Slide background
Slide background
Slide background

Decreto 9 maggio 2007

ID 6616 | | Visite: 818 | Prevenzione IncendiPermalink: https://www.certifico.com/id/6616

Decreto 9 maggio 2007

Decreto 9 maggio 2007

Direttive per l’attuazione dell’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio

GU n. 117 del 22-5-2007

Art. 1. Oggetto

1. Il presente decreto definisce gli aspetti procedurali e i criteri da adottare per valutare il livello di rischio e progettare le conseguenti misure compensative, utilizzando, in alternativa a quanto previsto dal decreto del Ministro dell’interno 4 maggio 1998, l’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio, al fine di soddisfare gli obiettivi della prevenzione incendi.

Art. 2. Campo di applicazione

1. In presenza di insediamenti di tipo complesso o a tecnologia avanzata, di edifici di particolare rilevanza architettonica e/o costruttiva, ivi compresi quelli pregevoli per arte o storia o ubicati in ambiti urbanistici di particolare specificita', la metodologia descritta nel presente decreto puo' essere applicata:

a) per la individuazione dei provvedimenti da adottare ai fini del rilascio del certificato di prevenzione incendi nel caso di attivita' non regolate da specifiche disposizioni antincendio;
b) per la individuazione delle misure di sicurezza che si ritengono idonee a compensare il rischio aggiuntivo nell’ambito del procedimento di deroga di cui all’art. 6 del decreto del Presidente della Repubblica 12 gennaio 1998, n. 37.

Art. 3. Domanda di parere di conformita' sul progetto

1. Fatto salvo quanto previsto dall’art. 1 del decreto del Ministro dell’interno 4 maggio 1998, la documentazione tecnica prevista dall’allegato I, lettera A), al medesimo decreto deve essere integrata con quanto stabilito nell’allegato al presente decreto, ivi compreso il documento contenente il programma per l’attuazione del sistema di gestione della sicurezza antincendio.

2. Il Comando provinciale dei vigili del fuoco valuta l’opportunita' di acquisire il parere del Comitato tecnico regionale, ai sensi dell’art. 16, comma 3, del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

3. Per tenere conto del maggiore impegno professionale richiesto per la valutazione delle scelte progettuali nonche¤ della rilevante complessita' correlata all’esame dei progetti redatti secondo l’approccio ingegneristico, la durata del servizio, al fine di determinare l’importo del corrispettivo dovuto, e' ottenuta moltiplicando il numero di ore stabilito nell’allegato VI al decreto del Ministro dell’interno 4 maggio 1998, per un fattore pari a due.

Art. 4. Domanda di deroga

1. Fatto salvo quanto previsto dall’art. 5 del decreto del Ministro dell’interno 4 maggio 1998, la documentazione tecnica prevista dall’allegato I al medesimo decreto deve essere integrata da una valutazione sul rischio aggiuntivo conseguente alla mancata osservanza delle disposizioni cui si intende derogare e dalle misure tecniche che si ritengono idonee a compensare il rischio aggiuntivo, determinate utilizzando le metodologie dell’approccio ingegneristico, ivi compreso il documento contenente il programma per l’attuazione del sistema di gestione della sicurezza antincendio.

2. In conformita' a quanto stabilito dall’art. 7, comma 2, del decreto del Ministro dell’interno 4 maggio 1998, la durata del servizio al fine di determinare l’importo del corrispettivo dovuto, e' calcolata sulla base di quella prevista per il parere di conformita' del progetto ö determinata a norma del precedente art. 3, comma 3 ö maggiorata del cinquanta per cento.

Art. 5. Dichiarazione di inizio attivita'

1. La dichiarazione di cui all’art. 3 del decreto del Ministro dell’interno 4 maggio 1998 e' comprensiva anche della dichiarazione in merito all’attuazione del programma relativo al sistema di gestione della sicurezza antincendio.

Art. 6. Sistema di gestione della sicurezza antincendio

1. La progettazione antincendio eseguita mediante l’approccio ingegneristico comporta la necessita' di elaborare un documento contenente il programma per l’attuazione del sistema di gestione della sicurezza antincendio (di seguito denominato SGSA) tenuto conto che le scelte e le ipotesi poste a base del progetto costituiscono vincoli e limitazioni imprescindibili per l’esercizio dell’attivita'.

2. L’attuazione del sistema di gestione della sicurezza antincendio e' soggetta a verifiche periodiche da parte del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

3. La prima verifica del SGSA avviene in concomitanza con il sopralluogo finalizzato al rilascio del certificato di prevenzione incendi di cui all’art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 12 gennaio 1998, n. 37. Le verifiche successive hanno cadenza pari alla validita' del certificato di prevenzione incendi e, in ogni caso, non superiore a sei anni.

4. La verifica del SGSA rientra tra i servizi a pagamento di cui all’art. 23 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. L’importo da corrispondere per la verifica del SGSA e' uguale a quello dovuto per il sopralluogo; tale importo va pertanto sommato a quello previsto per il sopralluogo finalizzato al rilascio del certificato di prevenzione incendi o a quello previsto per il rinnovo del certificato medesimo.

5. Qualora l’esito della verifica del SGSA rilevi la mancanza dei requisiti previsti, il Comando provinciale dei vigili del fuoco sospende la validita' del certificato di prevenzione incendi e provvede a darne comunicazione all’interessato, al sindaco, al prefetto e alle altre autorita' competenti ai fini dei provvedimenti da adottare nei rispettivi ambiti.

Art. 7. Osservatorio per l’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio

1. E' istituito, presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, l’Osservatorio per l’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio (di seguito denominato Osservatorio) al fine di favorire la massima integrazione tra tutti i soggetti chiamati all’attuazione delle disposizioni inerenti l’approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio.

