Slide background
Slide background




Interruttori e sensori di prossimità induttivi/capacitivi esclusi RED

ID 4263 | | Visite: 2382 | Documenti Marcatura CE ENTIPermalink: https://www.certifico.com/id/4263

Interruttori e sensori di prossimità induttivi/capacitivi dovrebbero rimanere esclusi dalla RED

Posizione Orgalime 29.06.2017

Il 13 Giugno 2017 è entrata pienamente in vigore la nuova Direttiva 2014/53/UE RED (recepita in Italia dal D.lgs. 22 giugno 2016 n. 128) che ha sostituito la Direttiva 1999/5/CE R&TTE.

Tuttavia, la Commissione europea, gli Stati membri ei rappresentanti del settore stanno discutrrensdo ancora problemi specifici di applicazione, che sono stati esaminati dalla prima versione della Guida RED e sono soggetti ad ulteriori analisi.

Tra questi temi, è stata posta la domanda se "interruttori e sensori di prossimità induttivi e capacitivi "dovrebbero rientrare nell'ambito della RED.

Fino ad ora, interruttori di prossimità e sensori erano coperti dalla direttiva EMC 2014/30/UE sulla compatibilità elettromagnetica (EMCD) e non dalla direttiva 1999/5/CE relativa alle apparecchiature terminali di radiotelefonia (R&TTE), in quanto essi  non soddisfacevano la definizione di "apparecchi radio".

Per gli interruttori e sensori di prossimità, gli standard di prodotto IEC/CENELEC 60947-5-2, 60947-5-3 e 60947-5-7 sui dispositivi a bassa tensione e sui dispositivi di controllo, hanno offerto la presunzione di conformità con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea (OJEU) alla EMCD per circa 25 anni.

Gli interruttori e i sensori di prossimità utilizzano un campo magnetico per rilevare oggetti (interruttori induttivi) o un campo elettrico (sensori capacitivi). Gli interruttori e sensori sono stati usati per diversi decenni in un numero estremamente ampio di applicazioni industriali come per esempio nell'automazione industriale. Nel 2016 circa 30 milioni di interruttori di prossimità e sensori sono stati venduti da parte europea Produttori nel mercato europeo con un fatturato di circa 578 milioni di euro.

Orgalime ritiene che siano adeguatamente coperti dai requisiti della direttiva sulla compatibilità elettromagnetica (EMCD) e la loro tecnologia non li spinge a rientrare nell'ambito della direttiva sulle apparecchiature radio (RED).

Inductive and capacitive proximity switches and sensors should remain outside the scope of the Radio Equipment Directive
Orgalime comments to the European Commission on the implementation of Directive 2014/53/EU on the making available on the market of radio equipment

Brussels, 29 giugno 2017

Proximity switches and sensors either use a magnetic field to detect objects (inductive switches) or an electrical field (capacitive switches). The switches and sensors have been used for several decades in an extremely large number of industrial applications as for example in the automation industry. In 2016 approximately 30 million proximity switches and sensors were sold by European manufacturers into the European market with a turnover of approximately 578 million euros.
Orgalime believes that they are appropriately covered by the requirements of the electromagnetic compatibility directive (EMCD) and their technology does not cause them to fall under the scope of the Radio Equipment Directive (RED).

We believe the European Commission’s advice to Member States and European Standards Organisations should follow the interpretation and market practice that has supported a very dynamic sector successfully thriving for over 25 years without safety issues or problems for the radio spectrum.

Directive 2014/53/EU on Radio Equipment (RED) has been applicable since 13 June 2016. However, the European Commission, Member States and industry representatives are still discussing specific application issues that were left outside the first version of the RED Guide and are subject to further analysis.

Among these issues, the question was raised whether “inductive and capacitive proximity switches and sensors” should fall within the scope of the RED. Until now, proximity switches and sensors were covered by the EMC Directive 2014/30/EU on Electromagnetic Compatibility (EMCD) and not the Directive 1999/5/EC on Radio & Telecommunication Terminal Equipment (R&TTE), since they did not satisfy the latter's definition of "radio equipment". For proximity switches and sensors, the product standards IEC/CENELEC 60947-5-2, 60947-5-3 and 60947-5-7 on low-voltage switchgear and control-gear has offered presumption of conformity further to its listing in the Official Journal of the European Union (OJEU) under the EMCD for approximately 25 years.

