Slide background
Slide background




Etichette ADR

ID 3173 | | Visite: 34432 | Pittogrammi GHS ed Etichette ADRPermalink: https://www.certifico.com/id/3173


Aggiornamento ADR 2017

Etichettatura Colli 5.2.2 (Dim. 100 x 100 mm)

5.2.2.2.1.1
Le etichette devono essere realizzate come indicato in Figura 5.2.2.2.1.1:



Figura 5.2.2.2.1.1

*  Nell'angolo inferiore deve essere indicato il numero della classe o per le Classi 4.1, 4.2, 4.3 il numero “4” o per le Classi 6.1 e 6.2 il numero “6”.
**  Ulteriori testi/numeri/lettere devono (se obbligatori) o possono (se facoltativi) figurare nella metà inferiore.
***  Il simbolo della classe oppure il numero della divisione, per le divisioni 1.4, 1.5 e 1.6 , e la parola “FISSILE”, per il modello No. 7E, deve figurare nella metà superiore

5.2.2.2.1.1.1
Le etichette devono essere riportate su uno sfondo di colore contrastante, oppure devono avere una bordatura tratteggiata o continua.

5.2.2.2.1.1.2
L’etichetta deve avere la forma di un quadrato disposto ad un angolo di 45° (a forma di losanga). Le dimensioni minime devono essere 100 mm x 100 mm, mentre la larghezza minima della linea che forma la losanga deve essere di 2 mm. La linea interna al bordo dell’etichetta deve essere parallela e a una distanza di 5 mm da esso. La linea interna al bordo nella metà superiore dell’etichetta deve avere lo stesso colore del simbolo e la linea interna nella metà inferiore dell’etichetta deve avere lo stesso colore della classe o del numero della divisione nell’angolo inferiore. Laddove le dimensioni non siano specificate, tutte le misure devono essere proporzionate rispetto a quelle mostrate.

5.2.2.2.1.1.3
Se le dimensioni del collo lo richiedono, le etichette possono avere dimensioni ridotte, a condizione che i simboli e gli altri elementi dell’etichetta rimangano ben visibili. La linea interna al bordo deve rimanere ad una distanza di 5 mm dal bordo dell’etichetta. La larghezza minima della linea interna al bordo deve rimanere di 2 mm. Le dimensioni per le bombole devono essere conformi al 5.2.2.2.1.2. 

5.2.2.2.1.2
Le bombole contenenti gas della classe 2 possono, se necessario a causa della loro forma, della loro posizione e del loro sistema di fissaggio per il trasporto, portare etichette simili a quelle prescritte in questa sezione e il marchio di materia pericolosa per l’ambiente se del caso, ma di dimensioni ridotte conformemente alla norma ISO 7225:2005 "Etichette di rischio per bombole di gas" per poter essere apposte sulla parte non cilindrica (ogiva) di queste bombole. Nonostante le disposizioni del 5.2.2.1.6 le etichette e il marchio di materia pericolosa per l’ambiente (vedere 5.2.1.8.3) possono sovrapporsi nella misura prevista dalla noma ISO 7225: 2005. Tuttavia, le etichette relative al pericolo principale e le cifre di tutte le etichette di pericolo devono essere completamente visibili e i simboli convenzionali devono rimanere riconoscibili.

I recipienti a pressione vuoti non ripuliti per gas di Classe 2 possono essere trasportati con etichette obsolete o danneggiate ai fini del riempimento o del controllo, a seconda dei casi, e l’applicazione di una nuova etichetta deve essere conforme alle regolamentazioni in vigore o per lo smaltimento del recipiente a pressione.

Etichettatura Veicoli 5.3.1 (Dim. 250 x 250 mm)

5.3.1.7 Caratteristiche delle etichette

5.3.1.7.1 Salvo per quanto concerne l'etichetta della Classe 7, come indicato al 5.3.1.7.2, e per il marchio di materia pericolosa per l’ambiente, come indicato al 5.3.6.2, un’etichetta deve essere realizzata come illustrato in figura 5.3.1.7.1


Figura 5.3.1.7.1

Etichetta (tranne per la classe 7)

