Slide background

Procedure Sicurezza attività e attrezzature

ID 3697 | | Visite: 12375 | Prodotti Sicurezza lavoroPermalink: https://www.certifico.com/id/3697

 



Procedure Sicurezza Attività e Attrezzature | Ed. Novembre 2021

Rev. 5.0 del 02 Novembre 2021 (Ed. 2021)

Procedure di Sicurezza per l'Informazione dei lavoratori per attività e l'uso delle attrezzature di lavoro.

Il nuovo Prodotto Ed. 2021 (Rev. 5.0 del 02 Novembre 2021) raccoglie procedure di sicurezza da adottare in azienda per attività e l'uso di diverse attrezzature al fine di ottemperare agli obblighi di cui all'Art. 36 (TUSSL Link) del D.Lgs. 81/2008 Informazione dei lavoratori.

Con un taglio semplice e sintetico, può essere un utile strumento, sia, per l'informazione dei lavoratori, che, per l'elaborazione del DVR.

Sviluppato su Documento "Procedure Sicurezza attività macchine", presenta una nuova struttura delle schede, per ogni attività e attrezzature (vedi elenco) sono indicati:

- Immagine riferimento
- Comportamenti prima dell'attività/uso
- Comportamenti durante l'attività/uso
- Comportamenti dopo l'attività/uso
- DPI
- Formazione specifica per il tipo di attività/attrezzatura
- Tabelle
- Segnaletica

Indice Portfolio

01. Procedure sicurezza attività e macchine Ed. 2021 (Rev. 5.0)
02. Legislazione
03. Segnaletica EN ISO 7010

Pag. 472
Formato doc

01. Procedure sicurezza attività e macchine Ed. 2021 (Rev. 5.0)

(in rosso le novità/aggiornamenti della Rev. 5.0 del 02 Novembre 2021)

