Slide background

Rischi container sottoposti a fumigazione

ID 5955 | | Visite: 801 | Documenti Sicurezza UEPermalink: https://www.certifico.com/id/5955

Rischi container sottoposti a fumigazione

Gestione dei container sottoposti a fumigazione nei porti - rischi per la salute e pratiche di prevenzione

EU-OSHA 10.04.2018

Questa relazione esamina i potenziali rischi per la sicurezza e la salute derivanti dalla manipolazione nei porti di container che sono stati sottoposti a fumigazione con pesticidi.

Gli autori esaminano la normativa, individuano i rischi e descrivono esempi pratici di misure e strategie preventive, concludendo che le nostre conoscenze in materia sono ancora notevolmente lacunose. Il problema è sottovalutato anche a causa del fatto che non vengono tenuti registri adeguati degli effetti nocivi sulla salute e perché raramente i container fumigati sono etichettati come tali.

Gli autori raccomandano di dare la priorità alle misure di controllo quali la valutazione dei rischi dei container prima della loro apertura, lo screening di routine dei container che arrivano nei porti e le misure per far rispettare i regolamenti in materia di etichettatura dei container.

I container merci sono ampiamente utilizzati in tutto il mondo per il trasporto di merci. Questi container merci sono frequentemente sottoposti a fumigazione con pesticidi prima della spedizione.

L'obiettivo di questo rapporto è di fornire una revisione della potenziale sicurezza e salute sul lavoro (SSL) - rischi connessi derivanti dall'esposizione a container merci oggetto fumigazione nei porti e per identificare la prevenzione lacune e suggerire raccomandazioni su come questi rischi possono essere ridotti al minimo. Per raggiungere questo, il rapporto descrive la legislazione pertinente, fornisce esempi di azioni e strategie preventive utilizzate, identifica i rischi per la salute e la sicurezza e include conclusioni e raccomandazioni finali.

I principali risultati dello studio possono essere così elencati:

- ci sono diverse indicazioni che evidenziano che il problema della fumigazione è sottovalutato, probabilmente per mancanza di documentazione sistematica degli incidenti con effetti avversi sulla salute.
- i contenitori fumigati non risultano quasi mai etichettati e le pratiche durante l'apertura e lo scarico di questi contenitori non seguano procedure sicure basate su adeguate valutazioni del rischio.
- raccomandazioni e procedure per le misure di controllo, come la misurazione tecnologia / strategia, degassificazione / ventilazione e dispositivi di protezione individuale (DPI), dovrebbe essere sviluppati per vari scenari.

Nel trasporto vengono utilizzati diversi fumiganti con effetti sulla salute significativi a breve e a lungo termine, con metil bromuro (MeBr) e fosfina (PH3).

- La proporzione di contenitori con una concentrazione di fumiganti al di sopra dell'esposizione professionale limite (OEL) varia considerevolmente tra gli studi. In otto dei nove studi disponibili dal 2002 fino al 2013, l'OEL per fosfina è stato superato nello 0,4-3,5% dei contenitori (e nel 47,2% di contenitori in uno studio), mentre MeBr era superiore al limite di OEL nello 0-21,1% dei contenitori.Le variazioni erano probabilmente dovute a fattori come le diverse procedure di selezione dei contenitori misurazione, numero di contenitori misurati, strumenti di misura, contenuto dei contenitori e paese di origine.

- Le pubblicazioni / relazioni disponibili sullo screening dei contenitori con fumiganti si riferiscono a porti più grandi prima del 2014 e potrebbe non essere rappresentative della situazione attuale.

- Non esiste una distribuzione omogenea dei pesticidi tra i tipi di carico, ad eccezione di PH3 in prodotti alimentari.

- I contenitori fumigati non sono quasi mai etichettati in modo appropriato. Sembra che l'aumento dei costi di trasporto costituisca uno dei principali ostacoli alla corretta etichettatura dei contenitori fumigati.

La conoscenza e la consapevolezza dei rischi per la salute tra i lavoratori che aprono container sembrano essere basso, anche se i datori di lavoro sono obbligati a informare i lavoratori su tutti i rischi nel loro lavoro ambiente e fornire una formazione adeguata in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

- I luoghi di lavoro sono multiculturali. L'uso di lingue diverse tra i lavoratori è tra gli ostacoli alla formazione adeguata dei lavoratori.

- I lavoratori che scaricano contenitori possono essere esposti a fumiganti se aprono contenitori che non siano stati controllati o dichiarati privi di gas. 

- Finora non ci sono state segnalazioni di decessi legati all'apertura di container, ma diversi i rapporti descrivono effetti avversi sulla salute nei lavoratori che aprono e scaricano contenitori.

- Pochi paesi sembrano avere linee guida dettagliate e adeguate su come gestire il trasporto merci contenitori che potrebbero essere stati sottoposti a fumigazione.

- Le misurazioni / campioni di fumiganti sono presi principalmente usando sonde spinte attraverso la gomma sigilli di porte per container. Queste sonde sono collegate a vari strumenti di monitoraggio e indicano un potenziale picco di esposizione per il personale che apre i contenitori, piuttosto che l'esposizione personale media misurata nella zona di respirazione degli operai durante lo scarico.

- La pratica corrente per la degassificazione è scarsamente documentata e spesso i contenitori vengono lasciati ventilare naturalmente, anche se questo non risulta essere efficiente.

