Slide background




Proposta CE quarta revisione direttiva agenti cancerogeni o mutageni

ID 11644 | | Visite: 1837 | News SicurezzaPermalink: https://www.certifico.com/id/11644

Proposta CE quarta revisione direttiva agenti cancerogeni o mutageni

Proposta della Commissione relativa alla quarta revisione della direttiva 2004/37/CE / Pubblicata

Brussels, 22.9.2020

Lotta contro il cancro: migliore protezione dei lavoratori dalle sostanze chimiche cancerogene

Update 16 marzo 2022: Direttiva pubblicata

Pubblicata la Direttiva (UE) 2022/431 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2022, che modifica la direttiva 2004/37/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro (GU L 88/1 del 16.03.2022).

Entrata in vigore: 05.04.2022

Recepimento: Entro il 05.04.2024

Ogni anno nell'UE sono circa 120 000 i casi di tumore professionale derivanti dell'esposizione ad agenti cancerogeni sul luogo di lavoro, con circa 80 000 decessi all'anno. Per migliorare la protezione dei lavoratori dal cancro, la Commissione ha oggi proposto di limitare ulteriormente la loro esposizione a sostanze chimiche cancerogene. Questa quarta revisione della direttiva sugli agenti cancerogeni o mutageni fissa valori limite nuovi o riveduti per 3 importanti sostanze: acrilonitrile, composti del nichel e benzene. Le stime indicano che, grazie alle nuove norme, oltre 1,1 milioni di lavoratori in un'ampia gamma di settori beneficeranno di una migliore protezione. La proposta di oggi costituisce la prima iniziativa nell'ambito dell'impegno della Commissione a combattere il cancro attraverso il prossimo piano europeo di lotta contro il cancro.

Nicolas Schmit, Commissario per il Lavoro e i diritti sociali, ha dichiarato: "Un luogo di lavoro dovrebbe essere un luogo sicuro, eppure il cancro è la causa della metà dei decessi legati all'attività professionale. L'aggiornamento odierno della direttiva sugli agenti cancerogeni o mutageni rappresenta un primo passo del nostro ambizioso piano di lotta contro il cancro. È la dimostrazione che siamo determinati ad agire e che non siamo disposti a compromessi quando si tratta della salute dei lavoratori. Nel contesto della grave crisi sanitaria dovuta alla COVID-19, raddoppieremo gli sforzi per garantire la protezione dei lavoratori in Europa. Esamineremo modalità concrete per conseguire tale obiettivo attraverso il futuro quadro strategico in materia di salute e sicurezza sul lavoro."

Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: "Ridurre le sofferenze causate dal cancro costituisce per noi una priorità e, in questo senso, la prevenzione è fondamentale. Oggi compiamo un passo importante per proteggere i nostri lavoratori dall'esposizione a sostanze pericolose sul luogo di lavoro e cominciamo le nostre attività nell'ambito del prossimo piano europeo di lotta contro il cancro. Con tale piano ci proponiamo di affrontare quelli che sono per tutti i principali fattori di rischio di cancro, ma anche di orientare i pazienti in ogni fase del loro percorso e contribuire a migliorare la vita delle persone colpite da questa malattia."

Tre valori limite nuovi o riveduti

La direttiva 2004/37/CE è oggetto di aggiornamenti periodici in linea con i nuovi dati scientifici e tecnici. I tre aggiornamenti precedenti hanno riguardato l'esposizione dei lavoratori a 26 sostanze chimiche. La proposta di oggi aggiunge limiti di esposizione professionale nuovi o riveduti per le seguenti sostanze:

- acrilonitrile (nuovo limite);
- composti del nichel (nuovo limite);
- benzene (limite rivisto al ribasso).

Benefici per i lavoratori e le imprese

L'introduzione di limiti di esposizione professionale nuovi o riveduti per l'acrilonitrile, i composti del nichel e il benzene avrà benefici evidenti per i lavoratori, con la prevenzione di casi di cancro e altre gravi malattie di natura professionale e il miglioramento della salute e della qualità di vita.

La proposta andrà anche a vantaggio delle imprese, riducendo i costi causati da malattie e cancro correlati all'attività lavorativa, come assenze e indennità di assicurazione.

Elaborazione della proposta e prossime tappe

L'iniziativa è stata elaborata in stretta collaborazione con gli scienziati e con rappresentanti dei lavoratori, dei datori di lavoro e degli Stati membri dell'UE. Sono state coinvolte anche le parti sociali (sindacati e organizzazioni dei datori di lavoro) attraverso una consultazione in due fasi.

La proposta della Commissione sarà ora discussa in sede di Parlamento europeo e di Consiglio.

Contesto

La Commissione si è impegnata a intensificare la lotta contro il cancro e presenterà, entro la fine del 2020, il piano europeo di lotta contro il cancro. Il piano aiuterà gli Stati membri a migliorare la prevenzione, l'individuazione, il trattamento e la gestione del cancro nell'UE, riducendo nel contempo le disuguaglianze sanitarie tra gli Stati membri e al loro interno.

