Slide background
Slide background




Guanti di protezione per saldatori - EN 12477:2001/A1:2005

ID 14611 | | Visite: 405 | Documenti Riservati Marcatura CEPermalink: https://www.certifico.com/id/14611

Guanti di protezione saldatori rev 0 0 2021

Guanti di protezione per saldatori - EN 12477:2001/A1:2005 / Rev. 0.0 del 25.09.2021

ID 14611 | 25.09.2021 / Documento di lavoro completo in allegato

Documento sui guanti di protezione per saldatori DPI di cui alla norma EN 12477:2001/A1:2005 (UNI EN 12477:2006), norma armonizzata al regolamento (UE) 2016/425 DPI, che prevede la marcatura CE, con l’illustrazione dei requisiti e metodi di prova per guanti di protezione da utilizzare nella saldatura manuale dei metalli, nel taglio e nei procedimenti connessi.

La norma europea EN 12477:2001/A1:2005 si applica ai guanti protettivi da utilizzare per saldatura manuale, taglio e processi analoghi e stabilisce dei requisiti minimi di protezione in base agli standard delle norme EN 420, EN 388 e EN 407.

I guanti per saldatura, in base alla EN 12477:2001/A1:2005, vengono classificati in due sottocategorie: tipo A e tipo B.

Tipo A: per gli altri processi di saldatura.
Tipo B: quando è richiesta elevata destrezza, per esempio per operazioni di saldatura TIG

La natura e la gravità dei rischi per le mani dei saldatori variano secondo i vari procedimenti di saldatura. La prestazione (protezione e destrezza) richiesta per i guanti di protezione può pertanto differire in base al loro utilizzo previsto.

I guanti di tipo B sono raccomandati quando è richiesta un'alta destrezza, come per la saldatura TIG.

I guanti di tipo A sono raccomandati per altri procedimenti di saldatura

La Saldatura TIG (Tungsten Inert Gas) è un procedimento di saldatura ad arco con elettrodo infusibile (di tungsteno), sotto protezione di gas inerte, che può essere eseguito con o senza metallo di apporto

Figura 1 - Immagine guanti per saldatura di Tipo B

Guanti di protezione per i saldatori Figura1

La presente norma europea specifica requisiti e metodi di prova per guanti di protezione da utilizzare nella saldatura manuale dei metalli, nel taglio e nei procedimenti connessi.

I guanti di protezione per saldatori proteggono le mani e i polsi durante il procedimento di saldatura e le operazioni collegate.

I guanti di protezione per saldatori proteggono da piccoli spruzzi di metallo fuso, breve esposizione con contatto ad una fiamma limitata, calore convettivo, calore per contatto e raggi UV dall'arco. Il materiale dei guanti offre una resistenza elettrica minima fino a 100 V (CC) per saldature ad arco. Inoltre, proteggono dalle aggressioni meccaniche.

(!) AVVERTENZA: La norma non è destinata a fornire alcuna protezione in caso di difetti o errato utilizzo dell’apparecchiatura di saldatura. Essa non qualifica guanti per protezione contro lo shock elettrico quando si devono utilizzare guanti di protezione progettati secondo la EN 60903.

EN 12477:2001 Guanti di protezione per saldatori

La norma EN 12477:2001 è armonizzata al regolamento (UE) 2016/425 in base alla Comunicazione 2018/C 113/04, primo elenco di riferimenti di norme armonizzate pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea ai sensi del regolamento (UE) 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio.

Marcatura CE

I guanti per saldatura conformi ad EN 12477 devono essere Marcati CE ai sensi del Regolamento (UE) 2016/425 (DPI). 

Normativa

La norma EN 12477 NON è riportata nell’elenco delle norme presenti nel D.M. 2 maggio 2001 "Criteri per l’individuazione e l’uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI)", emanato nel 2001 in accordo con quanto previsto dall'articolo 45, comma 2, lettera a) del decreto legislativo n. 626 del 19 settembre 1994. Il decreto stabilisce i criteri per l'individuazione e l'uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI), tenendo conto della natura, dell'attività e dei fattori specifici di rischio.

Con l'entrata in vigore del D.Lgs. 81/2008, le disposizioni inerenti i DPI oltre a quelle generali (....) sono previste al Titolo III USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE, CAPO II - Uso dei dispositivi di protezione individuale (Art. 74÷79 e 87) ed i Criteri per l’individuazione e l’uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI) sono rimandati ad apposito decreto secondo quanto previsto dall'Art. 79 comma 2, non ancora emanato, ma nelle cui more di adozione restano ferme le disposizioni di cui al D.M. 2 maggio 2001.

D.Lgs. 81/2008

Art. 79 - Criteri per l'individuazione e l'uso 

1. Il contenuto dell'allegato VIII, costituisce elemento di riferimento per l'applicazione di quanto previsto all'articolo 77, commi 1 e 4.

2. Con decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, sentita la Commissione consultiva permanente di cui all'articolo 6, tenendo conto della natura, dell'attività e dei fattori specifici di rischio sono indicati:

a) i criteri per l'individuazione e l'uso dei DPI;
b) le circostanze e le situazioni in cui, ferme restando le priorità delle misure di protezione collettiva, si rende necessario l'impiego dei DPI.

2-bis. Fino alla adozione del decreto di cui al comma 2 restano ferme le disposizioni di cui al decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale in data 2 maggio 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 126 del 1 ° giugno 2001. 

ALLEGATO VIII

Estratto norma EN 12477:2001/A1:2005

[...]

