Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 30.081 *

/ Totale documenti scaricati: 17.548.458 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022

* Dati in real-time da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile


/ Documenti disponibili: 30.081 *

/ Totale documenti scaricati: 17.548.458 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022

* Dati in real-time da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 30.081 *

/ Totale documenti scaricati: 17.548.458 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022

* Dati in real-time da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2022
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2022
Slide background
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 30.081 *

/ Totale documenti scaricati: 17.548.458 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021

* Dati da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
CEM4: certifico machinery directive

Il software per Direttiva macchine

da Marzo 2000

Promo Anniversary 21°
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
Certifico 2000/2020: Informazione Utile

Tutta la Documentazione presente è elaborata

o selezionata dalla nostra redazione su Standards riconosciuti.

Vedi i nostri abbonamenti e prodotti

FAQ Libretto di impianto CTI

ID 16706 | | Visite: 575 | Documenti impianti riservatiPermalink: https://www.certifico.com/id/16706

FAQ Libretto impianto CTI

FAQ Libretto di impianto CTI

ID 16706 | 24.05.2022 / Documento FAQ completo in allegato

Raccolta di FAQ del CTI relative al DM 10 febbraio 2014 - Modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 74/2013.

Raccolta FAQ così strutturata:

1:2015 - Quando deve essere compilato il libretto di impianto?
2:2015 - Quali unità immobiliari sono escluse dall'obbligo di libretto di impianto?
3:2015 - Quali apparecchi non devono comunque essere registrati sul libretto di impianto?
Le stufe, i caminetti o gli apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante se la loro potenza termica del focolare complessiva non supera i 5 kW.
4:2015 - E' possibile esemplificare i principali casi in cui è necessario o meno compilare il libretto di impianto?
5:2015 - Chi è il responsabile della compilazione e aggiornamento del libretto di impianto?
6:2015 - Chi è il responsabile dell'impianto termico?
7:2015 - Scheda 1 punto 1.3 - Durante la compilazione del libretto in più schede si richiede la potenza nominale dei gruppi termici. Il dato è reperibile nei libretti di istruzione, uso e manutenzione dei singoli prodotti. Consultando tali documenti si rileva che in alcuni casi i produttori dichiarano potenze e rendimenti a diversi regimi termici (esempio 80/60, 50/30 e 40/30). Quale di questi dati è quello da inserire nel libretto di impianto?
8:2015 - Scheda 1 punto 1.3, scheda 4 punto 4.4 - Con la nuova etichettatura energetica delle macchine frigorifere, quali dati devono essere indicati per le macchine esistenti e quali per quelle nuove?
9:2015 - Scheda 1 punto 1.3 - Quando deve essere barrata la casella “produzione di acqua calda sanitaria”?
10:2015 - Scheda 1 punto 1.3 - Cosa deve essere inserito alla casella "altro"?
11:2015 Scheda 1 punto 1.4, scheda 4 punto 4.4, scheda 6 punto 6.1, scheda 7 - Cosa si deve indicare come fluido termovettore nel caso di impianti di condizionamento?
12:2015 - Scheda 1 punto 1.5 - Quali caselle devono essere barrate in presenza delle diverse tipologie di pompa di calore?
13:2015 - Scheda 1 punto 1.5, scheda 4 punto 4.7 - Dove trovo i valori della superficie totale lorda del pannello solare, da inserire al punto 1.5, e della superficie totale di apertura, da inserire al punto 4.7?
14:2015 - Scheda 1 punto 1.5 - Si devono considerare i pannelli solari termici al servizio del solo impianto di produzione di acqua calda sanitaria?
15:2015 - Scheda 2 punto 2.1 - Come si calcola il contenuto d'acqua nell'impianto?
16:2015 - Scheda 2 punto 2.2 - Quale valore di durezza va inserito al punto 2.2?
17:2015 - Scheda 2 punto 2.3 - Cosa si intende per condizionamento chimico dell'impianto di climatizzazione?
18:2015 - Scheda 2 punto 2.3 - La protezione dal gelo è riferita anche al circuito degli eventuali pannelli solari termici?
19:2015 - Scheda 2 punto 2.4 - Cosa si intende per condizionamento chimico dell'acqua calda sanitaria?
20:2015 - Scheda 2 punto 2.5 - Cosa si intende per “tipologia circuito di raffreddamento”?
21:2015 - Scheda 4 punto 4.1 - Nella voce “gruppi termici” sono comprese anche le caldaie?
22:2015 - Scheda 4 punto 4.1, punto 4.4 - Se la caldaia o la pompa di calore forniscono anche acqua calda sanitaria, quale potenza utile nominale devo indicare, quella in funzione riscaldamento o quella in funzione acqua calda sanitaria?
23:2015 - Scheda 4 punto 4.4, scheda 11 punto 11.2 - Come deve essere compilato il campo “n° circuiti” in presenza delle diverse tipologie di generatori?
24:2015 - Scheda 5, punti 5.1 e 5.2 - Come deve essere compilata la scheda 5 in presenza di più generatori, ciascuno con un proprio sistema di regolazione?
25:2015 - Scheda 5 punto 5.1 - Che cosa si intende per “numero punti di regolazione”?
26:2015 - Scheda 5 punto 5.1 - Quali valvole vanno indicate alla voce “valvole di regolazione”?
27:2015 - Scheda 6 punto 6.3 - Quali vasi di espansione vanno indicati alla voce “vasi di espansione”?
28:2015 - Scheda 6 punto 6.4 - Quali pompe vanno indicate alla voce “pompe di circolazione”?
29:2015 - Scheda 9 punto 9.5 - Nella descrizione di un'unità trattamento aria (UTA), cosa sono le portate del ventilatore di mandata e di ripresa? Quali potenze devono essere indicate per tali ventilatori?
30:2015 - Scheda 11 punto 11.1 - Come va gestita la scheda 11 in caso di generatori di calore costituiti da più moduli termici, per ciascuno dei quali è prevista la misurazione in opera del rendimento di combustione?
31:2015 - Scheda 11 punto 11.1 - Quale valore va inserito alla voce “Rendimento di combustione ɳc (%)” ?
32:2015 - Quale valore bisogna inserire alla voce “Impianto: di Potenza termica nominale totale max”, al punto A del rapporto di efficienza energetica?
33:2015 - Quale valore va inserito nella casella “CO corretto” al punto E del rapporto di controllo efficienza energetica?
34:2015 - Gli apparecchi di cottura alimentati a legna (le cosiddette “cucine economiche”) sono soggette al DPR n. 74/2013?

