Slide background
Slide background
Slide background




VIII Rapporto sulla sicurezza nucleare in Italia

ID 9902 | | Visite: 1111 | Documenti Ambiente EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/9902

ISIN VIII Rapporto

VIII Rapporto sulla sicurezza nucleare in Italia

ISIN, 13.09.2019

La Convenzione sulla sicurezza nucleare (CNS), adottata a Vienna nel giugno 1994 ed entrata in vigore nell’ottobre del 1996, mira a impegnare i Paesi che gestiscono centrali nucleari civili a mantenere un livello elevato di sicurezza. Lo scambio di report nazionali nell’ambito dei rispettivi Gruppi di Lavoro e il successivo invio di osservazioni e richieste di chiarimenti rappresentano il principale elemento del processo di revisione della Convenzione.

L’ottava edizione del rapporto intende fornire un aggiornamento del settimo rapporto pubblicato nel 2016 e riferisce dei cambiamenti nelle politiche, nella legislazione, nei regolamenti e nelle prassi nazionali in materia di sicurezza nucleare, affronta alcuni temi definiti nel corso della settima riunione di revisione e fornisce informazioni su questioni tecniche relative all'attuazione dei principi della Dichiarazione di Vienna.

Al termine di questo processo di “peer review”, le Parti contraenti si riuniranno presso la sede dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica e, nel corso di un meeting internazionale, saranno presentate le risultanze delle analisi svolte e verranno individuati eventuali aspetti di interesse comune per il miglioramento dei livelli di sicurezza nucleare.

La prima fase, pertanto, si è appena conclusa: l’Italia ha inviato alla IAEA il rapporto nazionale ed entro fino novembre riceverà le relative osservazioni dei Paesi del Gruppo di Lavoro 3, composto anche da Cina, Svezia, Argentina, Lussemburgo, Thailandia, Cipro, Sud Africa, Islanda, Austria, Nigeria e Repubblica di Moldova.

Si tratta del primo rapporto nazionale preparato, per conto del Governo italiano, dall'Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e radioprotezione (ISIN).

Fonte: ISIN

Collegati:

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato VIII Rapporto sulla sicurezza nucleare in Italia.pdf
ISIN 2019
1325 kB 5

Tags: Ambiente Emergenze Abbonati Ambiente Rifiuti radioattivi

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Linee guida pianificazione integrata inquinamento acustico urbano
Mag 24, 2022 76

Linee guida pianificazione integrata inquinamento acustico urbano

Linee Guida per una pianificazione integrata dell'inquinamento acustico in ambito urbano (HUSH Harmonization of Urban noise reduction Strategies for Homogeneous action plans) L’inquinamento acustico ambientale è considerato uno dei maggiori problemi ambientali, con elevato e diffuso impatto sulla… Leggi tutto
Regolamento delegato UE 2022 759
Mag 18, 2022 102

Regolamento delegato (UE) 2022/759

Regolamento delegato (UE) 2022/759 / Modifica Alleg. VII RED II Regolamento delegato (UE) 2022/759 della Commissione del 14 dicembre 2021 che modifica l’allegato VII della direttiva (UE) 2018/2001 per quanto riguarda la metodologia di calcolo della quantità di energia rinnovabile usata per il… Leggi tutto
Mag 16, 2022 57

Direttiva 2002/63/CE

Direttiva 2002/63/CE Direttiva 2002/63/CE della Commissione, dell'11 luglio 2002, che stabilisce metodi comunitari di campionamento ai fini del controllo ufficiale dei residui di antiparassitari sui e nei prodotti alimentari di origine vegetale e animale e che abroga la direttiva 79/700/CEE GU L… Leggi tutto
Mag 16, 2022 74

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/601

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/601 Regolamento di esecuzione (UE) 2021/601 della Commissione del 13 aprile 2021 relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell’Unione per il 2022, il 2023 e il 2024, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di… Leggi tutto
Mag 16, 2022 58

Regolamento di esecuzione (UE) 2022/741

Regolamento di esecuzione (UE) 2022/741 Regolamento di esecuzione (UE) 2022/741 della Commissione del 13 maggio 2022 relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell’Unione per il 2023, il 2024 e il 2025, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di… Leggi tutto

Più letti Ambiente