INDICE

1. PREMESSA
2. INDICAZIONI GENERALI
2.1 USO DELLE MACCHINE UTENSILI
2.2 SICUREZZA OFFICINA E MEGAZZINO
2.3 PRIMA DEL LAVORO
2.4 DURANTE IL LAVORO
2.5 DOPO IL LAVORO
3. ATTREZZATURE USO IN SICUREZZA
3.1 FRESA
3.2 TORNIO
3.3 TRAPANO A COLONNA
3.4 MOLATRICE
3.5 UTENSILI MANUALI
3.6 PRESSA MECCANICA CON INNESTO MECCANICO
3.7 PRESSA MECCANICA CON INNESTO A FRIZIONE
3.8 PRESSA PIEGATRICE
3.9 PRESSA IDRAULICA
3.10 SEGA A NASTRO
3.11 CESOIA
3.12 PUNZONATRICE IDRAULICA
3.13 PALLINATRICE
3.14 TAGLIO PLASMA
3.15 SCANTONATRICE
3.16 FILETTATRICE PER TUBI
3.17 COMPRESSORE
3.18 GENERATORE
3.19 SMERIGLIATRICE ANGOLARE
3.20 CRICK PER SOLLEVAMENTO AUTOMEZZI
3.21 CARICA BATTERIE
3.22 TRAPANO
3.23 TRAPANO AVVITATORE
3.24 MOTOSEGA
3.25 SEGHETTO ALTERNATIVO
3.26 TRONCATRICE A DISCO
3.27 IDROPULITRICE
3.28 TELAIO CIRCOLARE
3.29 TELAIO RETTILINEO ELETTRONICO
3.30 TELAIO RETTILINEO SEMI-ELETTRONICO
3.31 MACCHINE PER PUNTINO O RIMAGLIATRICI
3.32 MACCHINA DI TAGLIO AUTOMATICA
3.33 FUSTELLATRICI A BRACCIO ROTANTE
3.34 PRESSE MANUALI E AUTOMATICHE PER APPLICAZIONE TERMOADESIVI
3.35 NASTRATRICE
3.36 REGGIATRICE
3.37 SEGHETTO ALTERNATIVO
3.38 PIALLA A SPESSORE
3.39 PIALLA A FILO
3.40 PANTOGRAFO
3.41 PANTOGRAFO A CONTROLLO NUMERICO
3.42 TOUPIE
3.43 MULTILAMA
3.44 CALIBRATRICE
3.45 CALANDRA
3.46 STOZZATRICE | LIMATRICE
3.47 RETTIFICATRICE
3.48 CENTRO DI LAVORO
3.49 ISOLA ROBOTIZZATA
4. AUTOMEZZI E MACCHINE MOBILI USO IN SICUREZZA
4.1 AUTOMEZZI PER SPOSTAMENTO MATERIALE
4.2 ESCAVATORE TERNA
4.3 AUTOCESTELLO PER LAVORI IN QUOTA (PLE)
4.4 CARRELLO ELEVATORE (MULETTO)
5. AUTOGRÙ
6. CARROPONTE
7. BOMBOLE DI GAS
8. OPERAZIONI DI SALDATURA E TAGLIO
9. CABINA DI VERNICIATURA
10. SCALE
10.1 TIPOLOGIE DI SCALE
10.2 SCELTA DELLA SCALA
10.3 USO DELLA SCALA
11. TRABATTELLO
12. CINGHIE DI ANCORAGGIO
12.1 DESCRIZIONE
12.2 IDENTIFICAZIONE
12.3 UTILIZZO DEL SISTEMA DI ANCORAGGIO
12.4 ISPEZIONE, CONTROLLO E VERIFICA DEL SISTEMA DI ANCORAGGIO E CONSERVAZIONE DELLO STESSO
13. ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO
13.1 BRACHE A CATENA
13.2 SCELTA DELLA CATENA INVECE DELLA FUNE IN ACCIAIO VANTAGGI/SVANTAGGI
13.3 VERIFICHE PRIMA DELL’USO
13.4 USO IN SICUREZZA
13.5 MESSA FUORI SERVIZIO/MANUTENZIONE
13.6 ESEMPIO TARGA PORTATE
13.7 BRACHE IN FUNE DI ACCIAIO
13.8 EFFETTI GIRATORI FUNI ANTIGIREVOLI
13.9 STABILITÀ DEI BOZZELLI
13.10 TAMBURI E PULEGGE
13.11 RAPPORTO DI AVVOLGIMENTO
13.12 CONSIDERAZIONI PER D/D E COMPATTATE
13.13 TAMBURI LISCI
13.14 TIPO DI TAMBURO E SELEZIONE FUNE
13.15 SCELTA DELLA FUNE
13.16 TAMBURI SCANALATI DIMENSIONI E CARATTERISTICHE DELLE GOLE
13.17 PARTICOLARI TAMBURI
13.18 GOLE PULEGGE: PROFILO
13.19 MANUTENZIONE DELLE CARRUCOLE E DEI TAMBURI
13.20 ANGOLO DI DEVIAZIONE
13.21 VELOCITÀ FUNE
13.22 FUNI SPECIALI A 8 TREFOLI
13.23 DIAMETRO DELLE PULEGGE E TAMBURI
13.24 AVVOLGIMENTO SU PICCOLI DIAMETRI
13.25 PRESSIONE DI CONTATTO
13.26 MATERIALE DELLE PULEGGE E DEI TAMBURI
13.27 RULLI DI APPOGGIO
13.28 SCELTA DEI TERMINALI
