Slide background
Slide background
Slide background

Mercurio: in arrivo il Regolamento UE che adotta la Convenzione di Minamata

ID 2372 | | Visite: 6098 | Documenti Ambiente UEPermalink: https://www.certifico.com/id/2372

Mercurio: in arrivo il Regolamento UE che adotta la Convenzione di Minamata

Update 02.06.2017

Pubblicata la Decisione (UE) 2017/938 del Consiglio del 23 settembre 2013 relativa alla firma, a nome dell'Unione europea, della convenzione di Minamata sul mercurio.

Update 25.05.2017

Pubblicato il Regolamento (UE) 2017/852 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 maggio 2017 sul mercurio, che abroga il regolamento (CE) n. 1102/2008

Update 19.10.2016

Il 2 Febbraio 2016 l'UE ha adottato il pacchetto di Ratifica della Convenzione di Minamata sul Mercurio che abrogherà il Regolamento (CE) 1102/2008.

Il Mercurio è l'unico metallo che è liquido a temperatura ambiente - è un elemento chimico indistruttibile, altamente tossico per gli esseri umani, gli animali e gli ecosistemi. 
L'esposizione a grandi quantità di mercurio può essere fatale, ma a dosi relativamente basse possono presentarsi gravi effetti sulla salute, in quanto possono essere colpiti l'apparato cardiovascolare, immunitario, riproduttivo e quello nervoso in particolare. 
In presenza di batteri, il mercurio si può convertire in metilmercurio, un composto di mercurio più complesso e nocivo, che attraversa sia la barriera placentare e che la barriera emato-encefalica, e può, quindi, inibire lo sviluppo mentale dei bambini prima e dopo la nascita. L'esposizione delle donne in età fertile e dei bambini è quindi di grande preoccupazione.

Il rischio principale di esposizione per gli esseri umani è l'assunzione attraverso il cibo, come metilmercurio, che si accumula nei pesci e frutti di mare, in particolare nei grandi pesci predatori. 
Altri rischi di esposizione significativi derivano dalle attività umane ad esempio in ambito minerario, nei prodotti e processi industriali e artigianali e nelle miniere d'oro.

Come inquinante transfrontaliero a lungo raggio, il mercurio può inquinare aree situate a migliaia di chilometri di distanza dalle fonti di emissione. Di conseguenza, l'UE ha anche cercato di affrontare le sfide globali poste dal mercurio, prevedendo delle azioni nella strategia comunitaria sul mercurio, con misure da attuare a livello internazionale. 
Notevoli progressi sono stati fatti in questo senso. Guidato da UNEP, il programma ambientale delle Nazioni Unite, il processo di negoziazione internazionale ha portato alla firma, tra 127 paesi e l'Unione Europea, della Convenzione di Minamata su Mercurio, dal nome della città giapponese dove nel 1950 è accaduto il peggior caso di inquinamento da mercurio.

Inizialmente l'Unione europea ha firmato la convenzione di Minamata sul Mercurio nel mese di ottobre 2013 e quindi si è impegnata a garantirne la ratifica e l'attuazione in tutta l'Unione.

Per consentire all'UE di implementare e ratificare la Convenzione di Minamata, la Commissione europea ha adottato, il 2 febbraio 2016 un pacchetto di ratifica Minamata che aggiornerà la normativa dell'UE per conformarsi pienamente con la Convenzione.

Il pacchetto si compone di due proposte:

  • Regolamento sul Mercurio (01/02) che abroga e sostituisce il regolamento (CE) 1102/2008 (05);
  • Decisione del Consiglio (03/04) relativa alla conclusione, a nome dell'Unione europea, della convenzione di Minamata su Mercurio.

Il regolamento modifica la legislazione europea vigente:

  • abrogando il regolamento (CE) 1102/2008 (05), pur mantenendo le sue disposizioni sostanziali che vietano le esportazioni di mercurio e regolano lo smaltimento del mercurio dei rifiuti;
  • vietando all'interno dell'Unione europea ogni futuro nuovo utilizzo del mercurio nei prodotti e  nell'industria, finchè non siano dimostrati significativi benefici ambientali e sanitari e non ci siano alternative all'eliminazione del mercurio;
  • affrontando la questione dell'amalgama dentale, limitandone l'uso nelle capsule e chiedendo ai dentisti di utilizzare appositi dispositivi per la rimozione;
  • portando alcune modifiche aggiuntive al diritto UE corrente, necessarie per consentire all'UE di ratificare la Convenzione;
  • semplificando talune disposizioni del diritto dell'UE in materia di mercurio.

La proposta della Commissione è accompagnata da una valutazione d'impatto e relativa sintesi, in cui sono disponibili informazioni dettagliate.

I lavori preparatori includono:

  • Pubblicazione della roadmap (06);
  • Studio sull'attuazione UE della Convenzione di Minamata sul Mercurio (07), ICF, COWI, BiPRO, Garrrigues (marzo 2015);
  • Ratifica della Convenzione Minamata dall'UE (08) - Valutazione complementare divieto di esportazione del mercurio, COWI, BiPRO (giugno 2015);
  • Una riunione dei soggetti interessati il 07/07/2014 a Bruxelles, tutte le informazioni pertinenti, compresi i contributi delle parti interessate sono disponibili in allegato (08);
  • Una consultazione pubblica dal 14/8/2014 fino al 14/11/2014, le informazioni includono un questionario ed i risultati sono disponibili in allegato (09).

