Slide background
Slide background




Corte di Cassazione, sez. III Penale, 12 gennaio 2024, n. 1454

ID 21395 | | Visite: 612 | News ChemicalsPermalink: https://www.certifico.com/id/21395

Corte di Cassazione  sez  III Penale  12 gennaio 2024  n  1454

Corte di Cassazione, sez. III Penale, 12 gennaio 2024, n. 1454: Sanzioni Penali REACH inapplicabili al distributore

ID 21395 | 20.02.2024 / In allegato

L’art. 16 del D. Lgs. 133/2009 (Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (CE) n. 1907/2006 - REACH), integra un reato proprio. Pertanto, le sanzioni da esso previste per la fabbricazione, immissione sul mercato ed utilizzo di sostanze non conformi alle condizioni di restrizione previste dal REACH non si applicano ai meri distributori.

La sentenza n. 1454/2024 della Corte di Cassazione consente di analizzare la portata applicativa dell’art 16 del D. Lgs. 133/2009, che disciplina le sanzioni applicabili in caso di violazione delle previsioni in materia di restrizioni alla fabbricazione, immissione sul mercato ed utilizzo delle sostanze.

Il D. Lgs. 133/2009 riporta: “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il fabbricante, l'importatore, il rappresentante esclusivo o utilizzatore a valle che fabbrica, immette sul mercato o utilizza una sostanza in quanto tale o in quanto componente di un preparato o di un articolo non conformemente alle condizioni di restrizioni previste dall'Allegato XVII del regolamento al di fuori dei casi di cui all'articolo 67 del regolamento, è punito con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda da 40.000 a 150.000 euro”.

La sanzione è chiaramente prevista solamente per alcune specifiche categorie di soggetti.

L'art 16 del D. Lgs. 133/2009 in combinato disposto con l’art. 2 del medesimo fa emergere che la definizione di tali categorie di soggetti deve essere ricercata all’interno del Regolamento REACH: “1. Ai fini dell'attuazione del presente capo [articoli da 1 a 17 / ndr] si applicano le definizioni di cui all'articolo 3 del regolamento ”.

Più precisamente, il Regolamento REACH qualifica le figure in questione in tali temini:

- fabbricante è ogni persona fisica o giuridica stabilita nell’Unione Europea che fabbrica una sostanza all’interno dell’Unione Europea stessa (punto 9);
- importatore è ogni persona fisica o giuridica stabilita nell’Unione Europea responsabile dell'importazione (punto 11). Ai fini dell’applicazione delle sanzioni, l’art. 2, co. 2, D. Lgs. 133/2009 equipara a tale figura anche il rappresentante esclusivo, definito dall’art. 8 del REACH come ogni persona fisica o giuridica stabilita nell’Unione Europea, nominata da una persona fisica o giuridica che fabbrica una sostanza e che è stabilita al di fuori dell’Unione Europea al fine di adempiere agli obblighi previsti in capo agli importatori;
- utilizzatore a valle è ogni persona fisica o giuridica (diversa dal fabbricante e dall’importatore) stabilita nell’Unione Europea che utilizza una sostanza nell'esercizio delle sue attività industriali o professionali (punto 13).

La Corte di Cassazione, con la sentenza in oggetto, chiarisce che dal coordinamento di tutte le previsioni sopra richiamate emerge come l’art. 16 del D. Lgs. 133/2009 integri un reato proprio, come tale applicabile unicamente nei confronti dei soggetti espressamente previsti dalla norma stessa.

Cìaso di specie.

Il ricorso in Cassazione era stato presentato da un Società che era stata condannata dal Tribunale di Genova al pagamento della pena di Euro: 30.000,00 di ammenda per avere “partecipato alla distribuzione ulteriore” di colla contenente toluene in misura superiore al limite previsto dalla voce n. 48 dell’Allegato XVII del REACH (1).

Nel giudizio di merito era stato accertato quanto segue:

1. la colla era stata prodotta da una Società terza, avente sede in Italia, presso la quale la Società imputata, al pari di molte altre Società, l’aveva acquistata;
2. la Società imputata riceveva la colla in cisternette da 800 Kg e la confezionava in tubetti collegando tali cisternette ad un macchinario che trasferiva il prodotto al loro interno;
3. la colla così confezionata veniva, poi, rivenduta a grossisti, che la cedevano ai rivenditori finali;
4. la Società imputata non utilizzava in alcun modo, nemmeno per la pulizia dei macchinari, il toluene.

In definitiva, quindi, tale Società risultava riconducibile alla categoria dei distributori, ovvero di quei soggetti che si limitano ad immagazzinare e ad immettere sul mercato una sostanza ai fini della sua vendita a terzi (art. 3, punto 14, Regolamento REACH).

Pertanto, la Corte di Cassazione, in applicazione del ragionamento giuridico di cui sopra, ha statuito che il “difetto della qualifica soggettiva necessaria per l’integrazione del reato esclude la sussistenza del fatto tipico così come contestato” ed ha annullato senza rinvio la sentenza impugnata perché il fatto non sussiste.

Non a caso, d’altronde, quando il legislatore ha voluto prevedere specifiche sanzioni nei confronti dei distributori lo ha previsto espressamente.

Al riguardo, all’art. 10 del D. Lgs. 133/2009, che prevede l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da Euro: 3.000,00 ad Euro: 18.000,00 nel caso in cui il distributore (oltre agli altri soggetti della catena di approvvigionamento) non adempia all’obbligo di conservare le informazioni per un periodo di almeno dieci anni: “Salvo che il fatto costituisca reato, il fabbricante, l'importatore, il rappresentante esclusivo, l'utilizzatore a valle o il distributore che non ottempera agli obblighi di cui all'articolo 36, paragrafo 1, del regolamento, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 3.000 a 18.000 euro.

