Slide background
Slide background
Slide background




Intesa 28 novembre 2019

ID 9788 | | Visite: 936 | News ambientePermalink: https://www.certifico.com/id/9788

Linee guida nazionali per la valutazione di incidenza

Intesa 28 novembre 2019

Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulle Linee guida nazionali per la valutazione di incidenza (VIncA) - Direttiva 92/43/CEE "HABITAT" articolo 6, paragrafi 3 e 4 (Rep. atti n. 195/CSR).

(GU Serie Generale n.303 del 28-12-2019)

...

Sommario

Finalità e struttura delle Linee Guida nazionali per la Valutazione di Incidenza
Capitolo 1 La Valutazione di Incidenza
1.1 Introduzione
1.2 Contesto normativo
Direttiva 92/43/CEE “Habitat” – Articolo 6
Struttura dell'Art. 6, e finalità dei suoi quattro paragrafi
Relazione tra l'articolo 6, paragrafo 2 e l'articolo 6, paragrafo 3
D.P.R. 357/97, come modificato ed integrato dal D.P.R. 120/2003 - Articolo 5 "Valutazione di Incidenza"
Habitat e specie di interesse comunitario nel Codice Penale: artt. 727-bis e 731-bis
1.3 Documenti di indirizzo della Commissione europea
1.4 L’applicazione dell’Art. 6, paragrafi 3 e 4 della Direttiva Habitat nei tre livelli procedurali
1.5 Standard Data Form Natura 2000
1.6 Obiettivi di Conservazione
1.7 Misure di Conservazione - Piani di Gestione
1.8 Definizione e criteri da rispettare per la Valutazione di Incidenza
1.9 Disposizione generali per la procedura di Valutazione di Incidenza
Adeguata formazione tecnica per le Autorità delegate alla VIncA
Necessità di coordinamento tra Regioni e PP.AA per le Valutazioni di Incidenza che coinvolgono siti Natura 2000 limitrofi appartenenti a regioni amministrative diverse
Livello minimo di approfondimento dei progetti, interventi e attività da sottoporre a VIncA
Varianti di Piani e Programmi
Modifiche di Progetti /Interventi/Attività
Individuazione dell’Area Vasta di potenziale interferenza
Espressione del parere motivato da parte delle Autorità delegate alla VIncA
L’istituto del silenzio-assenso non è applicabile alla VIncA
1.10 La Valutazione di Incidenza integrata nei procedimenti di VIA e VAS
1.11 Responsabilità delle Autorità competenti sul rispetto dell’art. 6.3 della Direttiva Habitat
1.12 Partecipazione del pubblico ed accesso alla giustizia nei procedimenti di valutazione di incidenza
Modalità di partecipazione del pubblico nei procedimenti di Valutazione di Incidenza
Accesso agli atti e accesso alla giustizia
Capitolo 2 Lo Screening di Incidenza – Livello I
2.1 Lo Screening di incidenza
2.2 Determinazioni sul Livello didi Screening
Conoscenza dettagliata dei siti Natura 2000, che deve comprendere l'individuazione degli obiettivi e delle misure di conservazione
Terminologia corretta per individuare la fase di screening (Livello I della Valutazione di Incidenza)
Non devono essere accettate "liste di interventi esclusi aprioristicamente dalla Valutazione di Incidenza"
In fase di screening il Proponente deve solo presentare una esaustiva e dettagliata descrizione del P/P/P/I/A da attuare, senza la necessità di elaborare uno studio di incidenza
La valutazione del livello di screening deve essere svolta esclusivamente dal Valutatore, che già dispone delle necessarie informazioni sul sito Natura 2000 interessato
Non devono essere accettate "autocertificazioni"
Standardizzazione delle procedure di screening a livello nazionale mediante Format
Non si possono delimitare aree buffer in modo aprioristico
2.3 Pre-Valutazioni regionali e delle Province Autonome
2.4 Condizioni d'Obbligo
2.5 Format del proponente per "Piani/Programmi/Progetti/Interventi/Attività - Fase di screening"
2.6 La procedura di Screening
2.7 Tempistiche e validità temporale dello screening
2.8 Lo screening di incidenza nelle procedure di VIA e VAS
Capitolo 3 Valutazione Appropriata - Livello II
3.1 La Valutazione Appropriata
3.2 Lo Studio di Incidenza
Allegato G al D.P.R. 357/97
3.3 Determinazioni sul Livello di Valutazione Appropriata
Requisiti della Valutazione Appropriata
Peculiarità e specificità dello Studio di Incidenza
Completezza, esaustività e oggettività delle analisi esperite negli Studi di Incidenza
Competenze delle figure professionali responsabili della stesura dello Studio di Incidenza
Requisiti ed adempimenti richiesti dalle Regioni e Provincie autonome agli estensori degli Studi di Incidenza
Indicazioni sulla qualità dei dati
Adeguata formazione tecnica per le Autorità delegate alla VIncA
Congruità delle misure di mitigazione appropriate al Livello II
3.4 Contenuti dello Studio di Incidenza
I. Localizzazione e descrizione tecnica del P/P/P/I/A
II. Raccolta dati inerenti i siti della Rete Natura 2000 interessati dai P/P/P/I/A
III. Analisi e individuazione delle incidenze sui siti Natura 2000
IV. Valutazione del livello di significatività delle incidenze
V. Individuazione e descrizione delle eventuali misure di mitigazione
VI. Conclusioni dello Studio di Incidenza
VII. Bibliografia, sitografia e Appendice allo Studio
3.5 Obblighi e procedure da osservare da parte del Valutatore (Autorità competente per la VIncA)
3.6 Conclusioni della procedura di Valutazione Appropriata
Capitolo 4 Valutazione Soluzioni Alternative: pre-requisito alla deroga dell’art. 6.4
4.1 L'analisi della Valutazione delle Soluzioni Alternative
4.2 Determinazioni sulla Valutazione delle Soluzioni Alternative
Valutazione delle Soluzioni Alternative all'interno della Valutazione Appropriata
Criteri obbligatori di individuazione delle Soluzioni Alternative
Esame approfondito delle Soluzioni Alternative proposte
Non possono essere considerate soluzioni non praticabili o che già prevedono lo sviluppo di un maggior impatto
4.3 Risultanze dell’analisi e individuazione delle Soluzioni Alternative
4.4 Conclusioni della Valutazione Appropriata a seguito della verifica delle Soluzioni Alternative
Capitolo 5 Misure di Compensazione - Livello III
5.1 Le Misure di Compensazione
5.2 Determinazioni sulle Misure di Compensazione
Presupposti per l'avvio della procedura per l'attuazione delle Misure di Compensazione
Motivi Imperativi di rilevante interesse pubblico
Individuazione e congruità delle Misure di Compensazione
Tipologia di Misure di Compensazione
Tempistica di adozione, localizzazione e monitoraggio delle Misure di Compensazione
5.3 Valutazione delle Misure di Compensazione e conclusione del procedimento
Allegati
1 – Format di supporto per Regione e PP.AA “Proponente”
2 – Format “Valutatore"

