Slide background
Slide background
Slide background




Imprese energivore: Elenchi / Note 2022

ID 15400 | | Visite: 22695 | Documenti Riservati AmbientePermalink: https://www.certifico.com/id/15400

Imprese energivore   Elenchi e Note

Imprese energivore (a forte consumo di energia elettrica) - Elenchi / Note 2022

ID 15400 | Rev. 1.0 del 11.04.2022 / Documento completo allegato ed Elenchi 2021/2022

Il Documento allegato illustra la normativa delle imprese a forte consumo di energia elettrica, cosiddette "Imprese energivore" e la procedura per la dichiarazioni per l’ottenimento dello sgravio in bolletta secondo il D.M. 21 dicembre 2017  "Disposizioni in materia di riduzioni delle tariffe a copertura degli oneri generali di sistema per imprese energivore", che ha riformato il precedente Decreto 5 aprile 2013.

A. Disponibili Elenchi imprese energivore 2021/2022.

B. Riportati gli obblighi principali previsti dal Decreto Legislativo 4 luglio 2014 n. 102

Elenco imprese energivore

A. Elenchi

In data 18/12/2021, CSEA – Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali ha pubblicato l’elenco aggiornato delle imprese a forte consumo di energia elettrica, per le pratiche (Ante Riforma D.M. 5 aprile 2013) relative al periodo 2013- 2017, nonchè l’aggiornamento dell’elenco delle imprese a forte consumo di energia (Post Riforma D.M. 21 dicembre 2017) trasmesso al SII – Anno 2018 – 2022 con indicazione della classe di appartenenza VAL.x FAT.x. 

Sono oltre 3000 le Imprese energivore in Italia che hanno presentato pratiche nel 2021.

Dichiarazioni 2022

Il Portale (CSEA) è stato aperto dal giorno 5 novembre 2021 fino alle ore 23:59 del 6 dicembre 2021 per la raccolta delle dichiarazioni relative all’2022, per l’ottenimento dello sgravio in bolletta.

Il Portale è stato aperto in sessione suppletiva dal 28 febbraio 2022 al 30 marzo 2022

Elenchi
PDF XLS Data
6° Elenco 2022 PDF 6° Elenco 2022 XLS
18.05.2022
5° Elenco 2022 PDF
5° Elenco 2022 XLS
18.04.2022
4° Elenco 2022 PDF 4° Elenco 2022 XLS 18.03.2022
1° Elenco 2022 PDF 1° Elenco 2022 XLS 18.12.2021
13° Elenco 2021 PDF (ultimo 2021) 13° Elenco 2021 XLX (ultimo 2021) 18.12.2021

________

Il DM 21 dicembre 2017 ha ridefinito i livelli di contribuzione agli oneri generali di sistema da applicare alle imprese a forte consumo di energia elettrica a decorrere dal 1° gennaio 2018 (precedente D.M. 5 aprile 2013).

Dal 1° gennaio 2018 vengono classificate a forte consumo di energia le imprese che:

- abbiano un consumo di energia elettrica pari almeno ad 1 GWh/anno (1.000.000KWh/anno considerando anche l’autoconsumo da impianti di produzione da fonti rinnovabili) nel periodo di riferimento, intendendo per ciascun anno di competenza N il triennio che va da N-4 a N-2 (DM 21 dicembre 2017, art. 3), (per la dichiarazione 2022 il triennio di riferimento sarebbe stato 2018-2019-2020, con Delibera 479/2021/R/EEL è stato però esclusa l’annualità 2020 a seguito delle conseguenze economiche, finanziare e di consumo che la pandemia di Covid-19 ha fatto registrare nell’anno 2020)

e che rispettano uno dei seguenti requisiti:

a) operano nei settori dell’Allegato 3 alle Linee guida CE (Comunicazione (2014/C 200/01) (DM 21 dicembre 2017 art. 3);
b) operano nei settori dell’Allegato 5 alle Linee guida CE (Comunicazione (2014/C 200/01) e sono caratterizzate da un indice di intensità elettrica su VAL non inferiore al 20% (DM 21 dicembre 2017 art. 3);
c) non rientrano fra quelle di cui ai punti a) e b), ma sono ricomprese negli elenchi delle imprese a forte consumo di energia redatti per gli anni 2013 o 2014 dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA) (DM 21 dicembre 2017 art. 3);

e che:

- non accedono alle agevolazioni di cui al presente decreto le imprese in difficoltà ai sensi della Comunicazione della Commissione (2014/C 249/01) concernente “Orientamenti sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese non finanziarie in difficoltà” (DM 21 dicembre 2017 art. 3).
________

La percentuale di sgravio cambia in base alla classe energetica VAL o FAT:

CLASSE VAL (aziende energivore con un indice di intensità elettrica rispetto al VAL≥ 20%) ha diritto a un livello di contribuzione agli oneri ASOS come da tabella seguente:

Classe di intensità elettrica rispetto al VAL

Livello di contribuzione alla tariffa ASOS

20% ≤iVAL <30% 2,5% VAL
30% ≤iVAL <40% 1,5% VAL
40% ≤iVAL <50% 1% VAL
iVAL ≥50% 0,5% VAL

Alle imprese che si possono avvalere della “clausola VAL” si applica un contributo ai costi delle rinnovabili proporzionale rispetto al proprio risultato aziendale.

