Slide background

IPA negli alimenti: Parere EFSA 2008

ID 13046 | | Visite: 131 | Documenti HACCPPermalink: https://www.certifico.com/id/13046

Il gruppo di esperti scientifici CONTAM dell’EFSA ha adottato un parere in merito agli indicatori atti ad attestare sia la presenza sia la tossicità di idrocarburi policiclici aromatici (IPA) negli alimenti. Gli IPA sono composti chimici che si formano principalmente per combustione incompleta o decomposizione di materia organica indotta da calore . Alcuni di essi sono genotossici e possono provocare il cancro. Un’importante via di è costituita dal consumo di alimenti che possono essere contaminati da IPA presenti nell’ambiente, durante la lavorazione industriale degli alimenti e durante alcune pratiche di cottura domestica. Il gruppo di esperti ha calcolato l’esposizione riferita a medi e a grandi consumatori di IPA con la dieta e in base ai livelli di esposizione generali, concludendo che non vi sono grossi timori per la salute dei consumatori. Il gruppo ha concluso che il benzo[a]pirene, l’unico IPA la cui presenza negli alimenti è attualmente regolamentata, non costituisce un idoneo indicatore[1]della presenza di IPA negli alimenti e ha proposto una somma di 4 od 8 IPA quale indicatore più idoneo per una migliore tutela della salute dei consumatori.

Nel 2002, il precedente Comitato scientifico per la salute umana (SCF) aveva identificato come cancerogeni 15 IPA, suggerendo di usare il benzo[a]pirene come indicatore della presenza e degli effetti degli IPA cancerogeni contenuti negli alimenti. Nel 2005 tali risultanze sono state confermate dal Comitato congiunto di esperti FAO/OMS sugli additivi alimentari (JECFA), che però ha proposto anche di aggiungere il benzo[c]fluorene al gruppo di IPA la cui presenza negli alimenti può costituire motivo di preoccupazione[2].

La Commissione europea ha chiesto al gruppo CONTAM di stabilire se il benzo[a]pirene fosse ancora un indicatore atto ad attestare sia la presenza sia gli effetti cancerogeni degli altri 16 IPA più importanti contenuti negli alimenti e, in caso di risposta negativa, di raccomandare altri indicatori o approcci idonei. Al gruppo CONTAM è stato inoltre chiesto di fornire informazioni sugli alimenti che maggiormente contribuiscono all’esposizione dei consumatori agli IPA e di indicare quali siano gli specifici gruppi dell maggiormente esposti.

Gli IPA sono presenti in vari alimenti, come cereali, oli vegetali, caffè, cibi cotti in casa, solitamente con metodi che comprendono l’affumicatura, il riscaldamento e l’essiccazione, oppure nei prodotti ittici di acque inquinate. La cottura casalinga, ad esempio alla griglia, la cottura arrosto e l’affumicatura, in particolare i cibi cotti sul barbecue a carbonella, può causare concentrazioni elevate di IPA. Per i fumatori può entrare in causa anche il contributo del fumo.

Il gruppo CONTAM ha valutato i dati della relazione dell’EFSA sulle risultanze della raccolta dati dell’EFSA sugli IPA negli alimenti. In base ai dati raccolti negli Stati membri, il gruppo scientifico dell’EFSA ha concluso che il benzo[a]pirene era presente in circa il 50% di tutti i campioni analizzati, mentre un altro IPA, il crisene, era presente nel 60% dei campioni. Il gruppo ha osservato che nel 30% circa di tutti i campioni risultati negativi per il benzo[a]pirene sono stati rilevati altri IPA cancerogeni.

Il gruppo CONTAM ha valutato la possibile di altri IPA, oltre al benzo[a]pirene, quali indicatori degli IPA cancerogeni. Secondo il gruppo CONTAM, una somma di 4 od 8 IPA costituirebbe un indicatore migliore sia della presenza sia della tossicità dei IPA genotossici e cancerogeni rispetto al benzo[a]pirene o ai soli IPA 2. Tuttavia, sebbene gli IPA 8 possano coprire l’80% della quantità corrispondente ai 15 IPA prioritari, il monitoraggio delle quantità degli IPA 8 non offrirebbe un valore aggiunto significativo rispetto agli IPA 4, dato che normalmente, quando vengono rilevati gli IPA 4, sono quasi sempre presenti anche gli IPA 8. Inoltre i 4 IPA in più degli IPA 8 (rispetto agli IPA 4) non sono molto importanti giacché non sono così comuni negli alimenti.

Il gruppo CONTAM ha osservato che, nelle pratiche di cottura domestica, come il barbecue, l’esposizione agli IPA contenuti negli alimenti potrebbe essere ridotta evitando il gocciolamento del grasso sulla fiamma. Il gruppo CONTAM ha raccomandato di raccogliere ulteriori dati sulla presenza e la del benzo[c]fluorene, che è stato trovato in alcuni campioni alimentari ma che non è stato possibile includere nella valutazione sull’esposizione dato che i risultati disponibili non erano sufficienti. Infine, il gruppo CONTAM ha raccomandato di raccogliere dati tossicologici sui singoli IPA.

[1] Per “indicatore” di IPA si intende fondamentalmente uno o più composti chimici (IPA) che vengono ricercati all’interno degli alimenti per poi, su tale base, stimare l’esposizione agli IPA cancerogeni.

