Slide background
Slide background
Slide background




Accordo di Copenaghen sui cambiamenti climatici (COP15)

ID 17373 | | Visite: 117 | News ambientePermalink: https://www.certifico.com/id/17373

Accordo di Copenaghen sui cambiamenti climatici

Accordo di Copenaghen sui cambiamenti climatici (COP15)

Conferenza di Copenaghen sui cambiamenti climatici - dicembre 2009

La 15a sessione della Conferenza delle Parti dell'UNFCCC e la 5a sessione della Conferenza delle Parti che funge da Riunione delle Parti del Protocollo di Kyoto si sono svolte a Copenaghen ed è stata ospitata dal governo danese. Si sono inoltre svolte la trentunesima sessione dell'Organismo sussidiario per l'attuazione (SBI) e dell'Organismo sussidiario per la consulenza scientifica e tecnologica (SBSTA), la decima sessione del gruppo di lavoro ad hoc sugli ulteriori impegni per le parti dell'allegato I ai sensi del protocollo di Kyoto (AWG-KP) e l'ottava sessione del Gruppo di lavoro ad hoc sull'azione cooperativa a lungo termine ai sensi della Convenzione (AWG-LCA).

La Conferenza di Copenaghen sui cambiamenti climatici ha portato la politica sui cambiamenti climatici al massimo livello politico. Quasi 115 leader mondiali hanno partecipato al segmento di alto livello, rendendolo uno dei più grandi raduni di leader mondiali mai svoltosi fuori dalla sede delle Nazioni Unite a New York. Più di 40.000 persone, in rappresentanza di governi, organizzazioni non governative, organizzazioni intergovernative, organizzazioni religiose, media e agenzie delle Nazioni Unite, hanno chiesto l'accreditamento.

COP 15 / CMP 5 è stato un evento cruciale nel processo di negoziazione.

Ha notevolmente avanzato i negoziati sulle infrastrutture necessarie per un'efficace cooperazione globale sui cambiamenti climatici, compresi i miglioramenti al meccanismo di sviluppo del protocollo di Kyoto (AWG-KP).

Sono stati compiuti progressi significativi nel restringere le opzioni e nel chiarire le scelte da compiere su questioni chiave più avanti nei negoziati.

Ha prodotto l'Accordo di Copenaghen, che esprimeva un chiaro intento politico di limitare il carbonio e rispondere ai cambiamenti climatici, sia a breve che a lungo termine.

L'accordo di Copenaghen conteneva diversi elementi chiave sui quali vi era una forte convergenza delle opinioni dei governi. Ciò includeva l'obiettivo a lungo termine di limitare l'aumento massimo della temperatura media globale a non più di 2 gradi Celsius sopra i livelli preindustriali, soggetto a una revisione nel 2015. Tuttavia, non c'era accordo su come farlo in termini pratici. Comprendeva anche un riferimento per prendere in considerazione la possibilità di limitare l'aumento della temperatura al di sotto di 1,5 gradi, una richiesta chiave presentata dai paesi in via di sviluppo vulnerabili. Altri elementi centrali includevano:

Le promesse dei paesi sviluppati di finanziare azioni per ridurre le emissioni di gas serra e adattarsi agli inevitabili effetti del cambiamento climatico nei paesi in via di sviluppo. I paesi sviluppati hanno promesso di fornire 30 miliardi di dollari per il periodo 2010-2012 e di mobilitare finanziamenti a lungo termine di ulteriori 100 miliardi di dollari all'anno entro il 2020 da una varietà di fonti.

Accordo sulla misurazione, rendicontazione e verifica delle azioni dei paesi in via di sviluppo, compreso un riferimento alla "consultazione e analisi internazionale", che doveva ancora essere definito.

L'istituzione di quattro nuovi organismi: un meccanismo su REDD-plus, un gruppo di alto livello nell'ambito della COP per studiare l'attuazione delle disposizioni finanziarie, il Copenhagen Green Climate Fund e un meccanismo tecnologico.

Il lavoro dei due gruppi centrali di negoziazione, l'AWG-LCA e l'AWG-KP è stato esteso dalla COP.

...

Collegati

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (Report Addendum COP 15.pdf)Report Addendum COP 15
 
EN383 kB18
Scarica questo file (Report COP 15.pdf)Report COP 15
 
EN354 kB21

Tags: Ambiente Clima

Articoli correlati

Ultimi archiviati Ambiente

La biodiversit  micologica e la sua conoscenza  Funghi tra innovazione e tradizione
Set 21, 2022 53

La biodiversità micologica e la sua conoscenza

La biodiversità micologica e la sua conoscenza. Funghi tra innovazione e tradizione Il Quaderno si rivolge sia al pubblico esperto e dei ricercatori sia a un pubblico più vasto con lo scopo di sottolineare l’importanza del Regno dei Funghi come componenti essenziali di biodiversità degli ecosistemi… Leggi tutto
L eradicazione del Ratto nero dalle isole del Mediterraneo
Set 16, 2022 47

L’eradicazione del Ratto nero (Rattus rattus) dalle isole del Mediterraneo

L’eradicazione del Ratto nero (Rattus rattus) dalle isole del Mediterraneo: linee guida, buone pratiche, casi di studio ISPRA Manuali / Linee guida n. 199/2022 Il Ratto nero (Rattus rattus) rappresenta una delle specie invasive maggiormente diffusa a livello globale, essendosi insediata con… Leggi tutto
Set 12, 2022 613

Decreto Legislativo 5 agosto 2022 n. 136

Decreto Legislativo 5 agosto 2022 n. 136 Attuazione dell'articolo 14, comma 2, lettere a), b), e), f), h), i), l), n), o) e p), della legge 22 aprile 2021, n. 53 per adeguare e raccordare la normativa nazionale in materia di prevenzione e controllo delle malattie animali che sono trasmissibili agli… Leggi tutto
Set 12, 2022 793

Decreto Legislativo 5 agosto 2022 n. 135

Decreto Legislativo 5 agosto 2022 n. 135 Disposizioni di attuazione del regolamento (UE) 2016/429 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016 in materia di commercio, importazione, conservazione di animali della fauna selvatica ed esotica e formazione per operatori e professionisti… Leggi tutto
Set 12, 2022 63

Parere MITE n. 94659 del 29 luglio 2022

Parere MITE n. 94659 del 29 luglio 2022 Oggetto: Richiesta di parere relativo all'applicabilità dei limiti previsti dal DPCM 05/12/97 "determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici" e DM 11 gennaio 2017 sui “criteri ambientali minimi” nel caso di edifici pubblici. Riscontro. Con… Leggi tutto
Set 12, 2022 83

Parere MITE n. 102649 del 22 agosto 2022

Parere MITE n. 102649 del 22 agosto 2022 Oggetto: richiesta di chiarimenti in merito all’applicabilità dei limiti previsti dal “DPCM 5.12.1997 - determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici” per i servizi a funzionamento continuo. riscontro. Con riferimento alla richiesta in oggetto,… Leggi tutto

Più letti Ambiente