Slide background




Linee guida sicurezza delle opere d’arte e progettazione dei depositi

ID 16283 | | Visite: 508 | Documenti CostruzioniPermalink: https://www.certifico.com/id/16283

Linee guida sicurezza delle opere d arte e progettazione dei depositi

Linee guida sicurezza delle opere d’arte e progettazione dei depositi

ID 16283 | 31.03.2022 / In allegato Linee guida

Linee guida per l’individuazione, l’adeguamento, la progettazione e l’allestimento di depositi per il ricovero temporaneo di beni culturali mobili con annessi laboratori di restauro.

Progettazione di nuovi depositi e rifunzionalizzazione di edifici esistenti per il ricovero di opere d’arte in situazioni di pericolo: questi i temi al centro delle nuove Linee guida per l’individuazione, l’adeguamento, la progettazione e l’allestimento di depositi per il ricovero temporaneo di beni culturali mobili con annessi laboratori di restauro a cura della Direzione Generale Sicurezza del Patrimonio Culturale.

Il documento riporta descrizioni e indirizzi accurati che interessano luoghi e opere d’arte: parole chiave prevenzione del rischio e messa in sicurezza rispetto all’ambiente e alle condizioni avverse come incendi, conflitti armati, terremoti o tsunami.

Si tratta di indicazioni che riguardano le opere classificate come mobili: dai documenti d’archivio e librari, manoscritti, incunaboli, carte geografiche, libri d’epoca o lettere manoscritte ai materiali di pietra e di metallo anche di grandi dimensioni, dagli arazzi ai gioielli e tutti le tipologie di opere storico artistiche come quadri, dipinti, statue, sculture lignee, arredi e manufatti di varie età e ambiti di produzione.

Tra le caratteristiche dei depositi temporanei anche la prossimità con reti viarie idonee, per assicurare una più facile raggiungibilità anche con mezzi di trasporto medio-grandi.

Le linee sono state elaborate dal Gruppo di Lavoro nominato dalla Direzione stessa e composto da funzionari esperti del Ministero con competenze professionali specifiche e una consolidata esperienza.

Le Linee puntano a fornire le indicazioni fondamentali per l’individuazione, la progettazione e la realizzazione di nuovi depositi e una nuova funzionalità di edifici già esistenti, da adibire al ricovero temporaneo di beni culturali mobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi di varia natura ed entità.

Descritti nel documento anche i criteri che costituiscono un riferimento univoco per la realizzazione di depositi, come previsto dalla linea di intervento denominata Recovery Art del PNRR.

Le linee di indirizzo sono corredate da appendici e schede tecniche di ausilio nella progettazione dei depositi anche per la fase di affidamento lavori a ditte esterne e per quanto riguarda le attrezzature interne indispensabili all’archiviazione e alla conservazione dei beni.

_______

Indice

Sommario
Premessa

CAPITOLO 1 - Condizioni ambientali esterne e condizioni al contorno
1.1 Introduzione
1.2 Le condizioni ambientali esterne
1.3 Le condizioni al contorno

CAPITOLO 2 - Requisiti funzionali, strutturali ed impiantistici
2.1 Introduzione
2.2 Indicazioni per la distribuzione funzionale
2.3 La dotazione impiantistica
2.3.1 Requisiti di sicurezza strutturale e sismica
2.3.2 Requisiti di sicurezza antropica
2.3.3 Requisiti di sicurezza in caso di incendio

CAPITOLO 3 - Requisiti per la conservazione dei beni
3.1 Introduzione
3.2 Parametri microclimatici
3.2.1 Valori di riferimento dei parametri termoigrometrici
3.2.2 Monitoraggio dei parametri termoigrometrici
3.2.3 Illuminamenti di riferimento e misure fotometriche
3.3 Gestione dei parametri ambientali
3.4 Gestione della qualità dell’aria indoor

CAPITOLO 4 - L'allestimento del deposito
4.1 Introduzione
4.2 Le zone funzionali del deposito (vedi capitolo 2)
4.3 Elementi costitutivi dell’allestimento: i supporti
4.4 Criteri di classificazione e ordinamento delle aree e dei supporti: mappa del deposito
4.5 Indicazioni per l’allestimento
4.5.1 Viabilità
4.5.2 Accessibilità
4.5.3 Movimentazione/ stoccaggio (vedi anche capitoli 6 e 7)

CAPITOLO 5 - Il Laboratorio di messa in sicurezza
5.1 Introduzione
5.2 Criteri per l’allestimento del laboratorio di messa in sicurezza
5.3 La postazione di lavoro
5.4 Compartimentazione aree per attività a rischio specifico
5.5 Dotazioni indispensabili per la resa operativa del laboratorio (arredi, attrezzature, macchinari, materiali)

CAPITOLO 6 - La gestione
6.1 Introduzione
6.2 Standard di sicurezza e controllo
6.3 Le risorse
6.4 Fruizione e valorizzazione

CAPITOLO 7 - Documentazione dei beni: censimento e schedatura
7.1 Introduzione
7.2 Evoluzione del sistema di documentazione
7.3 Il processo di documentazione all’interno del deposito
7.3.1 Accoglienza e presa in carico dei beni
7.3.2 Censimento locale
7.3.3 Aggiornamento del sistema informativo Carta del Rischio e documentazione delle attività di messa in sicurezza

