Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 30.755 *

/ Totale documenti scaricati: 17.883.204 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022

* Dati in real-time da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile


/ Documenti disponibili: 30.755 *

/ Totale documenti scaricati: 17.883.204 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022

* Dati in real-time da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 30.755 *

/ Totale documenti scaricati: 17.883.204 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full, Full Plus | 2022

* Dati in real-time da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2022
Slide background
Certifico 2000/2022: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.


Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2022
Slide background
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

/ Documenti disponibili: 30.755 *

/ Totale documenti scaricati: 17.883.204 *

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021

* Dati da Aprile 2014 alla data odierna.
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
CEM4: certifico machinery directive

Il software per Direttiva macchine

da Marzo 2000

Promo Anniversary 21°
Slide background
Certifico 2000/2021: Informazione Utile

Tutti i Software, Prodotti e Documenti Tecnici presenti sono elaborati direttamente

o selezionati su Norme Tecniche & Standards riconosciuti.

Vedi Abbonamenti Promo: 2X, 3X, 4X, Full | 2021
Slide background
Certifico 2000/2020: Informazione Utile

Tutta la Documentazione presente è elaborata

o selezionata dalla nostra redazione su Standards riconosciuti.

Vedi i nostri abbonamenti e prodotti

UNI 10389-1:2019

ID 9132 | | Visite: 9551 | Documenti UNIPermalink: https://www.certifico.com/id/9132

10389 1 2019

UNI 10389-1:2019

Misurazioni in campo - Generatori di calore - Parte 1: Apparecchi alimentati a combustibile liquido e/o gassoso

La norma prescrive le procedure per eseguire in opera l’analisi dei prodotti della combustione e la misurazione del rendimento di combustione dei generatori di calore.
Essa si applica a tutti i generatori di calore alimentati a combustibile gassoso e/o liquido, destinati al riscaldamento degli ambienti e/o alla produzione di acqua calda sanitaria.
La norma non si applica agli impianti inseriti in cicli di processo e ai generatori di calore alimentati a combustibile solido.
_______

Dopo quasi 10 anni di onorato servizio, il 27 giugno 2019 la norma UNI 10389-1:2009 è stata sostituita dall’edizione 2019, grazie all’attività svolta dalla CT 252 “Impianti di riscaldamento - Esercizio, conduzione, manutenzione, misure in campo e ispezioni” del CTI e alla collaborazione con il CIG che ha coordinato il task group dedicato proprio alla revisione della UNI 10389-1.

Pur senza particolari stravolgimenti la norma ha introdotto alcune novità e adeguato le procedure alla sempre più presente informatizzazione. Un primo cambiamento è già nel titolo, diventato “Misurazioni in campo - Generatori di calore - Parte 1: Apparecchi alimentati a combustibile liquido e/o gassoso”, che evidenzia l’affidabilità raggiunta dalle misurazioni effettuate su apparecchi già in servizio con strumentazioni portatili, riconosciuta anche dal D. Lgs 3 aprile 2006, n. 152 attualmente in vigore.

Altre parti della serie di norme UNI 10389 dedicate ad altre tipologie di generatori di calore saranno presto disponibili. La nuova UNI 10389-1 fa riferimento a un generico operatore, al quale si richiede un’idonea competenza, diversamente dalla precedente edizione, che si rivolgeva al manutentore e all’ispettore prevedendo diverse procedure operative.

Ferma restando l’importanza della UNI 10389-1 nell’applicazione della vigente legislazione sull’uso razionale dell’energia, la nuova edizione nel prescrivere “come si fa” e non “chi lo fa” sottolinea l’indipendenza della norma tecnica dal provvedimento legislativo, lasciando a quest’ultimo il compito di stabilire particolari abilitazioni o comportamenti dell’operatore a seconda del ruolo ricoperto.

Molto importante è il riconoscimento della pari dignità della documentazione su supporto elettronico accanto a quella tradizionale su supporto cartaceo; con questa opzione la produzione, la trasmissione e l’archiviazione di dati sono velocizzate e si evitano errori di trascrizione nel passaggio da un documento su carta all’altro e nell’introduzione manuale dei dati negli archivi informatici.

Il nuovo formato è consentito sia per gli “scontrini” emessi dallo strumento di misura sia per il rapporto di prova rilasciato dall’operatore al termine delle misurazioni. Per quanto concerne le procedure di misurazione, è stato ridotto da due a un solo minuto l’intervallo di tempo minimo che deve trascorrere tra le tre misurazioni; ciò consente di ridurre da quattro a due minuti la durata del campionamento dei prodotti della combustione.

Dato che il campionamento deve avvenire quando il generatore di calore è a regime, e che in numerosi impianti autonomi non si riesce a mantenere lo stato di regime per i quattro minuti prima necessari – segno evidente di un sovradimensionamento del generatore rispetto alle necessità dell’alloggio – la riduzione del periodo di campionamento eviterà, o quantomeno ridurrà a pochi casi, il ricorso a condizioni di misurazione diverse da quella a regime (generatore regolato a portata termica inferiore a quella nominale o in produzione acqua calda sanitaria).

