Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 24.995 *

/ Totale documenti scaricati: 13.535.223 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021

* Dati in real-time da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 24.995 *

/ Totale documenti scaricati: 13.535.223 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021

* Dati da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
CEM4: certifico machinery directive

Il software per Direttiva macchine

da Marzo 2000

Promo Anniversary 21°
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
Certifico 2000/2020: Informazione Utile

Tutta la Documentazione presente è elaborata

o selezionata dalla nostra redazione su Standards riconosciuti.

Vedi i nostri abbonamenti e prodotti

Cassazione Penale Sent. Sez. 4 n. 18779 | 06 Maggio 2019

ID 8343 | | Visite: 1437 | Cassazione Sicurezza lavoroPermalink: https://www.certifico.com/id/8343

Sentenze cassazione penale

Utilizzo di una macchina tagliastrisce fuori uso

Comportamento abnorme dell'operaio esperto

Penale Sent. Sez. 4 Num. 18779 Anno 2019

Presidente: CIAMPI FRANCESCO MARIA
Relatore: DI SALVO EMANUELE
Data Udienza: 23/01/2019

Fatto e diritto

1. G.B. ricorre per cassazione avverso la sentenza in epigrafe indicata, con la quale è stata confermata la pronuncia di condanna emessa in primo grado, in ordine al reato di cui all'art. 590 cod. pen., perché, in qualità di amministratore unico della s. r. I. "Castel Belts", cagionava lesioni personali gravi al dipendente P.M., il quale, mentre era intento ad attrezzare una macchina tagliastrisce, operazione per svolgere la quale era necessario smontare i ripari in plexiglas, che proteggevano le mani dai rulli, inavvertitamente urtava, con il piede, il pedale della macchina, così riavviandola e finendo con la mano sotto i rulli.
2. Il ricorrente deduce violazione di legge e vizio di motivazione, poiché la macchina interessata all'infortunio era stata posta dal datore di lavoro fuori uso perché non a norma, così come segnalato da apposito cartello, secondo quanto dichiarato in dibattimento dalla stessa persona offesa, la quale ha anche precisato di non avere nell'immediato riferito della presenza del cartello perché nessuno gli aveva posto al riguardo domanda alcuna. È chiaro peraltro che la persona offesa era restia a riferire ciò, avendo utilizzato una macchina che, secondo quanto univocamente affermato dai testimoni escussi in dibattimento, come U. e M., colleglli di lavoro del P.M., non poteva essere usata. I testi F. e S. non erano invece in grado di riferire in ordine a tale circostanza, la prima perché in maternità e il secondo perché aveva mansioni completamente diverse. Del resto, si trattava di un capannone di 750 m quadri, suddiviso in reparti, in cui lavoravano 15-16 lavoratori, ragion per cui è perfettamente comprensibile che i testi non abbiano potuto fornire dettagli in merito alla problematica in disamina. La circostanza che il macchinario sia stato sottoposto a manutenzione, sia immediatamente prima che immediatamente dopo l'infortunio, è ascrivibile non al fatto che il macchinario fosse in uso ma all'intento del G.B. di valutare se fosse più conveniente metterlo a norma anziché dismetterlo. L'affermazione della Corte d'appello secondo cui non vi era alcuna altra macchina che sostituisse quella interessata collide invece con le dichiarazioni sia dei colleghi di lavoro della persona offesa che del funzionario della ASL, il quale ha riferito che ve ne era una nuova.
2.1. Il comportamento del lavoratore è da qualificarsi in termini di abnormità, trattandosi di un operaio esperto, che esercitava le proprie mansioni da vent'anni e che era stato adeguatamente formato circa l'utilizzo della macchina tagliastrisce. Egli indebitamente e consapevolmente rimise in funzione il macchinario, senza che il G.B. potesse prevedere ciò. È dunque da considerarsi interrotto il nesso di causalità.
2.2. Ingiustificatamente è stata negata la concessione delle circostanze attenuanti generiche con giudizio di prevalenza sulla aggravante contestata, nonostante l'imputato abbia tenuto il macchinario in questione a disposizione dell'autorità procedente per ben otto mesi, affinché potessero essere compiuti tutti gli accertamenti, con un atteggiamento di piena collaborazione, che lo ha indotto anche a sottoporsi ad esame. L'affermazione che il cartello sarebbe stato posto in epoca successiva all'incidente non trova alcun riscontro nelle risultanze dibattimentali ed è stata addirittura smentita dalle medesime.
2.3. Erroneamente è stata rigettata la richiesta di applicare la sola pena pecuniaria della multa o, in alternativa, di sostituire la pena detentiva con la corrispondente pena pecuniaria, atteso che la circostanza che l'imputato abbia riportato precedenti condanne a sola pena pecuniaria, come pena principale o come sanzione sostitutiva, non osta affatto alla reiterazione dell'applicazione della sanzione pecuniaria medesima, tanto più che le sanzioni sono state tutte debitamente pagate e le condanne riguardano fatti risalenti nel tempo e reati posti a tutela di beni giuridici diversi.
2.4. Ingiustificatamente è stata negata la concessione della sospensione condizionale della pena, nonostante la precedente condanna fosse ad anni uno di reclusione e la presente sia a mesi due di reclusione, con un cumulo, dunque, abbondantemente al di sotto del limite dei due anni.
3. Risalendo il fatto al 29-1-2010, è maturato il termine prescrizionale, di anni 7 e mesi 6, onde il reato è estinto per prescrizione. Il ricorrere di una causa di estinzione del reato preclude la disamina della questione relativa alla fondatezza o meno dei motivi di ricorso. Quand'anche, infatti, dovesse addivenirsi, al riguardo, ad una valutazione in senso positivo, essa comporterebbe l'annullamento con rinvio della sentenza impugnata, con conseguente prosecuzione del processo dinanzi al giudice del rinvio. Ma la prosecuzione del processo è incompatibile con l'obbligo di immediata declaratoria della causa estintiva del reato (Sez. U., 21-10-1992, Marino; Sez. U., n. 35490 del 28/05/2009, Rv. 244275 - 01; Cass., 23-1-1997, Bormgia, Rv. 208673; Cass., 24 -6- 1996, Battaglia, Rv.205548). Né, d'altronde, è possibile, in questa sede, fare applicazione del disposto dell'art. 129 cpv. cod. proc. pen., non risultando evidente il ricorrere di una delle cause di non punibilità di cui alla predetta norma, in considerazione delle ragioni espresse nella motivazione della decisione impugnata. 
4. La sentenza impugnata va dunque annullata senza rinvio per essere il reato estinto per prescrizione.