...

Collegati:

Scarica questo file (Intesa 28 novembre 2019.pdf)Intesa 28 novembre 2019 IT3432 kB(167 Downloads)

Tags: Ambiente Flora e Fauna

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

Rapporto ISPRA 343 2021
Mag 13, 2021 14

Indicatori di efficienza e decarbonizzazione del sistema energetico nazionale

Indicatori di efficienza e decarbonizzazione del sistema energetico nazionale e del settore elettrico ISPRA, Rapporti 343/2021 Nel rapporto sono esaminate le dinamiche temporali degli indicatori energetici ed economici in relazione alle emissioni di gas a effetto serra e al consumo di energia.… Leggi tutto
Rapporto ISPRA 333 2020
Mag 11, 2021 36

Prima indagine conoscitiva misure di prevenzione produzione rifiuti urbani adottate dai comuni

Prima indagine conoscitiva sulle misure di prevenzione della produzione dei rifiuti urbani adottate dai comuni Il Rapporto presenta una prima indagine conoscitiva sulle misure di prevenzione della produzione di rifiuti urbani adottate dalle amministrazioni locali a cui è stato somministrato uno… Leggi tutto
Indicazioni messa in sicurezza siti minerario dismessi
Mag 10, 2021 18

Indicazioni per la messa in sicurezza dei siti minerari dismessi

Indicazioni per la messa in sicurezza dei siti minerari dismessi Pubblicazione della REMI Il Documento Tecnico della Rete Remi riporta alcune pratiche adottate per la messa in sicurezza di siti minerari dismessi e valorizzati ai fini culturali, in assenza di una norma tecnica nazionale dedicata,… Leggi tutto
Global Report CCS 2020
Mag 05, 2021 45

Global Status of CCS Report 2020

Global Status of CCS Report 2020 Il Global Status of CCS Report 2020 dimostra il ruolo vitale delle tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio (CCS) nel ridurre le emissioni a zero netto entro il 2050, oltre a documentare lo stato attuale e novità tecnologiche degli ultimi 12 mesi. Il rapporto… Leggi tutto
D Lgs  162 2011 Stoccaggio geologico del biossido di carbonio
Mag 05, 2021 134

Decreto Legislativo 14 settembre 2011 n. 162

Decreto Legislativo 14 settembre 2011 n. 162 Attuazione della direttiva 2009/31/CE in materia di stoccaggio geologico del biossido di carbonio, nonche' modifica delle direttive 85/337/CEE, 2000/60/CE, 2001/80/CE, 2004/35/CE, 2006/12/CE, 2008/1/CE e del Regolamento (CE) n. 1013/2006. (GU n.231 del… Leggi tutto
Mag 05, 2021 42

Decisione n. 2455/2001/CE

Decisione n. 2455/2001/CE Decisione n. 2455/2001/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 novembre 2001, relativa all'istituzione di un elenco di sostanze prioritarie in materia di acque e che modifica la direttiva 2000/60/CE (GU L 331/1 del 15.12.2001) Collegati[box-note]Direttiva… Leggi tutto
Mag 05, 2021 29

Direttiva 2008/32/CE

Direttiva 2008/32/CE Direttiva 2008/32/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’ 11 marzo 2008, che modifica la direttiva 2000/60/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria in materia di acque, per quanto riguarda le competenze di esecuzione conferite alla Commissione (GU L 81 del… Leggi tutto
Mag 05, 2021 73

Direttiva 2009/31/CE

Direttiva 2009/31/CE Direttiva 2009/31/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, relativa allo stoccaggio geologico di biossido di carbonio e recante modifica della direttiva 85/337/CEE del Consiglio, delle direttive del Parlamento europeo e del Consiglio 2000/60/CE,… Leggi tutto

Più letti Ambiente