Slide background

Radiazioni X | Progetti di norma in inchiesta preliminare

ID 8187 | | Visite: 69 | News NormazionePermalink: https://www.certifico.com/id/8187

Temi: Normazione

Radiazioni X

Radiazioni X | Progetti di norma in inchiesta preliminare

UNI 17-30 aprile: al via una nuova inchiesta preliminare

La SC 02 “Protezione dalle radiazioni” della Commissione Tecnologie nucleari e radioprotezione propone 7 progetti.

Adottano le Parti 1, 2, 3 e 4 della ISO 4037 quattro progetti di norma in tema di radiazioni X e gamma di riferimento per la taratura dei dosimetri e dei rateometri e per la determinazione della loro risposta in funzione dell’energia dei fotoni.

Essi riguardano:

- le caratteristiche e metodi di produzione della radiazione (UNI1606117),

Titolo: Protezione dalle radiazioni - Radiazioni X e gamma di riferimento per la taratura dei dosimetri e dei rateometri e per la determinazione della loro risposta in funzione dell’ energia dei fotoni - Parte 1: Caratteristiche e metodi di produzione della radiazione
Sommario: La norma specifica le caratteristiche e i metodi di produzione delle radiazioni di riferimento X e gamma per la taratura di dosimetri e di rateometri per radioprotezione, tramite fantocci correlati alle grandezze operative definite dall’International Commission on Radiation Units and Measurements (ICRU). Il più basso livello di rateo di kerma per cui è applicabile la presente norma è 1 µGy/h. Al di sotto di tale valore, per la misura della radiazione (naturale) di fondo sono richieste speciali considerazioni che non sono contenute in questo documento.
Giustificazioni: Aggiornare il quadro normativo della serie UNI ISO 4037
Benefici attesi: Adeguamento della normativa di riferimento alle norme internazionali utilizzate in tutti i Centri di Taratura per le radiazioni ionizzanti a livello internazionali e sulla base dei quali acquisiscono accreditamento e mutuo riconoscimento fra Centri stessi. Le norme sono anche di riferimento per coloro che forniscono dosimetri personali che devono essere caratterizzati e testati secondo quanto indicato nelle norme della serie ISO 4037, per i campi di radiazione di fotoni.
Organo tecnico di riferimento: Protezione dalle radiazioni
Data di inizio inchiesta preliminare: 16/04/2019
Data di fine inchiesta preliminare: 30/04/2019

- la dosimetria per la protezione dalle radiazioni nell’intervallo di energia da 8 keV a 1,3 MeV e da 4 MeV a 9 MeV (progetto UNI1606118),

Titolo: Protezione dalle radiazioni - Radiazioni X e gamma di riferimento per la taratura dei dosimetri e dei rateometri e per la determinazione della loro risposta in funzione dell energia dei fotoni - Parte 2: Dosimetria per la protezione dalle radiazioni nell’intervallo di energia da 8 keV a 1,3 MeV e da 4 MeV a 9 MeV
Sommario: La norma specifica le procedure per la dosimetria delle radiazioni di X e gamma per la taratura di strumentazione di radioprotezione nell’intervallo energetico compreso, approssimativamente, tra 8 keV e 1,3 MeV e tra 4 MeV e 9 MeV e per ratei di kerma in aria superiori a 1 µGy/h. Le grandezze considerate sono il kerma in aria libera, Ka, e le grandezze operative, associate ai fantocci, definite dall’International Commission on Radiation Units and Measurements (ICRU)[2], H*(10), Hp(10), H’(3), Hp(3), H’(0,07) e Hp(0,07) assieme ai rispettivi ratei. I metodi di produzione sono descritti nella norma ISO 4037-1.
Giustificazioni: Aggiornare il quadro normativo della serie UNI ISO 4037
Benefici attesi: Adeguamento della normativa di riferimento alle norme internazionali utilizzate in tutti i Centri di Taratura per le radiazioni ionizzanti a livello internazionali e sulla base dei quali acquisiscono accreditamento e mutuo riconoscimento fra Centri stessi. Le norme sono anche di riferimento per coloro che forniscono dosimetri personali che devono essere caratterizzati e testati secondo quanto indicato nelle norme della serie ISO 4037, per i campi di radiazione di fotoni.
Organo tecnico di riferimento: Protezione dalle radiazioni
Data di inizio inchiesta preliminare: 16/04/2019
Data di fine inchiesta preliminare: 30/04/2019