P.Q.M.

Annulla senza rinvio la sentenza impugnata perché il reato è estinto per prescrizione.
Così deciso in Roma, il 23-1-2019.



Tags: Sicurezza lavoro Cassazione

Ultimi inseriti

Ecolabel strutture ricettive
Ott 22, 2021 9

Decisione (UE) 2021/1845

Decisione (UE) 2021/1845 / Ecolabel strutture ricettive Decisione (UE) 2021/1845 della Commissione del 20 ottobre 2021 che modifica la decisione (UE) 2017/175 per quanto riguarda il periodo di validità dei criteri per l'assegnazione del marchio di qualità ecologica dell'Unione europea (Ecolabel UE)… Leggi tutto
Ott 21, 2021 9

Regolamento (CE) n. 297/2009

Regolamento (CE) n. 297/2009 Regolamento (CE) n. 297/2009 della Commissione, dell’ 8 aprile 2009, che modifica il regolamento (CE) n. 1277/2005 che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 273/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai precursori di droghe e… Leggi tutto
Ott 21, 2021 12

Regolamento delegato (UE) 2015/1011

Regolamento delegato (UE) 2015/1011 Regolamento delegato (UE) 2015/1011 della Commissione, del 24 aprile 2015, che integra il regolamento (CE) n. 273/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai precursori di droghe e il regolamento (CE) n. 111/2005 del Consiglio recante norme per il… Leggi tutto
Ott 21, 2021 18

Regolamento (CE) n. 1277/2005

Regolamento (CE) n. 1277/2005 Regolamento (CE) n. 1277/2005 della Commissione, del 27 luglio 2005, che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 273/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai precursori di droghe e del regolamento (CE) n. 111/2005 del Consiglio… Leggi tutto
Ott 21, 2021 15

Regolamento (CE) n. 273/2004

Regolamento (CE) n. 273/2004 Regolamento (CE) n. 273/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 febbraio 2004, relativo ai precursori di droghe. (GU L 47, 18.2.2004) Attuazione: Decreto Legislativo 24 marzo 2011 n. 50 Collegati
Decreto Legislativo 24 marzo 2011 n. 50
Leggi tutto
Regolamento  UE  2019 6 Medicinali veterinari
Ott 21, 2021 16

