Slide background




Codice comportamento Imprese di Costruzioni | ANCE

ID 8155 | | Visite: 3925 | Documenti Sicurezza EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/8155

Codice comportamento Imprese di Costruzioni   ANCE 2019

Codice comportamento Imprese di Costruzioni | ANCE 2019

AGGIORNAMENTO 2019 DELLA REVISIONE 2013

Include tutte modifiche legislative apportate al DLgs 231/2001 dal 20 dicembre 2013 al 31 gennaio 2019

Ai sensi dell’art. 6, comma 3,  Del dlgs. 8 giugno 2001, n. 231 e s.m.i.

Scarica questo file (Codice comportamento Imprese di Costruzioni - ANCE 2019.pdf)  Codice comportamento Imprese di Costruzioni ANCE 2008
Scarica questo file (Codice comportamento Imprese di Costruzioni - ANCE 2019.pdf)  Codice comportamento Imprese di Costruzioni ANCE 2013
Scarica questo file (Codice comportamento Imprese di Costruzioni - ANCE 2019.pdf)  Codice comportamento Imprese di Costruzioni ANCE 2019

Nel 2003 ANCE ha predisposto e sottoposto al Ministero della Giustizia la prima edizione del Codice di Comportamento delle Imprese di Costruzione ai sensi dell’art. 6, comma 3, del DLgs 8 giugno 2001, n. 231.

La continua evoluzione della legislazione di riferimento, con l’aumento del numero e della tipologia dei reati presupposto, e della giurisprudenza in tema di responsabilità amministrativa ha reso necessari successivi interventi sul Codice di Comportamento ANCE, effettuati con cadenza sostanzialmente quinquennale.
La revisione 2008, lasciando sostanzialmente invariato l’impianto del Codice di Comportamento 2003, ha integrato il Modello organizzativo con i protocolli relativi alla prevenzione dei nuovi reati presupposto introdotti dal legislatore a tutto il 30 giugno 2008, fra i quali quelli relativi alla sicurezza, fondamentali per le imprese di costruzioni.

La nuova revisione del Codice è stata valutata idonea ed adeguata dal Ministero della Giustizia in data 6 luglio 2008.

La revisione 2013 ha ulteriormente integrato il Modello organizzativo 2008 con i protocolli relativi alla prevenzione dei nuovi reati presupposto introdotti dal legislatore a tutto il 31 dicembre 2013, fra i quali quelli relativi ai reati ambientali e alla corruzione fra privati.

In questa occasione è stata anche effettuata una revisione generale del Codice di Comportamento ANCE, con l’obiettivo di:
- rendere più semplice l’utilizzo del Codice da parte delle Imprese associate
- aggiornare i protocolli preesistenti, quando gli stessi si sono dimostrati inadeguati (per difetto o per eccesso)
- tenere conto dei più recenti orientamenti della giurisprudenza
- approfondire la tematica relativa alla valutazione del rischio commissione reati, evidenziando e differenziando i casi relativi alle piccole e alle grandi imprese.
- ricondurre all’interno del Codice di Comportamento ANCE anche il software SQuadra 231(1) che supporta le imprese nella realizzazione di un modello organizzativo per la prevenzione dei reati sicuramente conforme ai contenuti del Codice stesso

La revisione 2013 del Codice di Comportamento ANCE è stata valutata idonea ed adeguata dal Ministero della Giustizia in data 20 dicembre 2013.

Attualmente si è ritenuto che il quadro di riferimento complessivo della revisione generale effettuata nel 2013 conservasse ancora piena validità e che ci si potesse limitare ad analizzare le modifiche legislative apportate al DLgs 231/2001 dopo tale data, per valutare il rischio specifico correlato ai nuovi reati presupposto e per proporre nuovi protocolli di prevenzione ed informazione quando necessario.

Si è quindi predisposto il presente aggiornamento 2019(2), che sostituisce il precedente aggiornamento 2018, da utilizzare insieme alla revisione 2013 del Codice di Comportamento a suo tempo valutata idonea ed adeguata dal Ministero della Giustizia, e si è parallelamente provveduto ad integrare anche il software SQuadra 231, che pertanto risulta pienamente allineato anche ai contenuti del nuovo aggiornamento.

