Slide background

Diagnosi malattie professionali apparato respiratorio

ID 5622 | | Visite: 2500 | Guide Sicurezza lavoro INAILPermalink: https://www.certifico.com/id/5622

Indirizzi operativi malattie professionali apparato respiratorio

Indirizzi operativi per la diagnosi delle malattie professionali dell’apparato respiratorio

INAIL 2017 - 14 Febbraio 2018

Il presente lavoro si propone di operare un riordino nell’ambito delle malattie dell’apparato respiratorio, la cui classificazione risulta quanto mai complessa per la difficoltà di individuare specifici gruppi con caratteristiche peculiari che non siano rinvenibili anche in altri.

L’esigenza di sviluppare un nuovo iter diagnostico accertativo nasce innanzitutto dal fatto che il rapporto fra malattie professionali tabellate e non tabellate si è ormai stabilmente spostato in favore di queste ultime. Già con la revisione delle tabelle delle malattie professionali del 1994, l’Inail aveva fornito per ciascuna malattia tabellata una scheda in cui una sezione è specificamente dedicata agli accertamenti diagnostici necessari per la compiuta diagnosi.

Il continuo mutamento delle realtà lavorative e il crescere della consapevolezza collettiva dei rischi occupazionali (effetto delle politiche di prevenzione poste in campo nell’ultimo ventennio), le aggiornate evidenze scientifiche e le nuove ed affinate tecniche diagnostiche impongono l’adozione di un metodo sistematico nell’accertamento delle malattie professionali, utile ad uniformare la trattazione nei vari ambiti medici e alla riduzione auspicabile delle patologie professionali misconosciute. Ancora, va tenuto in debita considerazione che, a fronte dell’aumento delle denunce di malattie occupazionali (ed opinabilmente delle istruttorie per il riconoscimento delle prestazioni erogate dall’Inail), il rapporto tra quelle riconosciute e quelle denunciate appare in progressiva diminuzione.

...

Metodologia

Il progetto prevede la revisione sistematica di circolari, indirizzi procedurali e protocolli diagnostici Inail già esistenti, nonché di Linee Guida di Società Scientifiche nazionali e internazionali e della letteratura scientifica per ogni patologia professionale dell’apparato respiratorio.

Per ogni malattia è stato previsto un iter diagnostico in step, così strutturato:

1. Validazione della diagnosi clinica;
2. ipotesi eziologica di malattia professionale;
3. acquisizione di tutta la documentazione inerente l’esposizione lavorativa;
4. anamnesi lavorativa;
5. diagnosi di malattia professionale e valutazione della funzionalità;
6. considerazioni medico-legali.

__________

Introduzione
Metodologia
1. Asma professionale
1.1 Validazione della diagnosi clinica di asma bronchiale
1.2 Ipotesi eziologica di malattia professionale
1.3 Acquisizione di tutta la documentazione inerente l’esposizione lavorativa
1.4 Anamnesi lavorativa
1.5 Diagnosi di malattia professionale e valutazione della funzionalità
1.6 Considerazioni medico-legali
1.7 Bibliografia
2. BPCO
2.1 Validazione della diagnosi clinica di BPCO
2.2 Ipotesi eziologica di malattia professionale
2.3 Acquisizione di tutta la documentazione inerente l’esposizione lavorativa
2.4 Anamnesi lavorativa
2.5 Diagnosi di malattia professionale e valutazione della funzionalità
2.6 Considerazioni medico-legali
BOX 1 - Bronchiti irritative e tracheobronchiti
2.7 Bibliografia
3. Asbestosi e patologie asbesto-correlate
3.1 Validazione della diagnosi clinica
3.2 Ipotesi eziologica di malattia professionale
3.3 Acquisizione di tutta la documentazione inerente l’esposizione lavorativa
3.4 Anamnesi lavorativa
3.5 Diagnosi di malattia professionale e valutazione della funzionalità
3.6 Considerazioni medico-legali
BOX 2 - Placche ed ispessimenti pleurici
3.7 Bibliografia
4. Silicosi
4.1 Validazione della diagnosi clinica
4.2 Ipotesi eziologica di malattia professionale
4.3 Acquisizione di tutta la documentazione inerente l’esposizione lavorativa
4.4 Anamnesi lavorativa
4.5 Diagnosi di malattia professionale e valutazione della funzionalità
4.6 Considerazioni medico-legali
BOX 3 - Tubercolosi e silico-tubercolosi
4.7 Bibliografia
5. Alveoliti allergiche estrinseche
5.1 Validazione della diagnosi clinica
5.2 Ipotesi eziologica di malattia professionale
5.3 Acquisizione di tutta la documentazione inerente l’esposizione lavorativa
5.4 Anamnesi lavorativa
5.5 Diagnosi di malattia professionale e valutazione della funzionalità
5.6 Considerazioni medico-legali
5.7 Bibliografia
6. Altre pneumoconiosi e patologie respiratorie minori di origine professionale
6.1 Bissinosi
6.2 Antracosi o Coal workers pneumoconiosis (CWP)
6.3 Berilliosi
6.4 Altre Pneumoconiosi
6.5 Bibliografia
Conclusioni
ALLEGATI
Allegato 1 - Quadro epidemiologico delle patologie dell’apparato
respiratorio lavoro-correlate
GRAFICI
FLOW-CHART