- Sono stati pubblicati metodi efficienti per la degassificazione mediante ventilazione forzata ad estrazione, ma risulta che siano pochi i porti che utilizzino tali strumentazioni.

- Il design attuale del contenitore non è ottimale per il degasaggio con ventilazione forzata ad estrazione.

- L'uso di DPI è incoerente e variabile, e le routine e le linee guida sui DPI adeguati sono spesso carente.

- La decisione di utilizzare o meno i DPI sembra essere lasciata ai lavoratori, che potrebbero non essere sufficienti conoscenza del rischio e livello di protezione necessari.

__________

Executive Summary
1 Introduction
2 Methods
3 Relevant legislation and policy documents
4 Health and safety risks related to fumigated containers at port
4.1 Overview of relevant fumigants and potential health effects
4.2 Groups of workers potentially exposed to fumigants
4.3 Health effects among workers at port
5 Present procedures and practices
5.1 Risk communication systems
5.2 Risk assessment
5.3 Procedures and guidelines
5.3.1 ‘Technical Rules for Hazardous Substances (TRGS 512) “Fumigations” ’ (BAuA, 2007)
5.3.2 ‘Safe handling of gases in shipping containers’ (Gezond Transport, 2011)
6 Registration of collected data takes place
6.1.1 Example of measurement strategy
6.1.2 Examples of leaflets/information sheets/cards
6.2 Identification of hazardous containers
6.3 Knowledge and awareness
6.4 Monitoring equipment and procedures Low levels of PH3 were detected by indicator tubes (Kitagawa, Dräger)
6.5 Degasification and ventilation technologies
6.6 Personal protective equipment (PPE)
7 Conclusions and recommendations for policy and practice
8 References
9 Annex 1
9.1 Overview of legislation and regulatory instruments already in place in respect of the regulation and facilitation of safe handling of fumigated containers at the port or end-user in the European Union

Fonte: EU-OSHA 

Collegati:



Tags: Sicurezza lavoro Rischio chimico Abbonati Sicurezza

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Indicazioni operative protezione agenti fisici luoghi di lavoro
Set 21, 2018 18

Indicazioni operative protezione agenti fisici luoghi di lavoro

Indicazioni operative protezione agenti fisici luoghi di lavoro Decreto Legislativo 81/2008 Titolo VIII, Capo I, II, III, IV e V sulla prevenzione e protezione dai rischi dovuti all’esposizione ad agenti fisici nei luoghi di lavoro Indicazioni operative Revisione 03: approvata il 13/02/2014 - con… Leggi tutto
Sentenze cassazione penale
Set 21, 2018 18

Cassazione Penale Sent. Sez. 3 n. 38905 | 24 agosto 2018

Cassazione Penale Sent. Sez. 3 n. 38905 | 24 agosto 2018 Designazione RSPP non costituisce delega di funzioni e non è sufficiente a sollevare il datore di lavoro dalle responsabilità in tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro Penale Sent. Sez. 3 Num. 38905 Anno 2018 Penale Sent. Sez. 3 Num.… Leggi tutto
Rischio radon luogi di lavoro ISPESL
Set 21, 2018 18

Gas Radon Luoghi Lavoro: Guida adempimenti

La pesenza di Gas Radon Luoghi Lavoro: Guida agli adempimenti Le modifiche e integrazioni apportate dal D. Lgs. 26 maggio 2000, n. 241 al D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 230 in materia di radiazioni ionizzanti comportano, tra l’altro, l’introduzione della tutela dei lavoratori nei confronti dei rischi da… Leggi tutto
Linee guida gas radon luoghi di lavoro sotterranei
Set 20, 2018 54

Linee guida gas radon luoghi di lavoro sotterranei

Linee guida gas radon luoghi di lavoro sotterranei Linee guida per le misure di concentrazione di radon in aria nei luoghi di lavoro sotterranei, 2003 (Coordinamento delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano) Le modifiche e integrazioni apportate dal D. Lgs. 26 maggio 2000, n. 241… Leggi tutto
D M  15 Settembre 2005 PI vani impianti di sollevamento
Set 17, 2018 32

D.M. 15 settembre 2005

D.M. 15 settembre 2005 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per i vani degli impianti di sollevamento ubicati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi. (G.U. n. 232 del 5/10/2005) Art. 1. Campo di applicazione 1. Nel rispetto della direttiva 95/16/CE la regola… Leggi tutto
Decreto 31 marzo 2003
Set 17, 2018 28

Decreto 31 marzo 2003

Decreto 31 marzo 2003 Requisiti di reazione al fuoco dei materiali costituenti le condotte di distribuzione e ripresa dell'aria degli impianti di condizionamento e ventilazione. (GU Serie Generale n.86 del 12-04-2003) Art. 1. Scopo e campo di applicazione 1. Il presente decreto stabilisce i… Leggi tutto

Più letti Sicurezza

EN 689
Lug 13, 2018 28993

UNI EN 689:1997 Guida Valutazione esposizione per inalazione

UNI EN 689:1997 Valutazione del rischio chimico [panel]Update 13.07.2018La norma UNI EN 689:1997 è stata sostituita dall'edizione 2018 (UNI EN 689:2018); la norma è uno dei metodi standardizzati di misurazione degli agenti chimici prevista nel D.Lgs. 81/2008 ALL. XLI secondo l'Art. 225 c.2.Vedi… Leggi tutto