Slide background
Slide background




Estintori ADR | Disposizioni e Classificazione fuochi

ID 5026 | | Visite: 21658 | Documenti Riservati Trasporto ADRPermalink: https://www.certifico.com/id/5026

Estintore ADR

Estintori ADR | Disposizioni e Classificazione fuochi

Scheda riepilogativa sulle disposizioni ADR per gli Estintori e loro Classificazione dei fuochi secondo EN 2:2005, per il Documento completo estintori portatili: "Vademecum estintori | Controllo Manutenzione Uso"

ACCORDO ADR
PARTE 8 - PRESCRIZIONI RELATIVE AGLI EQUIPAGGI, ALL'EQUIPAGGIAMENTO, ALL'ESERCIZIO DEI VEICOLI E ALLA DOCUMENTAZIONE

CAPITOLO 8.1 - Prescrizioni generali relative alle unità di trasporto  e al materiale di bordo

8.1.4. Mezzi di estinzione incendio

8.1.4.1.
La tabella qui di seguito indica le disposizioni minime per gli estintori d'incendio portatili adeguati alle classi d'infiammabilità (1) A, B e C, applicabili alle unità di trasporto che trasportano merci pericolose, eccetto quelle indicate nel 8.1.4.2.

(1)
Massa massima ammissibile
per unità di trasporto
(2)
Numero minimo di estintori
(3)
Capacità minima totale
per unità
di trasporto
(4)
Estintore idoneo per combattere
un incendio del motore
o della cabina.
Almeno uno con capacità minima di: 

(5)
Prescrizione relativa all'estintore
(agli estintori) supplementare(i)
- almeno un estintore
ha una capacità minima di: 

 ≤ 3,5 tonnellate  2 4 kg 2 kg 2 kg
 > 3,5 ton. ≤ 7,5 ton.  2 8 kg 2 kg 6 kg
 > 7,5 tonnellate  2 12 kg 2 kg 6 kg
Le capacità si intendono per dispositivi a polvere (o una capacità equivalente per qualsiasi altro agente estinguente idoneo).

8.1.4.2.
Le unità di trasporto che trasportano merci pericolose in conformità alla 1.1.3.6 devono essere munite di un estintore d'incendio portatile adeguato alle classi d'infiammabilità (1) A, B e C, di una capacità minima di 2 kg di polvere (o di capacità corrispondente di un altro accettabile agente estinguente).

8.1.4.3.
Gli estintori d'incendio portatili devono essere adeguati per l'utilizzo a bordo di un veicolo e soddisfare le pertinenti prescrizioni della norma EN 3 Estintori d'incendio portatili, parte 7 (EN 3-7:2004 + A1:2007).
 
Se il veicolo è equipaggiato, per lottare contro l'incendio del motore, di un dispositivo fisso, automatico o facile da azionare, non è necessario che l'estintore portatile sia idoneo alla lotta contro l'incendio del motore. Gli agenti estinguenti contenuti negli estintori di cui è munita un'unità di trasporto devono essere tali da non liberare gas tossici, né nella cabina di guida, né sotto l'influenza del calore di un incendio.

8.1.4.4.
Gli estintori d'incendio portatili conformi alle prescrizioni del 8.1.4.1 o 8.1.4.2 devono essere muniti di una piombatura che permette di verificare che non sono stati usati.
 
Gli estintori d'incendio devono essere oggetto di ispezioni in accordo con le norme nazionali autorizzate, al fine di garantire un funzionamento in tutta sicurezza. Essi devono recare un marchio di conformità ad una norma riconosciuta da un'autorità competente così come un'iscrizione indicante la data (mese, anno) della prossima ispezione o la data limite di validità.

8.1.4.5.
Gli estintori d'incendio devono essere installati a bordo dell'unità di trasporto in modo che questi siano facilmente accessibili per l'equipaggio. La loro installazione deve proteggerli dagli effetti climatici in modo che la loro capacità operativa non sia indebolita. Al momento del trasporto, la data prescritta al 8.1.4.4 non deve essere stata superata.
____________

(1) Per la definizione delle classi d'infiammabilità, fare riferimento alla norma EN 2:1992 + A1:2004 Classi di fuoco.