Nella sua comunicazione "Un'Europa sociale forte per transizioni giuste" la Commissione si è impegnata a riesaminare la strategia in materia di salute e sicurezza sul lavoro (SSL) per affrontare, tra l'altro, l'esposizione a sostanze pericolose, al fine di mantenere elevati gli standard europei in materia di SSL. Questo è in linea con il pilastro europeo dei diritti sociali, proclamato congiuntamente dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione in occasione del vertice sociale per l'occupazione equa e la crescita del 17 novembre 2017, che sancisce il diritto dei lavoratori a un ambiente di lavoro sano, sicuro e adeguato, compresa la protezione dagli agenti cancerogeni.

Migliorare ulteriormente la protezione dei lavoratori dai tumori professionali è tanto più importante se si considera che, secondo l'EU-OSHA, il cancro costituisce la prima causa di morte correlata al lavoro nell'UE: il 52% dei decessi annuali legati ad un'attività professionale è attualmente attribuito a tumori professionali, contro il 24% attribuito alle malattie del sistema circolatorio, il 22% ad altre malattie e il 2% agli infortuni.

Questa iniziativa costituisce la quarta revisione della direttiva sugli agenti cancerogeni o mutageni. Negli ultimi anni la Commissione ha proposto 3 iniziative che modificano l'atto legislativo in questione.

Le tre direttive, che riguardano 26 sostanze, sono:

Direttiva (UE) 2017/2398
Direttiva (UE) 2019/130
Direttiva (UE) 2019/983
-
 Direttiva (UE) 2022/431

Fonte: UE

Collegati:

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Proposta CE quarta revisione direttiva agenti cancerogeni o mutageni.pdf
Brussels 22.09.2020
399 kB 19

Tags: Sicurezza lavoro Rischio chimico Abbonati Sicurezza

Ultimi archiviati Sicurezza

Dic 04, 2022 57

Sentenza CP Sez. 4 n. 23936 del 23 giugno 2010

Sentenza CP Sez. 4 n. 23936 del 23 giugno 2010 Il datore di lavoro durante il montaggio di un ponteggio è tenuto a garantire la presenza di un preposto incaricato specificatamente di sovrintendere alle operazioni di montaggio. Non è sufficiente adempiere a questo obbligo con la presenza in cantiere… Leggi tutto
Dic 02, 2022 30

Decreto direttoriale MLPS n. 13 del 16 marzo 2017

Decreto direttoriale MLPS n. 13 del 16 marzo 2017 Istituzione Gruppo di lavoro tecnico con funzioni consultive per l’esame della documentazione relativa al rilascio delle autorizzazioni di cui all’articolo 131 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. [box-warning]Ricostituzione Decreto… Leggi tutto
Dic 02, 2022 36

Circolare MLPS 8 giugno 2010 n. 18

Circolare MLPS 8 giugno 2010 n. 18 Articolo 131 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. - Autorizzazione alla costruzione ed all'impiego di ponteggi fissi. Collegati
Ponteggi fissi: quadro normativo
Leggi tutto
Dic 02, 2022 28

Decreto Legislativo 4 agosto 1999 n. 359

Decreto Legislativo 4 agosto 1999 n. 359 Attuazione della direttiva 95/63/CE che modifica la direttiva 89/655/CEE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e salute per l'uso di attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori. (GU n.246 del 19.10.1999) Collegati[box-note]Direttiva 95/63/CEDirettiva… Leggi tutto
Circolare MI n  1689 del 01 04 2011
Dic 02, 2022 39

Circolare Min. Interno n. 1689 del 01.04.2011

Circolare Min. Interno n. 1689 del 01.04.2011 Locali di pubblico spettacolo di tipo temporaneo o permanente. Verifica della solidità e sicurezza dei carichi sospesi. Le Commissioni di vigilanza istituite per l' applicazione dell'art. 80 del TULPS Regio Decreto 18 giugno 1931 n. 773 hanno, tra l'… Leggi tutto
Dic 02, 2022 60

Decreto Ministeriale 2 settembre 1968

Decreto Ministeriale 2 settembre 1968 - Misure tecniche di sicurezza per i ponteggi metallici fissi ID 18267 | 02.12.2022 Decreto Ministeriale 2 settembre 1968 - Riconoscimento di efficacia di alcune misure tecniche di sicurezza per i ponteggi metallici fissi, sostitutive di quelle indicate nel… Leggi tutto
Dic 02, 2022 36

Decreto Ministeriale 23 marzo 1990 n. 115

Decreto Ministeriale 23 marzo 1990 n. 115 - Ponteggi metallici fissi ID 18266 | 02.12.2022 Decreto Ministeriale 23 marzo 1990 n. 115 - Riconoscimento di efficacia per ponteggi metallici fissi aventi interasse tra i montanti superiore a metri 1,80. (GU n.112 del 16.05.1990) Entrata in vigore del… Leggi tutto

Più letti Sicurezza