Slide background

EN ISO 14123-1:2015: Check list sulla nuova norma rischio emissione di sostanze pericolose di macchine

ID 2276 | | Visite: 6130 | Documenti Estratti NormePermalink: https://www.certifico.com/id/2276



Rischio emissioni sostanze pericolose delle macchine: EN 626-1 e 2 è sostituita da EN ISO 14123-1 e 2.

La norma per la riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine EN 626-1 e 2 è stata sostituita da EN ISO 14123-1 e 2, a breve armonizzata.

In allegato alla notizia una Check list generale sul Rischio emissioni in accordo con la nuova norma EN ISO 14123-1 e 2.

L'applicazione della norma è Presunzione di Conformità al RESS 1.5.13 dell'Allegato I della Direttiva macchine 2006/42/CE:

"1.5.13. Emissioni di materie e sostanze pericolose
La macchina deve essere progettata e costruita in modo tale da evitare i rischi di inalazione, ingestione, contatto con la pelle, gli occhi e le mucose e di penetrazione attraverso la pelle delle materie e sostanze pericolose prodotte.
Se il pericolo non può essere eliminato, la macchina deve essere equipaggiata in modo che le materie e sostanze pericolose possano essere captate, aspirate, precipitate mediante vaporizzazione di acqua, filtrate o trattate con un altro metodo altrettanto efficace.
Qualora il processo non sia totalmente chiuso durante il normale funzionamento della macchina, i dispositivi di captazione e/o di aspirazione devono essere situati in modo da produrre il massimo effetto."

Il rischio di sostanze pericolose emesse dalle macchine, che è coperto dalla nuova norma EN ISO 14123-1:2015 pubblicata da UNI a Dicembre 2015 che sostituisce EN 626-1: 2008.

Purtroppo, a causa della tempistica, il nuovo standard non è nell'elenco aggiornato delle norme armonizzate delle Direttiva Macchine che è stata pubblicato il 15 gennaio 2016, che include ancora la EN 626-1.

Lo standard EN ISO 14123-1 è di tipo B1 in quanto standard di sicurezza che tratta un aspetto di sicurezza applicabile a molti classi gruppi di macchine.

EN ISO 14123-1

Prefazione
Introduzione
Scopo
Riferimenti normativi
Termini e definizioni
Valutazione del rischio
Tipi di emissioni
Requisiti e/o misure di protezione per l'eliminazione e/o riduzione del rischio
Informazioni per l'uso e la manutenzione
Verifica dei requisiti di sicurezza e / o misure di protezione
Allegato A, Esempi di misure di protezione per la riduzione dell'esposizione a sostanze pericolose
Allegato ZA (che spiega il rapporto tra la norma europea e ai requisiti essenziali della Direttiva Macchine 2006/42/CE)

La seconda parte dello stesso standard, EN ISO 14123-2: 2015, tratta la metodologia per le procedure di verifica delle misure attuate per ridurre i rischi associati alle emissioni di sostanze pericolose.

Le sostanze pericolose sono definite come qualsiasi agente chimico o biologico che è pericoloso per la salute, ma è da notare le esclusioni nel campo di applicazione:

- le sostanze che sono un pericolo per la salute solo a causa delle loro proprietà esplosive, infiammabili o radioattivi o il loro comportamento agli estremi di temperatura o pressione.

Un altro punto da notare è che la definizione di sostanza pericolosa si riferisce anche al del Regolamento CE 1272/2008 (classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele), che è nella bibliografia, e non vi è una nota secondo la quale le definizioni di agenti chimici e agenti biologici si trovano in EN 1540, l'esposizione sul posto di lavoro. Terminologia (anche in bibliografia).

Il punto 4, valutazione del rischio, si riferisce alla norma EN ISO 12100 Sicurezza del macchinario - Principi generali per la progettazione e la valutazione del rischio di riduzione del rischio, e che dà anche utili informazioni sulle sostanze nocive, con l'indicazione di come le sostanze pericolose possono essere generate durante le fasi del ciclo di vita della macchina.

Il punto 4, tipi di emissioni, fornisce ulteriori informazioni che potrebbero aiutare a identificare le potenziali sostanze pericolose.

Tuttavia, è essenziale che i rischi siano identificati durante la valutazione del rischio, altrimenti è improbabile che saranno prese misure adeguate per eliminare o ridurre i rischi.

Per esempio, al punto 5.1.3 sono forniti esempi di sostanze pericolose trasportate dall'aria, uno dei quali è l'agente biologico Legionella pneumophila, molti costruttori di macchine non sono consapevoli che esiste il rischio che questo agente possa essere presente in qualsiasi sistema che utilizza o ricircola l'acqua e che può anche essere rilasciato sotto forma di spray o aerosol.

I punti 5.1.4 e 5.1.5 si riferiscono alle valutazioni, le misurazioni, il campionamento e l'analisi dell'aria di inquinanti atmosferici.

Tuttavia, esiste spesso il caso che inquinanti nell'aria siano presenti potenzialmente solo in caso di malfunzionamento della macchina o del processo, o se sono utilizzati fuori specifica delle materie prime utilizzate, e non è quindi possibile effettuare tali misurazioni.

