Slide background




Linee guida europee trasporti eccezionali su strada

ID 725 | | Visite: 5644 | Documenti Sicurezza UEPermalink: https://www.certifico.com/id/725

Trasporti eccezionali su strada

Linee guida europee sulla miglior prassi per i trasporti eccezionali su strada

L’Unione Europea si è dotata, fin dal 1996, di una chiara legislazione in materia di dimensioni e pesi massimi consentiti per il trasporto su strada.

Tuttavia, i carichi che superano tali limiti massimi - definiti dagli esperti “carichi eccezionali” - rivestono un ruolo economicamente rilevante all’interno del settore del trasporto merci su strada. Nell’accezione di “carico eccezionale” rientrano sia camper e autogrù sia carichi indivisibili di dimensioni e peso eccezionali, quali trasformatori elettrici, serbatoi per reattori chimici, fusoliere o ali di aeroplani. I trasporti eccezionali su strada devono spesso affrontare percorsi di notevole lunghezza e, in molti casi, anche attraversare i confini nazionali.

Poiché i trasporti eccezionali su strada non possono conformarsi ai requisiti stabiliti a livello europeo in materia di dimensioni e peso dei veicoli, prima di effettuare un’operazione di trasporto di questo genere è necessario munirsi di un’autorizzazione o di un permesso speciale. 

Le autorità competenti, da parte loro, devono verificare che i ponti attraversati durante il tragitto siano in grado di tollerare il passaggio di veicoli spesso più pesanti del normale e che le strade transitate siano abbastanza ampie da consentire il passaggio del carico in questione.

Attualmente, in assenza di un’armonizzazione in materia a livello europeo, per ottenere l’autorizzazione necessaria ad effettuare un’operazione di trasporto eccezionale su strada, i trasportatori internazionali devono rispettare un’infinità di regole e procedure, quali ad esempio quelle relative alla scorta tecnica, ai tempi di percorrenza consentiti, alle velocità di marcia autorizzate, ecc. 

Tali regole e procedure possono infatti variare da Stato membro a Stato membro e, talvolta, perfino da regione a ragione. 

Ne conseguono indubbiamente ritardi e ostacoli per i trasportatori, che hanno difficoltà ad effettuare preventivi precisi dei costi o a rispettare gli impegni contrattuali assunti nei confronti di spedizionieri e clienti.

Pertanto, al fine di migliorare l’efficienza del trasporto merci a livello comunitario, la sicurezza delle operazioni di trasporto e la trasparenza legislativa nel settore dei trasporti eccezionali su strada, esperti europei del settore, Stati membri e Commissione europea hanno redatto di concerto le presenti linee guida. 

COMMISSIONE EUROPEA
DIREZIONE GENERALE ENERGIA E TRASPORTI

Per gentile concessione
Foto: Metrasped Tiss srl

Pin It


Tags: Sicurezza lavoro Rischio attrezzature lavoro

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Sentenze cassazione penale
Nov 15, 2019 29

Cassazione Penale Sent. Sez. F Num. 45719 | 11 Novembre 2019

Cassazione Penale Sez. Fer. dell' 11 novembre 2019, n. 45719 Rischio da schiacciamento per oscillazione. Sebbene non vi sia un divieto di intervenire manualmente sui carichi, è necessario garantire il pieno governo del carico da parte del lavoratore Penale Sent. Sez. F Num. 45719 Anno 2019… Leggi tutto
D Lgs  14 agosto 1996 n  494
Nov 14, 2019 49

D.Lgs. 14 agosto 1996 n. 494

D.Lgs. 14 agosto 1996 n. 494 Attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili. (GU n.223 del 23-9-1996 - SO n. 156) Abrogato da: D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 Testo nativo allegato a scopo di Archivio.… Leggi tutto
RapportoISTISAN 1919
Nov 12, 2019 42

Tecnologie wireless applicate ai dispositivi medici

Tecnologie wireless applicate ai dispositivi medici Valutazione dell’impatto su qualità e sostenibilità dei servizi offerti dalla rete dell’emergenza-urgenza Rapporto ISTISAN 19/19 I dispositivi e i sistemi che ci consentono di comunicare senza utilizzare supporti fisici, come cavi in rame o… Leggi tutto
Guidelines Exposure to Time Varying Electric  Magnetic  and Electromagnetic Fields  Up to 300 GHz
Nov 12, 2019 50

Guidelines Exposure to Time-Varying Electric, Magnetic, and Electromagnetic Fields (Up to 300 GHz)

Guidelines for Limiting Exposure to Time-Varying Electric, Magnetic, and Electromagnetic Fields (Up to 300 GHz) INTRODUCTION IN 1974, the International Radiation Protection Association (IRPA) formed a working group on non-ionizing radiation (NIR), which examined the problems arising in the field of… Leggi tutto
Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields
Nov 12, 2019 51

Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields

Guidelines on Limits of Exposure to Static Magnetic Fields INTRODUCTION THE RAPID development of technologies in industry and medicine using static magnetic fields has resulted in an increase in human exposure to these fields and has led to a number of scientific studies of their possible health… Leggi tutto
Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non sinusoidal waveforms below 100 kHz
Nov 12, 2019 44

Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non-sinusoidal waveforms below 100 kHz

Guidance compliance of exposure to pulsed and complex non-sinusoidal waveforms below 100 kHz THE INTERNATIONAL Commission on Non-Ionizing Radiation Protection (ICNIRP) has published guidelines for limiting exposure to electric, magnetic and electromagnetic fields (ICNIRP 1998a, b) and has provided… Leggi tutto
Guidelines for limiting exposure to time varying electric and magnetic fields  1 Hz to 100 kHz
Nov 12, 2019 41

Guidelines exposure time-varying electric and magnetic fields (1Hz - 100 KHz)

Guidelines for limiting exposure to time-varying electric and magnetic fields (1 hz to 100 khz) International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection INTRODUCTION In this document, guidelines are established for the protection of humans exposed to electric and magnetic fields in the… Leggi tutto

Più letti Sicurezza