Allegati
Allegato 1- Scheda di intervento sui beni mobili DG-SPC
Allegato 2- Scheda di accompagnamento dei beni mobili rimossi
Allegato 3- Check-list beni mobili in ingresso del deposito di sicurezza

CAPITOLO 8 - Attività di messa in sicurezza dei beni
8.1 Introduzione
8.2 Interventi di messa in sicurezza
8.3 Sequenza delle fasi per la messa in sicurezza. Indicazioni metodologiche
8.4 Macro-fasi delle attività di messa in sicurezza. Procedure
8.4. Documentazione fotografica
8.4.2 Documentazione grafica
8.4.3 Ristabilimento di adesione e coesione degli strati superficiali
8.4.4 Protezione degli strati superficiali
8.4.5 Rimozione dei depositi incoerenti e/o debolmente coerenti
8.4.6 Trattamento di disinfezione
8.4.7 Trattamento di disinfestazione
8.4.8 Smontaggio
8.4.9 Recupero delle deformazioni
8.4.10 Ripristino della solidità strutturale (anche temporanea e parziale)
8.4.11 Parti erratiche
8.4.12 Collocazione e imballaggio

APPENDICE
Metodologia di gestione integrata delle specie biologiche nocive - capitolo 3
Disinfestazione tramite azoto in atmosfera modificata – capitolo 5

SCHEDE
Scheda-S.1 - Tavolo per laboratorio in struttura metallica con ruote e ripiano in legno
Scheda-S.2 - Box modulare in tubo-giunto , 300 x 300 cm, h. 350 cm
Scheda-S.3 - Box modulare in tubo-giunto specifico per crocifissi, 300 x 300 cm, h.350 cm
Scheda-S.4 - Box modulare in tubo-giunto 300 x 450 cm, h.350 cm
Scheda-S.5 - Box modulare in tubo-giunto, dim 300 x 600 cm, h.350 cm
Scheda-S.6 - Box modulare in tubo-giunto, dim 450 x 450 cm, h.350 cm
Scheda-S.7 - Lettighe standard - dim 185 x 252 cm, h. 12 cm
Scheda-S.8 - Lettiga standard - schema di montaggio
Scheda-S.9 - Telaietto autonomo di prolunga
Scheda-S.10 - Lettighe doppie
Scheda-S.11 - Lettighe doppie- schema di montaggio
Scheda-S.12 - Lettighe in pila accoppiate
Scheda-S.13 - Elenco dotazione del laboratorio di restauro

GLOSSARIO
NORMATIVA
Testi Normativi
Riferimenti tecnici
SITOGRAFIA
CREDITI

Fonte: Ministero della Cultura

Collegati

Descrizione Livello Dimensione Downloads
Allegato riservato Linee guida sicurezza delle opere d’arte e progettazione dei depositi.pdf
Ministero della Cultura 28.03.2022
10483 kB 37

Tags: Costruzioni Abbonati Costruzioni Beni culturali

Articoli correlati

Ultimi archiviati Costruzioni

Dighe   Cartello monitore
Giu 17, 2022 59

Circolare Min. LL.PP. n. 1125 del 28 agosto 1986

Circolare Min. LL.PP. n. 1125 del 28 agosto 1986 OGGETTO: modifiche ed integrazioni alle precedenti circolari 9.2.1985 n. 1959 e 29.11.1985 n. 1391 concernenti sistemi d'allarme e segnalazioni di pericolo per le dighe di ritenuta di cui al regolamento approvato con D.P.R. 1.11.1959 numero 1363… Leggi tutto
Vademecum DL Aiuti
Giu 08, 2022 504

Vademecum ANCE (novità dl Aiuti)

Vademecum ANCE (novità dl Aiuti) / Nuove misure revisione prezzi lavori pubblici ID 16805 | 08.06.2022 / In allegato Vademecum Sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 114, è stato pubblicato il Dl. 17 maggio 2022, n. 50 recante “Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali,… Leggi tutto
Decreto 4 aprile 2022
Mag 13, 2022 320

Decreto 4 aprile 2022

Decreto 4 aprile 2022 / Variazioni percentuali II° sem. 2021 prezzi materiali da costruzione Rilevazione delle variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all'8 per cento, verificatesi nel secondo semestre dell'anno 2021, dei singoli prezzi dei materiali da costruzione piu'… Leggi tutto
UNI EN 1996 1 1 2022   Eurocodice 6
Mag 13, 2022 124

UNI EN 1996-1-1:2022

UNI EN 1996-1-1:2022 - Eurocodice 6 - Progettazione delle strutture in muratura UNI EN 1996-1-1:2022 Eurocodice 6 - Progettazione delle strutture in muratura - Parte 1-1: Regole generali per strutture di muratura armata e non armata Recepisce: EN 1996-1-1:2022 Data entrata in vigore: 12 maggio 2022… Leggi tutto
Osservatorio Nazionale della Condizione Abitativa
Apr 29, 2022 157

Osservatorio Nazionale della Condizione Abitativa (Osca)

Osservatorio Nazionale della Condizione Abitativa (Osca) Al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) viene istituito l’Osservatorio Nazionale della Condizione Abitativa (Osca) per approfondire, attraverso la creazione di un sistema informativo, le situazioni abitative… Leggi tutto

Più letti Costruzioni