Attenzione (!)

Le seguenti indicazioni non valgono in quelle Regioni o Provincie Autonome che hanno introdotto variazioni al libretto nazionale di cui al DM 10 febbraio 2014. E' pertanto opportuno verificare sul sito internet della Regione/Provincia Autonoma di appartenenza.

...

FAQ Libretto di impianto CTI (2015)

1:2015 - Quando deve essere compilato il libretto di impianto?

11/02/2015

Il libretto di impianto si compila e si aggiorna in presenza di impianti  e/o apparecchi di riscaldamento e/o condizionamento,  al servizio di edifici residenziali, scuole, ospedali, caserme, palestre ecc., oppure destinati ad attività industriali, artigianali, commerciali, uffici pubblici o privati.

2:2015 - Quali unità immobiliari sono escluse dall'obbligo di libretto di impianto?

11/02/2015

Sono escluse dall'obbligo di libretto di impianto:

Le unità immobiliari riscaldate esclusivamente con stufe, caminetti o apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante se la potenza termica del focolare complessiva non supera i 5 kW, e in assenza di altri impianti o apparecchi di condizionamento di qualsiasi potenza;

Le unità immobiliari riscaldate e/o raffrescate con apparecchi mobili;

Le unità immobiliari o parti di esse destinate ad ospitare macchine, sostanze, derrate alimentari, piante, animali che necessitano di temperature controllate, con presenza solo temporanea di operatori;

Le singole unità immobiliari ad uso abitativo o assimilate, riscaldate e/o raffrescate da impianti centralizzati, in cui siano presenti solo apparecchi per la produzione di acqua calda sanitaria (scaldacqua, scaldabagni, boiler) ed eventuali pannelli solari termici ad essi collegati.

