Slide background
Slide background




MOCA: Sostanze attive e intelligenti per il confezionamento

ID 7133 | | Visite: 2109 | Documenti Chemicals EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/7133

Temi: Chemicals , Food

MOCA Sostanze attive e intelligenti confezionamento

MOCA: Sostanze attive e intelligenti per il confezionamento 

I materiali attivi a contatto con gli alimenti assorbono o rilasciano sostanze con la finalità di migliorare la qualità dell'alimento confezionato o di prolungarne la conservabilità.

I materiali intelligenti a contatto con i prodotti alimentari servono anche a monitorare lo stato dell’alimento confezionato o dell’ambiente intorno a esso, per esempio fornendo informazioni sulla sua freschezza.

Il motivo per cui la sicurezza dei materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti deve essere sottoposta a valutazione è che le sostanze chimiche possono migrare da questi materiali ai cibi. I materiali devono essere fabbricati in base ai dettami dei regolamenti dell’Unione europea (UE), che impongono anche buone pratiche di fabbricazione affinché qualsiasi potenziale trasferimento agli alimenti non comporti un pericolo per la salute umana, una modifica inaccettabile della composizione del prodotto o un deterioramento delle sue qualità organolettiche (per esempio gusto e/o odore).

Il compito generale di valutare le sostanze destinate all’utilizzo nei materiali a contatto con gli alimenti come anche quella di svolgere valutazioni supplementari del rischio in relazione a tali materiali è svolto dal gruppo di esperti scientifici sui materiali a  contatto con gli alimenti, gli enzimi, gli aromatizzanti e i coadiuvanti alimentari (gruppo CEF). Tale attività è parte integrante del processo di autorizzazione delle sostanze per le quali occorre una valutazione da parte dell’EFSA prima che ne sia autorizzato l’uso nell’UE. Il lavoro del gruppo si basa sull’esame delle informazioni e dei dati scientifici presentati dal soggetto che richiede un’autorizzazione. L’Autorità ha anche sviluppato specifiche linee guida per la presentazione di richieste di valutazione relative a imballaggi attivi e intelligenti.

Nell’agosto del 2009 l'EFSA ha pubblicato linee guida per la presentazione dei fascicoli di richiesta relativi alla valutazione della sicurezza di sostanze attive e intelligenti utilizzate negli imballaggi alimentari. Le linee guida, destinate all'industria, specificano quali sono gli aspetti che l’EFSA prende in considerazione nel valutare la sicurezza di tali sostanze e quali sono i dati necessari per poter condurre le valutazioni, nel corso delle quali l’EFSA prende in considerazione anche la possibile influenza dei processi di fabbricazione e la destinazione d’uso.

Guidelines on submission of a dossier for safety evaluation by the EFSA of active or intelligent substance(s) present in active and intelligent materials and articles intended to come into contact with food

L’Autorità ha pubblicato i suoi primi pareri scientifici sulla valutazione della sicurezza di una sostanza attiva usata negli imballaggi alimentari nel marzo 2012.

L’EFSA adotta e pubblica pareri scientifici e fornisce consulenza ai gestori del rischio in materia di sicurezza delle sostanze usate nella produzione di materiali a contatto con gli alimenti o a essa destinate, come pure in materia di sicurezza dei processi collegati.

I requisiti generali cui devono rispondere tutti i materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti sono stabiliti dal regolamento quadro n. 1935/2004. Le buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire in contatto con gli alimenti sono invece descritte nel regolamento CE n.2023/2006. La legislazione mira a garantire che tali materiali non cedano i loro componenti ai prodotti alimentari in quantità inammissibili (con processo detto “migrazione”).

Il regolamento (CE) N. 450/2009 fissa i requisiti specifici per l'uso e l'autorizzazione dei materiali e oggetti attivi e intelligenti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. Il regolamento stabilisce inoltre un elenco UE delle sostanze che possono essere utilizzate nella fabbricazione di questi materiali e le sostanze possono essere incluse in elenco solo dopo che ne è stata valutata la sicurezza da parte dell'EFSA.

