Slide background
Slide background
Slide background
Slide background




Decreto Legislativo n. 183 del 15 novembre 2017

ID 5271 | | Visite: 23247 | Legislazione inquinamentoPermalink: https://www.certifico.com/id/5271

Decreto legislativo 183 2017

Decreto Legislativo 15 novembre 2017 n. 183 / Medium Combustion Plants Directive (MCPD) 

ID 5271 | Update news 24.08.2023 / In allegato

Decreto Legislativo 15 novembre 2017 n. 183
Attuazione della direttiva (UE) 2015/2193 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativa alla limitazione delle emissioni nell'atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi, nonche' per il riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni nell'atmosfera, ai sensi dell'articolo 17 della legge 12 agosto 2016, n. 170 (Legge delegazione europea 2015).

(GU n.293 del 16.12.2017)

Entrata in vigore del provvedimento: 19/12/2017

Aggiornamento 13.08.2020

D.Lgs. 30 luglio 2020 n. 102

Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 15 novembre 2017, n. 183, di attuazione della Direttiva (UE) 2015/2193 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativa alla limitazione delle emissioni nell'atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi, nonche' per il riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni nell'atmosfera, ai sensi dell'articolo 17 della legge 12 agosto 2016, n. 170. (GU n.202 del 13.08.2020)

Modifiche al D.Lgs. 152/2006 - TUA limitazione emissioni impianti di combustione medi e riordino quadro normativo emissioni

Art. 1.
Modifiche al Titolo I della Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni.

Art. 2
Modifiche ai Titoli II e III della Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni.

Art. 3
Modifiche all'allegato I, Parti I, III e IV, alla Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni.

Art. 4 
Modifiche agli allegati IV, V, VI e IX alla Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni.

Art. 5 Norme finali
1. Le disposizioni del presente decreto entrano in vigore il 19 dicembre 2017.

Art. 6
Clausola di invarianza finanziaria 

________

Allegato I Parte I dell’allegato I alla Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

Allegato II Paragrafi 1, 2 e 3 della Parte III dell’allegato I alla Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

Allegato III Parte IV-bis dell’allegato I alla Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

Allegato IV Appendice 4-bis dell’allegato VI alla Parte Quinta del decreto legislativo n. 152/2006

Allegato V Parte III dell’allegato IX alla Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

Allegato VI "Allegato V alla Parte Quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

...

Il Decreto Legislativo é stato emanato in attuazione della delega prevista all’articolo 17 della legge 12 agosto 2016, n. 170, (Legge di delegazione europea 2015), che, in combinato disposto con l’articolo 1, delega il Governo, sulla base di appositi criteri, al fine di adottare disposizioni per l’attuazione della direttiva (UE) 2015/2193, nonché per realizzare un riordino generale del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera.

Detto articolo 17 ha, infatti, come finalità non solo il recepimento della direttiva 2015/2193/UE sui medi impianti di combustione (impianti di potenza termica inferiore a 50 MW), ma anche un complessivo riordino della disciplina nazionale degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera, contenuti nella Parte Quinta del decreto Legislativo 3 aprile 2006, a. 152, e successive modificazioni.

La Parte Quinta del decreto legislativo 152/2006 rappresenta la norma quadro vigente in materia di stabilimenti che producono emissioni in atmosfera e, pertanto, si riferisce anche agli impianti di combustione di potenza termica inferiore a 50 MW (medi impianti di combustione).

In particolare, il Titolo I della Parte Quinta ha ad oggetto gli stabilimenti ad uso produttivo, il Titolo II gli impianti termici civili ed il Titolo III i combustibili utilizzati in tali impianti. Tali norme si applicano, in primo luogo, agli impianti ed alle attività di stabilimenti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, ambito fino ad oggi non coperto dalla legislazione europea (fatte salve particolari fattispecie, come gli stabilimenti con emissioni di COV). Per gli stabilimenti più importanti, soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, la Parte Quinta del decreto legislativo 152/2006 si applica, invece, come “norma di settore”, rappresentativa del livello minimo e inderogabile di tutela. Gli stabilimenti disciplinati alla Parte Quinta del decreto legislativo 152/2006 sono soggetti, sul piano autorizzativo, all’autorizzazione unica ambientale ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 13 marzo 2013, n. 59, e, nei casi in cui tale decreto non trovi applicazione, all’autorizzazione alle emissioni in atmosfera (in forma ordinaria o in forma generale). Per gli impianti termici civili trova applicazione, invece, una forma autorizzativa semplificata, attraverso una dichiarazione effettuata al momento dell’installazione.

Con l’eccezione delle installazioni soggette ad autorizzazione integrata ambientale e di particolari stabilimenti (come gli stabilimenti con emissioni di COV), gli impianti e le attività che producono emissioni in atmosfera non sono stati, fino ad oggi, oggetto di disciplina a livello europeo. Per tale motivo la materia dei medi impianti di combustione risulta disciplinata in modo eterogeneo dai diversi Stati membri: a differenza dell’Italia, in cui una completa disciplina delle emissioni per gli impianti di combustione ad uso industriale è state introdotta dal citato decreto 203/88, alcuni Paesi europei non hanno previsto, fino ad oggi, un puntuale sistema di autorizzazioni e valori limite di emissione per i medi impianti di combustione.

Decreto integrato nel TUA | Testo Unico Ambiente

TUA | Testo Unico Ambiente Consolidato

Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale

Il TUA Testo Unico Ambiente Consolidato 2018 tiene conto delle modifiche e rettifiche dal 2006 al 2022.

Disponibile, il TUA - Testo Unico Ambiente, direttamente dal nostro sito, in formato PDF, riservato Abbonati Ambiente o acquisto singolo in Store.

Download TUA | Testo Unico Ambiente

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Decreto Legislativo 15 novembre 2017 n. 183.pdf)Decreto Legislativo 15 novembre 2017 n. 183
 
IT2797 kB3585

Tags: Ambiente Emissioni Testo Unico Ambientale

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Sostenibilit  di processi di bonifica di acque di falda
Feb 13, 2024 103

Sostenibilità di processi di bonifica di acque di falda

Salute e sicurezza nelle biotecnologie industriali. Sostenibilità di processi di bonifica di acque di falda ID 21355 | 13.02.2024 La richiesta di una gestione sostenibile delle bonifiche, secondo la quale le esigenze di risanamento ambientale e di sicurezza igienico-sanitaria siano affrontate… Leggi tutto
Feb 13, 2024 79

Decisione di esecuzione (UE) 2018/896

Decisione di esecuzione (UE) 2018/896 Decisione di esecuzione (UE) 2018/896 della Commissione, del 19 giugno 2018, che stabilisce la metodologia di calcolo dell'utilizzo annuale di borse di plastica in materiale leggero e che modifica la decisione 2005/270/CE. (GU L 160 del 25.6.2018)… Leggi tutto
Feb 09, 2024 60

Decreto 23 novembre 2001

Decreto 23 novembre 2001 ID 21339 | 09.02.2024 Decreto 23 novembre 2001 Modifiche dell'allegato 2 del decreto ministeriale 29 novembre 2000 - Criteri per la predisposizione, da parte delle societa' e degli enti gestori dei servizi pubblici di trasporto o delle relative infrastrutture, dei piani… Leggi tutto

Più letti Ambiente