3:2015 - Quali apparecchi non devono comunque essere registrati sul libretto di impianto?

11/02/2015

Non devono comunque essere registrati sul libretto di impianto:

Gli apparecchi per la produzione di acqua calda sanitaria (scaldacqua, scaldabagni, boiler) ed eventuali pannelli solari termici ad essi collegati a servizio di singole unità immobiliari ad uso abitativo o assimilate

Gli apparecchi mobili per riscaldamento e/o condizionamento;

Le stufe, i caminetti o gli apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante se la loro potenza termica del focolare complessiva non supera i 5 kW.

4:2015 - E' possibile esemplificare i principali casi in cui è necessario o meno compilare il libretto di impianto?

11/02/2015 

Di seguito si fornisce un elenco di casi in cui è necessario o meno compilare il libretto di impianto.

Condominio con impianto centralizzato (riscaldamento, con o senza produzione acqua calda sanitaria)

LIBRETTO: SI

Appartamento in condominio con impianto centralizzato (solo riscaldamento) e scaldacqua

LIBRETTO: NO

Appartamento in condominio con impianto centralizzato (solo riscaldamento), scaldacqua e condizionatore installato in modo fisso

LIBRETTO: SI (scheda per il solo condizionatore)

Appartamento in condominio con impianto centralizzato (riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria), con condizionatore mobile

LIBRETTO: NO

Appartamento o abitazione a se' stante con caldaia (solo riscaldamento), scaldacqua e condizionatore installato in modo fisso

LIBRETTO: SI (scheda per caldaia e scheda per condizionatore)

Appartamento o abitazione a se' stante con caldaia (riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria), condizionatore installato in modo fisso, pannello solare termico

LIBRETTO: SI (scheda per caldaia, scheda per condizionatore e scheda per pannello solare)

Appartamento o abitazione a se' stante con caldaia (solo riscaldamento), condizionatore installato in modo fisso, scaldacqua, pannello solare termico ad esclusivo servizio dello scaldacqua

LIBRETTO: SI (scheda per caldaia e scheda per condizionatore)

Appartamento o abitazione a se' stante con caldaia (solo riscaldamento), condizionatore installato in modo fisso, stufa o caminetto a biomassa

LIBRETTO: SI (scheda per caldaia, scheda per condizionatore, scheda per stufa o caminetto)

Appartamento o abitazione a se' stante con stufa a biomassa di potenza inferiore a 5 kW, condizionatore mobile, scaldacqua, pannello solare termico ad esclusivo servizio dello scaldacqua

LIBRETTO: NO

5:2015 - Chi è il responsabile della compilazione e aggiornamento del libretto di impianto?

11/02/2015

La responsabilità della compilazione e aggiornamento è affidata al "responsabile dell'impianto".

Maggiori chiarimenti sono forniti nella FAQ "Quando si compila il libretto di impianto, quale modello bisogna usare e chi compila questo documento?" presente sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico "Faq sull'efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva". 

Ulteriori chiarimenti sulla figura del responsabile dell'impianto sono forniti nella FAQ 6:2015 riportata in questa sezione del sito CTI.

6:2015 - Chi è il responsabile dell'impianto termico?

11/02/2015

Il responsabile dell'impianto termico è:

l'occupante, a qualsiasi titolo, in caso di singole unità immobiliari residenziali;

il proprietario, in caso di singole unità immobiliari residenziali non locate;

l'amministratore, in caso di edifici dotati di impianti termici centralizzati amministrati in condominio;

il proprietario o l'amministratore delegato in caso di edifici di proprietà di soggetti diversi dalle persone fisiche

In caso di affidamento a un terzo responsabile questi diventa anche responsabile della tenuta e aggiornamento del libretto.

La nomina del terzo responsabile non è consentita nel caso di impianti autonomi a meno che il generatore di calore e/o di freddo non sia collocato in un locale tecnico ad uso esclusivo accessibile al solo terzo responsabile.