(1) L’utilizzo del software SQuadra 231 è gratuito per le imprese associate
(2) L’aggiornamento 2019 del Modello è stato affidato dall’ANCE, attraverso la società Il Tiglio, agli stessi professionisti che avevano curato la revisione 2013 (Ing. Dino Bogazzi, ing. Giuliano Marullo e dott. Alberto Rivieri). Il software SQuadra 231, applicativo del Codice di Comportamento, è stato aggiornato dalla società Il Tiglio, sotto la direzione dell’Ing. Giuliano Marullo. La revisione finale del lavoro è stata effettuata dai competenti Uffici ANCE.

Nota
Le prescrizioni integrative al Codice di Comportamento delle Imprese di Costruzione ANCE, rev. 2013, contenute nel presente aggiornamento non sono state sottoposte alla valutazione del Ministero della Giustizia, ma in ogni caso costituiscono un documento di riferimento per la predisposizione o l’adeguamento del Modello di Organizzazione e Gestione - MOG della singola impresa associata.

Collegati

Scarica questo file (Codice comportamento Imprese di Costruzioni - ANCE 2008.pdf)Codice comportamento Imprese di Costruzioni ANCE 2008IT1262 kB(541 Downloads)
Scarica questo file (Codice comportamento Imprese di Costruzioni - ANCE 2013.pdf)Codice comportamento Imprese di CostruzioniANCE 2013IT5562 kB(659 Downloads)
Scarica questo file (Codice comportamento Imprese di Costruzioni - ANCE 2019.pdf)Codice comportamento Imprese di CostruzioniANCE 2019IT1293 kB(955 Downloads)

Tags: Sicurezza lavoro Sistemi Gestione Sicurezza lavoro

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Nota confindustria settembre 2021
Set 27, 2021 152

Confindustria - Nota di Aggiornamento settembre 2021: Estensione green pass

Confindustria - Nota di Aggiornamento settembre 2021: Estensione green pass L’estensione del Green pass al lavoro privato Commento al decreto-legge 127/2021 Abstract Il decreto-legge 127/2021 estende l’obbligo del green pass al mondo del lavoro, come richiesto da Confindustria quale presupposto… Leggi tutto
Set 27, 2021 23

Decreto 27 marzo 1985

Decreto 27 marzo 1985 Modificazioni al D.M. del 16 febbraio 1982, contenente l’elenco dei depositi e industrie pericolosi soggetti alle visite e controllo di prevenzione incendi. (GU 26 aprile 1985 n. 98) Collegati
D.M. 16 febbraio 1982
Leggi tutto
Sentenze cassazione penale
Set 27, 2021 26

Cassazione Penale Sent. Sez. 4 Num. 35058 | 23 settembre 2021

Cassazione Penale, Sez. 4, 23 settembre 2021, n. 35058 Infortunio con un tornio. Il comportamento di un lavoratore chiamato ad utilizzare un macchinario senza essere stato preventivamente formato non può essere considerato esorbitante Penale Sent. Sez. 4 Num. 35058 Anno 2021Presidente: FUMU… Leggi tutto
Set 25, 2021 41

Nota prot. n° 4756 del 09.04.2013

Nota prot. n° 4756 del 09.04.2013 OGGETTO: D.P.R. 1° agosto 2011, n. 151, allegato I - Attività nn. 66, 72, 73. Pervengono a questa Direzione Centrale numerose richieste intese ad ottenere chiarimenti interpretativi su alcuni punti dell 'elenco delle attività soggette ai procedimenti di prevenzione… Leggi tutto
Set 25, 2021 35

DPR 30 giugno 1995 n. 418

DPR 30 giugno 1995, n. 418 Regolamento concernente norme di sicurezza antincendio per gli edifici di interesse storico-artistico destinati a biblioteche ed archivi (GU n. 235 del 7 ottobre 1995). In allegato:- Testo Coordinato VVF 08.2021 Collegati[box-note]REGIO DECRETO 7 novembre 1942 n.… Leggi tutto
Set 25, 2021 40

D.M. n. 569 del 20 maggio 1992

DM 20 maggio 1992, n. 569 Regolamento contenente norme di sicurezza antincendio per gli edifici storici e artistici destinati a musei, gallerie, esposizioni e mostre. (GU n. 52 del 4 marzo 1993) In allegato:- Testo Coordinato VVF 08.2021 Collegati[box-note]REGIO DECRETO 7 novembre 1942 n.… Leggi tutto
XIX Rapporto 2021
Set 23, 2021 37

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola | 2021 460 mila i bambini e ragazzi che studiano in 17mila classi con più di 25 alunni; il problema è concentrato soprattutto nelle scuole superiori, dove il 7% delle classi è in sovrannumero, con le maggiori criticità nelle regioni più… Leggi tutto

Più letti Sicurezza