[2] Esistono varie centinaia di IPA, di cui 16 sono stati indicati dall’SCF e dal JECFA come IPA a carattere prioritario: benzo[a]antracene, benzo[b]fluorantene, benzo[j]fluorantene, benzo[k]fluorantene, benzo[ghi]perilene, benzo[a]pirene, crisene, ciclopenta[cd]pirene, dibenz[a,h]antracene, dibenzo[a,e]pirene, dibenzo[a,h]pirene, dibenzo[a,i]pirene, dibenzo[a,l]pirene, indeno[1,2,3-cd]pirene, 5-metilcrisene e benzo[c]fluorene.



Tags: Chemicals Abbonati Chemicals HACCP EFSA

Articoli correlati

Ultimi archiviati HACCP

Mag 04, 2021 43

Regolamento (UE) 2015/2283

Regolamento (UE) 2015/2283 Regolamento (UE) 2015/2283 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativo ai nuovi alimenti e che modifica il regolamento (UE) n. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio e abroga il regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del… Leggi tutto
Mag 04, 2021 48

Regolamento (CE) n. 1331/2008

Regolamento (CE) n. 1331/2008 Regolamento (CE) n. 1331/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, che istituisce una procedura uniforme di autorizzazione per gli additivi, gli enzimi e gli aromi alimentari. (GU L 354 del 31.12.2008) In allegato: - Testo nativo- Testo… Leggi tutto
Mag 03, 2021 26

Regolamento (UE) 1282/2011

Regolamento (UE) 1282/2011 Regolamento (UE) n. 1282/2011 della Commissione del 28 novembre 2011 che modifica e corregge il regolamento (UE) n. 10/2011 della Commissione riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. (GU L 328 del… Leggi tutto
Mag 03, 2021 28

Regolamento (UE) 1183/2012

Regolamento (UE) 1183/2012 Regolamento (UE) n. 1183/2012 della Commissione del 30 novembre 2012 che modifica e corregge il regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. (GU L 338 del 12.12.2012)… Leggi tutto
Mag 03, 2021 30

Regolamento (UE) 865/2014

Regolamento (UE) 865/2014 Regolamento (UE) n. 865/2014 della Commissione dell'8 agosto 2014 che corregge la versione spagnola del regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. (GU L 238 del 9.8.2014)… Leggi tutto
Mag 03, 2021 27

Regolamento di esecuzione (UE) 321/2011

Regolamento di esecuzione (UE) 321/2011 Regolamento di esecuzione (UE) n. 321/2011 della Commissione del 1 aprile 2011 che modifica il regolamento (UE) n. 10/2011 per quanto riguarda le restrizioni d'uso del bisfenolo A nei biberon di plastica. (GU L 87 del 2.4.2011) Collegati[box-note]Regolamento… Leggi tutto
Mag 03, 2021 26

Regolamento (UE) 202/2014

Regolamento (UE) 202/2014 Regolamento (UE) N. 202/2014 della Commissione del 3 marzo 2014 che modifica il regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari.(GU L 62 del… Leggi tutto
Mag 03, 2021 30

Regolamento (UE) 2015/174

Regolamento (UE) 2015/174 Regolamento (UE) 2015/174 della Commissione, del 5 febbraio 2015 , che modifica e rettifica il regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. (GU L 30 del 6.2.2015)… Leggi tutto
Mag 03, 2021 58

Regolamento (UE) 2019/988

Regolamento (UE) 2019/988 Regolamento (UE) 2019/988 della Commissione, del 17 giugno 2019, che rettifica la versione in lingua francese del regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari (GU L 160 del… Leggi tutto
Mag 03, 2021 36

Regolamento (UE) 2019/1338

Regolamento (UE) 2019/1338 Regolamento (UE) 2019/1338 della Commissione, dell'8 agosto 2019, che modifica il regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. (GU L 209 del 9.8.2019)… Leggi tutto

Più letti HACCP

Regolamento  CE  n  178 2002
Mag 04, 2021 44510

Regolamento (CE) N. 178/2002

Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza… Leggi tutto
Regolamento  CE  852 2004
Feb 08, 2021 34326

Regolamento (CE) N. 852/2004

Regolamento (CE) N. 852/2004 ID 4288 | News aggiornata 08.02.2021 Regolamento (CE) N. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 sull'igiene dei prodotti alimentari GU L 139/1 del 30.4.2004 Testo consolidato 2009Modificato da: - Regolamento (CE) n. 1019/2008 della… Leggi tutto
Apr 26, 2021 30805

Regolamento (CE) n. 2023/2006 (Regolamento GMP)

Regolamento (CE) n. 2023/2006 Regolamento (CE) N. 2023/2006 della Commissione del 22 dicembre 2006 sulle buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari (Regolamento GMP - Good Manufacturing Practices) ... Il presente regolamento… Leggi tutto
Regolamento  CE  852 2004
Mar 06, 2019 27289

Regolamento (CE) 852/2004

Regolamento (CE) 852/2004 Regolamento (CE) n. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 sull'igiene dei prodotti alimentariGU L 139/1 del 30.4.2004 Testo consolidato 2009Modificato da: Regolamento (CE) n. 1019/2008 della Commissione del 17 ottobre 2008 (GU L 277 7… Leggi tutto