7:2015 - Scheda 1 punto 1.3 - Durante la compilazione del libretto in più schede si richiede la potenza nominale dei gruppi termici. Il dato è reperibile nei libretti di istruzione, uso e manutenzione dei singoli prodotti. Consultando tali documenti si rileva che in alcuni casi i produttori dichiarano potenze e rendimenti a diversi regimi termici (esempio 80/60, 50/30 e 40/30). Quale di questi dati è quello da inserire nel libretto di impianto?

03/03/2015

Nell'ottica di uniformare le modalità di compilazione, si inseriscono sempre i dati riferiti al regime termico 80/60 °C.

8:2015 - Scheda 1 punto 1.3, scheda 4 punto 4.4 - Con la nuova etichettatura energetica delle macchine frigorifere, quali dati devono essere indicati per le macchine esistenti e quali per quelle nuove?

03/03/2015

Sul mercato si trovano unità con dati prestazionali indicati secondo le tradizionali disposizioni, e unità “aria-aria” di potenza utile < 12 kW”(dal 1-1-2013) e pompe di calore idroniche “aria-acqua” e “acqua –acqua” di potenza utile < 70 kW (dal 26-09-2015) con le nuove etichettature energetiche.

Per evitare incongruenze fra dati non omogenei, la compilazione delle schede 1.3 e 4.4, va eseguita prendendo i dati “di targa” scheda tecnica riferiti alle seguenti condizioni standard:

 

 

Raffrescamento

Riscaldamento

 

 

Te       

Ti        

Te

Ti

Aria-aria

 

35°C bs

19°C bu

6°C bu

20°C bs

Aria-acqua

ventilconvettori e UTA

35°C bs

12°-7°C

6°C bu

40°-45°C

pavimenti radianti

35°C bs

23°-18°C

6°C bu

30°-35°C

Acqua-acqua

ventilconvettori e UTA

30°-35°C

12°-7°C

10°-7°C

40°-45°C

pavimenti radianti

30°35°C

23°-18°C

10°-7°C

30°-35°C

Acqua-aria

acqua a perdere

 

 

10°/7°C

20°C bs

soluzione incongelabile

 

 

0°/-3°C

20°C bs

anello d’acqua

 

 

20°/17°C

20°C bs

torre raffreddamento

30°-35°C

19°C bu

 

 

pozzo

10°-15°C

19°C bu

 

 

(Nota: bs = bulbo secco, bu = bulbo umido)

Tali dati si possono trovare sulle targhe delle macchine o sulla documentazione tecnica di prodotto.

Il COP o l’EER, nel caso non fossero indicati, si ottengono dividendo la potenza termica generata per la potenza elettrica assorbita.

Se manca la potenza assorbita, si ottiene dividendo la potenza resa per il COP / EER.

Questi dati non vanno presi dalle nuove “etichette energetiche” in dotazione ai prodotti (unità aria-aria < 12 kW e PdC idroniche < 70 kW), perché queste riportano come potenze nominali i fabbisogni dell’edificio, e invece dei COP/EER riportano i loro omologhi stagionali SCOP/SEER, dati non omogenei con quelli di altre unità o di unità più vecchie, e che facilmente possono indurre in confusione.

9:2015 - Scheda 1 punto 1.3 - Quando deve essere barrata la casella “produzione di acqua calda sanitaria”?

03/03/2015

La casella va barrata nei seguenti casi:

generatore di calore con produzione combinata di acqua calda sanitaria.

generatore di calore per la produzione di sola acqua calda sanitaria al servizio di più utenze residenziali o assimilate (impianto centralizzato per la produzione di acs) o al servizio di edifici con diversa destinazione d'uso.

Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente alla produzione di acqua calda sanitaria (es. scaldabagno, scaldacqua, boiler, etc.) al servizio di singole unità immobiliare ad uso residenziale ed assimilate. In tal caso il servizio "produzione acqua calda sanitaria" non risulta presente e pertanto la corrispondente casella non deve essere barrata.

10:2015 - Scheda 1 punto 1.3 - Cosa deve essere inserito alla casella "altro"?