Regolamento (CE) N. 450/2009 della Commissione del 29 maggio 2009 concernente i materiali attivi e intelligenti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari (GU L. 135 del 30 maggio 2009)

Etichettatura

Regolamento (CE) N. 450/2009
...
Articolo 11 Norme aggiuntive in materia di etichettatura

1. Qualora diano l’impressione d’essere commestibili, i materiali e oggetti attivi e intelligenti o le parti di essi devono recare, affinché il consumatore possa individuare le parti non commestibili:

a) la dicitura «NON MANGIARE»; e
b) quando sia tecnicamente possibile, il simbolo riprodotto nell’allegato I.


Simbolo (Allegato I)

Regolamento CE 450 2009 Simbolo
______

EFSA 2018

Collegati

Pin It

Tags: Chemicals Food

Articoli correlati

Ultimi archiviati Chemicals

Lug 03, 2020 28

Comunicato Min Salute 1° luglio 2020

Comunicato Min Salute 1° luglio 2020 La Direzione generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico del ministero della Salute comunica che grazie alle azioni intraprese non si rileva più la situazione di carenza sul mercato di prodotti disinfettanti riscontrata nello scorso mese di marzo… Leggi tutto
Linee guida uso di precursori di esplosivi
Giu 24, 2020 66

Linee guida Reg. (UE) 2019/1148 uso di precursori di esplosivi

Linee guida Reg. (UE) 2019/1148 uso di precursori di esplosivi Linee guida per l’attuazione del regolamento (UE) 2019/1148 relativo all’immissione sul mercato e all’uso di precursori di esplosivi (2020/C 210/01) GU C 210/1 del 24.06.2020 ... Nella società odierna molte sostanze chimiche sono usate… Leggi tutto
PBDE INAIL 2020
Giu 18, 2020 90

Polibromodifenileteri (Pbde) Microinquinanti organici

Polibromodifenileteri (Pbde). Microinquinanti organici - Informazioni e dati per una gestione sicura Gli inquinanti persistenti (POP) sono un gruppo di sostanze chimiche riconosciute da tempo come una minaccia globale per la salute umana e l'ambiente. Il Dipartimento innovazioni tecnologiche… Leggi tutto
The use of bisphenol A and its alternatives in thermal paper
Giu 18, 2020 107

The use of bisphenol A and its alternatives in thermal paper in the EU during 2014 - 2022

The use of bisphenol A and its alternatives in thermal paper in the EU during 2014 - 2022 June 2020 Bisphenol A (BPA) is classified under the CLP Regulation as a substance that may damage fertility, may cause serious eye damage, may cause skin allergies and respiratory irritation. It has also been… Leggi tutto
Giu 17, 2020 76

Decreto 30 maggio 2007

Decreto 30 maggio 2007 Recepimento della direttiva 2006/139/CE del Consiglio Europeo sull’adattamento al progresso tecnico della direttiva 76/769/CEE per quanto riguarda le restrizioni in materia di commercializzazione e uso dei composti dell’arsenico. (GU n.217 del 18-09-2007) Direttiva… Leggi tutto
Le sostanze perfluoroalchiliche PFOS e PFOA
Giu 15, 2020 152

Le sostanze perfluoroalchiliche: PFOS e PFOA

Le sostanze perfluoroalchiliche: PFOS e PFOA ID 10999 | 15.06.2020 Informazioni generali PFOS (acido perfluoroottansulfonico) e PFOA (acido perfluoroottanoico) appartengono alla famiglia delle sostanze organiche perfluoroalchiliche (PFAS). PFOA e PFOS sono composti chimici, prodotti dall’uomo e… Leggi tutto

Più letti Chemicals

Regolamento  CE  n  178 2002
Feb 28, 2020 31790

Regolamento (CE) N. 178/2002

Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza… Leggi tutto
Regolamento  CE  852 2004
Mar 06, 2019 27337

Regolamento (CE) N. 852/2004

Regolamento (CE) N. 852/2004 Regolamento (CE) N. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 sull'igiene dei prodotti alimentari GU L 139/1 del 30.4.2004 Testo consolidato 2009Modificato da: Regolamento (CE) n. 1019/2008 della Commissione del 17 ottobre 2008 (GU L 277 7… Leggi tutto