CLASSE FAT (imprese energivore considerate eleggibili alle agevolazioni e con un indice di intensità elettrica rispetto al VAL minore al 20%) ricevono una contribuzione in funzione dell’intensità elettrica su fatturato, come riportato nella tabella seguente:

Classe di intensità elettrica rispetto al VAL

Livello di contribuzione alla tariffa ASOS

iFAT <2% 100%
2% ≤iFAT <10% 55%
10% ≤iFAT <15% 40%
iFAT ≥15% 25%

Anche per queste imprese il contributo è proporzionale rispetto al fatturato.
________

Le imprese energivore che presentano questi requisiti accedono, come detto, alle agevolazioni del DM 21 dicembre 2017.
...

B. Obblighi imprese energivore

Diagnosi Energetica e Attuazione interventi della DE o SG ISO 50001

Le imprese energivore (che ricadono nel campo di applicazione del DM 21 dicembre 2017) hanno l’obbligo di effettuare la Diagnosi Energetica ogni quattro anni (la prima entro il 5 Dicembre 2015, la seconda entro il 5 Dicembre 2019, la prossima entro il 5 Dicembre 2024).

Inoltre devono dare attuazione:

- ad almeno uno degli interventi di efficienza individuati dalle diagnosi stesse, o,
- ad adottare sistemi di gestione conformi alle norme ISO 50001,

nell'intervallo di tempo che intercorre tra una diagnosi e la successiva, dandone opportuna comunicazione nella diagnosi successiva l'attuazione dell'intervento stesso.

Imprese energivore   Elenchi e Note   Diagnosi energetica

Fig. 1 - Obbligo Diagnosi Energetica (DE) Imprese energivore

Il Decreto Legislativo 4 luglio 2014 n. 102 (GU n.165 del 18.07.2014) ha, infatti, introdotto l’obbligo di redigere una diagnosi energetica ogni quattro anni per le imprese a forte consumo di energia (energivore) e per le grandi imprese come definite all’art. 2.

Definizione di grande impresa

Decreto Legislativo 4 luglio 2014 n. 102

Art. 2 Definizioni

(v) grande impresa: ogni entita', a prescindere dalla forma giuridica, che eserciti un'attivita' economica con piu' di 250 occupati e con un fatturato annuo che superi i 50 milioni di euro, oppure il cui totale di bilancio annuo superi i 43 milioni di euro, i cui effettivi e soglie finanziarie sono calcolabili secondo i criteri e i principi stabiliti dalla raccomandazione 2003/362/CE della Commissione europea del 6 maggio 2003.

L'obbligo di effettuare una diagnosi energetica presso i propri siti è scattato il 5 dicembre 2015, da ripetere ogni quattro anni.

Prima scadenza: 5 dicembre 2015 / Scaduto

Seconda scadenza: 5 dicembre 2019 / Scaduto

Terza scadenza: 5 dicembre 2024 / Prossimo

Ogni 4 anni (salvo altre comunicazioni)

La diagnosi energetica deve essere inviata ad ENEA, a cui il Decreto Legislativo 4 luglio 2014 n. 102 affida il compito di istituire, gestire e curare una banca dati alla quale dovranno essere inviati rapporti di diagnosi.

Inoltre, il Decreto Legislativo 14 luglio 2020 n. 73 (GU n.175 del 14.07.2020), che ha modificato il Decreto Legislativo 4 luglio 2014 n. 102, ha introdotto l’obbligo per tutte le imprese energivore, di attuare almeno uno degli interventi di efficienza energetica individuati nella diagnosi energetica nel periodo che intercorre tra una diagnosi energetica e l’altra.

In alternativa a tali obblighi, le imprese energivore possono scegliere di implementare e adottare un sistema di gestione dell’energia conforme alle norme ISO 50001.

Decreto Legislativo 4 luglio 2014 n. 102

Art. 8 Diagnosi energetiche e sistemi di gestione dell'energia

1. Le grandi imprese eseguono una diagnosi energetica, condotta da societa' di servizi energetici o esperti in gestione dell'energia, nei siti produttivi localizzati sul territorio nazionale, entro il 5 dicembre 2015 e, successivamente, ogni quattro anni, in conformita' ai dettati di cui all'allegato 2.

Tale obbligo di periodicita' non si applica alle grandi imprese che hanno adottato sistemi di gestione conformi alla norma ISO 50001, a condizione che il sistema di gestione in questione includa una diagnosi energetica in conformita' ai dettati di cui all'allegato  2. I risultati di tali diagnosi sono comunicati all'ENEA che ne cura la conservazione.

1-bis. Le diagnosi energetiche non includono clausole che impediscono il trasferimento dei risultati della diagnosi stessa a un fornitore di servizi energetici qualificato o accreditato, a condizione che il cliente non si opponga.