- la taratura dei dosimetri ambientali e individuali e misurazione della loro risposta in funzione dell’energia e dell’angolo d incidenza (progetto UNI1606119) 

Titolo: Radiazioni X e gamma di riferimento per la taratura dei dosimetri e dei rateometri e per la determinazione della loro risposta in funzione dell energia dei fotoni - Parte 3: Taratura dei dosimetri ambientali e individuali e misurazione della loro risposta in funzione dell energia e dell angolo d incidenza
Sommario: La norma specifica procedure e dati aggiuntivi per la taratura di dosimetri e rateometri utilizzati per il monitoraggio individuale e di area in radioprotezione. La procedura generale per la taratura e la determinazione della risposta di dosimetri e rateometri utilizzati in radioprotezione è descritta nella norma ISO 29661 ed è seguita in tutti i casi possibili. A questo scopo, sono usati i fasci di riferimento per fotoni con energia media tra 8 kEV e 9 MeV, come descritti nella norma ISO 4037-1. Nell’Appendice D sono fornite informazioni aggiuntive sulle condizioni di riferimento, le necessarie condizioni standard di test e su effetti associati al range (spessore di penetrazione) degli elettroni. Sono inclusi i dosimetri a corpo intero che per estremità, per scopi di monitoraggio individuale, e dosimetri/rateometri fissi e portatili per scopi di monitoraggio di area.
Giustificazioni: Aggiornare il quadro normativo della serie UNI ISO 4037
Benefici attesi: Adeguamento della normativa di riferimento alle norme internazionali utilizzate in tutti i Centri di Taratura per le radiazioni ionizzanti a livello internazionali e sulla base dei quali acquisiscono accreditamento e mutuo riconoscimento fra Centri stessi. Le norme sono anche di riferimento per coloro che forniscono dosimetri personali che devono essere caratterizzati e testati secondo quanto indicato nelle norme della serie ISO 4037, per i campi di radiazione di fotoni
Organo tecnico di riferimento: Protezione dalle radiazioni
Data di inizio inchiesta preliminare: 16/04/2019
Data di fine inchiesta preliminare: 30/04/2019

- la taratura dei dosimetri di area e individuali in campi di radiazione X di riferimento a bassa energia (progetto UNI1606120).

Titolo: Protezione dalle radiazioni - Radiazioni X e gamma di riferimento per la taratura dei dosimetri e dei rateometri e per la determinazione della loro risposta in funzione dell energia dei fotoni - Parte 4: Taratura dei dosimetri di area e individuali in campi di radiazione X di riferimento a bassa energia
Sommario: La norma fornisce le linee guida circa aspetti aggiuntivi della caratterizzazione delle radiazioni fotoniche a bassa energia. Essa descrive inoltre le procedure per la taratura e la determinazione della risposta di dosimetri (rateometri) individuali e ambientali in funzione dell’energia e dell’angolo dei fotoni incidenti. La norma è focalizzata sulla determinazione accurata dei coefficienti di conversione da kerma in aria a Hp(10), H*(10), Hp(3) e H'(3) per gli spettri di di fotoni a bassa energia. Come alternativa all’uso dei coefficienti di conversione, viene descritta la taratura diretta, in termini di queste grandezze, tramite l’uso di appropriata strumentazione di riferimento.
Giustificazioni: Aggiornare il quadro normativo della serie UNI ISO 4037
Benefici attesi: Adeguamento della normativa di riferimento alle norme internazionali utilizzate in tutti i Centri di Taratura per le radiazioni ionizzanti a livello internazionali e sulla base dei quali acquisiscono accreditamento e mutuo riconoscimento fra Centri stessi. Le norme sono anche di riferimento per coloro che forniscono dosimetri personali che devono essere caratterizzati e testati secondo quanto indicato nelle norme della serie ISO 4037, per i campi di radiazione di fotoni.
Organo tecnico di riferimento: Protezione dalle radiazioni
Data di inizio inchiesta preliminare: 16/04/2019
Data di fine inchiesta preliminare: 30/04/2019

Altri tre progetti adottano le parti 1, 2 e 3 della ISO 11929 sulla determinazione dei limiti caratteristici (soglia di decisione, limite di rivelazione e limiti dell’intervallo di copertura) per misure di radiazioni ionizzanti.

