Slide background
Slide background
Slide background

Libro Verde: i rifiuti di plastica nell'ambiente

ID 2416 | | Visite: 3735 | Documenti Ambiente UEPermalink: https://www.certifico.com/id/2416

Temi: Ambiente , Rifiuti

LIBRO VERDE
Una strategia europea per i rifiuti di plastica nell'ambiente

L'obiettivo del Libro verde è avviare un'ampia riflessione su possibili risposte alle sfide politiche pubbliche poste dai rifiuti di plastica, un tema non trattato in maniera specifica nell'attuale normativa UE sui rifiuti.

Il follow-up del Libro verde sarà parte integrante del riesame generale della normativa sui rifiuti, che sarà portato a termine nel 2014.

Nel quadro del riesame si analizzeranno gli attuali obiettivi relativi al recupero dei rifiuti e alle discariche e si svolgerà una valutazione ex post di cinque direttive su vari flussi di rifiuti. Le caratteristiche intrinseche della plastica creano problematiche specifiche nella gestione dei rifiuti.

La plastica è un materiale relativamente a buon mercato e si presta facilmente ad applicazioni industriali. Per questo motivo nell'ultimo decennio si è diffusa in maniera esponenziale e verosimilmente il trend di crescita si protrarrà anche in futuro.

In secondo luogo la plastica è un materiale molto longevo e più resistente dei prodotti in cui è impiegato. Di conseguenza sono in costante aumento anche i rifiuti di plastica nell'ambiente. La durabilità della plastica è problematica anche sotto il profilo dello smaltimento incontrollato, poiché questo materiale può rimanere intatto nell'ambiente per periodi molto lunghi. La necessità di continuare a impegnarsi per ridurre l'incidenza e l'impatto della plastica nell'ambiente marino è stata messa in evidenza anche al vertice di Rio+20.

Una migliore gestione dei rifiuti di plastica è una sfida che può costituire anche un'opportunità. Sebbene la plastica sia un materiale pienamente riciclabile, allo stato attuale solo una quantità minima di rifiuti di plastica viene effettivamente riciclata.

Una percentuale di riciclaggio più alto contribuirebbe a raggiungere gli obiettivi della tabella di marcia verso un'Europa efficiente nell'impiego delle risorse, adottata nel 2011, oltre ad aiutare a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e le importazioni di materie prime e combustibili fossili.

L'adozione di misure specifiche per il riciclaggio della plastica possono giovare anche alla competitività, oltre a creare opportunità economiche e posti di lavoro.

Il presente Libro verde fornirà un contributo per valutare i rischi effettivi per l'ambiente e la salute umana connessi alla plastica quando i prodotti diventano rifiuti, per affrontare il tema della loro progettazione ecocompatibile a livello funzionale e chimico e per avviare una riflessione su come affrontare il problema dello smaltimento incontrollato di rifiuti di plastica e rifiuti marini.

Il Libro verde stimolerà inoltre le riflessioni su come il costo dei prodotti di plastica possa tenere conto degli impatti esercitati da questo materiale nel corso del suo ciclo di vita, ossia dall'estrazione delle materie prime fino alla fine del ciclo.

La Commissione avvia la presente consultazione al fine di raccogliere dati, valutare gli interessi in gioco e conoscere l'opinione delle parti interessate in merito a un fenomeno dalle molteplici sfaccettature. Le parti interessate sono libere di presentare osservazioni in merito ad alcuni o a tutti gli aspetti trattati nel presente documento.

Al termine di ciascuna sezione vi sono alcune domande specifiche sulle opzioni strategiche. Gli Stati membri, il Parlamento europeo, il Comitato economico e sociale europeo e tutte le parti interessate sono invitati a trasmettere osservazioni sulle proposte formulate nel presente Libro verde.

I contributi devono essere inviati alla Commissione entro il 7 giugno 2013 al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/environment/consultations/plastic_waste_en.htm

Pin It


Tags: Ambiente Rifiuti

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Rapporto 310 2019
Lug 17, 2019 24

Le attività di ISPRA per la tutela dei beni culturali

Le attività di ISPRA per la tutela dei beni culturali: la partecipazione al progetto Artek ArTeK (Satellite Enabled Services for Preservation and Valorisation of Cultural Heritage) è un progetto finalizzato a fornire uno strumento che permetta di monitorare lo stato di conservazione e il rischio di… Leggi tutto
Delibera n  4 del 25 giugno 2019
Lug 13, 2019 63

Delibera n. 4 del 25 giugno 2019

Delibera n. 4 del 25 giugno 2019 (GU Serie Generale n.166 del 17-07-2019) Criteri e modalità di svolgimento delle verifiche per i responsabili tecnici di cui all’articolo 13 del decreto del Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo… Leggi tutto
Delibera n  3 del 25 giugno 2019
Lug 13, 2019 82

Delibera n. 3 del 25 giugno 2019

Delibera n. 3 del 25 giugno 2019 (GU Serie Generale n.166 del 17-07-2019) Modifiche e integrazioni alla deliberazione n. 6 del 30 maggio 2017, recante requisiti del responsabile tecnico di cui agli articoli 12 e 13 del decreto del Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di… Leggi tutto
Circolare n  6 del 10 luglio 2019
Lug 12, 2019 87

Circolare n. 6 del 10 luglio 2019

Circolare n. 6 del 10 luglio 2019 Attribuzione codice EER 20 03 07. Integrazione circolare prot. n. 691 del 12 giugno 2013 Estratto: "Sono pervenute a questo Comitato nazionale numerose richieste di attribuzione del codice EER 20.03.07 nelle iscrizioni alla categoria 2-bis delle imprese che… Leggi tutto
Circolare MATTM 20 05 2019
Lug 09, 2019 116

Circolare MATTM 20.05.2019 Accumuli di Posidonia oceanica spiaggiati

Circolare “Gestione degli accumuli di Posidonia oceanica spiaggiati" MATTM 20 maggio 2019 Oggetto: gestione degli accumuli di Posidonia oceanica spiaggiati Gli accumuli di Posidonia oceanica che si formano quando i residui di foglie e rizomi trascinati dalle correnti e dal moto ondoso raggiungono… Leggi tutto
Ricerca e applicazione di metodologie ecotossicologiche
Lug 09, 2019 64

Ricerca e applicazione di metodologie ecotossicologiche

Ricerca e applicazione di metodologie ecotossicologiche 8a edizione delle Giornate di Studio “Ricerca e applicazione di metodologie ecotossicologiche” Questa edizione delle giornate di studio (Livorno 26-28 novembre 2018) ha riscosso un notevole successo, registrando una affluenza di oltre 200… Leggi tutto
BAT Hydrocarbon
Lug 09, 2019 75

BAT hydrocarbon exploration and production

Best Available Techniques Guidance Document on upstream hydrocarbon exploration and production In 2015-2018, the European Commission initiated an exchange of information with a view to developing a Guidance Document on best available techniques (BAT) in upstream hydrocarbon exploration and… Leggi tutto
BAT  Waste Incineration
Lug 08, 2019 83

BREF for Waste Incineration

Reference Document on the Best Available Techniques for Waste Incineration August 2006 This BREF covers the incineration or co-incineration of waste, including municipal waste, other non-hazardous waste, sewage sludge, hazardous waste and clinical waste. This BREF, besides traditional incineration… Leggi tutto

Più letti Ambiente