13.29 ADEGUATEZZA DELLE FUNI AL CARICO DI LAVORO
13.30 STOCCAGGIO E MANUTENZIONE
13.31 INSTALLAZIONE: SVOLGIMENTO E MESSA IN OPERA
13.32 TAGLIO FUNI
13.33 MODALITÀ DI TAGLIO FUNE
13.34 LUBRIFICAZIONE
13.35 SOSTITUZIONE ED ADATTAMENTO DELLE FUNI ALLE CONDIZIONI DI LAVORO
13.36 INSTALLAZIONE FUNE
13.37 NORME PRATICHE PER IL CONTROLLO
13.38 STOCCAGGIO ED IDENTIFICAZIONE DELLA FUNE
13.39 NORME PRATICHE PER LO SCARTO
13.40 ROTTURA DEI FILI
13.41 USURA DEI FILI
13.42 ISPEZIONI ALLE FUNI
13.43 CONTROLLI NON DISTRUTTIVI
13.44 VERIFICHE PERIODICHE
13.45 I CONTROLLI PREVISTI ISO 4309:2017
13.46 TIPOLOGIE DI ROTTURE, DIFETTI E CONDIZIONI DI SOSTITUZIONE (SECONDO ISO 4309:2017)
13.47 GUIDA ALL’ACCERTAMENTO E ALLA VALUTAZIONE DELLA CORROSIONE
13.48 AREE CRITICHE CHE RICHIEDONO UN'ISPEZIONE PARTICOLARMENTE ATTENTA
13.49 USO IN SICUREZZA
13.50 MESSA FUORI SERVIZIO/MANUTENZIONE
13.51 ESEMPIO TARGA PORTATE
13.52 BRACHE IN TESSUTO
13.53 VERIFICHE PRIMA DELL’USO
13.54 USO IN SICUREZZA
13.55 MESSA FUORI SERVIZIO/MANUTENZIONE
13.56 ESEMPIO TARGA PORTATE
13.57 DISPOSITIVI DI PRESA DEL CARICO
13.58 VERIFICHE DA EFFETTUARE PRIMA DELL’USO
14. MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI
14.1 PESO LIMITE RACCOMANDATO
15. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI
16. MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI
16.1 PREMESSA
16.2 RESPONSABILITÀ
16.3 INFORMAZIONE, FORMAZIONE E ABILITAZIONE SPECIFICA DEGLI OPERATORI
16.4 CONSUMO DI BEVANDE ALCOLICHE E SUPERALCOLICHE
16.5 PRINCIPI GENERALI MOVIMENTAZIONE
16.6 ESEMPI DI SOLLEVAMENTO
16.7 MACCHINE PER IL SOLLEVAMENTO
17. AUTOGRÙ
17.1 PIANO DI SICUREZZA
17.2 OPERATORI COINVOLTI
17.3 OBBLIGHI OPERATORI COINVOLTI NELLE OPERAZIONI CON AUTOGRÙ
17.4 OPERAZIONI DI SICUREZZA PRELIMINARI ALLA MOVIMENTAZIONE
17.5 USO IN SICUREZZA DELL’AUTOGRU
17.6 MISURE DA ADOTTARE IN CASO DI INTERRUZIONE DEL LAVORO
17.7 MISURE DA ADOTTARE DOPO IL LAVORO
17.8 MANUTENZIONE
17.9 DPI
18. GRU A BANDIERA
18.1 ELEMENTI PRINCIPALI
18.2 DISPOSITIVI DI COMANDO
18.3 OBBLIGHI DEGLI OPERATORI
18.4 OPERAZIONE DI SICUREZZA PRELIMINARI ALLA MOVIMENTAZIONE
18.5 USO DELLA GRU A BANDIERA
18.6 MISURE DA ADOTTARE DOPO IL LAVORO
18.7 DPI
19. PARANCHI ELETTRICI A CATENA/FUNE/MANUALI
19.1 OBBLIGHI DEGLI OPERATORI
19.2 OPERAZIONE DI SICUREZZA PRELIMINARI ALLA MOVIMENTAZIONE
19.3 USO DEL PARANCO
19.4 MISURE DA ADOTTARE DOPO IL LAVORO
19.5 DPI
20. ARGANO MANUALE
20.1 ANOMALIE DI FUNZIONAMENTO
20.2 USO IN SICUREZZA
21. MORSE DI SOLLEVAMENTO
21.1 USO IN SICUREZZA
22. FORCHE PER PALLETS
22.1 USO IN SICUREZZA
22.2 PROCEDURE MOVIMENTAZIONE SICURA
23. TRASPORTO DI PERSONE CON DISPOSITVI DI SOLLEVAMENTO
23.1 ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO
23.2 CONTROLLO PRELIMINARI ALL’UTILIZZO DELLA CESTA
23.3 PERSONE DIRETTAMENTE INTERESSATE
23.4 PROCEDURA OPERATIVA
24. LAVORO SUI TETTI
24.1 PONTEGGI
24.2 COPERTURE NON PORTANTI
24.3 D.P.I. CONTRO LE CADUTE
25. USO DISPOSITIVI ANTICADUTA
25.1 PREMESSA
25.2 CARATTERISTICHE BASE DEI SISTEMI ANTICADUTA
