Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

UNI 7129: Testo Unico per gli impianti a gas

ID 4879 | | Visite: 30530 | Impianti gasPermalink: https://www.certifico.com/id/4879

UNI 7129:2015 "Testo Unico per gli impianti a gas" e correlazioni legislative

La norme della Serie UNI 7129 Impianti a gas, correlate con:

- la Direttiva 2009/125/CE Ecodesign, attuativo il Regolamento 813/2013 progettazione ecocompatibile caldaie.
- la Legge n. 1083/71 
- il Decreto MISE 30 Settembre 2015 
che indicano le norme tecniche per la salvaguardia della sicurezza dell’impiego del gas combustibile.

[alert]I Documenti elaborati Certifico

Vademecum Impianti a gas uso domestico N. 1 | UNI 7129-1:2015

Vademecum impianti a gas uso domestico N. 2 | UNI 7129-2:2015[alert]
_____

UNI 7129:2015, il "Testo Unico per gli impianti a gas", pubblicato in 5 parti è inerente la a progettazione, installazione e messa in servizio di impianti a gas per uso domestici.

Il 1° dicembre 2015 è stata pubblicata la UNI 7129:2015; essa si applica agli impianti a gas per usi domestici e similari, ovvero agli impianti in cui gli apparecchi installati hanno tutti singola portata termica non maggiore di 35 kW. La norma UNI 7129 è il documento di buona tecnica più importante, più famoso e più utilizzato nel settore dell’impiantistica del gas; è giunto alla sua quinta edizione e la sua storia si articola nell’arco di 43 anni (dal 1972).

La Direttiva Ecodesign 2009/125/CE

L’emanazione dei Regolamenti attuativi della Direttiva Ecodesign 2009/125/CE per caldaie e scaldaacqua a gas ha richiesto un adeguamento normativo celere in quanto la maggiore diffusione di apparecchi a condensazione attesa a partire dal settembre 2015, in virtù dell’applicazione del Regolamento 813/2013 avrebbe potuto trovare ostacoli tecnici in disposizioni normative non aggiornate ed inadeguate

La UNI 7129-1 si occupa dell’impianto interno; la UNI 7129-2 riguarda l’installazione degli apparecchi di utilizzazione, ventilazione e aerazione dei locali di installazione; la UNI 7129-3 è specifica rispetto ai sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione; la UNI 7129-4 si occupa della messa in servizio degli impianti/apparecchi; infine, la nuovissima UNI 7129-5 è relativa ai sistemi per lo scarico delle condense.

Le cinque parti della norma si applicano agli impianti domestici e similari per l'utilizzazione dei gas combustibili appartenenti alla I, II e III famiglia secondo la UNI EN 437 ed alimentati da rete di distribuzione di cui alla UNI 9165 e UNI 10682.

La UNI 7129-1 fissa i criteri per la costruzione ed i rifacimenti di impianti interni o parte di essi, asserviti ad apparecchi utilizzatori aventi singola portata termica nominale massima non maggiore di 35 kW;

la UNI 7129-2 definisce i criteri per l'installazione di apparecchi aventi singola portata termica nominale non maggiore di 35 kW e per la realizzazione della ventilazione e/o aerazione dei locali di installazione;

la UNI 7129-3 definisce i requisiti dei sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione asserviti ad apparecchi aventi singola portata termica nominale non maggiore di 35 kW;

la UNI 7129-4 definisce i criteri per la messa in servizio sia degli apparecchi di utilizzazione aventi singola portata termica nominale non maggiore di 35 kW, sia degli impianti gas di nuova realizzazione o dopo un intervento di modifica o sostituzione di apparecchio; infine,

la UNI 7129-5 definisce le modalità per la raccolta e lo scarico delle condense prodotte dai generatori di calore a condensazione e a bassa temperatura e quelle che si formano nei sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione.

Oltre alle cinque parti della UNI 7129:2015, novità è anche la nuova edizione della norma UNI 7128:2015 sui termini e definizioni relativi agli Impianti a gas per uso civile.

Tabella corrispondenza UNI 7129:2015 e norme sostituite

Norma 7129

UNI 7129-1:2015 “Impianti a gas per uso domestico e similare alimentati da rete di distribuzione - Progettazione, installazione e messa in servizio - Parte 1: Impianto interno”

UNI 7129-2:2015 “Impianti a gas per uso domestico e similare alimentati da rete di distribuzione - Progettazione, installazione e messa in servizio - Parte 2: Installazione degli apparecchi di utilizzazione, ventilazione, e aerazione dei locali di installazione”

UNI 7129-3:2015 “Impianti a gas per uso domestico e similare alimentati da rete di distribuzione - Progettazione, installazione e messa in servizio - Parte 3: Sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione”

UNI 7129-4:2015 “Impianti a gas per uso domestico e similare alimentati da rete di distribuzione - Progettazione, installazione e messa in servizio - Parte 4: Messa in servizio degli impianti/apparecchi”

UNI 7129-5:2015 “Impianti a gas per uso domestico e similare alimentati da rete di distribuzione - Progettazione, installazione e messa in servizio - Parte 5: Sistemi per lo scarico delle condense”

UNI 7129:2008 e 7129:2015

Ai sensi della legge n. 1083/71 e del Decreto MISE 30 Settembre 2015 la UNI 7129:2008 non è abrogata ma in questo momento "convive" con la UNI 7129:2015, e lo sarà fino all'abrogazione dell'Ed. 2008 per decreto, contestualmente all'approvazione come norma "stato dell'arte" della nuova Ed. 2015.

UNI 7128:2015 Impianti a gas per uso civile - Termini e definizioni

La commissione tecnica CIG, Comitato italiano Gas, ha pubblicato la norma UNI 7128 sui termini e le definizioni relativi agli impianti a gas per uso civile: la norma ritira e sostituisce la UNI 7128:2011.