UNI EN 3-7:2008
Estintori d'incendio portatili
Parte 7: Caratteristiche, requisiti di prestazione e metodi di prova
La presente norma è la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 3-7:2004+A1 (edizione agosto 2007). La norma specifica i requisiti, i metodi di prova e i criteri di prestazione per estintori di incendio portatili.

http://store.uni.com/catalogo/index.php/uni-en-3-7-2008.html

UNI EN 2:2005
Classificazione dei fuochi
La presente norma è la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 2 (edizione ottobre 1992) e dell'aggiornamento A1 (edizione ottobre 2004). La norma definisce le classi di fuoco secondo la natura del combustibile. Di conseguenza essa non definisce una classe particolare per i fuochi in presenza di un rischio dovuto all'elettricità, i diversi tipi di fuoco, in relazione al tipo di combustibile. Questa classificazione è utile in modo particolare nel settore della lotta contro l'incendio mediante estintori.

http://store.uni.com/catalogo/index.php/uni-en-2-2005.html
 
UNI 9994-1:2013
Apparecchiature per estinzione incendi - Estintori di incendio - Parte 1: Controllo iniziale e manutenzione

La norma prescrive i criteri per effettuare il controllo iniziale, la sorveglianza, il controllo periodico, la revisione programmata ed il collaudo degli estintori di incendio, ai fini di garantirne l’efficienza.
La norma si applica alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli estintori d'incendio portatili e carrellati, inclusi gli estintori d'incendio per fuochi di classe D.
La norma non si applica alle attività di installazione degli estintori d’incendio.
 
http://store.uni.com/catalogo/index.php/uni-9994-1-2013.html

...Segue

Certifico Srl - IT | Rev. 00 2019
 
Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Estintori ADR 2019.pdf
Certifico S.r.l. Rev. 0.0 2019
313 kB 231
Allegato riservato Estintori ADR 2017.pdf
Certifico Srl - Rev. 0.0 2017
505 kB 90

Tags: Merci Pericolose Abbonati Trasporto ADR Equipagamenti ADR

Articoli correlati

Ultimi archiviati Merci Pericolose

Mag 12, 2022 94

Decreto 6 giugno 2000

Decreto 6 giugno 2000 Ministero dei trasporti e della navigazione Norme attuative del decreto legislativo 4 febbraio 2000, n. 40, concernente i consulenti alla sicurezza per trasporto di merci pericolose su strada, per ferrovia o per via navigabile. (GU n. 144 del 22.06.2000) ...… Leggi tutto
Mag 12, 2022 308

Circolare 14 novembre 2000 n. A26

Circolare 14 novembre 2000 n. A26 Consulenti alla sicurezza per trasporto di merci pericolose. Decreto ministeriale 6 giugno 2000, n. 82T, e decreto ministeriale 4 luglio 2000, n. 90T, attuativi, del decreto legislativo 4 febbraio 2000, n. 40. Procedure di esame, campo di applicazione, esenzioni,… Leggi tutto
Circolare MIT n  0042495 del 12 05 2014
Mag 11, 2022 113

Circolare MIT n. 0042495 del 12.05.2014

Circolare MIT n. 0042495 del 12.05.2014 Decreto dirigenziale n. 303 del 07 Aprile 2014. Procedure per ii rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo e per ii nulla osta allo sbarco e al reimbarco su altre navi (transhipment) delle merci pericolose._______ SCHEDA SINOTTICA:… Leggi tutto
Mag 11, 2022 107

Decreto 21 marzo 2006

Decreto 21 marzo 2006 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo e per il nulla osta allo sbarco e al reimbarco su altre navi (transhipment) delle merci pericolose. (Decreto n. 278/2006). (GU n.90 del 18.04.2006 - SO n. 98) [box-warning]Abrogazione Decreto 7… Leggi tutto
Mag 11, 2022 106

Decreto 18 novembre 2005

Decreto 18 novembre 2005 Norme integrative per il trasporto di merci pericolose sulle navi mercantili in viaggi nazionali. (Decreto n. 1105/05). (GU n. 285 del 07.12.2005) [box-warning]Abrogazione Decreto 7 Aprile 2014 Procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'imbarco e trasporto marittimo… Leggi tutto

Più letti Merci Pericolose

Set 07, 2017 54416

GHS - Fourth revised edition

in GHS
GHS - Fourth revised edition GHSGlobally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals Il GHS è un regolamento internazionale per la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio di sostanze chimiche che deve essere integrato nel diritto nazionale.Nel quadro della Conferenza… Leggi tutto