L’etichetta deve avere la forma di un quadrato disposto ad un angolo di 45° (a forma di losanga). Le dimensioni minime devono essere di 250 mm x 250 mm (considerando il bordo dell’etichetta). La linea interna al bordo deve essere parallela e a una distanza di 12,5 mm dal bordo dell’etichetta. Il simbolo e la linea interna al bordo devono avere colori corrispondenti all’etichetta della classe o della divisione della merce pericolosa in questione. Il simbolo o il numero, rispettivamente, della classe o della divisione devono essere posizionati e ridimensionati in proporzione a quelli indicati al 5.2.2.2 per la corrispondente classe o divisione della merce pericolosa in questione. L’etichetta deve riportare il numero della classe o della divisione (e per le merci della Classe 1, la lettera del gruppo di compatibilità) della merce pericolosa in questione secondo le modalità prescritte al 5.2.2.2 per l'etichetta corrispondente, con caratteri alti almeno 25 mm. Laddove le dimensioni non siano specificate, tutte le misure devono essere proporzionate rispetto a quelle mostrate.

5.3.1.7.2 Per la classe 7, l’etichetta deve avere almeno 250 mm di lato, con una linea nera posta a 5 mm dal bordo e parallela ad esso e, per il resto, l’aspetto della figura rappresentata qui di seguito (modello No 7D). La cifra “7” deve avere un’altezza minima di 25 mm. Il fondo della metà superiore dell’etichetta è giallo e quello della metà inferiore è bianco; il trifoglio e il testo sono neri. L’utilizzazione della dicitura “RADIOATTIVO” nella metà inferiore è facoltativa perché questo spazio può essere utilizzato per apporre il numero ONU della spedizione.

Etichetta per i materiali radioattivi della classe 7

 

(No. 7D)

Simbolo (trifoglio): nero;
fondo: metà superiore giallo, con bordo bianco, metà inferiore bianco;

la dicitura “RADIOATTIVO” o al suo posto (vedere 5.3.2.1.2) il numero ONU appropriato  deve figurare nella metà inferiore; cifra “7” nell’angolo inferiore.



Tags: Merci Pericolose Etichette ADR/GHS Abbonati Trasporto ADR

Articoli correlati

Ultimi archiviati Merci Pericolose

Circolare Prot  30048 del 10 aprile 2010
Ago 18, 2021 310

Circolare Prot. 30048 del 10 aprile 2010

Circolare Prot. 30048 del 10 aprile 2010 Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Generale del Trasporto Ferroviario, con la Circolare Ministeriale n. 30048 dello scorso 6 aprile 2010, ha specificato quali sono gli adempimenti per i diversi operatori del trasporto ferroviario,… Leggi tutto
Trasporto merci pericolose ferroria RID   Individuazione anomalie carri cisterna
Ago 18, 2021 178

Trasporto di merci pericolose RID: Anomalie nei carri-cisterna

Trasporto di merci pericolose RID. Individuazione di anomalie nei carri-cisterna Negli ultimi anni, in Europa, si sono verificati alcuni incidenti riguardanti il trasporto ferroviario di merci pericolose. Sebbene la probabilità di sinistri correlati al trasporto ferroviario sia statisticamente… Leggi tutto
Mag 21, 2021 288

Direttiva 2008/54/CE

Direttiva 2008/54/CE Direttiva 2008/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 giugno 2008, recante modifica della direttiva 95/50/CE del Consiglio sull’adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose per quanto riguarda le competenze di… Leggi tutto
Decreto Legislativo 13 gennaio 1999 n  41
Mag 19, 2021 221

Decreto Legislativo 13 gennaio 1999 n. 41

Decreto Legislativo 13 gennaio 1999 n. 41 Attuazione delle direttive 96/49/CE e 96/87/CE relative al trasporto di merci pericolose per ferrovia (GU n.48 del 27.02.1999 - SO n. 42) ... Aggiornamenti all'atto: - Decreto 18 dicembre 2002 (in SO n.32, relativo alla G.U. 28/02/2003, n.49)- Decreto… Leggi tutto

Più letti Merci Pericolose

Set 07, 2017 52532

GHS - Fourth revised edition

in GHS
GHS - Fourth revised edition GHSGlobally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals Il GHS è un regolamento internazionale per la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio di sostanze chimiche che deve essere integrato nel diritto nazionale.Nel quadro della Conferenza… Leggi tutto