CEI 64-12 Ed. 3. 2018

ID 6251 | | Visite: 5898 | Documenti CEIPermalink: https://www.certifico.com/id/6251

CEI 64 12 Ed  3  2018

CEI 64-12 Ed. 3. 2018

Guida per l'esecuzione dell'impianto di terra negli edifici per uso residenziale e terziario
 
Update 26 Marzo 2019
 
Pubblicata il 1° gennaio 2019 la Guida CEI 64-12 Ed. 3. 2019 Guida per l'esecuzione dell'impianto di terra negli edifici per uso residenziale e terziario
Questo fascicolo fornisce informazioni relative alla realizzazione degli impianti di terra negli edifici ad usoresidenziale e per terziario.La Guida è stata preparata con lo scopo di indicare agli operatori edili e ai committenti i notevoli vantaggieconomici e tecnici che si possono ottenere con un tempestivo e coordinato intervento degli operatorielettrici prima e durante la costruzione delle opere edili (per es. utilizzando gli scavi delle armaturemetalliche del calcestruzzo armato prima del getto di cemento) e di fornire agli operatori elettriciinformazioni utili per realizzare correttamente i vari interventi.La Guida in oggetto sostituisce completamente la Guida CEI 64-12:2009-09 | Vedi Documento
 
Update 29 Maggio 2018
 
E’ terminato il 29 Maggio 2018 il periodo di inchiesta pubblica il progetto CEI C.1204. Il documento diventerà la nuova edizione (3) della Guida CEI 64-12 “Guida per l’esecuzione dell’impianto di terra negli edifici per uso residenziale e terziario”
 
CEI 64-12 Ed. 2 2009

La versione attualmente in vigore (data 25 Novembre 2018) è la Ed. 2 del 2009, si attende a breve la pubblicazione dell'Ed. 3.0:

https://my.ceinorme.it/index.html#detailsId=000009959
 
Il presente Progetto C.1204 riguarda la terza edizione della Guida CEI 64-12 che fornisce informazioni relative alla realizzazione degli impianti di terra. Questo documento contiene possibili soluzioni impiantistiche realizzabili correttamente. Completano la Guida alcuni Allegati che trattano argomenti quali: definizioni, simboli, fenomeni di corrosione nei terreni, resistivita' del terreno, problemi di adeguamento per impianti preesistenti, predisposizione per la protezione contro i fulmini, impianto di terra per le esigenze del cantiere. 

La presente Guida è stata preparata con lo scopo di indicare agli operatori edili e ai committenti i notevoli vantaggi economici e tecnici che si possono ottenere con un tempestivo e coordinato intervento degli operatori elettrici prima e durante la costruzione delle opere edili (per es. utilizzando gli scavi delle armature metalliche del calcestruzzo armato prima del getto di cemento) e di fornire agli operatori elettrici informazioni utili per realizzare correttamente i vari interventi. A questo scopo vengono:

- ricordati brevemente gli obiettivi e le funzioni degli impianti di terra di protezione, facendo riferimento alle norme in vigore;
- indicati i criteri di base da seguire per la loro progettazione e la loro esecuzione, mettendo in evidenza possibili soluzioni costruttive;
- illustrate le usuali tecniche di verifica;
- messe in evidenza la documentazione tecnica, preliminare e finale, necessaria.

Nella presente Guida vengono trattati gli impianti di terra di impianti elettrici alimentati da sistemi di I categoria (cioè oltre 50 V fino a 1 000 V compresi, se a corrente alternata, o oltre 120 V fino a 1 500 V compresi, se a corrente continua) e di II categoria (cioè oltre1 000 V se a corrente alternata o oltre 1 500 V se a corrente continua, fino a 35 000 V compresi) e vengono fornite informazioni sulla progettazione ed esecuzione dei dispersori, dei conduttori di terra, dei conduttori equipotenziali principali, i conduttori di protezione e dei conduttori equipotenziali supplementari Gli esempi mostrati in questa Guida rappresentano, sulla base delle Norme CEI 64-8 e CEI EN 50522 possibili soluzioni impiantistiche realizzabili correttamente. Completano la Guida alcuni Allegati che trattano i seguenti argomenti: definizioni, simboli, fenomeni di corrosione nei terreni, resistività del terreno, problemi di adeguamento per impianti preesistenti, predisposizione per la protezione contro i fulmini, impianto di terra per le esigenze del cantiere.

Essa è stata elaborata tenendo conto della seguente normativa, attualmente in vigore, riguardante gli impianti elettrici utilizzatori:

- Norma CEI 64-8 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1 000 V in corrente alternata e a 1 500 V in corrente continua”

- Norma CEI EN 61636-1 “Impianti elettrici con tensione superiore a 1 kV in corrente alternata. Parte 1: prescrizioni comuni” 

- Norma CEI EN 50522: “Messa a terra degli impianti elettrici a tensione superiore a 1 kV in c.a.” 

- Norme CEI EN 62305 (serie) “Protezione contro i fulmini”

- DM 22 gennaio 2008, n. 37 “Riordino delle disposizioni legislative in materia di attività di installazione degli impianti elettrici negli edifici”

DPR 462/01 “Procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi”

D. Lgs 9 aprile 2008, n.81 “Attuazione dell’articolo 1 della Legge 3 agosto 2007, 123 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”, coordinato ed aggiornato con il DLgs 3 agosto, n. 106

- ulteriori decreti.

Fonte: CEI
 
Scarica questo file (C1204.PDF)CEI 64-12 Ed. 3 2018Guida impianto messa a terra edifici civiliIT7526 kB(1107 Downloads)

Tags: Normazione Norme CEI