Slide background
Slide background
Slide background

Direttiva 2008/68/CE

ID 92 | | Visite: 13227 | Legislazione Merci Pericolose UEPermalink: https://www.certifico.com/id/92

Direttiva 2008/68/CE (Direttiva quadro merci pericolose)

Direttiva 2008/68/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 settembre 2008 relativa al trasporto interno di merci pericolose

SINTESI

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

Stabilisce norme comuni per il trasporto in sicurezza di merci pericolose all’interno dei paesi dell’Unione europea (UE) o tra gli stessi su strada, per ferrovia o per via navigabile. Riguarda inoltre aspetti quali il carico e lo scarico, il trasferimento a e da un altro mezzo di trasporto, nonché le soste nel corso del processo di trasporto. Estende l’applicazione delle norme internazionali al trasporto nazionale di merci pericolose.

PUNTI CHIAVE

Esclusioni

La direttiva non si applica al trasporto di merci pericolose:

- mediante veicoli, vagoni o navi che appartengono alle forze armate o che si trovano sotto la responsabilità di queste ultime;
- mediante navi d’altura su vie navigabili marittime che fanno parte delle vie navigabili interne;
- mediante traghetti che effettuano soltanto l’attraversamento di una via navigabile interna o di un porto;
- effettuato interamente all’interno del perimetro di un’area chiusa.

Norme nazionali

Per motivi non inerenti alla sicurezza durante il trasporto (ad esempio, per motivi di tutela ambientale o sicurezza nazionale), i paesi dell’UE possono disciplinare o vietare il trasporto di merci pericolose sul loro territorio. Possono altresì stabilire specifici requisiti di sicurezza per il trasporto nazionale e internazionale di merci pericolose nel loro territorio per quanto concerne:

- il trasporto di merci pericolose effettuato mediante veicoli, vagoni o navi della navigazione interna non contemplati dalla presente direttiva;
- se giustificato, l’utilizzazione di rotte prescritte, compresa l’utilizzazione di modalità di trasporto prescritte;
- norme speciali per il trasporto di merci pericolose nei treni passeggeri.

Il trasporto internazionale di merci pericolose è disciplinato dall’accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada (ADR)*, dall’accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose per vie navigabili interne (ADN)* e dai regolamenti concernenti il trasporto internazionale per ferrovia delle merci pericolose (RID)*. Tali norme internazionali devono essere estese ai trasporti nazionali allo scopo di armonizzare in tutta l’UE le condizioni di trasporto delle merci pericolose e di garantire il buon funzionamento del mercato comune dei trasporti dell’Unione. Gli allegati della direttiva rimandano al testo di tali accordi.
Accordi internazionali

L’ADR, il RID e l’ADN contengono un elenco delle merci pericolose, indicando se il loro trasporto è vietato o meno e fissando le condizioni applicabili al loro trasporto, qualora esso sia autorizzato. I paesi dell’UE possono richiedere deroghe temporanee a determinate condizioni.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

A decorrere dal 20 ottobre 2008.

GU L 260/13 del 30.9.2008

Attuata con:

Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 35

________

Attenzione, vedere testo consolidato che tiene conto delle modifiche dal 2008 al 2018:

Direttiva 2008 68 CE Testo consolidato

Direttiva 2008/68/CE | Testo consolidato 2018

Direttiva 2008/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 24 settembre 2008 relativa al trasporto interno di merci pericolose.

GU L 260/13 del 30.9.2008

Download Testo consolidato


Scarica questo file (Direttiva 2008 68 CE.pdf)Direttiva 2008/68/CETrasporto interno di merci pericoloseIT219 kB(1078 Downloads)

Tags: Merci Pericolose Accordi multilaterali

Ultimi archiviati Ambiente

Cogenerazione alto rendimento 2019
Feb 13, 2019 51

Cogenerazione ad alto rendimento per la PA

Cogenerazione ad alto rendimento per la PA GSE, 2019 Il presente documento ha lo scopo di mostrare come la cogenerazione sia una soluzione vantaggiosa nell'ambito di utenze di proprietà della Pubblica Amministrazione (PA), sia in termini di efficienza energetica sia in termini economici, grazie… Leggi tutto
Feb 12, 2019 42

Direttiva (UE) 2015/1787

Direttiva (UE) 2015/1787 Direttiva (UE) 2015/1787 della Commissione, del 6 ottobre 2015, recante modifica degli allegati II e III della direttiva 98/83/CE del Consiglio concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano GU L 260 del 7.10.2015Collegati:[box-note]Revisione direttiva acqua… Leggi tutto
Convention on Biological Diversity CBD
Feb 11, 2019 42

CBD - Convenzione di Rio de Janeiro

Convenzione sulla Diversità Biologica (CBD) Firmata a Rio de Janeiro il 5 giugno 1992, la Convenzione sulla Diversità Biologica persegue tre obiettivi principali:- La conservazione della diversità biologica- L’uso sostenibile dei componenti della diversità biologica- La giusta ed equa ripartizione… Leggi tutto
Direttiva 98 83 CE
Feb 11, 2019 75

Direttiva 98/83/CE

Direttiva 98/83/CE: qualità delle acque destinate al consumo umano Direttiva 98/83/CE del Consiglio del 3 novembre 1998 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano (GU L 330 dell'5.12.1998, pag. 32) Atto di recepimento IT: Decreto Legislativo 2 febbraio 2001 n. 31 ... Direttiva… Leggi tutto
Feb 10, 2019 42

Regolamento (CE) n. 338/97

Regolamento (CE) n. 338/97 Regolamento (CE) n. 338/97 del Consiglio del 9 dicembre 1996 relativo alla protezione di specie della flora e della fauna selvatiche mediante il controllo del loro commercio GU L 61 3.3.1997 Testo consolidato 2019 [box-note]Regolamento (UE) n. 995/2010Regolamento (CE) n.… Leggi tutto

Più letti Ambiente