Regolamento (UE) 2019/6

Regolamento (UE) 2019/6 Regolamento (UE) 2019/6 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, relativo ai medicinali veterinari e che abroga la direttiva 2001/82/CE. (GU L 4 del 7.1.2019)_______ Articolo 1 OggettoIl presente regolamento stabilisce norme in materia di immissione sul… Leggi tutto
Ott 21, 2021 15

Direttiva 2000/37/CE

Direttiva 2000/37/CE Direttiva 2000/37/CE della Commissione, del 5 giugno 2000, che modifica il capitolo VI bis - Farmacovigilanza - della direttiva 81/851/CEE del Consiglio per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative ai medicinali veterinari. (GU L 139, 10.6.2000)Recepita… Leggi tutto
Ott 21, 2021 21

Decreto Legislativo 9 aprile 2003 n. 71

Decreto Legislativo 9 aprile 2003 n. 71 Attuazione delle direttive 2000/37/CE e 2001/82/CE concernenti medicinali veterinari (GU n. 87 del 14 aprile 2003 - S.O. n. 61) Collegati
Direttiva 2001/82/CE
Leggi tutto
Ott 21, 2021 20

Direttiva 2001/82/CE

Direttiva 2001/82/CE Direttiva 2001/82/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 novembre 2001, recante un codice comunitario relativo ai medicinali veterinari (GU L 311, 28.11.2001) Recepimento: Decreto Legislativo 9 aprile 2003 n. 71 Ultimo testo consolidato alla data del 21.10.2021:… Leggi tutto

Ultimi Documenti Abbonati

Convenzione di Rotterdam
Ott 21, 2021 30

Convenzione di Rotterdam

Convenzione di Rotterdam / Convenzione PIC - Prior Informed Consent ID 14792 | 21.10.2021 La Convenzione di Rotterdam (Convenzione PIC - Prior Informed Consent), adottata nel 1998 ed entrata in vigore nel 2004, disciplina le esportazioni e le importazioni di alcuni prodotti chimici e pesticidi… Leggi tutto
GHG emissions report 2021
Ott 21, 2021 17

GHG emissions of all world - 2021

GHG emissions of all world 2021 2021 report The Emissions Database for Global Atmospheric Research provides emission time series from 1970 until 2020 for fossil CO2 and until 2018 for non-CO2 GHGs for all countries, and covers the emissions and removals from land use and forestry for the years 2000… Leggi tutto
Ott 20, 2021 38

Circolare n. 46 dell'11 luglio 2000

Circolare n. 46 dell'11 luglio 2000 Circolare n. 46 dell'11 luglio 2000 Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi di cui all’art. 30 del D.P.R. 7 gennaio 1956, n. 164 Estratto Si ritiene inoltre opportuno sottolineare che nel ponteggio metallico fisso la sicurezza strutturale, che ha un… Leggi tutto
Ott 20, 2021 15

Sentenza Corte Costituzionale n. 30 del 21 febbraio 2020

Sentenza Corte Costituzionale n. 30 del 21 febbraio 2020 Edilizia e urbanistica - Norme della Regione Veneto - Intervento regionale a sostegno del settore edilizio e per favorire l'utilizzo dell'edilizia sostenibile - Ambito di applicazione - Riordino e rigenerazione del tessuto edilizio urbano -… Leggi tutto
Sentenza Consiglio di Stato n  5830 del 9 agosto 2021
Ott 19, 2021 50

Sentenza Consiglio di Stato n. 5830 del 9 agosto 2021

Sentenza Consiglio di Stato n. 5830 del 9 agosto 2021 Distanze tra edifici: il limite dei 10 metri non si applica ai centri storici Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 5830 del 9 agosto 2021, ribaltando la decisione assunta in primo grado dal TAR, ha affermato che il limite di 10 metri previsto… Leggi tutto
Le norme della Serie ISO 16321 X Eye and face protection for occupational use
Ott 18, 2021 52

Le norme della Serie ISO 16321-X: Eye and face protection for occupational use

Le norme della Serie ISO 16321-X: Eye and face protection for occupational use / Update 2021 ISO 16321-1:2021Eye and face protection for occupational use General requirements ISO 16321-2:2021Eye and face protection for occupational use Additional requirements for protectors used during welding and… Leggi tutto