Slide background

Scala dello stress percepito / Perceived Stress Scale (PSS-10)

ID 21548 | | Visite: 952 | Documenti riservati Full PlusPermalink: https://www.certifico.com/id/21548

PSS 10 Scala stress percepito   Perceived Stress Scale

Scala dello stress percepito / Perceived Stress Scale (PSS-10)Cohen‚ S.‚ Kamarck‚ T.‚ Mermelstein‚ R. (1983).

ID 21548 | 23.03.2024 / Documento completo e Test allegato

La scala dello stress percepito (PSS-10; Cohen, Kamarch e Mermelstein, 1983) è uno degli strumenti più comuni per misurare lo stress psicologico. 

Si tratta di un questionario autosomministrato progettato per misurare il grado in cui le situazioni della propria vita vengono valutate come stressanti. Il PSS-10 determina il modo in cui gli intervistati trovano la loro vita imprevedibile, incontrollabile e sovraccarica. 

La scala include anche una serie di domande dirette sui livelli attuali di stress sperimentato. Il PSS è stato progettato per l'uso in campioni di comunità con almeno un livello di istruzione superiore. Gli elementi valutati sono di natura generale piuttosto che concentrarsi su eventi o esperienze specifici.

Poiché i livelli di stress stimati sono influenzati dai problemi quotidiani, dai principali eventi e dai cambiamenti nelle risorse per affrontare la situazione, la validità predittiva del PSS-10 diminuisce rapidamente dopo quattro-otto settimane (Cohen et al., 1983).

Proprietà psicometriche

Sono state sviluppate tre versioni del PSS. Lo strumento originale è una scala di 14 item (PSS-14) sviluppata in inglese (Cohen et al.,1983), che è stata successivamente ridotta a 10 item (PSS-10) utilizzando l'analisi fattoriale basata sui dati di 2.387 residenti negli Stati Uniti. È stato introdotto anche un PSS a quattro item (PSS-4) (Cohen & Williamson, 1988), ma le sue proprietà psicometriche sono discutibili (Lee, 2012; Taylor, 2015).

Secondo il Cohen's Laboratory for the Study of Stress, Immunity, and Disease (2021), il PSS è attualmente tradotto in 25 lingue diverse dall'inglese.

Lee (2012) ha condotto una revisione delle proprietà psicometriche di tutte e tre le versioni del PSS e ha scoperto che le proprietà psicometriche del PSS-10 sono superiori a quelle del PSS-14 e del PSS-4. L'alfa di Cronbach del PSS-10 è stato valutato >.70 in tutti i 12 studi in cui è stato utilizzato. L'affidabilità test-retest del PSS-10 è stata valutata in quattro studi e ha soddisfatto il criterio di >.70 in tutti i casi. È stata valutata la validità del criterio PSS-10 ed è stata fortemente correlata con la componente mentale dello stato di salute misurata dal Medical Outcomes Study – Short Form 36 (Ware, Snow, Kosinski e Grandek, 1993). 

Il PSS era moderatamente o fortemente correlato con le variabili emotive ipotizzate, come depressione o ansia, misurate utilizzando la Center for Epidemiologic Studies Depression Scale (Radloff, 1977), Inventory to Diagnose Depression (Zimmerman & Coryell, 1987), Beck Depression Inventario (Beck, Steer e Garbin, 1988), Scala dell'ansia e della depressione ospedaliera (Zigmond & Snaith, 1983), Inventario dell'ansia dei tratti statali (Spielberger, 1983), Questionario sulla salute generale (Goldberg & Williams, 1991), Depressione postnatale di Edimburgo Scale (Cox, Holden e Sagovsky, 1987), Thai Depression Inventory (Lotrakul & Sukanich, 1999) e Depression Anxiety Stress Scale – 21 (Lyrakos, Arvaniti, Smyrnioti e Kostopanahiotou, 2011).

Taylor (2015) ha rilevato che un modello a 2 fattori descrive meglio il PSS-10:

1. Impotenza percepita
2. Mancanza di autoefficacia

Sono state determinate le regole per il punteggio totale (per età) per un campione di 2.000 intervistati residenti nella comunità negli Stati Uniti (Cohen & Janicki-Deverts, 2012):

< 25 anni (media = 16,78, DS = 6,86)
25-34 anni (media = 17,46, DS = 7,31)
35-44 anni (media = 16,38, DS = 7,07)
45-54 anni (media = 16,94, DS = 7,83)
55-64 anni (media = 14,50, DS = 7,20)
> 64 anni (media = 11,09, DS = 6,77)

- DS  Deviazione Standard 

Punteggio e interpretazione 

Viene presentato un punteggio PSS-10 totale da 0 a 40, con i punteggi più alti che rappresentano livelli di stress più elevati. Vengono inoltre presentati i percentili, confrontando i risultati con un campione comunitario (Cohen & Janicki-Deverts, 2012). 

Un percentile pari a 50 indica che un individuo sta sperimentando un livello medio di stress rispetto ad altri membri della società. 

I punteggi medi vengono calcolati anche sommando i punteggi divisi per il numero di elementi e rappresentano una metrica utile per accertare il livello generale di accordo sulla scala Likert (dove 0 = Mai e 4 = Molto spesso).

Ci sono due sottoscale nel PSS-10 (Taylor 2015):

1. Impotenza percepita (item 1, 2, 3, 6, 9, 10): misura i sentimenti di un individuo di mancanza di controllo sulle proprie circostanze o sulle proprie emozioni o reazioni.
2. Mancanza di autoefficacia (item 4, 5, 7, 8): misura l'incapacità percepita di un individuo di gestire i problemi.

Livelli più elevati di stress psicologico misurati dal PSS-10 sono stati associati a marcatori elevati di invecchiamento biologico, livelli di cortisolo più elevati, nonché una funzione immunitaria soppressa, un maggiore rilascio di citochine proinfiammatorie indotto dalle infezioni, una maggiore suscettibilità alle malattie infettive, guarigione delle ferite più lenta e livelli più elevati di antigene prostatico specifico (Cohen & Janicki-Deverts, 2012). 

Le persone che ottengono un punteggio più alto nel PSS riferiscono anche pratiche sanitarie più scadenti, come dormire meno ore, saltare la colazione e consumare maggiori quantità di alcol (Cohen & Williamson, 1988).

Fonte

Cohen‚ S.‚ Kamarck‚ T.‚ Mermelstein‚ R. (1983).

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato PSS-10 Scala stress percepito - Perceived Stress Scale Rev. 00 2024.pdf
Certifico Srl - Rev. 0.0 2024
123 kB 99

Tags: Abbonati Full Plus

Articoli correlati

Più letti Full Plus

Ultimi archiviati Full Plus