Slide background

Sicurezza magazzini automatici EN 15095

ID 4938 | | Visite: 3290 | Documenti Riservati NormazionePermalink: https://www.certifico.com/id/4938

EN 15095 magazzini automatici

Sicurezza magazzini automatici EN 15095 - Allegati

Il Documento allegato, estratto della norma EN 15095:2009 armonizzata per la Direttiva macchine 2006/42/CE (tipo C), tratta gli aspetti di sicurezza delle apparecchiature automatiche di stoccaggio elettrico (magazzini automatici), in particolare sono riportate le illustrazioni delle Appendici A,B,C,D,E e riferimenti a parti della norma.

Seguirà un prossimo Documento tecnico con illustrazioni pratiche.

EN 15095:2009 armonizzata Direttiva macchine 2006/42/CE (tipo C)

La norma EN 15095 è armonizzata per la Direttiva macchine 2006/42/CE e l'applicazione è "Presunzione di Conformità" ai RESS pertinenti dell'Allegato I.

_______
Excursus


La EN 15095 si occupa dei requisiti di sicurezza per i seguenti tipi di apparecchiature di immagazzinamento elettrico:

- caroselli di stoccaggio;
- ascensori di stoccaggio;
- scaffalature mobili, scaffalature a pallet e rack

con l'obiettivo di eliminare o minimizzare i pericoli descritti nella Parte 4.

Questi pericoli possono aumentare durante l'installazione, l'avvio, l'esercizio, la manutenzione, la prova e lo smontaggio dell'apparecchiatura.

È essenziale che i requisiti di sicurezza e/o le misure adottate in questa norma siano applicate alle attrezzature di stoccaggio in presenza di operatori..

In condizioni difficili, è essenziale prendere in considerazione ulteriori analisi dei pericoli e misure di sicurezza, ad esempio:

- condizioni atmosferiche,
- condizioni di radioattività,
- beni di stoccaggio che per la loro natura potrebbero generare situazioni pericolose (ad esempio metallo fuso, acidi / alcali, beni fragili o esplosivi),
- condizioni ambientali esterne,
- basse temperature,
- temperature elevate,
- ambiente corrosivo,
- effetti di terremoti,
- contatto con il cibo.

Esempi di apparecchiature di stoccaggio a comando elettrico a cui si applica questo standard sono riportati nell'allegato A.

Per quanto riguarda gli edifici e le parti di edifici, la norma è valida solo nella misura in cui viene effettuata una valutazione relativa ai rischi e ai rischi connessi con le interfacce all'attrezzatura di stoccaggio.

L'attrezzatura di stoccaggio la cui sola fonte di energia è direttamente utilizzata per il lavoro umano o a gravità sono esclusi dall'ambito di applicazione di questo standard.

L'attrezzatura di stoccaggio elettrica o parti di essa non rientra in regolamenti gascensori. Essa è destinata a gestire e fissare merci, non sono destinati a trasportare passeggeri in condizioni normali (ad eccezione della manutenzione) e pertanto non sono considerati ascensori.

Questo standard non tiene conto dei pericoli che derivano da ambienti rumorosi o da ambienti soggetti a interferenze elettromagnetiche al di fuori dello spettro di cui alla norma EN 61000-6-2.

Ascensori di stoccaggio

Gli ascensori di stoccaggio sono progettati per prendere merci disposte su supporti di carico (ad esempio contenitori di stoccaggio).

L'unità di sollevamento integrata porta i supporti di carico (ad es. contenitori di stoccaggio) da un'apertura di accesso alle posizioni di stoccaggio in una torre di recupero o da un luogo di stoccaggio ad un'apertura di accesso. Gli ascensori possono avere una o più aperture di accesso su uno o più livelli (vedere la Figura A.3)

EN 15095 3

Fig. A3 - Ascensori di stoccaggio 

Scaffalature mobili  

La scaffalatura mobile comprende una serie di piani trasportabili regolabili caricati manualmente (mensole) supportate da montanti verticali, di cui è a sua volta fissata ad una base mobile.
Questa base è supportata su ruote montate nell'unità di base che funzionano su binari montati o sul pavimento.

Il sistema è progettato per essere caricato a mano con carichi multipli che sono sostanzialmente inferiori alla capacità di carico totale dello scaffale.

Il sistema non è progettato per essere caricato o scaricato da apparecchi meccanici (vedere la Figura A.4)
EN 15095 4

1 Direzione di movimento

Fig. A4 - Scaffalature mobili

Ripiani mobili automatici

I ripiani mobili automatici comprendono un telaio a scheletro di carichi fissi o regolabili su un veicolo di sollevamento in genere senza l'uso di scaffali.