25.3 IMBRACATURA
25.4 PROCEDURA USO SISTEMA ANTICADUTA
25.5 SISTEMI ANTICADUTA BASATI SU UNO O PIÙ CORDINI ASSORBITORI DI ENERGIA
25.6 SISTEMI ANTICADUTA BASATI SU UN DISPOSITIVO ANTICADUTA RETRATTILE
25.7 SISTEMI DI ARRESTO CADUTA BASATI SU UNA LINEA DI ANCORAGGIO VERTICALE E UN DISPOSITIVO ANTICADUTA DI TIPO GUIDATO
25.8 SISTEMI ANTICADUTA BASATI SU UNA LINEA DI ANCORAGGIO ORIZZONTALE E UNO O PIÙ DISPOSTIVI PER LO SCORRIMENTO
25.9 LINEE DI ANCORAGGIO ORIZZONTALI RIGIDE INSTALLATE IN MODO PERMANENTE
25.10 LINEE DI ANCORAGGIO ORIZZONTALI FLESSIBILI INSTALLATE IN MODO PERMANENTE
25.11 LINEE DI ANCORAGGIO ORIZZONTALI FLESSIBILI INSTALLATE IN MODO TEMPORANEO
25.12 TECNICHE DI POSIZIONAMENTO
25.13 RISCHI DERIVANTI DA UN USO SCORRETTO DEI DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO
25.14 ISPEZIONE IMBRACATURE
26. SPAZI CONFINATI
26.1 PREMESSA
26.2 PERICOLI
26.3 MATERIALI E STRUMENTI
26.4 REQUISITI DEL PERSONALE CHE PUÒ SVOLGERE ATTIVITÀ IN SPAZI CONFINATI
26.5 ATTIVITÀ IN SPAZI CONFINATI
26.6 ATTIVITÀ IN SPAZI CONFINATI CONDOTTE DA DITTE TERZE
26.7 GESTIONE DELLE EMERGENZE
26.8 ISTRUZIONE OPERATIVA 001 “ATTIVITÀ IN SPAZI CONFINATI COMUNI”
26.9 ISTRUZIONE OPERATIVA 002 “ATTIVITÀ IN SPAZI CONFINATI SPECIALI”
27. PROCEDURA SICUREZZA SCAVO E VIABILITÀ
27.1 ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO | NICCHIE LUNGO LE RAMPE DI ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO
27.2 ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO| PARAPETTI LUNGO LE RAMPE DI ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO
27.3 ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO | PASSERELLE PER ATTRAVERSAMENTO DELLO SCAVO
27.4 ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO | RAMPE DI ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO
27.5 ACCESSO AL FONDO DELLO SCAVO | SCALE DI DISCESA A FONDO SCAVO
27.6 MISURE CONTRO L'ALLAGAMENTO E PRESENZA DI GAS | PRESENZA DI GAS NEGLI SCAVI (ASFISSIA)
27.7 MISURE CONTRO L'ALLAGAMENTO E PRESENZA DI GAS | PRESENZA DI GAS NEGLI SCAVI (ESPLOSIVI)
27.8 MISURE CONTRO L'ALLAGAMENTO E PRESENZA DI GAS| SCAVI IN PRESENZA DI ACQUA
27.9 PARETI E ARMATURE DI PROTEZIONE DEGLI SCAVI | ARMATURA CON ANGOLO DI INCLINAZIONE MAGGIORE DELL'ANGOLO DI NATURAL DECLIVIO
27.10 PARETI E ARMATURE DI PROTEZIONE DEGLI SCAVI | ARMATURA IN PRESENZA DI SOTTOMURAZIONI
27.11 PARETI E ARMATURE DI PROTEZIONE DEGLI SCAVI | SCAVO CON ANGOLO DI INCLINAZIONE DELLA PARETE MINORE DELL'ANGOLO DI NATURAL DECLIVIO
27.12 PARETI E ARMATURE DI PROTEZIONE DEGLI SCAVI | SCAVO IN TRINCEA
27.13 PRESENZA DI LINEE ELETTRICHE E ALTRI IMPIANTI | DISTANZA DI SICUREZZA DALLE PARTI ATTIVE
27.14 PRESENZA DI LINEE ELETTRICHE E ALTRI IMPIANTI | MESSA FUORI TENSIONE DELLE PARTI ATTIVE
27.15 PRESENZA DI LINEE ELETTRICHE E ALTRI IMPIANTI | POSIZIONAMENTO DI OSTACOLI RIGIDI CHE IMPEDISCONO L'AVVICINAMENTO A PARTI ATTIVE
27.16 PROCEDURE E PRESCRIZIONI PARTICOLARI | DEPOSITO DI MATERIALI IN PROSSIMITÀ DEGLI SCAVI
