Slide background

Procedura LOTO Disciplina | Format procedura

ID 5249 | | Visite: 1878 | Documenti Riservati SicurezzaPermalink: https://www.certifico.com/id/5249

Procedura LOTO

Procedura LOTO LOCKOUT/TAGOUT Disciplina | Format procedura

Il presente elaborato illustra, con immagini, riferimenti normativi, l'applicazione della procedura di lockout/tagout, fornendo un format di procedura LOTO.

In particolare la presente Procedura LOTO Ed. 2.0 2018 è stata ristrutturata sulla Procedura  Ed. 1.0 2015, e sono riportati, per completezza, i riferimenti normativi che la menzionano/interpretano come soluzione di sicurezza, dalla CEI 11-27 come Stato di Buona Tecnica per il D.Lgs. 81/2008 e dalla norma EN 60294-1 Presunzione di Conformità per la Direttiva macchine 2006/42/CE.

Il lavoro è diviso in due sezioni, una prima parte descrittiva nella quale vengono forniti i riferimenti normativi ed illustrati gli step della procedura ed una seconda parte applicativa nella quale, come premesso, è fornito un format di procedura editabile ed una check list di verifica.

La procedura di lockout/tagout è la metodologia più diffusa per effettuare l’isolamento sicuro delle fonti di alimentazione di una macchina e permette di elevare il livello di sicurezza nella manutenzione, ordinaria e straordinaria, mediante il controllo dell’energia pericolosa.

Excursus

Riferimenti normativi:

- ANSI/ASSE Z244.1 - 2016 The Control of Hazardous Energy Lockout, Tagout and Alternative Methods;

OSHA 29 CFR 1910.147 The control of hazardous energy (lockout/tagout);

- CEI 11-27:2014 Lavori su impianti elettrici;

- EN 60204-1:2006 Sicurezza del macchinario- Equipaggiamento elettrico delle macchine Parte 1: regole generali;

Direttiva macchine 2006/42/CE.

Definizioni afferenti la procedura LOTO:

-“Persona autorizzata” (Authorized people): personale autorizzato ad applicare la procedura di lock out a seguito di specifico training.

-“Persona interessata” (Affected people): il personale che opera nelle immediate vicinanze dell’impianto o macchinario sottoposto a lock-out.

-“Lock out”: si intende il posizionamento di un lucchetto in corrispondenza della posizione OFF di un dispositivo di isolamento (sezionatore, valvola, ecc.) di una qualsiasi fonte energetica (energia elettrica, fluido pericoloso, ecc.).

-“Tag out”: si intende il posizionamento di un cartello in corrispondenza del lucchetto usato per il lock-out, riportante chiaramente il nominativo dell’operatore autorizzato.

Fasi procedura

In linea di principio, la procedura di lockout/tagout richiede che l’isolamento e la messa in sicurezza di una macchina o di un impianto avvenga secondo una sequenza preordinata che prepari la macchina stessa o l’apparecchiatura all’applicazione dei dispositivi di isolamento e di “lucchettaggio”.

1. Prepararsi all’interruzione temporanea

Un addetto individua le fonti di energia presenti che devono essere messe sotto controllo e identifica il metodo di controllo da usare.

2. Notifica

Occorre informare tutte le persone interessate (affected) che si è in procinto di operare sul macchinario effettuando il “lucchettaggio” dello stesso.

3. Arresto

Preliminarmente, quando vengono effettuato interventi di pulizia, manutenzione per cui è necessario applicare la procedura, occorre arrestare l’impianto secondo la normale procedura operativa utilizzando il circuito di comando: a secondo il caso, si può spingere un tasto di arresto, aprire un interruttore, chiudere una valvola, ecc.

4. Isolamento

Isolare la fonte di energia con un dispositivo di lockout/tagout e garantirne il blocco completo per tutta la durata dell’intervento di manutenzione per evitare qualsiasi possibilità di riattivazione del flusso di energia

figura isolamento

Tabella isolamento
Segue [...]

5. Dissipazione dell’energia immagazzinata o residua

6. Lockout/Tagout

- Bloccare il dispositivo e garantire che non possa essere rimosso e che il macchinario non possa venire azionato accidentalmente
- Ogni lucchetto dovrebbe avere solo una chiave
- Prevedere sul dispositivo tanti lucchetti quante sono le persone che vi lavorano: ognuno dovrebbe collocare il proprio lucchetto sull’impianto.