Fonte: INAIL

Collegati:

Pin It

Tags: Sicurezza lavoro INAIL Guide Sicurezza INAIL Malattie professionali

Ultime Linee guida INAIL archiviate

Protoclli sorveglianza sanitaria strutture INAIL
Set 14, 2019 18

I protocolli di sorveglianza sanitaria nelle strutture INAIL

I protocolli di sorveglianza sanitaria nelle strutture INAIL Come è noto il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. ha innovato il D.Lgs. 626/94 e s.m.i. e, quello che prima era previsto negli artt. 16 e 17, ora si ritrova, meglio normato, all’art. 25 (Obblighi del Medico Competente) e 41 (Sorveglianza sanitaria).… Leggi tutto
Procedura
Set 02, 2019 90

Ritardanti di fiamma alogenati in ambienti di lavoro

Procedura sperimentale per la determinazione di ritardanti di fiamma alogenati presenti in ambienti di lavoro INAIL, 02.09.2019 I ritardanti di fiamma alogenati sono impiegati in comuni oggetti o materiali facilmente infiammabili per ridurre, in caso di incendio, lo sviluppo di fumo e contenere la… Leggi tutto
Il rischio da sovraccarico biomeccanico restauratori
Lug 22, 2019 253

Il rischio da sovraccarico biomeccanico restauratori

Il rischio da sovraccarico biomeccanico restauratori Il rischio da sovraccarico biomeccanico del rachide nel settore del restauro conservativo di superfici decorate e beni di interesse storico ed artistico: analisi delle movimentazioni manuali dei carichi (MMC) e delle posture incongrue tipiche… Leggi tutto
Il primo soccorso nei lavori in quota
Lug 18, 2019 351

Il primo soccorso nei lavori in quota

Il primo soccorso nei lavori in quota Il lavoro in quota o in altezza riguarda tutte le attività lavorative che portano il lavoratore a operare a più di due metri di altezza rispetto al piano stabile (art. 107, d.lgs. 81/2008). Questo lo espone a importati rischi per la salute e sicurezza. Molti… Leggi tutto
La cogenerazione
Lug 18, 2019 166

Innovazioni impiantistiche: La cogenerazione e la trigenerazione nel settore rurale

Innovazioni impiantistiche: La cogenerazione e la trigenerazione nel settore rurale Allo stato dell’arte l’efficienza energetica rappresenta un elemento sempre più determinante nelle politiche industriali e sociali allo scopo di garantire, conformemente al tratto di Kyoto, la riduzione delle… Leggi tutto
Sicurezza nella cave
Lug 18, 2019 214

La gestione della sicurezza nelle cave a cielo aperto

La gestione della sicurezza nelle cave a cielo aperto La scheda fornisce una panoramica sulla produzione nel settore estrattivo delle cave a cielo aperto e un breve excursus sulle attività estrattive di pietre ornamentali, da costruzione, calcare, pietra da gesso, creta e ardesia (Ateco B0811) e di… Leggi tutto
Lug 17, 2019 191

Medico competente e pratiche vaccinali nei luoghi di lavoro

Medico competente e pratiche vaccinali nei luoghi di lavoro Medico competente e promozione delle pratiche vaccinali nei luoghi di lavoro. Un'indagine conoscitiva INAIL, 2019 Il factsheet fornisce una sintesi dei risultati preliminari relativi alla survey indirizzata ai Medici Competenti su… Leggi tutto

Linee guida INAIL più lette

Set 15, 2017 25799

Linea guida ISPESL carrelli elevatori

Linea guida Ispesl carrelli elevatori Linea guida per il controllo periodico dello stato di manutenzione ed efficienza dei carrelli elevatori e delle relative attrezzature.ISPESL 2006 Vedasi prodotto: Leggi tutto