27.17 PROCEDURE E PRESCRIZIONI PARTICOLARI | DISTANZA DI SICUREZZA IN PROSSIMITÀ DEGLI SCAVI
27.18 PROCEDURE E PRESCRIZIONI PARTICOLARI | DIVIETO DI SCAVO MANUALE PER SCALZAMENTO ALLA BASE
27.19 PROCEDURE E PRESCRIZIONI PARTICOLARI | SCAVO ESEGUITO CON MEZZI MECCANICI
28. RICHIO CHIMICO: LUBRIFICANTI E LUBROREFRIGERANTI
28.1 PREMESSA
28.2 SCENARI DI ESPOSIZIONE
28.3 RISCHI PER LA SALUTE
28.4 COMPORTAMENTO SICURO
29. RISCHIO CHIMICO: LETTURA DELLA SCHEDA DI SICUREZZA
29.1 SEZIONI SDS
29.2 ESEMPIO SDS LUBROREFRIGERANTE
30. RUMORE E VIBRAZIONI
30.1 RUMORE
30.2 VIBRAZIONI CORPO INTERO
30.3 VIBRAZIONI MANO-BRACCIO
31. LOTO – LOCKOUT/TAGOUT
31.1 SCOPO
31.2 RESPONSABILITÀ
31.3 SEQUENZA DELLA PROCEDURA DI LOCKOUT
31.4 RIMETTERE IN SERVIZIO LA MACCHINA/ATTREZZATURA
31.5 ROCEDURA CHE COINVOLGE PIÙ DI UN OPERATORE
31.6 REGOLE PER L’APPLICAZIONE DELLA PROCEDURA DI LOCKOUT
31.7 CHECK LIST APPLICAZIONE PROCEDURA LOCKOUT - TAGOUT
31.8 MODULO 1 GESTIONE MODIFICA MACCHINA
31.9 MODULO 2 GESTIONE MODIFICA MACCHINA
31.10 PROCEDURA LOCKOUT
31.11 PERMESSO LOCKOUT TAGOUT
31.12 CARTELLO LOCKOUT TAGOUT
32. RISCHIO ELETTRICO
32.1 PREMESSA
32.2 DEFINIZIONI
32.3 TIPOLOGIE PROCEDURE
32.4 PROCEDURE DI ESERCIZIO
32.4.1 MANOVRE DI ESERCIZIO
32.4.2 CONTROLLI FUNZIONALI
32.4.3 PROVE
32.4.4 ISPEZIONE
32.5 PROCEDURE DI LAVORO
32.5.1 PIANIFICAZIONE
32.5.2 PRESCRIZIONI SPECIFICHE RIGUARDO ALLE CONDIZIONI ATMOSFERICHE
32.5.3 PRESCRIZIONI IN CASO DI INDUZIONE O TRASFERIMENTO DEL POTENZIALE DI TERRA
32.5.4 PRESCRIZIONI IN CASO DI LAVORI ALL’APERTO
32.5.5 PRESCRIZIONI IN CASO DI LAVORI ALL’INTERNO
32.5.6 LAVORI FUORI TENSIONE
32.5.7 LAVORI SOTTO TENSIONE IN BASSA TENSIONE (CATEGORIE 0 E I)
32.5.8 METODI DI LAVORO IN BASSA TENSIONE
32.5.9 MODALITÀ OPERATIVE
32.5.10 ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO
32.5.11 LAVORI IN PROSSIMITÀ DI PARTI ATTIVE
32.6 PROCEDURE DI MANUTENZIONE
32.6.1 SOSTITUZIONE FUSIBILI
32.6.2 SOSTITUZIONE LAMPADE ED ACCESSORI
32.6.3 INTERRUZIONI TEMPORANEE
32.6.4 TERMINE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE
32.7 MODULO DELEGA DEL RUOLO OPERATIVO DI RESPONSABILE DELL’IMPIANTO DA URI A RI AI SENSI DELLA NORMA CEI 11-27 ART. 4.11
32.8 MODULO PIANO DI LAVORO
32.9 MODULO PIANO DI INTERVENTO
32.10 MODULO CONSEGNA E RESTITUZIONE IMPIANTO
32.11 MODULO RESTITUZIONE IMPIANTO
32.12 SCHEDA PER INTERVENTI RIPETITIVI CHE PUÒ SOSTITUIRE IL PIANO D’INTERVENTO
33. GUIDA DEL CARRELLO ELEVATORE
34. UFFICIO
34.1 ATTREZZATURE
34.2 FOTOCOPIATRICI
34.3 RISCHIO ELETTRICO UFFICIO
34.4 ERGONOMIA DEL POSTO DI LAVORO
34.5 ILLUMINAZIONE
35. EMERGENZA
35.1 FORMAZIONE
35.2 POSSIBILI RISCHI
35.3 DESCRIZIONE LUOGHI DI LAVORO
35.4 COMUNICAZIONI EMERGENZA
35.5 GESTIONE DELLE EMERGENZE SPECIFICHE
35.6 PROCEDURA PER CHIAMATA DI EMERGENZA INTERNA
35.7 PROCEDURA PER CHIAMATA DI EMERGENZA SANITARIA
35.8 PROCEDURA PER CHIAMATA AI VIGILI DEL FUOCO
35.9 PROCEDURA PER CHIAMATA DI PRONTO INTERVENTO
35.10 PROCEDURA EVACUAZIONE
35.11 NORME DI COMPORTAMENTO PER TIPO DI INCIDENTE