Di contro, la richiesta di allegare tutte e tre le stampe – su carta o su file – relative a ciascuna misurazione consentirà all’operatore stesso e ad eventuali organismi di ispezione di verificare che le tre misurazioni sono state effettuate quando il generatore si trovava a regime; con la riduzione del tempo cresce il rischio per l’operatore di non accorgersi durante la prova che il generatore non ha ancora raggiunto lo stato di regime, o che ha iniziato un transitorio di riduzione di portata o di spegnimento.

Nella nuova edizione della norma, per quanto riguarda la strumentazione scompare la tabella con i requisiti minimi e si fa invece riferimento alla UNI CEI EN 50379-1 “Specifica per apparecchi elettrici portatili per la misurazione dei parametri dei gas combusti di apparecchi per riscaldamento – Parte 1: requisiti generali e metodi di prova”, senza indicazione della data di pubblicazione; ciò significa che tutti gli analizzatori di combustione devono essere conformi almeno alla prima edizione della norma, che risale al 2006; gli strumenti non conformi e quelli fabbricati in precedenza (salvo che il fabbricante dichiari una conformità ex ante) non possono essere più utilizzati. Inizialmente la nuova edizione della norma prevedeva anche la misurazione degli ossidi di azoto (NOx), sia diretta che tramite la misura del solo NO; durante i lavori, però, sono sorti dubbi sulla misurazione di questo componente dei prodotti della combustione, la cui concentrazione sembra essere significativamente influenzata dalle condizioni in cui si svolge la prova, quali la temperatura e l’umidità dell’aria comburente, soggette a notevoli variazioni a seconda della stagione e del meteo, nonché la variazione di portata termica rispetto a quella nominale.

Verranno quindi effettuate ulteriori prove al fine di individuare parametri correttivi che rendano confrontabili valori ottenuti in diverse situazioni, ottenuti i quali si potrà predisporre un aggiornamento alla norma. Infine, una diversa distribuzione dei contenuti, ripartiti nella norma vera e propria e in due appendici, una informativa e una normativa, rendono più agile e lineare la lettura del documento rispetto alla precedente edizione.

Fonte: CTI

http://store.uni.com/catalogo/index.php/uni-10389-1-2019.html

Vedi Documento sulla UNI 10389-1:2019

Rapporto di Prova UNI 10389 1 2019

Rapporto di prova rendimento e fumi generatori di calore UNI 10389-1:2019

Collegati

Tags: Impianti Impianti termici

Ultimi inseriti

Circolare VVF n  15438 del 15 ottobre 2019   Fig  1
Set 30, 2022 64

Circolare VVF n. 15438 del 15 ottobre 2019

Circolare VVF n. 15438 del 15 ottobre 2019 Chiarimenti applicativi allegato L al D.Lgs. 105/2015 - procedure semplificate di prevenzione incendi per gli stabilimenti di soglia superiore. Finalità La presente circolare fornisce chiarimenti applicativi dell'allegato L del D.Lgs 105/15 relativo alle… Leggi tutto
Set 30, 2022 20

Legge 3 agosto 2009 n. 102

in News
Legge 3 agosto 2009 n. 102 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, recante provvedimenti anticrisi, nonche' proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali. (GU n.179 del 04.08.2009 - SO n. 140)_______ Aggiornamenti all'atto… Leggi tutto
Set 30, 2022 21

Decreto-Legge 1 luglio 2009 n. 78

in News
Decreto-Legge 1 luglio 2009 n. 78 / Consolidato 09.2022 Provvedimenti anticrisi, nonche' proroga di termini (GU n.150 del 01.07.2009) [box-info]Conversione Legge 3 agosto 2009 n. 102 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, recante provvedimenti anticrisi,… Leggi tutto
Set 30, 2022 24

Decreto Legislativo 15 febbraio 2016 n. 27

Decreto Legislativo 15 febbraio 2016 n. 27 Attuazione della direttiva 2013/56/UE che modifica la direttiva 2006/66/CE relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori per quanto riguarda l'immissione sul mercato di batterie portatili e di accumulatori contenenti cadmio destinati a… Leggi tutto
Set 30, 2022 27

Decreto Legislativo 11 febbraio 2011 n. 21

Decreto Legislativo 11 febbraio 2011 n. 21 Modifiche al decreto legislativo 20 novembre 2008, n. 188, recante l'attuazione della direttiva 2006/66/CE concernente pile, accumulatori e relativi rifiuti e che abroga la direttiva 91/157/CEE, nonche' l'attuazione della direttiva 2008/103/CE. (GU n.61… Leggi tutto
Ordinanza CC Sez 5 n  19767 del 22 09 2020
Set 30, 2022 38

Ordinanza CC Sez 5 n. 19767 del 22.09.2020

Ordinanza CC Sez 5 n. 19767 del 22.09.2020 Tassi sui Rifiuti (TARI): riduzione sino al 40% se il servizio è assente o ridotto. Tributi – TARI – Immobili situati all’interno dell’Interporto di Nola – Servizio raccolta espletato fino ai punti di accesso – Ampiezza dell’area – Concetto di “zona” –… Leggi tutto
Ordinanza CC Sez 5 n  22531 del 29 07 2017
Set 30, 2022 80