Requisiti specifici

I guanti di protezione per saldatori devono essere sottoposti a prova e, in base ai risultati della prova, essere classificati come tipo A e/o tipo B, in base al prospetto 2.

prospetto 2

Guanti di protezione per i saldatori Prospetto2

Dopo ogni prova termica, tutti i materiali interni devono essere ispezionati per accertare che non si sia verificata alcuna fusione.

Durante la prova per la resistenza a piccoli spruzzi di metallo fuso, se delle gocce aderiscono al materiale, il materiale non deve infiammarsi.

[...]

Marcatura

La marcatura deve essere conforme a 7.1 e 7.2 della EN 420:2003. Inoltre, ogni guanto deve essere marcato con il numero della presente norma, seguito dalla lettera A o B secondo che sia un prodotto di tipo A o un prodotto di tipo B, più i pittogrammi per i rischi termici e i rischi meccanici.

Figura 2 - Immagine guanti per saldatore (Tipo A: per gli altri processi di saldatura)

Guanti di protezione per i saldatori Figura2

Figura 3 - Dettaglio marcatura

Guanti di protezione per i saldatori Figura3

Ciascuna confezione per l'imballaggio che contiene direttamente il guanto deve essere marcata con il pittogramma per i guanti di protezione contro i rischi termici più il numero della presente norma e il tipo di guanto.

Su ogni confezione per l'imballaggio il fabbricante può anche scegliere di applicare il pittogramma specifico per i guanti di protezione contro i rischi meccanici.

Informazioni fornite dal fabbricante

Le istruzioni per l'uso devono essere conformi a 7.1 e 7.3 della EN 420:2003.

Il fabbricante deve fornire alcune informazioni sull'utilizzo raccomandato del guanto. I guanti di tipo B sono raccomandati quando è richiesta un'alta destrezza, come per la saldatura TIG. I guanti di tipo A sono raccomandati per altri procedimenti di saldatura.

Il fabbricante deve indicare che:

- non esiste al momento alcun metodo di prova normalizzato per rilevare la penetrazione dei raggi UV dei materiali per guanti, ma che i metodi correnti di costruzione di guanti di protezione per saldatori solitamente non consentono la penetrazione dei raggi UV;
- nel caso in cui i guanti sono destinati alla saldatura ad arco: questi guanti non forniscono protezione contro lo shock elettrico originato da apparecchiatura difettosa o lavoro sotto tensione e la resistenza elettrica è ridotta se i guanti sono umidi, sporchi o bagnati di sudore, ciò potrebbe aumentare il rischio.

... segue in allegato

Certifico Srl - IT | Rev. 0.0 2021
©Copia autorizzata Abbonati

Collegati



Tags: Marcatura CE Norme armonizzate Regolamento DPI Abbonati Marcatura CE

Ultimi archiviati Marcatura CE

Ott 07, 2021 56

Rettifica del regolamento delegato (UE) 2021/340 - 07.10.2021

Rettifica del regolamento delegato (UE) 2021/340 - 07.10.2021 Rettifica del regolamento delegato (UE) 2021/340 della Commissione, del 17 dicembre 2020, che modifica i regolamenti delegati (UE) 2019/2013, (UE) 2019/2014, (UE) 2019/2015, (UE) 2019/2016, (UE) 2019/2017 e (UE) 2019/2018 per quanto… Leggi tutto
Set 08, 2021 116

Direttiva 79/196/CEE

Direttiva 79/196/CEE Direttiva 79/196/CEE del Consiglio, del 6 febbraio 1979, riguardante il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati Membri relative al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva, per il quale si applicano taluni metodi di protezione (GU L 43 del… Leggi tutto
Set 08, 2021 98

Direttiva 82/130/CEE

Direttiva 82/130/CEE Direttiva 82/130/CEE del Consiglio, del 15 febbraio 1982, riguardante il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati Membri relative al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva nelle miniere grisutose (GU L 59 del 2.3.1982) Abrogata… Leggi tutto
Set 08, 2021 103

Legge 17 aprile 1989 n. 150

Legge 17 aprile 1989 n. 150 Attuazione della direttiva 82/130/CEE e norme transitorie concernenti la costruzione e la vendita di materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva. (GU n.97 del 27.04.1989) Entrata in vigore della legge: 28/4/1989_______ Aggiornamenti all'atto… Leggi tutto
Set 08, 2021 97

Direttiva 76/117/CEE

Direttiva 76/117/CEE Direttiva 76/117/CEE del Consiglio, del 18 dicembre 1975, riguardante il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati Membri relative al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in «atmosfera esplosiva» (GU L 24 del 30.1.197) Abrogata da: Direttiva 94/9/CE… Leggi tutto
Set 08, 2021 97

DPR 21 luglio 1982 n. 727

DPR 21 luglio 1982 n. 727 Attuazione della direttiva (CEE) n. 76/117 relativa al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in "atmosfera esplosiva". (GU n.281 del 12.10.1982) Collegati
Direttiva 76/117/CEEDirettiva 94/9/CE ATEXNuova Direttiva ATEX Prodotti 2014/34/UE
Leggi tutto
Set 08, 2021 123

DPR 21 luglio 1982 n. 675

DPR 21 luglio 1982 n. 675 Attuazione della direttiva (CEE) n. 196 del 1979 relativa al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva, per il quale si applicano taluni metodi di protezione. (GU n.264 del 24.09.1982) Collegati[box-note]Direttiva 79/196/CEEDirettiva 94/9/CE… Leggi tutto

Più letti Marcatura CE