Slide background
Slide background




Multimodal Dangerous Goods Form (MDGF)

ID 3472 | | Visite: 21238 | Documenti Riservati Trasporto ADRPermalink: https://www.certifico.com/id/3472

Multimodal Dangerous Goods Form (MDGF)

Modello Esempio di modello per il trasporto multimodale di merci pericolose (ADR 5.4.5)

Esempio di modello che può essere utilizzato ai fini della dichiarazione combinata delle merci pericolose e del certificato di carico in caso di trasporto multimodale di merci pericolose.

Nel caso di spedizioni strada-mare sono applicabili l'Accordo ADR per il trasporto su strada ed il codice IMDG per il trasporto marittimo.

Si noti che le disposizioni dell’IMDG in genere prevalgono su quelle ADR. Infatti alla sezione 1.1.4.2.1 dell’ADR si legge che i colli per i quali è previsto un percorso strada-mare possono essere etichettati, marcati e placcati soltanto secondo l’IMDG.

Vedasi Anche Decreto 31 Dicembre 2011.

ADR 5.4.2 Procedure di spedizione

Certificato di carico del container/veicolo

Se il trasporto di merci pericolose in un container precede un percorso marittimo, deve essere fornito un certificato di carico del container/veicolo conforme alla sezione 5.4.2 del Codice IMDG con il documento di trasporto.

Un unico documento può soddisfare le funzioni del documento di trasporto prescritto al 5.4.1 e del certificato di carico del container/veicolo di cui sopra; in caso contrario, questi documenti devono essere uniti gli uni agli altri. Se un unico documento deve soddisfare il ruolo di questi documenti, è sufficiente, per fare questo, inserire nel documento di trasporto una dichiarazione indicante che il carico del container o del veicolo è stato effettuato conformemente ai regolamenti modali applicabili, con l'identificazione della persona responsabile del certificato di carico del container/veicolo.

NOTA:
Il certificato di carico del container/veicolo non è richiesto per le cisterne mobili, i container-cisterna, e i CGEM Se il trasporto di merci pericolose in un veicolo precede un percorso marittimo, può essere fornito un "certificato di carico del container/veicolo" conforme alla sezione 5.4.2 del Codice IMDG, con il documento di trasporto.

Cosa dice l'IMDG

L'Organizzazione Marittima Internazionale (IMO), l'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) e la Commissione Economica per l'Europa delle Nazioni Unite (ECE-ONU) hanno ugualmente messo a punto delle direttive sulla pratica del caricamento delle merci nel mezzi di trasporto e la formazione corrispondente che sono pubblicate sotto il titolo "Codice di condotta IMO/ILO ECE-ONU sul carico nelle unità di trasporto merci (CTU Code)".


La sezione 5.4.2 del Codice IMDG (Emendamento 38-16) prescrive quanto segue:

IMDG 5.4.2
Certificato di carico di un container o di un veicolo


5.4.2.1
Quando i colli contenenti merci pericolose sono caricati o imballati in un container o veicolo, le persone responsabili del carico del container o del veicolo devono fornire un certificato di 
carico del container o del veicolo, indicante il o i numeri d'identificazione del container o del veicolo e attestante che l'operazione è stata condotta conformemente alle seguenti condizioni:

1. Il container o Il veicolo era pulito e asciutto e apparentemente atto a ricevere le merci;

2. I colli che devono essere separati conformemente alle applicabili disposizioni di separazione non sono stati imballati Insieme su o nel container o nel veicolo [a meno che l'autorità competente interessata abbia dato il suo accordo conformemente al 7.3.4. 1 (del Codice IMDG)];
3. Tutti i colli sono stati esaminati esteriormente per rivelare difetti, e solo i colli/n buono stato sono stati caricati;
4. I fusti sono stati stivati in posizione verticale, salvo altrimenti autorizzato dall'autorità competente, e tutte le merci sono state caricate in modo appropriato e, se del caso, convenientemente stivali con adeguati materiali di protezione, tenuto conto del o del modi di trasporto previsti;
5. Le merci caricate alla rinfusa sono state uniformemente ripartite nel container o nel veicolo;
6. Per le spedizioni comprendenti merci della classe 1, diverse dalla divisione 1. 4, il container o il veicolo è strutturalmente atto all'impiego conformemente al 7. 1.2 (del Codice IMDG);
7. Il container o Il veicolo e i colli sono marcati, etichettati e placcati in modo appropriato;
8. Quando le materie che presentano un rischio di asfissia sono utilizzate allo scopo di refrigerazione o di condizionemento (come il ghiaccio secco (UN 1845) o l'azoto liquido refrigerato (UN 1977) o l'argon liquido refrigerato (UN 1951), il container l veicolo deve essere marcato esternamente conformemente al 5.5. 3. 6 (del Codice IMDG); e
9. Il documento di trasporto per le merci pericolose, prescritto dal 5. 4. 1 (del Codice IMDG) è stato ricevuto per ogni spedizione di merci pericolose caricate nel container o nel veicolo.