03/03/2015

Qualsiasi altro servizio fornito dall'impianto oltre a quelli elencati in corrispondenza delle caselle soprastanti; ad esempio la produzione di energia elettrica nel caso di cogeneratori.

11:2015 Scheda 1 punto 1.4, scheda 4 punto 4.4, scheda 6 punto 6.1, scheda 7 - Cosa si deve indicare come fluido termovettore nel caso di impianti di condizionamento?

03/03/2015

Per fluido termovettore si intende il fluido raffrescato o riscaldato dal generatore di calore (macchina frigorifera o pompa di calore), che poi distribuisce il freddo/calore generato direttamente in ambiente o per mezzo di tubazioni/canalizzazioni, nei vari ambienti da climatizzare.

Le macchine frigorifere/pompe di calore vengono suddivise in 4 gruppi: aria-aria, acqua-aria, aria-acqua, acqua-acqua, dove il primo termine indica la sorgente esterna, e il secondo quella interna. È questo secondo termine che identifica il fluido termovettore, e che va barrato anche nella scheda 4.4 al punto “Fluido lato utenze”. Nel caso di impianti a ciclo frigorifero / pompe di calore con lo scambiatore lato interno “annegato” nel pavimento (simile ad un pannello radiante, ma con il liquido frigorigeno dentro la tubazione a pavimento al posto dell’acqua), nella scheda 1.4 “Tipologia del fluido vettore” va barrato  “altro: … pavimento radiante ...”, nella scheda 4.4  “Fluido lato utenze” non può essere barrato, nella scheda 6.1 “Tipo di distribuzione” va barrato  “altro: … pavimento radiante”, nella scheda 7 “Sistemi di emissione” va barrato “pannelli radianti”.

12:2015 - Scheda 1 punto 1.5 - Quali caselle devono essere barrate in presenza delle diverse tipologie di pompa di calore?

03/03/2015

La casella “Pompa di calore” deve essere barrata sia nel caso di pompe di calore reversibili (climatizzazione estiva e invernale), sia nel caso di pompe di calore per sola climatizzazione invernale. La casella “Altro” va barrata nel caso di generatori ibridi compatti, composti almeno da una caldaia a condensazione a gas e da  una  pompa di calore e dotati di specifica certificazione di prodotto.

13:2015 - Scheda 1 punto 1.5, scheda 4 punto 4.7 - Dove trovo i valori della superficie totale lorda del pannello solare, da inserire al punto 1.5, e della superficie totale di apertura, da inserire al punto 4.7?

03/03/2015

Sulla scheda tecnica del pannello il fabbricante indica la superficie totale lorda (in pratica le dimensioni, lunghezza per larghezza, del pannello) e la superficie totale di apertura, ovvero le dimensioni – lunghezza per larghezza – della copertura trasparente.

...Segue in allegato

Fonte: Comitato Termotecnico italiano (CTI)

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato FAQ Libretto di impianto CTI Rev. 0.0 2022.pdf
Certifico Srl - Rev. 0.0 2022
158 kB 63

Tags: Impianti Impianti termici Abbonati Impianti

Ultimi inseriti

Ago 17, 2022 22

Decreto 29 luglio 2022

in News
Decreto 29 luglio 2022 Aggiornamento delle tabelle contenenti l'indicazione delle sostanze stupefacenti e psicotrope, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 e successive modificazioni e integrazioni. Inserimento nella tabella I e nella tabella IV di nuove sostanze… Leggi tutto
Ago 17, 2022 38

Decreto 29 dicembre 2005

Decreto 29 dicembre 2005 Direttive per il superamento del regime del nulla osta provvisorio, ai sensi dell'articolo 7 del decreto del Presidente della Repubblica 12 gennaio 1998, n. 37. (GU n.26 del 01-02-2006) Collegati
Legge 7 dicembre 1984 n. 818DPR 12 Gennaio 1998 n. 37
Leggi tutto
Ago 17, 2022 16

DM 26 marzo 1985

DM 26 marzo 1985 Procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione di enti e laboratori negli elenchi del Ministero dell'interno di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818 (GU n. 94 del 22 aprile 1985 S.O) Collegati
Legge 7 dicembre 1984 n. 818
Leggi tutto
Ago 17, 2022 34