2. L’Osservatorio espleta attivita' di monitoraggio, adotta misure tese ad uniformare le modalita' attuative dell’approccio prestazionale al procedimento di prevenzione incendi nonche¤ fornisce i necessari indirizzi e supporto agli organi territoriali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Per garantire l’uniformita' applicativa nella trattazione delle pratiche, i Comandi provinciali dei vigili del fuoco comunicano all’Osservatorio i dati inerenti i progetti esaminati redatti secondo l’approccio ingegneristico. L’Osservatorio, qualora lo ritenga utile per la propria attivita', puo' richiedere ai Comandi provinciali dei vigili del fuoco la produzione della documentazione tecnica inerente singoli procedimenti.

3. L’Osservatorio opera nell’ambito della Direzione centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica avvalendosi dell’Area I - Coordinamento e sicurezza del lavoro.

4. Con successivo provvedimento a firma del Capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco sono dettate le disposizioni relative alla composizione e al funzionamento dell’Osservatorio.

Art. 8. Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il novantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Collegati


Scarica questo file (Decreto 9 maggio 2007.pdf)Decreto 9 maggio 2007Approccio ingegneristico alla sicurezza antincendioIT91 kB(105 Downloads)

Tags: Sicurezza lavoro Prevenzione Incendi

Articoli correlati

Più letti Prevenzione Incendi

Decreto 5 agosto 2011
Dic 28, 2018 38089

Decreto 5 agosto 2011

Decreto 5 agosto 2011: Professionisti antincendio Iscrizione elenchi MI Procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell'interno di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. G.U. n.198 del 26 agosto 2011 Testo… Leggi tutto
Mag 05, 2019 27957

Decreto Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151

Decreto Presidente della Repubblica 1° agosto 2011 , n. 151 Disponibile, in allegato, il testo aggiornato con modifiche e note Riservato Abbonati in formato PDF stampabile/copiabile aggiornato data articolo. Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla… Leggi tutto
DPR 151 2011 small
Mag 13, 2019 17916

Elenco Attività soggette visite Prevenzione Incendi D.P.R. 151/2011

PDF | ebook Google Android | ebook Apple iOSElenco delle attività soggette alle visite e ai controlli di Prevenzione Incendi DPR 151/2011 Testo consolidato Update 13.05.2019 Il Documento Tabella PDF scaricabile (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) N N.* ATTIVITA' CATEGORIA A CATEGORIA B CATEGORIA C… Leggi tutto
DM 10 marzo 1998
Mag 25, 2019 17252

D.M. 10 marzo 1998

D.M. 10 marzo 1998 Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell'emergenza nei luoghi di lavoro - Testo coordinato con chiarimenti e modifiche successive (D.M. 8 settembre 1999, ecc.). - L’attuale riferimento è l’art. 46 comma 3 del d.lgs. n. 81/2008. - L’attuale riferimento è… Leggi tutto

Ultimi inseriti Prevenzione Incendi

DM 25 gennaio 2019
Giu 13, 2019 139

DM 25 gennaio 2019: Sicurezza edifici di civile abitazione

DM 25 gennaio 2019: Sicurezza edifici di civile abitazione Amministrazione Provincia di Bolzano, 2019 L’Amministrazione provinciale di Bolzano ha messo a disposizione sul proprio sito materiale informativo sulla gestione della sicurezza ai fini della prevenzione incendio per gli edifici di civile… Leggi tutto
Mag 25, 2019 108

D.P.R 26 maggio 1959, n. 689

D.P.R 26 maggio 1959, n. 689 Determinazione delle aziende e lavorazioni soggette, ai fini della prevenzione degli incendi, al controllo del Comando del Corpo dei vigili del fuoco.(GU n.212 del 4-9-1959) Provvedimento abrogato dal D.P.R. 1 agosto 2011 n. 151 Leggi tutto
Mag 20, 2019 184

Nota VVF 05.04.2019 Grado di sicurezza di 1° grado - box e manufatti

Nota VVF 05.04.2019 Grado di sicurezza di 1° grado - Chiarimenti per box e manufatti D.M. 31 marzo 2014 (modifiche ed integrazione al D.M. 24 maggio 2002) grado di sicurezza di 1° grado - Chiarimenti per box e manufatti Il D.M. in oggetto ha indicato quale soluzione conforme per manufatti con grado… Leggi tutto
Mag 13, 2019 118

Circolare 15 ottobre 1964 n. 99

Circolare 15 ottobre 1964 n. 99 Contenitori di ossigeno liquido. Tank ed evaporatori freddi per uso industriale. Leggi tutto
Bozza revisione
Apr 30, 2019 519

Bozza di revisione della RTO del Codice di prevenzione incendi

Bozza di revisione della RTO del Codice di prevenzione incendi (DM 03/08/2015) CNI, 24.04.2019 Nella seduta del Comitato Centrale Tecnico Scientifico (CCTS) del 9 aprile 2019 è stata presentata la bozza di revisione della Regola Tecnica Orizzontale (RTO) del Codice di prevenzione incendi (DM… Leggi tutto
Apr 24, 2019 182

Decreto 6 ottobre 2003

Decreto 6 ottobre 2003 Approvazione della regola tecnica recante l'aggiornamento delle disposizioni di prevenzione incendi per le attivita' ricettive turistico-alberghiere esistenti di cui al D.M. 9 aprile 1994. (GU Serie Generale n.239 del 14-10-2003) _____ Collegati:[box-note]D.M. 9 aprile… Leggi tutto