macchina ai fini del controllo delle energie pericolose

Le metodologie di controllo delle energie pericolose devono essere basate su:

- l’identificazione dell'energia necessaria per svolgere un determinato compito;
- l’eliminazione delle fonti di energia pericolose quando possibile;
- il controllo dell'energia pericolosa;
- altri metodi alternativi.

2 Energizzazione parziale

Se l'attività lavorativa necessità di un'energizzazione parziale, si deve eseguire una valutazione del rischio basata sull'attività per determinare la procedura idonea di accesso alla macchina, all’attrezzatura o al processo. Quando è necessario che le macchine, le apparecchiature o i processi rimangano parzialmente alimentati (ad es. per trattenere delle parti, per salvare informazioni, per trattenere il calore o fornire illuminazione locale), devono essere forniti metodi alternativi per la sicurezza degli operatori.
_________

11 Programma di controllo dell'energia pericolosa

Un programma sistematico di controllo dell'energia pericolosa deve includere i seguenti elementi per fornire una protezione efficace delle persone, ove applicabile:

Identificazione:

- assegnazione di responsabilità;        
- identificazione dei compiti;     
- identificazione di fonti energetiche pericolose;        
- identificazione dei dispositivi di isolamento energetico.  

Procedure operative:

- procedure documentate per il controllo delle energie pericolose;        
- disposizioni per l'interruzione del controllo dell'energia pericolosa;        
- procedure per la gestione del cambio turno;        
- procedure per il blocco diretto da parte dall'utente o la rimozione del dispositivo di TAGOUT;         
- gestione del personale esterno di servizio o appaltatore.        

 Implementazione:

- scelta e fornitura di materiali e blocchi di protezione;        
- comunicazione e formazione.        

Mantenimento del programma:

- monitoraggio/misurazione;        
- verifica degli elementi del programma;        
- gestione del cambiamento;         
- tenuta dei registri.

  

L'utente deve redigere un programma scritto per il controllo dell'energia pericolosa. Lo scopo del programma è garantire che il rischio di esposizione ai pericoli sia eliminato o ridotto al minimo prima che qualsiasi persona svolga attività nelle quali si potrebbe verificare l'eccitazione, l'avvio o il rilascio imprevisti di energia immagazzinata.

Figura 1

 

Figura 1 - Diagramma di flusso per il controllo dell'energia pericolosa
___________

26 Metodi alternativi di controllo dell'energia pericolosa

Il lockout o il tagout devono essere utilizzati a meno che l'utente non possa dimostrare che un metodo alternativo possa fornire una protezione efficace. Quando non vengono utilizzati il lockout o il tagout, devono essere utilizzati metodi alternativi solo dopo che i pericoli siano stati valutati e i rischi documentati. Prima di utilizzare metodi alternativi, occorre quanto segue:

- un'analisi di fattibilità;
- una valutazione del rischio;
- altre valutazioni/considerazioni.

Le situazioni in cui possono essere applicati metodi alternativi includono ad esempio:

- quando è presente energia pericolosa perché è necessaria per l'esecuzione del lavoro;        
- quando il lockout o il tagout non è fattibile o praticabile;
- quando una valutazione del rischio documentata dimostra che l'attività può essere eseguita con un rischio accettabile;
- quando i pericoli intrinseci (ad esempio, termici, radiazioni) non possono essere controllati utilizzando il lockout o il tagout;        
- quando è richiesta energia per mantenere l'apparecchiatura in uno stato sicuro;        
- quando azionamenti ripetitivi di un dispositivo di isolamento energetico compromettono la sua funzione di sicurezza;     
- quando il funzionamento di un dispositivo di isolamento energetico crea un rischio aggiuntivo.

La scelta di un metodo alternativo deve essere basata su una valutazione del rischio della macchina, dell'attrezzatura o del processo. La valutazione del rischio deve tenere in considerazione che le misure di riduzione del rischio esistenti potrebbero dover essere rimosse o modificate per eseguire un determinato compito.

Alcune attività che potrebbero dover essere eseguite utilizzando metodi alternativi sono ad esempio:

- cambio stampi;        
- preparazione della macchina o del processo;      
- lubrificazione;        
- cambio utensile;        
- pulizia;        
- adeguamenti del processo;       
- allestimento;        
- ispezione;        
- misurazioni;
- prelievo di campioni. 

Tabella 1

Tabella 1 – Metodologie per il controllo dei rischi
___________

Moduli di lavoro

Modulo A - Esempio di modello di ispezione a seguito applicazione procedura LOCKOUT o TAGOUT

Modulo A

___________

Modulo E - Esempio cartello LOCKOUT/TAGOUT

Modulo E

...

Segue in allegato (Documento di analisi, modelli di applicazione/gestione di esempio)

Fonti
ANSI/ASSE Z244.1 – 2016 Licenza Certifico Srl

American National Standards Institute (ANSI)
L'American National Standards Institute (ANSI) è un'organizzazione privata senza scopo di lucro che sovrintende lo sviluppo di standard di consenso volontario per prodotti, servizi, processi e sistemi negli Stati Uniti.  
È membro dell'ISO (Organizzazione Internazionale per la normazione) e dell'IEC (Commissione Elettrotecnica Internazionale).
ANSI si occupa di approvare e registrare gli standard americani redatti per vari settori.
L'organizzazione coordina anche gli standard statunitensi con gli standard internazionali in modo che i prodotti americani possano essere utilizzati in tutto il mondo.

American Society of Safety Engineers (ASSE) (ASSP)
è ora American Society of Safety Professionals (ASSP) ed è un'associazione globale di professionisti della salute e della sicurezza sul lavoro composta da oltre 37.000 membri. ASSP sviluppa e pubblica standard incentrati sulla protezione delle persone, dei beni e dell'ambiente. ASSP funge anche da amministratore per il US TAG (United States Technical Advisory Group) per ISO / PC 262 (International Organization for Standardization / Project Committee).

Certifico Srl - IT | Rev. 0.0 2021
©Copia autorizzata Abbonati

Matrice Revisioni

Rev. Data Oggetto Autore
0.0 01.04.2021 --- Certifico Srl

Collegati



Scarica questo file (Preview ANSI ASSE Z244.1-2016.pdf)Preview ANSI/ASSE Z244.1 - 2016 Licenza Certifico S.r.l.IT184 kB(461 Downloads)

Tags: Sicurezza lavoro Rischio attrezzature lavoro Abbonati Sicurezza

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

XIX Rapporto 2021
Set 23, 2021 20

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola | 2021 460 mila i bambini e ragazzi che studiano in 17mila classi con più di 25 alunni; il problema è concentrato soprattutto nelle scuole superiori, dove il 7% delle classi è in sovrannumero, con le maggiori criticità nelle regioni più… Leggi tutto
Agenti biologici 2021
Set 16, 2021 72

Agenti biologici: fattori di rischio cancerogeno occupazionale?

Agenti biologici: fattori di rischio cancerogeno occupazionale? Le tipologie di “danno” potenzialmente conseguenti all’esposizione ad agenti biologici contemplate dal D.lgs. 81/2008 sono le infezioni, le allergie e le intossicazioni. Tuttavia, l’esposizione a virus, batteri, parassiti, funghi può… Leggi tutto

Più letti Sicurezza