Questo telaio a scheletro è a sua volta fissato alla base mobile e supportata su ruote montate sull'unità base, che funzionano su rotaie montate sul pavimento.

Il sistema è progettato per l'immagazzinamento di carichi di unità in cui il carico o lo scarico avviene generalmente con mezzi meccanici (vedere la Figura A.5)

EN 15095 5
1 Direzione di movimento

Fig. A5 - Ripiani mobili automatici
....
segue

Fonte:

UNI EN 15095:2009
Scaffalature e ripiani mobili automatici, magazzini automatici a piani rotanti, magazzini automatici verticali - Requisiti di sicurezza
 
La norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 15095:2007+A1 (edizione dicembre 2008). La norma tratta i requisiti di sicurezza delle seguenti apparecchiature automatiche di stoccaggio: magazzini automatici a piani rotanti, magazzini automatici verticali e ripiani mobili automatici, scaffalature per pallet e scaffalature a cantilever. Lo scopo è quello di eliminare o minimizzare i pericoli che possono insorgere durante l installazione, l avviamento, il funzionamento, la manutenzione, la verifica e lo smantellamento di tali apparecchiature.

http://store.uni.com/catalogo/index.php/uni-en-15095-2009.html
 
Certifico Srl - IT | Rev. 00 2017
 


Tags: Normazione Norme Direttiva macchine Abbonati Normazione

Articoli correlati

Ultimi archiviati Normazione

IFA 2 0 8 Sistema
Gen 18, 2019 2

SISTEMA ISO 13849-1 Versione 2.0.8 Build 3

SISTEMA ISO 13849-1 Versione 2.0.8 Build 3 Safety Integrity Software Tool for the Evaluation of Machine Applications Rilasciata da IFA la Versione stabile di SISTEMA 2 (2.0.8 Build 3) del 17 Gennaio 2019 I progetti e le librerie delle versioni precedenti 1.x.x non sono compatibili e devono essere… Leggi tutto
Gen 08, 2019 45

ISO Update 2019

ISO Update 2019 International Standards in process List of CD (committee draft) registered; DIS (draft International Standard) circulated, FDIS (final draft International Standard) circulated and Standards published, confirmed and withdrawn for a given period.____View Safety of machinery ISO/TC 199… Leggi tutto
EN 13128 2009 Sicurezza Fresatrici
Dic 20, 2018 63

EN 13128:2009 Sicurezza Fresatrici

EN 13128:2009 Sicurezza delle macchine utensili - Fresatrici (incluse alesatrici) La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN 13128:2001+A2 (edizione aprile 2009) e tiene conto dell'errata corrige di marzo 2010 (AC:2010). La norma specifica le misure e i requisiti di sicurezza… Leggi tutto
Guida CEN CENELEC 17
Nov 27, 2018 113

Guida CEN/CENELEC 17

Guida CEN/CENELEC 17 Linee guida per la stesura delle norme tenendo in considerazione le esigenze delle micro, piccole e medie imprese (PMI) Il presente documento (CEN/CLC Guida 17) è stato elaborato dal CEN/CLC BT WG 208 “Linee guida sulle esigenze delle PMI”, la cui segreteria è affidata a… Leggi tutto
CEN guide 4
Nov 27, 2018 102

CEN GUIDE 4

CEN GUIDE 4:2008 Guide for addressing environmental issues in product standards Every product has an impact on the environment during all stages of its life-cycle, e.g. extraction of resources, acquisition of raw materials, production, distribution, use (application), reuse, end-of-life treatment,… Leggi tutto
UNI CEI EN ISO IEC 17020 2012
Nov 22, 2018 210

UNI CEI EN ISO-IEC 17020

UNI CEI EN ISO-IEC 17020:2012 Valutazione della conformità - Requisiti per il funzionamento di vari tipi di organismi che eseguono ispezioni. L’organismo di ispezione ha il compito e la responsabilità di effettuare delle valutazioni di conformità degli elementi sottoposti ad ispezione. Gli elementi… Leggi tutto
Nov 17, 2018 170

Decreto Legislativo 16 gennaio 2013, n. 13

Decreto Legislativo 16 gennaio 2013, n. 13 Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni per l'individuazione e validazione degli apprendimenti non formali e informali e degli standard minimi di servizio del sistema nazionale di certificazione delle competenze, a norma… Leggi tutto

Più letti Normazione