Al punto 6, Requisiti e/o misure di protezione per l'eliminazione e/o riduzione del rischio, sono messi in evidenza che i rischi da esposizione di sostanze pericolose devono essere ridotti, per quanto possibile, tenendo conto dei metodi scientifici e tecnici e dei limiti relativi all'esposizione.

Il costruttore deve applicare i seguenti principi, nell'ordine indicato, tenendo conto dello stato della tecnica.

In altre parole, le misure non devono essere applicate se il costo, tempo o difficoltà richiesto non è commisurato con la conseguente riduzione del rischio; e, nel valutare le misure di riduzione del rischio potenziale, dovrebbero essere considerate le tecnologie che sono generalmente disponibili al momento.

L'allegato A è diviso in tre punti:

- Prevenzione ed eliminazione del rischio;
- Riduzione del rischio;
- Informazione e altre misure di protezione per quanto riguarda i rischi residui;

Tutti e tre forniscono esempi.

UNI EN ISO 14123-1:2015
Sicurezza del macchinario
Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine 
Parte 1: Principi e specifiche per fabbricanti di macchine

UNI EN ISO 14123-2:2016
Sicurezza del macchinario
Riduzione dei rischi per la salute derivanti da sostanze pericolose emesse dalle macchine
Parte 2: Metodologia per la definizione delle procedure di verifica

http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/uni-en-iso-14123-1-2015.html

http://store.uni.com/magento-1.4.0.1/index.php/uni-en-iso-14123-2-2016.html

Elaborato su Fonte: machinebuilding.net
09 February 2016



Tags: Normazione Norme Direttiva macchine Abbonati Normazione

Articoli correlati

Ultimi archiviati Normazione

UNI EN 6892019
Mag 17, 2019 141

UNI EN 689:2019

UNI EN 689:2019 Esposizione nei luoghi di lavoro - Misurazione dell'esposizione per inalazione agli agenti chimici - Strategia per la verifica della conformità coi valori limite di esposizione occupazionaleData entrata in vigore: 16 maggio 2019 La norma definisce una strategia per effettuare misure… Leggi tutto
UNI EN ISO 37402019
Mag 03, 2019 125

UNI EN ISO 3740:2019

UNI EN ISO 3740:2019 Acustica - Determinazione dei livelli di potenza sonora delle sorgenti di rumore - Linee guida per l'utilizzo delle norme di baseData entrata in vigore: 30 aprile 2019 [alert]La norma fornisce le linee guida per l'utilizzo di un set di dodici norme internazionali basilari… Leggi tutto
EN ISO 5349 2 Guida pratica valutazione rischio vibrazioni alla mano
Apr 25, 2019 171

EN ISO 5349-2 Guida pratica valutazione rischio vibrazioni alla mano

EN ISO 5349-2:2015 Vibrazioni meccaniche - Misurazione e valutazione dell'esposizione dell'uomo alle vibrazioni trasmesse alla mano - Parte 2: Guida pratica per la misurazione al posto di lavoro La norma è stata aggiornata nei riferimenti normativi (punto 2) e sostituisce alcuni punti come quello… Leggi tutto
EN 14253 Guida pratica valutazione esposizione vibrazioni
Apr 25, 2019 116

EN 14253 Guida pratica valutazione esposizione vibrazioni corpo intero

EN 14253:2008 Vibrazioni meccaniche - Misurazione e calcolo dell’esposizione professionale alle vibrazioni trasmesse al corpo intero al fine di tutelare la salute dell’operatore - Guida pratica La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 14253:2003+A1 (edizione novembre 2007).… Leggi tutto
Apr 23, 2019 132

UNI EN ISO 9612: Metodo di misurazione esposizione al rumore lavoratori

UNI EN ISO 9612:2011 Acustica - Determinazione dell'esposizione al rumore negli ambienti di lavoro - Metodo tecnico progettualeLa presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese e italiana della norma europea EN ISO 9612 (edizione aprile 2009). La norma descrive un metodo tecnico… Leggi tutto
Apr 13, 2019 273

CEI 82-25 Guida realizzazione sistemi e fotovoltaici

CEI 82-25 Guida realizzazione sistemi e fotovoltaici Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica collegati alle reti elettriche di Media e Bassa Tensione Data: 01/set/2010 La presente Guida tecnica fornisce i criteri per la progettazione, l'installazione e la verifica dei… Leggi tutto
Apr 13, 2019 127

CEI 104-44: Guida alle prove ambientali (Meccaniche e climatiche)

CEI 104-44 Guida alle prove ambientali (Meccaniche e climatiche) La presente Guida Tecnica descrive il significato e le finalità della prove ambientali (Meccaniche e Climatiche). La Guida fornisce una panoramica estesa sulle svariate e molteplici prove ambientali attualmente in uso, si sofferma sui… Leggi tutto
Esposdizione Campi elettromagnetici
Apr 13, 2019 184

CEI EN 62209-1 e CEI EN 50527-2-2: Esposizione dispositivi comunicazione/medici EMC

CEI EN 62209-1 e CEI EN 50527-2-2 esposizione dispositivi di comunicazione/medici EMC Aggiornate le prescrizioni per i dispositivi di comunicazione a contatto con il corpo, tra i quali telefoni cellulari, cordless, auricolari, bypass e affini. Disponibili da novembre due importanti aggiornamenti in… Leggi tutto

Più letti Normazione