(1) Tale voce prevede che il toluene non può essere immesso sul mercato o utilizzato come sostanza o costituente di preparati in concentrazione pari o superiore allo 0,1% della massa in adesivi e vernici spray destinati alla vendita al pubblico.

D. Lgs. 133/2009

Art. 16 Violazione degli obblighi derivanti dall'articolo 67 del regolamento in materia di restrizione

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il fabbricante, l'importatore, il rappresentante esclusivo o utilizzatore a valle che fabbrica, immette sul mercato o utilizza una sostanza in quanto tale o in quanto componente di un preparato o di un articolo non conformemente alle condizioni di restrizioni previste dall'Allegato XVII del regolamento al di fuori dei casi di cui all'articolo 67 del regolamento, è punito con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda da 40.000 a 150.000 euro.

Regolamento (CE) n. 1907/2006

Articolo 3 Definizioni
...

14) distributore: ogni persona fisica o giuridica stabilita nella Comunità, compreso il rivenditore al dettaglio, che si limita ad immagazzinare e a immettere sul mercato una sostanza, in quanto tale o in quanto componente di una miscela, ai fini della sua vendita a terzi;
...

Collegati

Tags: Chemicals Reach Abbonati Chemicals

Ultimi archiviati Chemicals

REACH Authorisation List
Apr 19, 2024 59

REACH Authorisation Decisions List / Last update: 18.04.2024

REACH Authorisation Decisions List / Last update: 18.04.2024 ID 21772 | Last update: 18.04.2024 REACH Authorisation Decisions List of authorisation decisions adopted on the basis of Article 64 of Regulation (EC) No 1907/2006 (REACH). The list also includes reference to related documentation… Leggi tutto
Regolamento delegato  UE  2024 1141
Apr 19, 2024 112

Regolamento delegato (UE) 2024/1141

Regolamento delegato (UE) 2024/1141 ID 21720 | 19.04.2024 Regolamento delegato (UE) 2024/1141 della Commissione, del 14 dicembre 2023, che modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 853/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda requisiti specifici in materia di… Leggi tutto
Quadro degli indicatori UE per le sostanze chimiche
Apr 17, 2024 109

Quadro degli indicatori UE per le sostanze chimiche

Quadro degli indicatori UE per le sostanze chimiche / 2024 ID 21697 | 17.04.2024 Report EEA 02/2024 Le politiche dell’UE in materia di sostanze chimiche mirano ad affrontare la sfida di produrre e utilizzare sostanze chimiche per soddisfare le esigenze della società, rispettando i confini del… Leggi tutto
Apr 15, 2024 78

Linea guida Min. della Salute del 19 marzo 2024 - Istanze usi minori

Linea guida Ministero della Salute del 19 marzo 2024 - Istanze usi minori ID 21690 | 15.04.2024 / In allegato La Direzione Generale per l’Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione (ex D.G.I.S.A.N. - Ufficio 7 - Sicurezza e regolamentazione dei prodotti fitosanitari) ha predisposto un… Leggi tutto
Decreto 4 aprile 2024
Apr 12, 2024 122

Decreto 4 aprile 2024 | Suppl. 11.4 Farmacopea europea 11ª ed.

Decreto 4 aprile 2024 | Suppl. 11.4 Farmacopea europea 11ª ed. ID 21684 | 12.04.2024 Decreto 4 aprile 2024 Entrata in vigore dei testi, nelle lingue inglese e francese, pubblicati nel supplemento 11.4 della Farmacopea europea 11ª edizione. (GU n.86 del 12.04.2024) ... Decreta: 1. I testi nelle… Leggi tutto
Apr 10, 2024 96

Regolamento di esecuzione (UE) 2024/1045

Regolamento di esecuzione (UE) 2024/1045 ID 21669 | 10.04.2024 Regolamento di esecuzione (UE) 2024/1045 della Commissione, del 9 aprile 2024, recante modifica del regolamento (CE) n. 333/2007 per quanto riguarda i metodi di campionamento e di analisi per il controllo dei tenori di nichel nei… Leggi tutto
Piano di controllo nazionale pluriennale Sicurezza alimentare 2020 2022   Relazione 2021
Mar 27, 2024 196

PCNP pluriennale Sicurezza alimentare 2020-2022 | Relazione 2021

Piano di controllo nazionale pluriennale Sicurezza alimentare 2020-2022 | Relazione 2021 ID 21585 | 27.03.2024 / In allegato Il Ministero della Salute, in qualità di punto di contatto nazionale per la Commissione europea per il Piano di controllo nazionale pluriennale (PCNP) ha predisposto la… Leggi tutto

Più letti Chemicals

Regolamento  CE  n  178 2002
Ott 24, 2022 104899

Regolamento (CE) N. 178/2002

Regolamento (CE) n. 178/2002 Regolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 gennaio 2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l'Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza… Leggi tutto
Notifica HACCP
Apr 05, 2022 71555

Notifica ai fini registrazione Regolamento CE n. 852/2004

Notifica ai fini della registrazione (Reg. CE n. 852/2004) - Ex notifica sanitaria alimentare ID 7901 | 06.03.2019 / Modello notifica allegato [panel]Regolamento (CE) 852/2004...Articolo 6 Controlli ufficiali, registrazione e riconoscimento 1. Gli operatori del settore alimentare collaborano con le… Leggi tutto