Slide background




Marchi di qualità dei servizi

ID 6542 | | Visite: 2824 | Documenti Riservati NormazionePermalink: https://www.certifico.com/id/6542

Marchi di qualita  servizi

Marchi di qualità dei servizi

Ultimo aggiornamento: 4 dicembre 2017

marchi sono uno strumento di garanzia e riconoscimento della qualità, alternativo ma potenzialmente complementare alla certificazione.

Le informazioni sul significato dei marchi e sui criteri di attribuzione dei marchi e di altri attestati di qualità relativi ai servizi, devono essere facilmente accessibili ai prestatori e ai destinatari dei servizi così come previsto, per tutti gli Stati membri, dalla Direttiva europea 2006/123/CE

Si sottolinea, inoltre, l’importanza dell’accessibilità alle informazioni per migliorare la trasparenza e poter fornire criteri comparabili per valutare la qualità dei servizi offerti.

L’Italia con il Decreto legislativo  59/2010, di recepimento della direttiva, ha previsto all’art. 81 uno specifico riferimento ai marchi (ed altri attestati) di qualità dei servizi che, per assicurare la divulgazione delle informazioni, stabilisce che i soggetti che istituiscono/gestiscono il marchio devono:

- pubblicare le informazioni (caratteristiche - requisiti - etc. dei marchi) sui propri siti web;
- comunicarle al Ministero dello Sviluppo Economico.

Decreto legislativo  59/2010

Art. 81 (Marchi ed attestati di qualita' dei servizi)

1. I soggetti, pubblici o privati, che istituiscono marchi ed altri attestati di qualita' relativi ai servizi o sono responsabili della loro attribuzione, rendono disponibili ai prestatori ed ai destinatari, tramite pubblicazione sul proprio sito internet, informazioni sul significato dei marchi e sui criteri di attribuzione dei marchi e degli altri attestati di qualita', dandone contemporaneamente notizia al Ministero dello sviluppo economico ed evidenziando se si tratta di certificazioni rilasciate sulla base del sistema di accreditamento di cui al Regolamento (CE) n. 765/2008, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 luglio 2008.

1-bis. Le violazioni delle disposizioni di cui al comma 1 sono valutate ai fini della individuazione di eventuali azioni ingannevoli o omissioni ingannevoli ai sensi degli articoli 21 e 22 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, e s.m.i., recante il codice del consumo, anche ai fini dell'applicazione delle sanzioni di cui all'articolo 27 del medesimo codice.

Questa impostazione facilita il monitoraggio del settore e favorisce una divulgazione dei marchi che ne evidenzi le differenti caratteristiche.

Il Ministero con la circolare 3635/c del 6 maggio 2010 con allegato modello per inserimento marchio e relative istruzioni) rivolta a Unioncamere e per conoscenza alle principali istituzioni regionali e locali, nonché alle associazioni delle imprese, ha specificato l’obbligo di comunicazione aggiungendo ulteriori dettagli.

Deposito del marchio

Molti marchi sono stati depositati presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, alcuni, per ottenere una tutela a livello continentale, presso l’UAMI (ufficio competente dell’Unione europea). Tra le iniziative di carattere locale, tuttavia, molte non hanno alcuna forma di tutela legale del marchio verso eventuali imitatori, mentre sono previsti meccanismi di controllo interno verso aderenti che non rispettano il disciplinare o il regolamento del marchio stesso.

Imprese aderenti: 

Il numero delle imprese aderenti varia moltissimo, dalle 4-5 imprese di alcuni marchi a carattere locale alle oltre 5.000 del marchio “Ospitalità italiana”, sostenuto dal sistema delle Camere di commercio, che unisce aspetti nazionali e territoriali. Altri marchi di notevole impatto sono stati promossi dalla Regione Toscana (circa 900 tra ristoranti e negozi) e dalla Provincia Autonoma di Bolzano, per la quale però mancano dati specifici relativi al settore dei servizi, trattandosi di un c.d. “marchio ombrello” a valenza generalizzata.

Come inserire un marchio

Chi volesse comunicare l’istituzione di un marchio di qualità relativo ad attività di servizi rientranti nel campo di applicazione della direttiva servizi e del Decreto legislativo 59/2010 può rivolgersi a:

Ministero dello Sviluppo Economico, 
Direzione Generale del Mercato, della concorrenza, dei consumatori, della vigilanza e della normativa Tecnica, Divisione VII

Inserimento del marchio

Elenco Marchi di Qualita'

Elenco marchi di qualita' (Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2018)

Collegati


DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Modello Inserimento del marchio - Istruizioni.pdf)Modello Inserimento del marchio - Istruizioni
 
IT74 kB818
Scarica questo file (Modello Inserimento del marchio.pdf)Modello Inserimento del marchio
 
 32 kB768
Scarica questo file (Circolare n. 3635C del 06.05.2010.pdf)Circolare n. 3635C del 06.05.2010
 
IT21 kB767
Scarica questo file (Servizi di riferimento.pdf)Servizi di riferimento
 
IT437 kB819
Scarica questo file (Elenco Marchi di Qualita'.pdf)Elenco Marchi di Qualita\'
 
IT398 kB857

Tags: Normazione Nuovo approccio

Articoli correlati

Ultimi archiviati Normazione

Norme armonizzate Sicurezza generale dei prodotti Agosto 2022
Ago 16, 2022 55

Decisione di esecuzione (UE) 2022/1401

Decisione di esecuzione (UE) 2022/1401 / Norme armonizzate Sicurezza generale dei prodotti Agosto 2022 Decisione di esecuzione (UE) 2022/1401 della Commissione del 12 agosto 2022 che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2019/1698 per quanto riguarda le norme europee relative a determinati… Leggi tutto
UNI EN ISO 445 2013 Pallet per la movimentazione di merci
Ago 01, 2022 118

UNI EN ISO 445:2013

UNI EN ISO 445:2013 / Pallet per la movimentazione di merci ID 17240 | 01.08.2022 / Preview allegata UNI EN ISO 445:2013Pallet per la movimentazione di merci - Vocabolario La presente norma è la versione ufficiale della norma europea EN ISO 445 (edizione febbraio 2013). La norma definisce i termini… Leggi tutto
Lug 20, 2022 100

UNI EN 13501-2:2016

UNI EN 13501-2:2016 / Classificazione al fuoco prodotti da costruzione (tramite prove di resistenza al fuoco) Classificazione al fuoco dei prodotti e degli elementi da costruzione - Parte 2: Classificazione in base ai risultati delle prove di resistenza al fuoco, esclusi i sistemi di ventilazione… Leggi tutto
Lug 15, 2022 197

UNI ISO 28000:2022 / Sistemi di gestione della sicurezza (security) - Requisiti

UNI ISO 28000:2022 / Sistemi di gestione della sicurezza (security) - Requisiti UNI ISO 28000:2022Sicurezza e resilienza - Sistemi di gestione della sicurezza - Requisiti La norma specifica i requisiti per un sistema di gestione della sicurezza, compresi gli aspetti rilevanti per la catena… Leggi tutto
Lug 15, 2022 140

UNI ISO/TS 22317:2022

UNI ISO/TS 22317:2022 Sicurezza e resilienza - Sistemi di gestione per la continuità operativa - Linee guida per l'analisi di impatto operativo (Business Impact Analysis - BIA) La specifica tecnica fornisce le linee guida per l'attuazione e il mantenimento di un processo formale e documentato di… Leggi tutto

Più letti Normazione