2. Decorsi 24 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, le diagnosi di cui al comma 1 sono eseguite da soggetti certificati da organismi accreditati ai sensi del regolamento comunitario n. 765 del 2008 o firmatari degli accordi internazionali di mutuo riconoscimento, in base alle norme UNI CEI 11352 e UNI CEI 11339.

2-bis. L'accesso dei partecipanti al mercato che offre i servizi energetici e' basato su criteri trasparenti e non discriminatori.

3. Le imprese a forte consumo di energia che ricadono nel campo di applicazione del decreto del Ministro dello sviluppo economico 21 dicembre 2017 (energivore), recante disposizioni in materia di riduzione delle tariffe a copertura degli oneri generali di sistema per imprese energivore, sono tenute, ad eseguire le diagnosi di cui al comma 1, con le medesime scadenze, indipendentemente dalla loro dimensione e a dare attuazione ad almeno uno degli interventi di efficienza individuati dalle diagnosi stesse o, in alternativa, ad adottare sistemi di gestione conformi alle norme ISO 50001, nell'intervallo di tempo che intercorre tra una diagnosi e la successiva, dandone opportuna comunicazione nella diagnosi successiva l'attuazione dell'intervento stesso.

Altre informazioni

FAQ Imprese energivore (Decreto 21 dicembre 2017)
Decreto MITE 27 ottobre 2021
Delibera 02 novembre 2021 479/2021/R/eel
Delibera 21 maggio 2019 192 2019/R/eel
Delibera 17 maggio 2018 285/2018/R/eel
Delibera 28 dicembre 2017 921/2017/R/eel
Delibera 28 giugno 2017 481/2017/R/eel
Decreto MISE del 21 Dicembre 2017
Decisione CE n. 3406 del 23/05/2017
Comunicazione (2014/C 200/01)
Decisione CE n. 3406 del 23/05/2017
Legge 20 novembre 2017 n. 167
Decreto 5 aprile 2013
...

segue in allegato

Certifico Srl - IT | Rev. 1.0 2022
©Copia autorizzata Abbonati 

Matrice Revisioni

Rev. Data Oggetto Autore
1.0 11.04.2022 4° Elenco 2022 PDF
4° Elenco 2022 XLS
Certifico Srl
0.0 08.01.2022 --- Certifico Srl

 

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Elenco imprese energivore - Note Rev. 1.0 2022.pdf
Certifico Srl - Rev. 1.0 2022
220 kB 9
Allegato riservato Imprese energivore - Elenchi - Note Rev. 00 2022.pdf
Certifico Srl - Rev. 0.0 2022
217 kB 86

Tags: Ambiente Abbonati Ambiente Impianti energy

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Giu 26, 2022 14

Decreto 28 aprile 1998 n. 406

Decreto 28 aprile 1998 n. 406 Regolamento recante norme di attuazione di direttive dell'Unione europea, avente ad oggetto la disciplina dell'Albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti. (GU n.276 del 25.11.1998) Entrata in vigore della legge: 10.12.1998… Leggi tutto
Linee guida SNPA 42 2022
Giu 20, 2022 64

Linee Guida applicazione metodica valutazione dell’eutrofizzazione nelle acque di transizione

Linee Guida per l’applicazione della metodica per la valutazione dell’eutrofizzazione nelle acque di transizione ID 16895 | 20.06.2022 / In allegato Linee guida Linee Guida SNPA n. 42/2022 La presente Linea Guida fornisce gli elementi tecnici per l’applicazione della metodologia per la valutazione… Leggi tutto
Rapporto ISTISAN 22 13
Giu 20, 2022 46

Profilo di salute di una comunità interessata da contaminazione industriale

Profilo di salute di una comunità interessata da contaminazione industriale Rapporto ISTISAN 22/13 - Il caso di Porto Torres: valutazioni ambiente-salute, epidemiologia e comunicazione. Lo studio descrittivo del profilo di salute dei residenti nel Comune di Porto Torres è stato effettuato… Leggi tutto
Trattamento e stoccaggio di rifiuti e materie prime secondarie
Giu 20, 2022 84

Trattamento e stoccaggio di rifiuti e materie prime secondarie

Trattamento e stoccaggio di rifiuti e materie prime secondarie Linea Guida CFPA-E numero 32:2014 F Queste specifiche si applicano agli impianti nei quali prodotti di rifiuto combustibili e rifiuti misti sono selezionati, processati ed immagazzinati. Si applicano anche agli impianti per il… Leggi tutto
Giu 15, 2022 60

Regolamento (CEE) n. 1836/93

Regolamento (CEE) n. 1836/93 Regolamento (CEE) n. 1836/93 del Consiglio, del 29 giugno 1993, sull'adesione volontaria delle imprese del settore industriale a un sistema comunitario di ecogestione e audit (GU L 168 del 10.7.1993) [box-warning]Abrogazione Regolamento (CE) n. 761/2001 del Parlamento… Leggi tutto

Più letti Ambiente