La norma UNI 7128 stabilisce i termini e le definizioni relativi agli impianti civili per l’utilizzazione dei gas combustibili appartenenti alla 1a, 2a e 3a famiglia di cui alla UNI EN 437.

La nuova UNI 7128:2015 si pone come norma unica di definizioni, trasversale a tutte le norme relative al settore post-contatore (ad esempio: UNI 7129, UNI 11528, UNI 10738, UNI 11137) di recente e di futura pubblicazione, senza limiti di potenza. Essa ha una grande importanza perché consente di armonizzare tutte le definizioni precedentemente sparse in diverse norme. Spesso accadeva che, al variare della norma, a parità di termine, corrispondesse una definizione più o meno diversa, con importanti ricadute sulla corretta comprensione delle tematiche affrontate. La sua pubblicazione ha anche consentito di eliminare tutte le definizioni dalle diverse sezioni della UNI 7129.

UNI 7128:2015 “Impianti a gas per uso civile - Termini e definizioni”

UNI 9036:2015 Gruppi di misura - Prescrizioni di installazione

Il 2 dicembre è stata pubblicata la nuova edizione della UNI 9036 “Gruppi di misura – Prescrizioni di installazione” (la precedente, del 2001, è stata recepita ai sensi della legge n. 1083/71.

La norma stabilisce le prescrizioni per l’installazione dei gruppi di misura, destinati alla misura dei gas distribuiti per canalizzazione.
Essa si applica ai gruppi di misura con pressione massima di esercizio, rilevata immediatamente a monte del gruppo stesso, non maggiore di 4 kPa (40 mbar) per gas della prima e seconda famiglia e non maggiore di 7 kPa (70 mbar) per i gas della terza famiglia, come definiti nella UNI EN 437.

Collegati

Scarica questo file (Dossier UC Nov_Dic 2016 Impianti Gas.pdf)Dossier UC Nov/Dic 2016 Impianti GasUNI 2016IT972 kB(1913 Downloads)

Tags: Impianti Impianti gas

Articoli correlati

Più letti Impianti

Ultimi archiviati Impianti

Cassazione Civile 17102 2018
Feb 15, 2019 61

Cassazione Civile Sent. Sez. 2 n. 17102 | 28 Giugno 2018

Cassazione Civile Sent. Sez. 2 n. 17102 | 28 Giugno 2018 [alert]L’installazione della canna fumaria non deve incidere negativamente sul decoro architettonico dell’edificio.Se l’installazione in facciata muta le originali linee architettoniche dell’edificio e incide negativamente sull’insieme… Leggi tutto
Feb 04, 2019 69

Guida al cablaggio comunicazioni elettroniche edifici residenziali

Guida al cablaggio comunicazioni elettroniche edifici residenziali CEI, 04.02.2019 In inchiesta pubblica fino al 10.03.2019 C. 1228 “Guida al cablaggio per le comunicazioni elettroniche negli edifici residenziali” C. 1228 “Guida al cablaggio per le comunicazioni elettroniche negli edifici… Leggi tutto
Feb 03, 2019 77

Delibera ARERA 2 maggio 2013 180/2013/R/eel

Delibera ARERA 2 maggio 2013 180/2013/R/eel Regolazione tariffaria per prelievi di energia reattiva nei punti di prelievo connessi in media e bassa tensione, a decorrere dall’anno 2016Delibera: 1. di approvare la regolazione tariffaria dei prelievi di energia reattiva nei punti di prelievo in media… Leggi tutto
Rifasamento industriale ANIE 2019
Feb 03, 2019 178

Rifasamento: Linee guida ANIE 2019

Pubblicate da ANIE tre nuove guide tecniche sul rifasamento industrisle 1. Rifasamento in impianto industriale con correnti distorte - 20192. Rifasamento Elettrico Industriale - 2019 3. Raccomandazioni per l’impiego, in condizioni di sicurezza, dei condensatori statici per rifasamento,delle… Leggi tutto
Allegati Obbligatori ATO Impianti gas   Italgas
Feb 02, 2019 230

Allegati Obbligatori (ATO) Impianti Italgas

Allegati Obbligatori (ATO) Imprese Impianti Italgas Update 02.02.2019 Informazioni per installatori L’installatore, o l’impresa installatrice, si occupa principalmente della messa in servizio dell’impianto di utenza. Può essere anche referente per la costruzione, l’ampliamento, la trasformazione o… Leggi tutto
Feb 01, 2019 92

Delibera 29 gennaio 2019 27/2019/R/gas

Delibera 29 gennaio 2019 27/2019/R/gas La deliberazione aggiorna le direttive per le connessioni degli impianti di biometano alle reti del gas naturale di cui alla deliberazione 46/2015/R/gas e attua le disposizioni del decreto 2 marzo 2018 in materia di incentivi alla produzione di biometano.… Leggi tutto
Gen 30, 2019 79

D.P.C.M. 11 maggio 2004

D.P.C.M. 11 maggio 2004 Criteri, modalita' e condizioni per l'unificazione della proprieta' e della gestione della rete elettrica nazionale di trasmissione.(GU n.115 del 18-05-2004) Collegati
Codice di Rete
Leggi tutto
Codice di Rete
Gen 30, 2019 106

Codice di Rete | Terna

Codice di Rete Il Codice di trasmissione, dispacciamento, sviluppo e sicurezza della rete (Codice di rete) trova applicazione nei rapporti tra Terna e gli utenti della rete a partire dal 1° novembre 2005. Il Codice di rete è stato predisposto in conformità a quanto previsto nel D.P.C.M. 11 maggio… Leggi tutto