Alla data del 6 aprile 2016 le Parti che hanno ratificato la Convenzione di Minamata sono 25, mentre sono 128 i firmatari (tra i quali l’Italia). La Convenzione entrerà in vigore novanta giorni dopo che sarà stato depositato il cinquantesimo strumento di ratifica presso il Segretariato delle Nazioni Unite.

http://www.mercuryconvention.org/

Regolamento (UE) 2017/852

Regolamento (CE) 1102/2008

Pin It
Scarica questo file (10. Decisione UE 2017 938.pdf)Decisione (UE) 2017/938Firma Convenzione di Minamata sul mercurioIT309 kB(313 Downloads)
Scarica questo file (08. Ratification of the Minamata Convention by the EU.pdf)08. Ratification of the Minamata Convention by the EURatifica Convenzioned di Minamata 2013EN1383 kB(445 Downloads)
Scarica questo file (07. Study on EU Implementation of the Minamata Convention on Mercury.pdf)07. Study on EU Implementation of the Minamata ConventionStudio ImplementazioneEN2286 kB(407 Downloads)
Scarica questo file (06. Roadmap 2014 env 014 minamata_convention mercury en.pdf)06. Roadmap 2014 Minamata ConventionRoadmap Convenzione di MinimataEN211 kB(390 Downloads)
Scarica questo file (09. Public Consultation on the Ratification by the EU of the Minamata Convention.pdf)09. Public Consultation Ratification by the EU Minamata ConventionConsultazione pubblicaIT123 kB(385 Downloads)
Scarica questo file (04. Decisione Consiglio conclusione convenzione di Minamata sul mercurio - Allegati.pdf)04. Decisione Consiglio conclusione convenzione di MinamataAllegati - 02 Febbraio 2016IT368 kB(370 Downloads)
Scarica questo file (03. Decisione Consiglio conclusione convenzione di Minamata sul mercurio.pdf)03. Decisione Consiglio conclusione convenzione di MinamataTesto - 02 Febbraio 2016]IT50 kB(383 Downloads)
Scarica questo file (05. Regolamento CE 1102 2008.pdf)05. Regolamento (CE) 1102/2008TestoIT78 kB(384 Downloads)
Scarica questo file (02. Proposta di Regolamento UE sul Mercurio - Allegati.pdf)02. Proposta di Regolamento UE sul MercurioAllegati - 02 Febbraio 2016IT207 kB(386 Downloads)
Scarica questo file (01. Proposta di Regolamento UE sul Mercurio.pdf)01. Proposta di Regolamento UE sul MercurioTesto - 02 Febbraio 2016IT374 kB(915 Downloads)

Tags: Ambiente Acque Convenzione Minamata Mercurio

Ultimi archiviati Ambiente

First national census on HFC italian alternative technologies
Lug 22, 2019 20

First national census on HFC italian alternative technologies

First national census on HFC italian alternative technologies L'”Emendamento Kigali” al Protocollo di Montreal che mira a ridurre la produzione e il consumo di idrofluorocarburi (HFC), avrà impatti significativi sui Paesi in via di sviluppo, dove il passaggio dagli HCFC (Idroclorofluorocarburi)… Leggi tutto
Rapporto 310 2019
Lug 17, 2019 34

Le attività di ISPRA per la tutela dei beni culturali

Le attività di ISPRA per la tutela dei beni culturali: la partecipazione al progetto Artek ArTeK (Satellite Enabled Services for Preservation and Valorisation of Cultural Heritage) è un progetto finalizzato a fornire uno strumento che permetta di monitorare lo stato di conservazione e il rischio di… Leggi tutto
Delibera n  4 del 25 giugno 2019
Lug 13, 2019 106

Delibera n. 4 del 25 giugno 2019

Delibera n. 4 del 25 giugno 2019 (GU Serie Generale n.166 del 17-07-2019) Criteri e modalità di svolgimento delle verifiche per i responsabili tecnici di cui all’articolo 13 del decreto del Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo… Leggi tutto
Delibera n  3 del 25 giugno 2019
Lug 13, 2019 113

Delibera n. 3 del 25 giugno 2019

Delibera n. 3 del 25 giugno 2019 (GU Serie Generale n.166 del 17-07-2019) Modifiche e integrazioni alla deliberazione n. 6 del 30 maggio 2017, recante requisiti del responsabile tecnico di cui agli articoli 12 e 13 del decreto del Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di… Leggi tutto
Circolare n  6 del 10 luglio 2019
Lug 12, 2019 109

Circolare n. 6 del 10 luglio 2019

Circolare n. 6 del 10 luglio 2019 Attribuzione codice EER 20 03 07. Integrazione circolare prot. n. 691 del 12 giugno 2013 Estratto: "Sono pervenute a questo Comitato nazionale numerose richieste di attribuzione del codice EER 20.03.07 nelle iscrizioni alla categoria 2-bis delle imprese che… Leggi tutto
Circolare MATTM 20 05 2019
Lug 09, 2019 138

Circolare MATTM 20.05.2019 Accumuli di Posidonia oceanica spiaggiati

Circolare “Gestione degli accumuli di Posidonia oceanica spiaggiati" MATTM 20 maggio 2019 Oggetto: gestione degli accumuli di Posidonia oceanica spiaggiati Gli accumuli di Posidonia oceanica che si formano quando i residui di foglie e rizomi trascinati dalle correnti e dal moto ondoso raggiungono… Leggi tutto

Più letti Ambiente