Slide background




Cassazione Penale Sent. Sez. 3 Num. 56426 | 19 Dicembre 2017

ID 5354 | | Visite: 2359 | Cassazione Sicurezza lavoroPermalink: https://www.certifico.com/id/5354

Sentenze cassazione penale

Violazione di norme di sicurezza e di igiene del lavoro

Estinzione delle contravvenzioni

Penale Sent. Sez. 3 Num. 56426 Anno 2017

Presidente: CAVALLO ALDO
Relatore: GALTERIO DONATELLA
Data Udienza: 04/04/2017

Ritenuto in fatto

Con sentenza in data 23.4.2015 il Tribunale di Ascoli Piceno, all'esito del giudizio dibattimentale, ha assolto perché il fatto non sussiste Z.X. dal reato di cui all'art.64, comma 1 lett.a) d. Lgs 81/2008 per aver omesso, in qualità di datore di lavoro, di curare che i luoghi di lavoro fossero conformi ai requisiti di legge attese le pessime condizioni igieniche dei locali, il mancato controllo degli estintori, la mancata apertura delle porte adibite ad uscita di emergenza verso l'esterno e la mancata adozione di accorgimenti atti ad impedire la diffusione di odori e vapori prodotti dalle operazioni di manipolazione di prodotti nocivi.

Avverso la suddetta sentenza il Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Ancona ha proposto ricorso per Cassazione deducendo che in virtù della disposizione di cui all'art.24 d.lgs 758/1994 le contravvenzioni in materia di igiene e sicurezza sul lavoro si estinguono solo se il contravventore ottemperi agli obblighi di regolarizzazione impartite dall'organo di vigilanza e successivamente provveda al pagamento della relativa oblazione, di talché la ritenuta irritualità della notifica, in seguito all'adempimento delle prescrizioni, dell'invito al pagamento dell'oblazione, non risultando la destinataria presente sul territorio nazionale, non potrebbe mai precludere l'esercizio dell'azione penale e la conseguente condanna del trasgressore, venendosi altrimenti ad attribuire a quest'ultimo la possibilità di eludere ogni sanzione con il sol fatto di rendersi irreperibile.

Considerato in diritto

Il ricorso è fondato.

Una volta attivata la procedura di cui agli artt. 19 ss. D.Lgs. 19 dicembre 1994, n. 758 configurante condizione di procedibilità dell'azione penale nei procedimenti relativi ai reati in materia di violazione di norme di sicurezza e di igiene del lavoro, la pronuncia di assoluzione perché il fatto non sussiste fondata sull'intervenuta estinzione del reato per oblazione presuppone la constatazione, a norma dell'art.24, del duplice adempimento da parte del contravventore sia alle prescrizioni impartitegli dall'organo di vigilanza sia al versamento nei successivi 30 giorni della relativa sanzione amministrativa, a seguito dell'invito al pagamento comunicatogli, senza particolari formalità di procedura, purché pervenuto a sua conoscenza.

Non risultando il procedimento così delineato essersi perfezionato, difetta lo stesso presupposto, ovverosia l'intervenuta estinzione del reato, su cui si fonda l'impugnata pronuncia di assoluzione. [...]

Alla stregua delle considerazioni svolte la sentenza impugnata va annullata con rinvio per un nuovo giudizio.

P.Q.M.

Annulla la sentenza impugnata e rinvia per nuovo giudizio al Tribunale di Ascoli Piceno.
Così deciso il 4.4.2017

_________

Articolo 63 d. Lgs 81/2008 - Requisiti di salute e di sicurezza
1. I luoghi di lavoro devono essere conformi ai requisiti indicati nell’ALLEGATO IV.
2. I luoghi di lavoro devono essere strutturati tenendo conto, se del caso, dei lavoratori disabili.
3. L’obbligo di cui al comma 2 vige in particolare per le porte, le vie di circolazione, gli ascensori e le relative pulsantiere,
le scale e gli accessi alle medesime, le docce, i gabinetti ed i posi di lavoro utilizzati da lavoratori disabili.
[...]
Articolo 64 d. Lgs 81/2008 - Obblighi del datore di lavoro
1. Il datore di lavoro provvede affinché:
a) i luoghi di lavoro siano conformi ai requisiti di cui all’articolo 63, commi 1, 2 e 3; [...]



Tags: Sicurezza lavoro Cassazione

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Nota confindustria settembre 2021
Set 27, 2021 4

Confindustria - Nota di Aggiornamento settembre 2021: Estensione green pass

Confindustria - Nota di Aggiornamento settembre 2021: Estensione green pass L’estensione del Green pass al lavoro privato Commento al decreto-legge 127/2021 Abstract Il decreto-legge 127/2021 estende l’obbligo del green pass al mondo del lavoro, come richiesto da Confindustria quale presupposto… Leggi tutto
Set 27, 2021 17

Decreto 27 marzo 1985

Decreto 27 marzo 1985 Modificazioni al D.M. del 16 febbraio 1982, contenente l’elenco dei depositi e industrie pericolosi soggetti alle visite e controllo di prevenzione incendi. (GU 26 aprile 1985 n. 98) Collegati
D.M. 16 febbraio 1982
Leggi tutto
Sentenze cassazione penale
Set 27, 2021 23

Cassazione Penale Sent. Sez. 4 Num. 35058 | 23 settembre 2021

Cassazione Penale, Sez. 4, 23 settembre 2021, n. 35058 Infortunio con un tornio. Il comportamento di un lavoratore chiamato ad utilizzare un macchinario senza essere stato preventivamente formato non può essere considerato esorbitante Penale Sent. Sez. 4 Num. 35058 Anno 2021Presidente: FUMU… Leggi tutto
Set 25, 2021 39

Nota prot. n° 4756 del 09.04.2013

Nota prot. n° 4756 del 09.04.2013 OGGETTO: D.P.R. 1° agosto 2011, n. 151, allegato I - Attività nn. 66, 72, 73. Pervengono a questa Direzione Centrale numerose richieste intese ad ottenere chiarimenti interpretativi su alcuni punti dell 'elenco delle attività soggette ai procedimenti di prevenzione… Leggi tutto
Set 25, 2021 35

DPR 30 giugno 1995 n. 418

DPR 30 giugno 1995, n. 418 Regolamento concernente norme di sicurezza antincendio per gli edifici di interesse storico-artistico destinati a biblioteche ed archivi (GU n. 235 del 7 ottobre 1995). In allegato:- Testo Coordinato VVF 08.2021 Collegati[box-note]REGIO DECRETO 7 novembre 1942 n.… Leggi tutto
Set 25, 2021 39

D.M. n. 569 del 20 maggio 1992

DM 20 maggio 1992, n. 569 Regolamento contenente norme di sicurezza antincendio per gli edifici storici e artistici destinati a musei, gallerie, esposizioni e mostre. (GU n. 52 del 4 marzo 1993) In allegato:- Testo Coordinato VVF 08.2021 Collegati[box-note]REGIO DECRETO 7 novembre 1942 n.… Leggi tutto
XIX Rapporto 2021
Set 23, 2021 32

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola

XIX Rapporto di Cittadinanzattiva sulla sicurezza a scuola | 2021 460 mila i bambini e ragazzi che studiano in 17mila classi con più di 25 alunni; il problema è concentrato soprattutto nelle scuole superiori, dove il 7% delle classi è in sovrannumero, con le maggiori criticità nelle regioni più… Leggi tutto

Più letti Sicurezza