Slide background

Certifico | Documenti Aziende più letti

Linee Guida per la progettazione della sicurezza nelle Gallerie Stradali - ANAS

ID 489 | | Visite: 16246 | Documenti Sicurezza AziendePermalink: https://www.certifico.com/id/489

Temi: Costruzioni



Linee Guida per la progettazione della sicurezza nelle Gallerie Stradali secondo la normativa vigente

Update Luglio 2018: aggiunti in allegato 3 Quaderni tecnici (Volumi: I, II, III):

Volume I
Il primo volume raccoglie i quaderni tecnici redatti che hanno affrontato i seguenti temi:

- la Valutazione delle caratteristiche meccaniche del calcestruzzo;
- la Valutazione delle caratteristiche meccaniche dell’acciaio;
- la Definizione del piano delle indagini;
- gli Interventi di ripristino delle condizioni di sicurezza di cordoli e barriere bordo ponte.

I primi due si concentrano sul problema della conoscenza della struttura sulla quale si interviene, in termini di caratteristiche dei materiali costituenti. Il terzo fornisce le indicazioni necessarie alla definizione di un dettagliato piano delle indagini da predisporre in funzione dell’obiettivo da perseguire; ciò, infatti, costituisce l’attività preliminare a qualsiasi intervento su un manufatto esistente, in quanto le modalità di analisi e verifica degli interventi da effettuare sulle strutture esistenti sono dipendenti dalla completezza e dall’affidabilità dell’informazione disponibile, quindi dal livello
di conoscenza relativo a geometria, dettagli costruttivi e materiali.
Infine, il quarto fornisce le indicazioni necessarie alla realizzazione di interventi che per loro natura (installazione di nuove barriere, sostituzione delle barriere esistenti,

Volume II
Il secondo volume raccoglie il secondo gruppo di quaderni tecnici redatti che hanno affrontato i seguenti temi:
- Interventi di rifacimento dei cordoli con calcestruzzo fibrorinforzato,
- Interventi di ripristino corticale dei calcestruzzi ammalorati,
- Interventi locali sugli appoggi,
- Interventi di ripristino delle condizioni di sicurezza dei giunti.

Il secondo quaderno fornisce le indicazioni necessarie per eseguire il rifacimento parziale o totale dei cordoli quando per questi si voglia utilizzare calcestruzzo fibrorinforzato, ad esempio per ridurre i tempi dell’intervento. Il secondo quaderno descrive le modalità di ripristino corticale dei calcestruzzi ammalorati, tale tema è particolarmente rilevante per le nostre strutture al fine di garantire la loro maggiore durabilità. Nella trattazione sono stati distinti gli elementi in cemento armato ordinario e quelli in cemento armato precompresso. Infine, gli ultimi due quaderni descrivono le modalità di 4 intervento relative agli appoggi ed ai giunti; si tratta - come è noto - di interventi molto frequenti che vengono ampiamente illustrati.

Volume III
Il terzo volume raccoglie quattro quaderni tecnici, dal n. 9 al n. 12, che esaminano dettagliatamente i materiali di nuova generazione utilizzati per gli interventi locali di manutenzione. 

In particolare, nei quaderni n. 9 e n. 10 si esaminano le malte e i calcestruzzi da ripristino, nello specifico sono esposte le diverse tipologie esistenti e le modalità di classificazione secondo normativa. Sono, inoltre, riportati i principali campi di applicazione di tali materiali nell’ambito degli interventi di rispristino e/o rinforzo e le metodologie per la loro posa in opera.
Nel quaderno n. 11 sono trattati i tessuti in polimero fibro-rinforzato (FRP), in particolare si esamina la classificazione di tali sistemi, il loro campo di impiego nel rinforzo strutturale, le modalità di applicazione ed, infine, le principali criticità cui questi materiali sono soggetti.
Nel quaderno n. 12 si concentra l’attenzione sulle lamine in polimero fibrorinforzato (FRP), affrontando gli stessi temi esposti nel quaderno n. 11 dedicato ai tessuti. In aggiunta, si trova una sezione dedicata alla trattazione delle barre realizzate in materiale composito fibro-rinforzato, impiegate come armature nei getti di calcestruzzo armato.
______

La prima edizione delle Linee Guida è stata emanata nel Novembre 2006 in seguito ad un duplice esame del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ed è tuttora l’unico documento tecnico nazionale che definisce compiutamente le modalità di progettazione della sicurezza per le gallerie stradali in osservanza al D.Lgs. 264/06, che a sua volta recepisce la Direttiva 2004/54/CE.

Le Linee Guida nascono dal lavoro svolto da ANAS e da insigni esperti, a valle di un numero cospicuo di interventi di nuova installazione, adeguamento dell’esistente, esercizio delle infrastrutture e sono frutto di una continua ricerca sperimentale con determinazione di nuovi sistemi e nuove tecnologie.

L’attività è stata svolta dal Gruppo di Lavoro costituito con ordine di servizio n°910 CDGTEC del 30.06.2009 con l’obiettivo di operare la “Revisione Linee Guida per la progettazione della Sicurezza nelle Gallerie Stradali e Revisione Circolare Sagome interne e principali dotazioni infrastrutturali delle Gallerie Stradali”.

ANAS
Condirezione Generale Tecnica
Direzione Centrale Progettazione
2a Edizione 2009

Collegati:

Pin It
Scarica questo file (Quaderni Tecnici Volume 3.pdf)Quaderni Tecnici Volume 3 IT3171 kB(255 Downloads)
Scarica questo file (Quaderni Tecnici Volume 2.pdf)Quaderni Tecnici Volume 2 IT35854 kB(254 Downloads)
Scarica questo file (Quaderni Tecnici Volume 1.pdf)Quaderni Tecnici Volume 1 IT18500 kB(324 Downloads)
Scarica questo file (Linee_guida_sicurezza_gallerie_2009_ANAS.pdf)Linee guida sicurezza gallerie stradaliANAS Ed. 2009IT17979 kB(3353 Downloads)

Tags: Costruzioni