Slide background

Le Residenze sanitarie assistenziali ANCI RT 2020

ID 12665 | | Visite: 231 | NewsPermalink: https://www.certifico.com/id/12665

Temi: News , Coronavirus

Le Residenze sanitarie assistenziali ANCI RT 2020

Le Residenze sanitarie assistenziali

ANCI Regione Toscana 2020

Definizione, caratteristiche e misure di prevenzione e contrasto dell'epidemia da Covid-19 negli indirizzi nazionali e regionali

Lo scenario epidemiologico delineato a livello italiano ed europeo sulla diffusione del COVID-19 mette in primo piano la fragilità e i rischi della fascia di popolazione rappresentata da persone anziane e affette da gravi patologie neurologiche, croniche e fortemente invalidanti", residenti presso le strutture sociosanitarie. Lo studio condotto dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) nell’aprile del 2020 in circa mille Residenze Sanitarie Assistenziali (da qui in avanti RSA) italiane riporta che dal 1° febbraio al 14 aprile ci sono state in totale 6.773 persone decedute: di queste 364 erano risultate positive al tampone e 2.360 avevano presentato sintomi simil-influenzali.

In sintesi, il 40,2% del totale dei decessi ha interessato gli ospiti con riscontro di infezione da SARS-CoV-2 o con manifestazioni simil-influenzali. Questa allarmante situazione di emergenza sanitaria ha reso necessaria una riflessione sulle strategie intraprese a livello nazionale e regionale per la prevenzione e il controllo dell’epidemia nelle RSA, ovvero i contesti maggiormente esposti al rischio di infezione da coronavirus, poiché gli anziani ospiti, oltre ad avere i fattori di rischio sopra riportati, sono generalmente più vulnerabili alle infezioni rispetto alla popolazione generale. Nell’ambito della normativa nazionale emanata durante l’emergenza COVID-19 in materia di RSA, il primo cenno riguardo alla necessità di limitare l'accesso dei visitatori agli ospiti si trova nell’Ordinanza Contingibile e Urgente del 23 febbraio 2020, a firma del Ministro della Salute Speranza e dei Presidenti delle Regioni, alla quale sono seguiti altri indirizzi e raccomandazioni cha hanno comunque lasciato alle Regioni autonomia attuativa.

Si è quindi aperta una fase che ha lasciato spazio per scegliere se adottare o meno specifiche misure anti COVID-19 nelle strutture residenziali per anziani. Le diverse scelte e strategie regionali adottate costituiscono l’oggetto di attenzione dell’analisi di seguito riportata. Lo scopo di questo documento è quello di mappare le azioni intraprese a livello regionale in risposta all’emergenza COVID-19 nella RSA, offrendo un quadro di sintesi degli strumenti normativi e delle scelte operative e organizzative. Il testo è organizzato in quattro capitoli, articolati secondo il percorso di analisi:

1) lo studio sul contagio COVID-19 nelle RSA realizzato dall’Istituto superiore di sanità (ISS), le “indicazioni per la prevenzione e il controllo dell’infezione da SARS-COV-2 in strutture residenziali socio-sanitarie” fornite a livello nazionale dal gruppo di Lavoro ISS Prevenzione e Controllo delle Infezioni;
2) la descrizione delle RSA secondo i livelli assistenziali e organizzativi erogati;
3) la definizione del sistema di organizzazione dell’offerta pubblica di assistenza erogata dalle strutture pubbliche e private che operano in ambito sanitario e sociosanitario;
4) l’individuazione di strategie di risposta in RSA, caratterizzate da ambiti di applicazione delle linee di indirizzo dell’ISS che riguardano:

- le indicazioni generali per la gestione dell’emergenza COVID-19;
- la presenza di misure di contenimento dell’infezione per ospiti e personale;
- l’attivazione di un sistema di rete territoriale;
- l’adozione di un sistema di monitoraggio. La ricognizione è il risultato di una “indagine quasi in presa diretta” intrapresa per analizzare in tempi rapidi le misure adottate per rispondere tempestivamente ad un’emergenza i cui effetti hanno visto una crescita esponenziale.

La raccolta dei dati si è svolta durante il mese di maggio 2020 ed ha utilizzato come fonti informative gli atti normativi (quali ordinanze, decreti, protocolli operativi, circolari, ecc.) e le notizie istituzionali.

La scelta di utilizzare come fonti i siti web dei soggetti istituzionali (Regioni, Ministeri, ISS, ecc.) è stata presa assumendo il rischio potenziale di non rilevare tutte le disposizioni presenti all’interno di documenti non facilmente e immediatamente reperibili on-line (1).

(1) Le fonti utilizzate presentano necessariamente alcuni rischi di “incompletezza”, tanto nella selezione quanto nell’interpretazione dei documenti. Inoltre, è molto probabile che specifiche azioni di regolazione siano state messe in campo dalle singole aziende sanitarie e che quindi non siano state intercettare. A tal proposito, l’allegato consente al lettore di individuare e approfondire i materiali utilizzati

INDICE
NOTE DI CONTENUTO
1. Lo scenario e le linee di indirizzo nazionali
1.1 L’emergenza COVID-19 nelle strutture residenziali per anziani in Italia
1.2 Indicazioni nazionali per le strutture residenziali sociosanitarie
1.3 Riferimenti normativi
2. Le Residenze Sanitarie Assistenziali RSA
2.1 Le prestazioni residenziali
2.2 I livelli assistenziali erogati
2.3 Accesso
2.4 La retta
2.5 Il personale
2.6 Riferimenti normativi
3. L’organizzazione dell’offerta
3.1 Autorizzazione
3.2 Accreditamento
3.3 Accordo
3.4 Riferimenti normativi
4. Le misure regionali
4.1 Strategie regionali di risposta
4.2 Tabella analitica regionale
4.3 Riferimenti normativi
Glossario

Collegati

Scarica questo file (Le Residenze sanitarie assistenziali ANCI RT 2020.pdf)Le Residenze sanitarie assistenziali ANCI RT 2020ANCI RT 2020IT2958 kB(103 Downloads)

Tags: News Coronavirus