Slide background
Slide background




REF 6 report on classification and labelling of mixtures

ID 9731 | | Visite: 2264 | News ChemicalsPermalink: https://www.certifico.com/id/9731

REF6

REACH-EN-FORCE 6 (REF 6) report on classification and labelling of mixtures

ECHA, 17 dicembre 2019

Il sesto progetto del Forum di applicazione a livello UE (REF-6) si è concentrato sulla classificazione e l'etichettatura delle miscele. Le miscele più comuni controllate erano i prodotti per il lavaggio e la pulizia; biocidi; rivestimenti, vernici, diluenti e svernicianti; adesivi e sigillanti; profumi per ambienti e prodotti per rinfrescare l'aria - questi sono noti per contenere comunemente ingredienti pericolosi.

Complessivamente, gli ispettori di 29 paesi hanno verificato 3 391 miscele e ispezionato 1 620 società (produttori, importatori, utilizzatori a valle e distributori).

Il progetto ha inoltre esaminato le esenzioni dai requisiti in materia di etichettatura e imballaggio , classificazione armonizzata, obblighi in materia di biocidi e norme specifiche per le capsule di detersivo liquido per bucato.

I principali risultati del progetto sono stati:

- Il 43% di tutte le società segnalate ha riscontrato almeno una non conformità e il 44% delle miscele segnalate era in qualche modo non conforme.
- Il 17% delle miscele segnalate utilizzava una classificazione errata, il che può comportare un'etichettatura errata delle miscele e, di conseguenza, consigli errati sull'uso sicuro.

Per alcune sostanze che presentano rischi estremamente preoccupanti (cancerogenicità, mutagenicità, tossicità per la riproduzione e sensibilizzanti delle vie respiratorie), la classificazione e l'etichettatura sono armonizzate in tutta l'UE per garantire un'adeguata gestione del rischio. Per il 9% di tali sostanze controllate nel progetto, la classificazione e l'etichettatura armonizzate richieste non sono state applicate.

Il 33% delle miscele segnalate presentava un'etichettatura errata.

Il 33% delle schede di sicurezza verificate non era conforme ai requisiti controllati nel progetto.

Gli ispettori hanno verificato i requisiti per l'imballaggio e l'etichettatura delle capsule di detersivo liquido per bucato (LLDC). La scoperta più significativa è che per il 22% degli LLDC controllati, la chiusura dell'imballaggio esterno non ha mantenuto la sua funzionalità quando è stata aperta e chiusa ripetutamente durante il ciclo di vita dell'imballaggio.

Per i biocidi controllati, circa il 7% di essi mancava di un'autorizzazione valida ai sensi del regolamento sui biocidi (BPR) o della legislazione nazionale durante il periodo transitorio. Per il 17% dei biocidi, le etichette non erano conformi.

I produttori, gli importatori e gli utilizzatori a valle devono compiere maggiori sforzi per ottenere la giusta classificazione per le miscele e comunicarla lungo la catena di approvvigionamento. Ciò impedirà la diffusione di informazioni errate nelle schede di dati di sicurezza e sulle etichette. L'industria dovrebbe anche lavorare per migliorare la qualità delle schede di dati di sicurezza che a loro volta porteranno a un migliore flusso di informazioni attraverso la catena di approvvigionamento.

Inoltre, la comprensione della legislazione sui biocidi dovrebbe essere migliorata per ridurre al minimo le violazioni causate dalla mancanza di conoscenza del BPR.

Per le capsule di detersivo liquido per bucato, si consiglia all'industria di migliorare l'imballaggio per garantire che le chiusure funzionino correttamente per tutta la durata dei prodotti come richiesto dalla legislazione.

Lo scopo principale del progetto REF-6 era verificare la conformità della classificazione e dell'etichettatura delle miscele chimiche.

Il progetto includeva anche moduli opzionali aggiuntivi per:

- esenzioni dai requisiti di etichettatura e imballaggio;
- classificazione ed etichettatura armonizzate delle sostanze;
- norme specifiche applicabili alle capsule di detersivo liquido per bucato (LLDC); e
- biocidi.

L'obiettivo del progetto era di verificare la conformità e sensibilizzare su una serie di disposizioni legali ai sensi del regolamento CLP, le più rilevanti delle quali erano gli articoli 4, 17, 29, 35 e 37 del CLP, nonché l'articolo 31 del REACH e articoli 17 e 69 del BPR.

I prodotti chimici utilizzati dai consumatori sono miscele di sostanze diverse. Per garantire che i consumatori possano utilizzarli in modo sicuro, le informazioni sull'uso sicuro vengono trasmesse su di essi su etichette sui prodotti che comunicano i pericoli e informano su come utilizzarli in sicurezza.

Per preparare le informazioni corrette su un uso sicuro, la miscela deve prima essere classificata per identificare le proprietà pericolose e sulla base di tale classificazione dei pericoli viene preparata un'apposita etichetta CLP.

...

Fonte: ECHA

Collegati:

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (REF 6 report on classification and labelling of mixtures.pdf)REF 6 report on classification and labelling of mixtures
ECHA - 17.12.2019
EN686 kB365

Tags: Chemicals Reach Regolamento CLP

Ultimi archiviati Chemicals

Recast Drinking Water Directive
Lug 01, 2022 42

Recast Drinking Water Directive, state of play

Recast Drinking Water Directive, state of play EU JRC - June 2022 Guidance note for the analysis of microbiological parameters The quality of drinking water in the European Union is verified by measuring parameters established in the recast of the Drinking Water Directive (DWD) 2020/2184. Compared… Leggi tutto
Giu 24, 2022 56

Regolamento (UE) 2021/2142

Regolamento (UE) 2021/2142 Regolamento (UE) 2021/2142 della Commissione del 3 dicembre 2021 che modifica il regolamento (CE) n. 1881/2006 per quanto riguarda i tenori massimi di alcaloidi oppiacei in alcuni prodotti alimentari. (GU L 433 del 6.12.2021) Collegati[box-note]Regolamento (CE) n.… Leggi tutto
Faster action on groups of harmful chemicals
Giu 17, 2022 87

ECHA - Integrated Regulatory Strategy (IRS) Annual Report 2021

ECHA - Integrated Regulatory Strategy (IRS) Annual Report 2021 Faster action on groups of harmful chemicals - Integrated Regulatory Strategy Annual Report June 2022 Helsinki, 17 giugno 2022 È stato pubblicato il quarto rapporto dell'ECHA nell'ambito della sua strategia di regolamentazione… Leggi tutto
Mag 31, 2022 112

Decreto 11 ottobre 2001

Decreto 11 ottobre 2001 Condizioni per l'utilizzo dei trasformatori contenenti PCB in attesa della decontaminazione o dello smaltimento. (GU n.255 del 02.11.2001) Collegati
D.P.R. 24 maggio 1988, n. 216Decreto Legislativo 22 maggio 1999 n. 209
Leggi tutto
Mag 31, 2022 128

D.P.R. 24 maggio 1988, n. 216

D.P.R. 24 maggio 1988, n. 216 Attuazione della direttiva CEE n. 85/467 recante sesta modifica (PCB/PCT) della direttiva CEE n. 76/769 concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati membri relative alle restrizioni in materia di immissione… Leggi tutto

Più letti Chemicals

Regolamento  CE  n  178 2002
Mar 17, 2022 65043

Regolamento (CE) N. 178/2002

Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza… Leggi tutto