Inductive and capacitive proximity switches and sensors do not fall within the above definitions and consequently within the scope of the RED, since they do not intentionally transmit and/or receive electromagnetic waves but electrical magnetic fields. Note that electrical and magnetic fields are different in the nature from electromagnetic waves.

While the electromagnetic waves continue to propagate in space also after the transmitter is turned off, electrical and electromagnetic fields do not propagate in space and disappear immediately when the current or voltage that generates the fields are turned off. The inductive and capacitive sensors do intentionally generate magnetic or electrical fields, but do not intentionally generate or receive electromagnetic waves.

As a consequence, proximity switches and sensors cannot be qualified as radio equipment in the meaning of the RED. They remain within the scope of the EMCD.

...

1. INTRODUCTION
2. WHAT ARE INDUCTIVE AND CAPACITIVE SWITCHES AND SENSORS?
3. DEFINITIONS IN THE RED
4. CLASSIFICATION OF INDUCTIVE AND CAPACITIVE PROXIMITY SWITCHES AND SENSORS
5. CONCLUSION

Normativa correlata:

Nuova Direttiva R&TTE 2014/53/UE (Direttiva RED)

Decreto Legislativo 22 giugno 2016 n. 128

Nuova Direttiva EMC 2014/30/UE

Pin It


Tags: Marcatura CE Abbonati Marcatura CE Direttiva RED

Articoli correlati

Ultimi archiviati Marcatura CE

Ott 20, 2019 41

Direttiva 1999/36/CE

Direttiva 1999/36/CE Direttiva 1999/36/CE del Consiglio del 29 aprile 1999 in materia di attrezzature a pressione trasportabili (GU L 138/20 del 1.6.1999) Abrogata da: Direttiva 2010/35/UE Leggi tutto
Ott 20, 2019 62

Circolare MI 26422 Div. 3H del 13.11.2015

Circolare MI 26422 Div. 3H del 13.11.2015 (Pacchi bombole - Revisione periodica e marcatura)... Estratto Circolare allegata Fino al luglio 2005 la progettazione, fabbricazione, identificazione e prove dei pacchi bombole sono state regolate solo dalle norme nazionali dei singoli stati membri, che… Leggi tutto
Ott 17, 2019 19

D.P.R. 21 aprile 1993 n. 246

D.P.R. 21 aprile 1993 n. 246 Regolamento di attuazione della direttiva 89/106/CEE relativa ai prodotti da costruzione. (GU n.170 del 22-7-1993) Provvedimento abrogato da D.Lgs. 16 giugno 2017 n. 106 Collegati[box-note]Decreto Legislativo 16 giugno 2017 n. 106Regolamento Prodotti da Costruzione (UE)… Leggi tutto
Verbali del gruppo di lavoro ATEX 1997 2018
Set 27, 2019 162

Verbali del gruppo di lavoro ATEX 1997-2018

Verbali del gruppo di lavoro ATEX 1997-2018 Update Settembre 2019 Consolidated minutes of the meetings of the working group of the ATEX Directives 94/9/EC and 2014/34/EU committee This document includes the consolidated minutes of the meetings held from October 1997 until February 2018 (37… Leggi tutto
Set 23, 2019 171

Circolare n. A00-09/0005411/08 del 10/11/2008

Circolare n. A00-09/0005411/08 del 10/11/2008 Apparecchi a pressione: scadenza per la denuncia di recipienti e tubazioni. L’11/2/2009 è la data ultima entro la quale i recipienti per liquidi e le tubazioni esistenti al 12/2/2005, commercializzati fino al 29/5/02 e non certificati PED, esclusi dalla… Leggi tutto

Più letti Marcatura CE

Giu 26, 2019 47183

Regolamento Prodotti da Costruzione (UE) 305/2011 - CPR

Regolamento CPR (UE) 305/2011 Regolamento (UE) N. 305/2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE del Consiglio (Testo rilevante ai fini del SEE) GU L 88/10… Leggi tutto