NOTA:
Il certificato di carico del container o del veicolo non è richiesto per le cisterne mobili.


5.4.2.2
Un unico documento può riunire le informazioni che devono figurare nel documento di trasporto delle merci pericolose e nel certificato di carico del container o del veicolo; in caso

contrario, questi documenti devono essere uniti gli uni agli altri. Quando le informazioni sono contenute in un documento unico, questo deve contenere una dichiarazione firmata, come
"Si dichiara che l'imballaggio delle merci nel container o nel veicolo è stato effettuato conformemente alle disposizioni applicabili".

L'identità del firmatario e la data devono essere Indicate sul documento. Le firme in fac-simile sono autorizzate quando le leggi e l regolamenti applicabili riconoscano la toro validità giuridica.

5.4.2.3
Quando il certificato di carico di un container o di un veicolo viene presentato al trasportatore mediante tecniche di trasmissione basate sul trattamento elettronico della informazione
(EDP) o lo scambio di dati informatìzzati (EDI) la o le firme possono essere firme elettroniche o possono essere sostituite dal o dai nomi (in maiuscolo) della o delle persone che hanno il
diritto di firmare.

5.4.2.4
Quando il certificato di carico di un container o di un veicolo viene fornito al trasportatore mediante tecniche di EDP o di EDI, e successivamente le merci pericolose vengono trasferite ad
un trasportatore che richiede un certificato di carico del container/veicolo cartaceo, il trasportatore deve garantire che il documento cartaceo riporti l'indicazione: "Originate ricevuto In formato elettronico" e il nominativo del firmatario deve essere visibile in lettere maiuscole.

Lingua: IT, EN, IT/EN
Certifico Srl - 2017

Code of Practice for Packing of Cargo Transport Units (CTU Code)

D.M. del 31 dicembre 2001

https://www2.unece.org/wiki/display/TransportSustainableCTUCode/CTU+Code



Tags: Merci Pericolose Abbonati Trasporto ADR IMDG

Articoli correlati

Ultimi archiviati Merci Pericolose

Gen 01, 2021 163

Direttiva 94/55/CEE

Direttiva 94/55/CEE Direttiva 94/55/CE del Consiglio, del 21 novembre 1994, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose su strada (GU L 319, 12.12.1994) Abrogata da: Direttiva 2008/68/CE Collegati[box-note]Direttiva… Leggi tutto
Gen 01, 2021 193

Legge 12 agosto 1962 n. 1839

Legge 12 agosto 1962 n. 1839 Ratifica ed esecuzione dell'Accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada, con annessi Protocollo ed Allegati, adottato a Ginevra il 30 settembre 1957. (GU n.20 del 23-01-1963 - S.O.)_______ Con legge 12.8.1962 n. 1839 è stata… Leggi tutto
Multilateral Agreement M322
Dic 22, 2020 231

Multilateral Agreement M322

Multilateral Agreement M322 M332 - Low specific activity LSA-III material in accordance with 2.2.7.2.3.1.4 of ADR Under section 1.5.1. of ADR, concerning low specific activity LSA-III material in accordance with 2.2.7.2.3.1.4 of ADR (1) By derogation from the provisions of ADR 2.2.7.2.3.1.4 in… Leggi tutto
Decreto 3 marzo 1997
Dic 17, 2020 180

Decreto 3 marzo 1997

Decreto 3 marzo 1997 Attuazione della direttiva 95/50/CE del Consiglio dell'Unione europea concernente l'adozione di procedure uniformi in materia di controlli su strada di merci pericolose. (GU n.77 del 03-04-1997) Collegati
Direttiva 95/50/CE
Leggi tutto
Dic 16, 2020 190

Direttiva 95/50/CE

Direttiva 95/50/CE Direttiva 95/50/CE del Consiglio, del 6 ottobre 1995, sull'adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose GU n. L 249/35 del 17.10.1995 [box-info]Attuazione Decreto 3 marzo 1997 Attuazione della direttiva 95/50/CE del Consiglio… Leggi tutto

Più letti Merci Pericolose

Set 07, 2017 50741

GHS - Fourth revised edition

in GHS
GHS - Fourth revised edition GHSGlobally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals Il GHS è un regolamento internazionale per la classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio di sostanze chimiche che deve essere integrato nel diritto nazionale.Nel quadro della Conferenza… Leggi tutto