Livelli diagnostici di riferimento nazionali per la radiologia diagnostica e interventistica

ID 5247 | | Visite: 4095 | Documenti Sicurezza EntiPermalink: https://www.certifico.com/id/5247

Rapporto ISTISAN 17 33

Livelli diagnostici di riferimento nazionali per la radiologia diagnostica e interventistica

Rapporto ISTISAN 17|33

La Direttiva 2013/59/Euratom stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, ed è attualmente in fase di recepimento dagli Stati Membri.

La Direttiva individua nei Livelli Diagnostici di Riferimento (LDR) un utile strumento a supporto dell’ottimizzazione delle procedure diagnostiche e ne estende l’applicazione alla radiologia interventistica, pratica in rapido sviluppo e che rappresenta uno degli scenari più critici per la radioprotezione. Si è pertanto ritenuto importante, in vista dell’approvazione del nuovo decreto legislativo di recepimento della Direttiva fornire, in collaborazione con l’INAIL (Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro), un insieme di valori di LDR per la pratica radiologica nazionale, derivante principalmente da studi condotti recentemente in Italia dalle associazioni scientifiche e da questi istituti, e di indicarne le modalità di impiego.

Questo documento potrà essere citato nel decreto legislativo di prossima uscita.

La Direttiva 2013/59/Euratom del Consiglio del 5 dicembre 2013 stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, e abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom (1). La suddetta normativa è attualmente in fase di recepimento dagli Stati Membri e la sua versione finale dovrà essere presentata il 6 febbraio 2018. L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) è stato fortemente impegnato nella fase di elaborazione della Direttiva 2013/59/Euratom e nella sua fase di recepimento attraverso membri designati come esperti dal Presidente dell’ISS.

In particolare per quanto attiene agli aspetti legati alla esposizione a radiazioni in campo medico esiste da molti anni in ISS una expertise nell’ambito della Assicurazione di Qualità nelle scienze radiologiche che si è sviluppata negli anni attraverso il coordinamento di Gruppi di Studio per la elaborazione, tra l’altro, di indicazioni per la ottimizzazione della radioprotezione del paziente. Questa expertise si è proposta per dare un supporto scientifico rilevante nella fase di recepimento della Direttiva 2013/59/Euratom per quanto riguarda problematiche relative alla definizione dei Livelli Diagnostici di Riferimento (LDR) in radio diagnostica e in radiologia interventistica.

Le procedure di radiologia interventistica stanno significativamente aumentando e migliorando da un punto di vista qualitativo e rappresentano certamente uno degli scenari più critici per quanto attiene alla radioprotezione poiché comportano la necessità di valutazione del rischio in condizioni spesso molto complesse. La radiologia interventistica inizialmente sviluppata dai radiologi, rappresenta oggi una tecnica utilizzata con continuità da molte altre figure mediche nella loro attività clinica tra cui chirurghi vascolari, neuroradiologi, ortopedici, urologi, gastroenterologi, cardiologi.

___________

INDICE

Prefazione
1. Obiettivo
2. Metodo di individuazione degli LDR nazionali
2.1. Procedure di radiologia diagnostica e interventistica di interesse per LDR
3. Indagini dosimetriche in Italia e in alcuni Paesi europei
3.1. Radiografia e fluoroscopia diagnostica
3.1.1. Grandezze dosimetriche per LDR
3.1.2. Valori LDR da indagini nazionali ed europee
3.2. Tomografia computerizzata
3.2.1. Grandezze dosimetriche per LDR
3.2.2. Valori LDR da indagini nazionali ed europee
3.3. Procedure interventistiche
3.3.1. Grandezze dosimetriche per LDR
3.3.2. Valori LDR da indagini nazionali ed europee
3.4. Radiologia pediatrica
3.4.1. Grandezze dosimetriche per LDR
3.4.2. Valori degli LDR da indagini nazionali ed europee
4. LDR per la pratica radiologica e interventistica italiana
5. Applicazione degli LDR nella pratica clinica
5.1. Metodo di confronto con i valori di LDR
5.2. Fattori da considerare in caso di superamento degli LDR
Conclusioni
Bibliografia
Appendice A
Direttiva 2013/59/EURATOM: estratti su dosimetria del paziente e livelli diagnostici di riferimento
Appendice B
LDR nel medical imaging secondo la International Atomic Energy Agency
Glossario

Fonte: Istituto Superiore della Sanità

Normativa correlata:


Approfondimenti:



Tags: Sicurezza lavoro Rischio radiazioni ionizzanti