Matrice Revisioni

Rev. Data Oggetto Autore
5.0 02.11.2021 - Aggiunte 9 nuove procedure
- Aggiornate procedure presenti Rev. 4.0
Certifico Srl
4.0 03.06.2021 - Aggiunte 22 nuove procedure
- Aggiornate procedure presenti Rev. 3.0
- Aggiornato template grafico
- Aggiornati riferimenti normativi
- Aggiornata Segnaletica ISO 7010
Certifico Srl
3.0 16.11.2019 - Aggiunte 20 nuove Procedure
- Aggiornato template grafico
- Aggiornati riferimenti normativi
- Aggiornata Segnaletica ISO 7010
Certifico Srl
2.0 02.03.2017 - Nuovo formato
- Nuova sezione Legislazione
- Nuova sezione Segnaletica ISO 7010
Certifico Srl
1.0 01.07.2016 - Aggiunte 13 nuove Procedure Certifico Srl
0.0 01.06.2016 --- Certifico Srl

ISBN: 978-88-98550-62-3
Rev.: 5.0
Ed.: 2021
Anno: 2021
Formato: docx
Struttura: Adobe Portfolio.pdf
Tipo: Modello
Livello tecnico*****/*****
Pagine: 472
Dimensioni: 90 Mb

Acquisto: online

ACQUISTO ONLINE
Se acquisti online, acquisti anche i futuri aggiornamenti una sola volta.

I nostri prodotti in formato software, acquistati online, a seguito di aggiornamenti relativi sia a nuove funzionalità/contenuti introdotti che ad evoluzioni normative, sono resi disponibili ai Clienti nell'ultima Release di uscita nella propria Area Riservata per 1 anno dalla data di acquisto.
Comunicazioni dirette previste al riguardo.
Policy

Download DEMO e acquisto

Tutto il nuovo Store Certifico

DescrizioneLinguaDimensioneDownloads
Scarica questo file (00. Info Procedure sicurezza attivita' e attrezzature Rev. 5.0 2021.pdf)Info Procedure sicurezza Attività e Attrezzature
Certifico Srl - Rev. 5.0 2021]
IT271 kB357
Scarica questo file (Art. 36 - D.Lgs. 81 2008 Informazione ai lavoratori.pdf)Art. 36 - D.Lgs. 81 2008 Informazione ai lavoratori
TUSSL / Link
IT85 kB427
Scarica questo file (00. Info Procedure sicurezza attivita' e attrezzature Rev. 4.0 2021.pdf)Info Procedure sicurezza Attività e Attrezzature
Certifico Srl - Rev. 4.0 2021
IT132 kB1200
Scarica questo file (00. Info Procedure sicurezza attivita' e attrezzature Rev. 3.0 2020.pdf)Info Procedure sicurezza Attività e Attrezzature
Certifico Srl - Rev. 3.0 2020
IT247 kB3226
Scarica questo file (00. Info Procedure sicurezza attivita' e attrezzature Rev. 2.0 2017.pdf)Info Procedure Sicurezza Attività e Attrezzature
Certifico Srl. - Rev. 2.0 2017
IT495 kB1882

Tags: Prodotti Certifico