....

Indice

PARTE DESCRITTIVA
1.Oggetto
2.Riferimenti normativi
3.Definizioni
4.Obiettivo
5.Fasi procedura

PARTE APPLICATIVA
1.Dati
2.Fasi procedurali
3.Check list di verifica
Fonti

Allegato Modello esempio formato doc

Elaborato Certifico S.r.l. - Rev. 2.0 2018

Acquisto Documento singolo

Collegati




Tags: Sicurezza lavoro Rischio attrezzature lavoro Abbonati Sicurezza

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Sentenze cassazione penale
Feb 23, 2018 14

Cassazione Penale Sent. Sez. 3 n. 8028 | 20 Febbraio 2018

Cassazione Penale Sent. Sez. 3 n. 8028 del 20 Febbraio 2018 Mancanza di qualsiasi dispositivo di protezione: infortunio mortale a seguito di caduta dall'altoResponsabilità preposto Penale Sent. Sez. 3 Num. 8028 Anno 2018Presidente: CAVALLO ALDORelatore: LIBERATI GIOVANNIData Udienza: 27/09/2017… Leggi tutto
Sentenze cassazione civile
Feb 23, 2018 17

Cassazione Civile Sent. Sez. 6 n. 4037 | 20 Febbraio 2018

Cassazione Civile Sent. Sez. 6 20 febbraio 2018 n. 4037 Infortunio mortale: responsabilità direttore di cantiere e responsabile della sicurezza Civile Ord. Sez. 6 Num. 4037 Anno 2018Presidente: FRASCA RAFFAELERelatore: DELL'UTRI MARCOData pubblicazione: 20/02/2018 [panel]Rilevato che, con sentenza… Leggi tutto
Feb 19, 2018 50

Legge 23 luglio 1991 n. 223

Legge 23 luglio 1991 n. 223 Norme in materia di cassa integrazione, mobilita', trattamenti di disoccupazione, attuazione di direttive della Comunita' europea, avviamento al lavoro ed altre disposizioni in materia di mercato del lavoro. (GU Serie Generale n.175 del 27-07-1991 - Suppl. Ordinario n.… Leggi tutto
Feb 19, 2018 44

Decreto Legislativo 22 giugno 2012 n. 113

Decreto Legislativo 22 giugno 2012 n. 113 Attuazione della direttiva 2009/38/CE riguardante l'istituzione di un comitato aziendale europeo o di una procedura per l'informazione e la consultazione dei lavoratori nelle imprese e nei gruppi di imprese di dimensioni comunitarie. GU Serie Generale n.174… Leggi tutto
Feb 18, 2018 64

Nota DCPREV prot. n. 8879 del 4 luglio 2012

Nota DCPREV prot. n. 8879 del 4 luglio 2012 OGGETTO: Sistemi di protezione attiva antincendio a Sprinkler realizzati secondo norme di riferimento diverse dalla EN 12845. In riferimento ai quesiti pervenuti con le note indicate a margine ed inerenti l'argomento in oggetto, sentite al riguardo le… Leggi tutto
Feb 16, 2018 43

Direttiva (UE) 2015/1794

Direttiva (UE) 2015/1794 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 6 ottobre 2015 che modifica le direttive 2008/94/CE, 2009/38/CE e 2002/14/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e le direttive 98/59/CE e 2001/23/CE del Consiglio, per quanto riguarda i marittimi GUUE L 263/1 dell'8.10.2015… Leggi tutto

Più letti Sicurezza

Ott 11, 2017 45101

Modello Piano Operativo Sicurezza POS compilabile

Modello Piano Operativo di Sicurezza POS compilabile Formato doc Il Piano Operativo di Sicurezza (P.O.S.) è il documento che un datore di lavoro deve redigere prima di iniziare le attività operative in un cantiere temporaneo o mobile di cui all'articolo 89, lettera h ed i cui contenuti minimi sono… Leggi tutto
Gen 09, 2018 17936

UNI EN 689:1997 Guida Valutazione esposizione per inalazione

UNI EN 689:1997 Valutazione del rischio chimico La norma UNI EN 689:1997 è la principale norma tecnica di riferimento per la valutazione del rischio chimico nei luoghi di lavoro. Tale norma indica strategie e metodologie per misurare la concentrazione degli agenti chimici, mettere in… Leggi tutto