Slide background




Progetto UNI1609602 - attrezzature a pressione: ciclo di vita

ID 16785 | | Visite: 764 | News NormazionePermalink: https://www.certifico.com/id/16785

Progetto UNI1609602

Progetto UNI1609602 - attrezzature a pressione: ciclo di vita

Progetti di norma sottoposti a inchiesta pubblica preliminare 

Organo tecnico di riferimento: CTI - Comitato Termotecnico Italiano UNI/CT 200
Data di inizio inchiesta preliminare: 31/05/2022
Data di fine inchiesta preliminare: 15/06/2022

Progetto UNI1609602: Esercizio delle attrezzature a pressione - La gestione del ciclo di vita

La norma fornisce indicazioni e riferimenti per l'esercizio delle attrezzature e degli insiemi a pressione nel corso del loro intero ciclo di vita, a partire dalla messa in servizio, attraverso le diverse fasi di esercizio, includendo la gestione dei controlli e delle verifiche periodiche e la gestione delle anomalie, sino alla messa fuori servizio e alla dismissione definitiva. La norma inoltre fornisce all'utilizzatore indicazioni e strumenti per predisporre, sulla base del progetto e dell'effettivo regime di utilizzo previsto, piani di ispezione specifici per ogni attrezzatura e scegliere i metodi di indagine e controllo più idonei, adattandoli in base agli esiti delle ispezioni e all'eventuale riscontro di nuovi meccanismi di danno.

A partire dal 2006, come previsto dall'art. 3 del D.M. n. 329/2004, è stato prodotto un corposo insieme di specifiche tecniche concernenti l'esercizio delle attrezzature a pressione e degli insiemi, che si è sostanziato in particolare nella serie UNI/TS 11325, oltre che in alcune altre norme collegate. I primi lavori messi in cantiere hanno riguardato le aree che per prime necessitavano di un intervento, da qui sono nate per esempio le UNI/TS 11325-1, -2 e -3. Il processo di pubblicazione delle diverse norme, essendosi dovuto allineare a queste priorità, ha portato a realizzare un corpo di norme molto vasto ma che risulta non sempre organico e di facile lettura. La norma di cui al presente progetto ha l'obiettivo di razionalizzare e rendere più organico il corpo normativo sull'esercizio delle attrezzature a pressione, attraverso l'introduzione di una norma-quadro (parte 1 di una nuova serie) che tratti tutte le fasi della vita di un'attrezzatura, a partire dalla messa in servizio sino alla sua dismissione, rimandando alle norme di dettaglio per le fasi che già le prevedono. Il progetto fornisce anche l'occasione per fornire agli utilizzatori di attrezzature a pressione indicazioni e strumenti per predisporre in modo efficace un piano dei controlli sulla base del progetto e di un'analisi iniziale che copra tutta la vita dell'apparecchio e che supporti lo stesso utilizzatore per la fase di verifica da parte dei soggetti individuati per legge.

La commissione intende anche sviluppare (da valutare se all'interno della norma in oggetto o in una norma separata) una guida operativa per analizzare i meccanismi di danneggiamento prevedibili sull'attrezzatura e individuare i controlli e i metodi di indagine più idonei da inserire nel piano dei controlli. Per quest'ultimo aspetto le attività si dovranno raccordare con la UNI 11706 in vigore, che già contiene indicazioni su alcuni meccanismi di danneggiamento e relativi metodi di controllo.

Benefici attesi: Raccordare le diverse norme a supporto dell'esercizio delle attrezzature a pressione, con i seguenti obiettivi:

- fornire un quadro di unione delle diverse norme, secondo la logica del ciclo di vita dell'attrezzatura, dalla progettazione alla dismissione;
- uniformare termini e definizioni presenti nelle diverse norme; - introdurre il concetto del piano dei controlli per la vita dell'apparecchio, predisposto dall'utilizzatore all'atto della messa in servizio sulla base del progetto e di un'analisi iniziale;
- fornire una guida per analizzare i meccanismi di danneggiamento prevedibili sull'attrezzatura e individuare i controlli e i metodi di indagine più idonei da inserire nel piano dei controlli;
- raccordare i requisiti normativi alle prescrizioni di legge applicabili alle verifiche e controlli di integrità.

[...]

Fonte: UNI

Collegati

Tags: Normazione Norme UNI

Articoli correlati

Ultimi archiviati Normazione

Mag 13, 2024 80

UNI 11900:2023

UNI 11900:2023 / Requisiti Installatore di sistemi di ancoraggio ID 21848 | 13.05.2024 / Preview in allegato Attività professionali non regolamentate - Installatore di sistemi di ancoraggio - Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità La norma definisce i requisiti relativi… Leggi tutto
Mag 02, 2024 135

UNI EN ISO 3834-2:2021

UNI EN ISO 3834-2:2021 ID 21794 | 02.05.2024 UNI EN ISO 3834-2:2021Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici - Parte 2: Requisiti di qualità estesi La norma definisce i requisiti di qualità estesi per la saldatura per fusione dei materiali metallici sia in officina… Leggi tutto
Mag 02, 2024 121

UNI EN ISO 3834-1:2021

UNI EN ISO 3834-1:2021 ID 21793 | 02.05.2024 UNI EN ISO 3834-1:2021Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici - Parte 1: Criteri per la scelta del livello appropriato dei requisiti di qualità La norma fornisce uno schema generale della UNI EN ISO 3834 e i criteri da… Leggi tutto
Apr 28, 2024 148

UNI ISO 9926-1

UNI ISO 9926-1:1992 ID 21778 | 28.04.2024 / In allegato Preview UNI ISO 9926-1:1992 Apparecchi di sollevamento. Addestramento degli operatori. Generalità. Versione in lingua italiana della ISO 9926/1 (dic. 1990), adottata senza varianti. Specifica il minimo addestramento che deve essere dato ai… Leggi tutto
Norme armonizzate Direttiva imbarcazioni diporto 12 2017
Apr 25, 2024 176

Decisione di esecuzione (UE) 2024/1197

Decisione di esecuzione (UE) 2024/1197 / Norme armonizzate imb. da diporto Aprile 2024 ID 21757 | 25.04.2024 Decisione di esecuzione (UE) 2024/1197 della Commissione, del 23 aprile 2024, che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2022/1954 per quanto riguarda le norme armonizzate per i sistemi… Leggi tutto

Più letti Normazione