Nello specifico riguardano:

- le applicazioni elementari (progetto UNI1606121),

Titolo: Determinazione dei limiti caratteristici (soglia di decisione, limite di rivelazione e limiti dell’intervallo di copertura) per misure di radiazioni ionizzanti – Fondamenti e applicazioni – Parte 1 : Applicazioni elementari
Sommario: La serie della norma ISO 11929 specifica una procedura nel campo della metrologia delle radiazioni ionizzanti per il calcolo della “soglia di decisione“, del “limite di rivelazione” e dei limiti dell’intervallo di copertura” per un misurando non negativo delle radiazioni ionizzanti quando le misure di conteggio sono effettuate mediante preselezione del tempo o dei conteggi totali. Questo documento copre le applicazioni di base delle misure di conteggio frequentemente usate nel campo della metrologia delle radiazioni ionizzanti. Essa è ristretta alle applicazioni per le quali l’incertezza può essere valutata sulla base della guida ISO/IEC Guide 98-3 (JCGM 2008). Nell’Appendice A, viene riportato il caso speciale delle misure di conteggio ripetute con influenze casuali, mentre le misure con analoghi rateometri lineari sono trattate nell’Appendice B
Giustificazioni: Omogeneizzazione delle metodologie di valutazione dei limiti caratteristici delle misure di attività tramite conteggio.
Benefici attesi: Stante la varietà di metodologie adottate il confronto di valori dei limiti caratteristici è generalmente non agevole. L’adozione di metodologie comuni permette la diretta confrontabilità dei valori permettendo comparazioni immediate sulle caratteristiche specifiche delle metodologie di misura.
Organo tecnico di riferimento: Protezione dalle radiazioni
Data di inizio inchiesta preliminare: 16/04/2019
Data di fine inchiesta preliminare: 30/04/2019

- le applicazioni avanzate (progetto UNI1606122) e

Titolo: Determinazione dei limiti caratteristici (soglia di decisione, limite di rivelazione e limiti dell’intervallo di copertura) per misure di radiazioni ionizzanti – Fondamenti e applicazioni – Parte 2 : Applicazioni avanzate
Sommario: La serie della norma ISO 11929 specifica una procedura nel campo della metrologia delle radiazioni ionizzanti per il calcolo della “soglia di decisione“, del “limite di rivelazione” e dei limiti dell’intervallo di copertura” per un misurando non negativo delle radiazioni ionizzanti quando le misure di conteggio sono effettuate mediante preselezione del tempo o dei conteggi totali. La presente norma estende la precedente ISO 11929:2010 alla valutazione delle incertezze di misura in accordo alla guida ISO/IEC Guide 98-3.1. La norma presenta anche alcune note esplicative che riguardano aspetti generali delle misure di conteggio e sulla statistica Bayesiana nelle misure.
Giustificazioni: Omogeneizzazione delle metodologie di valutazione dei limiti caratteristici delle misure di attività tramite conteggio.
Benefici attesi: Stante la varietà di metodologie adottate il confronto di valori dei limiti caratteristici è generalmente non agevole. L’adozione di metodologie comuni permette la diretta confrontabilità dei valori permettendo comparazioni immediate sulle caratteristiche specifiche delle metodologie di misura.
Organo tecnico di riferimento: Protezione dalle radiazioni
Data di inizio inchiesta preliminare: 16/04/2019
Data di fine inchiesta preliminare: 30/04/2019

- le applicazioni a metodi di deconvoluzione (progetto UNI1606123).

Titolo: Determinazione dei limiti caratteristici (soglia di decisione, limite di rivelazione e limiti dell’intervallo di copertura) per misure di radiazioni ionizzanti – Fondamenti e applicazioni – Parte 3 : Applicazioni a metodi di deconvoluzione
Sommario: La serie delle pubblicazioni ISO 11929 specifica una procedura, nel campo della metrologia delle radiazioni ionizzanti, per il calcolo della “soglia di decisione“, del “limite di rivelazione” e dei limiti dell’intervallo di copertura” per un misurando non negativo delle radiazioni ionizzanti quando le misure di conteggio sono effettuate mediante preselezione del tempo o dei conteggi totali. La presente norma tratta la valutazione delle misure che usano metodi di deconvoluzione e misure di conteggio spettrometrico multicanale se valutate con metodi di deconvoluzione, in particolare per misure spettrometriche alfa o gamma. Ulteriormente fornisce alcune indicazioni su come trattare le correlazioni e le covarianze.
Giustificazioni: Omogeneizzazione delle metodologie di valutazione dei limiti caratteristici delle misure di attività tramite conteggio.
Benefici attesi: Stante la varietà di metodologie adottate il confronto di valori dei limiti caratteristici è generalmente non agevole. L’adozione di metodologie comuni permette la diretta confrontabilità dei valori permettendo comparazioni immediate sulle caratteristiche specifiche delle metodologie di misura.
Organo tecnico di riferimento: Protezione dalle radiazioni
Data di inizio inchiesta preliminare: 16/04/2019
Data di fine inchiesta preliminare: 30/04/2019

...

