Slide background




Valori limite sul posto di lavoro - Fondamenti e utilizzo

ID 7014 | | Visite: 6082 | Documenti Sicurezza EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/7014

Valori limite sul posto di lavoro

Valori limite sul posto di lavoro - Fondamenti e utilizzo | SUVA

La funzione dei valori limite è quella di proteggere i lavoratori dall'eccessiva esposizione a sostanze pericolose e da un possibile danno alla salute.
Calcolando i valori limite si stabiliscono i limiti dell'esposizione mantenendo la quale si può ritenere che il lavoratore non sia esposto ad alcun rischio oppure al rischio più basso possibile.

Valore più basso possibile

Un valore limite che sia stabilito a un livello troppo alto costa in termini di vite umane, un valore limite che sia stabilito a un livello troppo basso costa in termini di posti di lavoro. La perdita di posti di lavoro non ha solo conseguenze negative di tipo economico, ma si ripercuote nuovamente sulla salute. In Svizzera è stato affidato alla Suva il compito di redigere delle linee guida sui valori limite sul posto di lavoro, a norma dell'art. 50 cpv. 3, dell'Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI).

La Suva ha pubblicato per la prima volta una lista con i valori limite nel 1968. La lista "Valori limite sul posto di lavoro" viene aggiornata ogni anno:

Valeurs limites d’exposition aux postes de travail (FR)

Grenzwerte am Arbeitsplatz (DE) 

Calcolo dei valori limite

Aspetti generali

La determinazione dei valori limite è complessa. Per esempio, nel competente gruppo di ricerca tedesco (DFG, Deutschen Forschungsgemeinschaft) vi sono 30 scienziati che si occupano di questo argomento. In linea di massima il principio di base è simile a livello internazionale (vedi figura 1), anche se esistono differenze nei particolari a seconda della nazione e della linea guida [3-11].

Valori limite
...

In Tabella 1 sono elencate diverse definizioni di valore limite, le loro abbreviazioni e la nazione in cui questi valori limite sono in uso.

Valori limite sul posto di lavoro 00
Valori limite sul posto di lavoro 01

Tabella 1 Elenco di diverse definizioni di valore limite

ACGIH = American Conference of Governmental Industrial Hygienists
AGS = Ausschuss für Gefahrstoffe (Commissione per le sostanze pericolose)
DFG = Deutsche Forschungsgemeinschaft (Gruppo di ricerca tedesco)
NIOSH =National Institute for Occupational Safety and Health
OSHA = Occupational Safety and Health Administration
REACH = Registration, Evaluation and Authorisation of Chemicals
SCOEL = Scientific Committee for Occupational Exposure Limits to Chemical Agents
....

Valore BAT e monitoraggio biologico

Il valore BAT (valore biologico tollerabile di una sostanza di lavoro) descrive la concentrazione derivata in ambito tossicologico e di medicina del lavoro di una sostanza, dei suoi metaboliti o di un indicatore di effetto in un materiale biologico per la quale, in generale, la salute del personale non viene danneggiata anche in caso di esposizione ripetuta e per lungo tempo.

I valori BAT si basano su una relazione tra l'esposizione esterna e interna o tra l'esposizione interna e l'effetto della sostanza di lavoro in tal modo causato. Il valore BAT è considerato superato quando, dopo visite ripetute di un lavoratore, la concentrazione media del parametro si trova al di sopra del valore BAT stesso. Le misurazioni con risultati superiori al valore BAT devono essere valutate dal punto di vista tossicologico e della medicina del lavoro.

Di regola, dopo un unico superamento del valore BAT, non si può concludere che si sia verificato un danno alla salute. Per alcune sostanze di lavoro, tuttavia, in base alla situazione tossicologica, il valore BAT indica il valore massimo in casi particolari; questo vale per esempio per gli inibitori della colinesterasi o per il monossido di carbonio.
...
Segue in allegato

Michael Koller, Claudia Pletscher, Marcel Jost
SUVA Factsheet Aprile 2012 

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Valori limite sul posto di lavoro - Fondamenti e utilizzo.pdf
SUVA 2012
477 kB 124
DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Valeurs limites d’exposition aux postes de travail.pdf)Valeurs limites d’exposition aux postes de travail
SUVA
FR527 kB1029
Scarica questo file (Grenzwerte am Arbeitsplatz.pdf)Grenzwerte am Arbeitsplatz
SUVA
DE549 kB784

Tags: Sicurezza lavoro Rischio chimico Abbonati Sicurezza

Articoli correlati

Ultimi archiviati Sicurezza

Nov 25, 2022 127

Circolare CNI n. 626/XIX Sess./2020

Circolare CNI n. 626/XIX Sess./2020 Elenco nazionale certificato degli ingegneri biomedici e clinici di cui all’art.10, comma 1, della legge 11 gennaio 2018, n.3 – PROCEDURE PER ISCRIZIONE. Collegati[box-note]Ingegnere biomedico: elenco nazionale certificatoLegge 11 gennaio 2018 n. 3Circolare CNI… Leggi tutto
Nov 25, 2022 106

Circolare CNI n. 680/XIX Sess./2021

Circolare CNI n. 680/XIX Sess./2021 Modalità di iscrizione all’Elenco nazionale certificato degli Ingegneri biomedici e clinici di cui all’art. 10, comma 1, della legge 11 gennaio 2018, n.3 Requisiti di iscrizione all’Elenco nazionale certificato a) Ingegneri con Laurea magistrale o specialistica… Leggi tutto
Sentenze cassazione penale
Nov 25, 2022 70

Cassazione Penale Sent. Sez. 4 Num. 44561 | 23 Novembre 2022

Cassazione Penale Sez. 4 del 23 novembre 2022 n. 44561 Pulizia dei rulli del macchinario in movimento e trascinamento della mano dell'operaio litografo. Prassi comune e protezione inadeguata Penale Sent. Sez. 4 Num. 44561 Anno 2022Presidente: FERRANTI DONATELLARelatore: VIGNALE LUCIAData Udienza:… Leggi tutto
Contagi sul lavoro COVID   31 10 2022
Nov 24, 2022 78

Covid-19 | Contagi sul lavoro denunciati all’INAIL: 31 Ottobre 2022

Covid-19 | Contagi sul lavoro denunciati all’INAIL: 31 Ottobre 2022 ID 18163 | 24.11.2022 Covid-19, tra gennaio e ottobre 2022 denunciati oltre 100mila contagi sul lavoro Lo rileva il 30esimo report elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Inail, pubblicato oggi insieme alla versione… Leggi tutto
Nov 22, 2022 76

Decreto ministeriale 10 maggio 1933

Decreto ministeriale 10 maggio 1933 Disposizioni concernenti il grado d'infiammabilità dei liquidi combustibili immessi nei depositi costieri. (GU n. 160 del 12.07.1933) Leggi tutto

Più letti Sicurezza