DM 8 marzo 1985

DM 8 marzo 1985 Direttive sulle misure più urgenti ed essenziali di prevenzione incendi ai fini del rilascio del nullaosta provvisorio di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818 (GU n. 94 del 22 aprile 1985 S.O) Collegati
Legge 7 dicembre 1984 n. 818
Leggi tutto
Ago 17, 2022 80

Decreto Ministeriale 27 settembre 1965

Decreto Ministeriale 27 settembre 1965 Determinazione delle attività soggette alle visite di prevenzione incendi. (GU n. 278 del 8 novembre 1965) Non più in vigore______ Articolo 1Articolo unico.I depositi e le industrie pericolose soggetti alle visite ed ai controlli di prevenzione incendi, nonchè… Leggi tutto
Ago 17, 2022 21

DD DCPST 16 maggio 2018 n.72

DD DCPST 16 maggio 2018 n.72 Decreto di modifica della modulistica di presentazione delle istanze, delle segnalazioni e delle dichiarazioni, prevista nel decreto del Ministro dell’interno 7 agosto 2012. Collegati[box-note]D.M. 7 Agosto 2012Decreto Presidente della Repubblica 1° agosto 2011 n.… Leggi tutto
Conferenza di Varsavia sui cambiamenti climatici
Ago 17, 2022 24

Conferenza di Varsavia sui cambiamenti climatici (COP 19)

Conferenza di Varsavia sui cambiamenti climatici (COP 19) La conferenza delle Nazioni Unite sul clima a Varsavia ha segnato un passo avanti nella lotta internazionale contro il cambiamento climatico. La conferenza ha concordato un calendario per i paesi per presentare i loro contributi alla… Leggi tutto
Gli accordi di Canc n sui cambiamenti climatici
Ago 17, 2022 24

Gli accordi di Cancún sui cambiamenti climatici (COP 16)

Gli accordi di Cancún sui cambiamenti climatici (COP 16) Conferenza di Cancún sui cambiamenti climatici - novembre 2010 La sedicesima sessione della Conferenza delle Parti dell'UNFCCC e la sesta sessione della Conferenza delle Parti che funge da Riunione delle Parti del Protocollo di Kyoto si sono… Leggi tutto
Conferenza di Durban sui cambiamenti climatici
Ago 17, 2022 23

Conferenza di Durban sui cambiamenti climatici - (COP 17)

Conferenza di Durban sui cambiamenti climatici - novembre 2011 (COP 17) La Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Durban 2011, ha segnato una svolta nella risposta della comunità internazionale ai cambiamenti climatici. Nella seconda riunione più ampia di questo genere, i… Leggi tutto

Ultimi Documenti Abbonati

TECHNI 1
Ago 14, 2022 86

Technical proposals for selected new fertilising materials under the Fertilising Products Regulation

Technical proposals for selected new fertilising materials under the Fertilising Products Regulation (Regulation (EU) 2019/1009) ID 17336 | 14.08.2022 Process and quality criteria, and assessment of environmental and market impacts for precipitated phosphate salts & derivates, thermal oxidation… Leggi tutto
Circolare prot  n  24990 del 02 Agosto 2022   Piattaforma CQC
Ago 10, 2022 136

Circolare prot. n. 24990 del 02 Agosto 2022 - Piattaforma CQC

Circolare prot. n. 24990 del 02 Agosto 2022 - Piattaforma CQC ID 17316 | 10.08.2022 / In allegato circolare e template Circolare prot. n. 24990 del 02 Agosto 2022: Attività preliminari alla messa in esercizio della Piattaforma CQC di cui all’articolo 13 del DM 30.7.2021 - Richiesta redazione… Leggi tutto
Ago 09, 2022 44

DM LLPP 2 aprile 1921

Decreto Min. LL.PP. 2 aprile 1921 Norme generali per i progetti e per la costruzione di dighe di sbarramento per serbatoi e laghi artificiali
Le norme tecniche di cui al presente decreto non sono più in vigore
Leggi tutto