Fonte: UNI

Tags: Normazione

Articoli correlati

Ultimi archiviati Normazione

UNI EN 6892019
Mag 17, 2019 58

UNI EN 689:2019

UNI EN 689:2019 Esposizione nei luoghi di lavoro - Misurazione dell'esposizione per inalazione agli agenti chimici - Strategia per la verifica della conformità coi valori limite di esposizione occupazionaleData entrata in vigore: 16 maggio 2019 La norma definisce una strategia per effettuare misure… Leggi tutto
UNI EN ISO 37402019
Mag 03, 2019 108

UNI EN ISO 3740:2019

UNI EN ISO 3740:2019 Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore - Linee guida per l'utilizzo delle norme di baseData entrata in vigore: 30 aprile 2019 [alert]La norma fornisce le linee guida per l'utilizzo di un set di dodici norme internazionali basilari… Leggi tutto
EN ISO 5349 2 Guida pratica valutazione rischio vibrazioni alla mano
Apr 25, 2019 147

EN ISO 5349-2 Guida pratica valutazione rischio vibrazioni alla mano

EN ISO 5349-2:2015 Vibrazioni meccaniche - Misurazione e valutazione dell'esposizione dell'uomo alle vibrazioni trasmesse alla mano - Parte 2: Guida pratica per la misurazione al posto di lavoro La norma è stata aggiornata nei riferimenti normativi (punto 2) e sostituisce alcuni punti come quello… Leggi tutto
EN 14253 Guida pratica valutazione esposizione vibrazioni
Apr 25, 2019 105

EN 14253 Guida pratica valutazione esposizione vibrazioni corpo intero

EN 14253:2008 Vibrazioni meccaniche - Misurazione e calcolo dell’esposizione professionale alle vibrazioni trasmesse al corpo intero al fine di tutelare la salute dell’operatore - Guida pratica La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 14253:2003+A1 (edizione novembre 2007).… Leggi tutto
Apr 23, 2019 115

UNI EN ISO 9612: Metodo di misurazione esposizione al rumore lavoratori

UNI EN ISO 9612:2011 Acustica - Determinazione dell'esposizione al rumore negli ambienti di lavoro - Metodo tecnico progettualeLa presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese e italiana della norma europea EN ISO 9612 (edizione aprile 2009). La norma descrive un metodo tecnico… Leggi tutto
Apr 13, 2019 225

CEI 82-25 Guida realizzazione sistemi e fotovoltaici

CEI 82-25 Guida realizzazione sistemi e fotovoltaici Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica collegati alle reti elettriche di Media e Bassa Tensione Data: 01/set/2010 La presente Guida tecnica fornisce i criteri per la progettazione, l'installazione e la verifica dei… Leggi tutto
Apr 13, 2019 114

CEI 104-44: Guida alle prove ambientali (Meccaniche e climatiche)

CEI 104-44 Guida alle prove ambientali (Meccaniche e climatiche) La presente Guida Tecnica descrive il significato e le finalità della prove ambientali (Meccaniche e Climatiche). La Guida fornisce una panoramica estesa sulle svariate e molteplici prove ambientali attualmente in uso, si sofferma sui… Leggi tutto
Esposdizione Campi elettromagnetici
Apr 13, 2019 171

CEI EN 62209-1 e CEI EN 50527-2-2: Esposizione dispositivi comunicazione/medici EMC

CEI EN 62209-1 e CEI EN 50527-2-2 esposizione dispositivi di comunicazione/medici EMC Aggiornate le prescrizioni per i dispositivi di comunicazione a contatto con il corpo, tra i quali telefoni cellulari, cordless, auricolari, bypass e affini. Disponibili da novembre due importanti aggiornamenti in… Leggi tutto

Più letti Normazione