Ordinanza CC Sez 5 n. 22531 del 29.07.2017

Ordinanza CC Sez 5 n. 22531 del 29.07.2017 ID 17720 | 30.09.2022 Massima: In caso di disservizi nella raccolta dei rifiuti l'utente ha diritto ad una riduzione della tariffa anche se le negligenze non sono addebitabili al Comune ... Ordinanza CC Sez 5 n. 22531 del 29.07.2017 [...] [panel]Rilevato… Leggi tutto
Il metano nell inventario nazionale
Set 30, 2022 40

Il metano nell’Inventario nazionale delle emissioni di gas serra

Il metano nell’Inventario nazionale delle emissioni di gas serra ID 17719 | 30.09.2022 Rapporto ISPRA n. 374/2022 - Il metano nell’Inventario nazionale delle emissioni di gas serra. L’Italia e il Global Methane Pledge Il metano è un potente gas serra secondo solo all’anidride carbonica in termini… Leggi tutto

Ultimi Documenti Abbonati

Circolare VVF n  15438 del 15 ottobre 2019   Fig  1
Set 30, 2022 64

Circolare VVF n. 15438 del 15 ottobre 2019

Circolare VVF n. 15438 del 15 ottobre 2019 Chiarimenti applicativi allegato L al D.Lgs. 105/2015 - procedure semplificate di prevenzione incendi per gli stabilimenti di soglia superiore. Finalità La presente circolare fornisce chiarimenti applicativi dell'allegato L del D.Lgs 105/15 relativo alle… Leggi tutto
Ordinanza CC Sez 5 n  19767 del 22 09 2020
Set 30, 2022 38

Ordinanza CC Sez 5 n. 19767 del 22.09.2020

Ordinanza CC Sez 5 n. 19767 del 22.09.2020 Tassi sui Rifiuti (TARI): riduzione sino al 40% se il servizio è assente o ridotto. Tributi – TARI – Immobili situati all’interno dell’Interporto di Nola – Servizio raccolta espletato fino ai punti di accesso – Ampiezza dell’area – Concetto di “zona” –… Leggi tutto
Ordinanza CC Sez 5 n  22531 del 29 07 2017
Set 30, 2022 80

Ordinanza CC Sez 5 n. 22531 del 29.07.2017

Ordinanza CC Sez 5 n. 22531 del 29.07.2017 ID 17720 | 30.09.2022 Massima: In caso di disservizi nella raccolta dei rifiuti l'utente ha diritto ad una riduzione della tariffa anche se le negligenze non sono addebitabili al Comune ... Ordinanza CC Sez 5 n. 22531 del 29.07.2017 [...] [panel]Rilevato… Leggi tutto
UNI EN ISO 19014 2 2022
Set 30, 2022 34

UNI EN ISO 19014-2:2022

UNI EN ISO 19014-2:2022 ID 17717 | 30.09.2022 / In allegato Preview UNI EN ISO 19014-2:2022 Macchine movimento terra - Sicurezza funzionale - Parte 2: Progettazione e valutazione dei requisiti hardware e di architettura per le parti del sistema di comando legate alla sicurezza La norma specifica i… Leggi tutto
Set 29, 2022 58

UNI EN 15259:2008

UNI EN 15259:2008 ID 17775 | 29.09.2022 / Preview in allegato UNI EN 15259:2008 Qualità dell aria - Misurazione di emissioni da sorgente fissa - Requisiti delle sezioni e dei siti di misurazione e dell obiettivo, del piano e del rapporto di misurazione La presente norma è la versione ufficiale in… Leggi tutto
Requisiti tecnici postazioni in altezza emissioni in atmosfera
Set 29, 2022 135

Requisiti tecnici postazioni in altezza emissioni in atmosfera

Requisiti tecnici postazioni in altezza emissioni in atmosfera ID 17712 | 29.09.2022 / Documento completo allegato ARPAT Con la Delibera 528 del 1° luglio la Giunta regionale ha approvato il Documento “Requisiti tecnici delle postazioni in altezza per il prelievo e la misura delle emissioni in… Leggi tutto
Campionamento emissioni in atmosfera   Requisiti postazioni ARPA FVG
Set 29, 2022 158

Campionamento emissioni in atmosfera - Requisiti tecnici postazioni

Campionamento emissioni in atmosfera - Requisiti tecnici postazioni / ARPA FVG 2019 ID 17711 | 29.09.2022 / Documento completo allegato ARPA FVG 2016 / 2019 Le presenti linee guida sono state redatte con la finalità di costituire un utile riferimento per la progettazione e la realizzazione delle… Leggi tutto
Standardizzazione metodologie operative controllo emissioni in atmosfera ARPAV
Set 29, 2022 133

Standardizzazione metodologie operative controllo emissioni in atmosfera

Standardizzazione metodologie operative controllo emissioni in atmosfera / ARPAV 2018 ID 17709 | 29.09.2022 / Documento completo allegato ARPAV 2018 I controlli delle emissioni in atmosfera provenienti dagli insediamenti industriali sono attualmente regolamentati dal D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 e… Leggi tutto