Slide background
Slide background
Slide background




MISE Obiettivi di efficienza energetica al 2020

ID 6214 | | Visite: 1329 | News ambientePermalink: https://www.certifico.com/id/6214

Temi: Ambiente , Energy

Obiettivi di efficienza energetica al 2020

Obiettivi di efficienza energetica al 2020

MISE, 28 Maggio 2018

Gli obiettivi di efficienza energetica dell'Italia al 2020 sono definiti nel Piano nazionale per l’efficienza energetica del 2017 (PAEE).

Il Paese si propone di conseguire al 2020 un consumo annuo in termini di energia primaria pari a 158 Mtep e in energia finale pari a 124 Mtep. A questo target si affianca una riduzione dei consumi di energia finale obbligatoria, da conseguire per mezzo di politiche attive (strumenti di promozione), prevista dalla direttiva europea sull'efficienza energetica, la cosiddetta EED (2012/27/UE, articolo 7).

L’Italia si è infatti impegnata a conseguire un volume di risparmi cumulati pari a 25,5 Mtep di energia finale nel periodo 2014-2020. L’Italia, inoltre, è impegnata nella riqualificazione degli edifici della pubblica amministrazione centrale ad un tasso del 3% annuo della superficie occupata, coerentemente con le previsioni della direttiva EED (articolo 5).

Il livello di conseguimento dei target al 31 dicembre 2017 è riportato nella relazione annuale (pdf) che il Ministero ha inviato lo scorso 30 aprile alla Commissione europea.

La domanda di energia primaria nel 2016 si è ridotta dello 0,8% rispetto al 2015 con un consumo pari a 148,4 Mtep, confermando l’andamento decrescente degli ultimi anni con l’eccezione dell’anno 2015. I consumi finali di energia (esclusi gli usi non energetici) nel 2016 sono stati pari a 115,9 Mtep, in lieve diminuzione (-0,3%) rispetto al 2015, principalmente dovuta ai cali nel settore trasporti, -1,1%, e nel settore residenziale, -1,0%. Con l’attuale trend è possibile stimare un consumo di energia finale al 2020 al di sotto del target fissato a 124 Mtep (-1,2%).

In merito al target di risparmio obbligatorio (articolo 7 della EED), nel periodo 2014-2017 le misure di policy già notificate alla Commissione europea (pdf) hanno prodotto risparmi di energia finale cumulati per circa 7,5 Mtep, pari a circa il 30% del target al 2020. L’attività di monitoraggio in corso con Enea sta rilevando anche i risparmi di energia derivanti dalle altre iniziative messe in campo a livello regionale e locale. Considerato che si tratta di risparmio cumulato, si stima necessario mantenere almeno l’attuale trend di risparmi per raggiungere l’obiettivo dei 25,5 Mtep al 2020.

Per quanto riguarda gli edifici della pubblica amministrazione centrale, la relazione riporta la percentuale annua della superficie oggetto di interventi riqualificazione energetica, positivamente al di sopra dell’obbligo del 3%.).

....

Relazione annuale sull’efficienza energetica

Risultati conseguiti e obiettivi al 2020 - aprile 2018

La presente relazione, redatta ai sensi dell’articolo 24, paragrafo 1 della Direttiva 2012/27/UE, a seguito di un sintetico richiamo agli obiettivi di efficienza energetica al 2020 fissati dall’Italia, illustra i risultati conseguiti nel periodo 2014-2017 in forza delle misure obbligatorie di efficienza energetica previste agli articoli 5 e 7 della EED. La relazione descrive, inoltre, le principali misure attivate e in cantiere per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica. Il documento riporta, infine, il report annuale compilato secondo il template predisposto dalla Commissione Europea (Appendice A).

Indice
1 Quadro riassuntivo dei principali indicatori
2 Obiettivi nazionali di efficienza energetica al 2020
3 Consumi energetici e risparmi
3.1 Domanda e impieghi di energia
3.2 Intensità energetica
3.3 Risparmi energetici conseguiti per l’adempimento alle prescrizioni previste dagli articoli 5 e 7della Direttiva
4 Misure per la promozione dell’efficienza energetica
4.1 La Strategia Energetica Nazionale 2017
4.2 Certificati Bianchi
4.3 Detrazioni fiscali
4.4 Conto Termico
4.5 Fondo nazionale per l’efficienza energetica
4.6 Piano Nazionale Impresa 4.0
4.7 Programma di riqualificazione energetica della Pubblica Amministrazione centrale (PREPAC)
Appendice A – Guiding template

La relazione è stata elaborata dall’ENEA ed approvata dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi dell’articolo 17, comma 2, del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102 di recepimento della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

Fonte: Mise

Collegati:

Pin It

Tags: Ambiente Energy

Ultimi archiviati Ambiente

Decisione 2019 2135
Dic 13, 2019 22

Decisione (UE) 2019/2135

Decisione (UE) 2019/2135 | Minamata eliminazione progressiva amalgama dentale Decisione (UE) 2019/2135 del Consiglio del 21 novembre 2019 relativa alla posizione da adottare, a nome dell’Unione europea, alla terza riunione della conferenza delle parti della convenzione di Minamata sul mercurio… Leggi tutto
Sprechi alimentari
Dic 13, 2019 27

JRC 2019 | Prevenzione degli sprechi alimentari

JRC 2019 | Prevenzione degli sprechi alimentari Studio JRC (EU) 2019 Sviluppo di un quadro di valutazione per valutare le prestazioni delle azioni di prevenzione degli sprechi alimentari Lo spreco alimentare è considerato una sfida alla sostenibilità e la sua riduzione è sostenuta dall'obiettivo di… Leggi tutto
Regolamento di esecuzione UE 2019 2072
Dic 10, 2019 109

Regolamento di esecuzione (UE) 2019/2072

Regolamento di esecuzione (UE) 2019/2072 Regolamento di esecuzione (UE) 2019/2072 della Commissione del 28 novembre 2019 che stabilisce condizioni uniformi per l’attuazione del regolamento (UE) 2016/2031 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le misure di protezione contro gli… Leggi tutto
Ambiente in Europa 2020
Dic 04, 2019 61

L’ambiente in Europa: Stato e prospettive nel 2020

L’ambiente in Europa: Stato e prospettive nel 2020 EEA, 04 Dicembre 2019 Sfide ambientali di portata e urgenza senza precedenti attendono l’Europa nel 2020. Nonostante le politiche climatiche e ambientali dell’UE abbiano portato vantaggi sostanziali negli ultimi decenni, il nostro continente deve… Leggi tutto

Più letti Ambiente