Linee guida europee trasporti eccezionali su strada

ID 725 | | Visite: 7502 | Documenti Sicurezza UEPermalink: https://www.certifico.com/id/725

Trasporti eccezionali su strada

Linee guida europee sulla miglior prassi per i trasporti eccezionali su strada

L’Unione Europea si è dotata, fin dal 1996, di una chiara legislazione in materia di dimensioni e pesi massimi consentiti per il trasporto su strada.

Tuttavia, i carichi che superano tali limiti massimi - definiti dagli esperti “carichi eccezionali” - rivestono un ruolo economicamente rilevante all’interno del settore del trasporto merci su strada. Nell’accezione di “carico eccezionale” rientrano sia camper e autogrù sia carichi indivisibili di dimensioni e peso eccezionali, quali trasformatori elettrici, serbatoi per reattori chimici, fusoliere o ali di aeroplani. I trasporti eccezionali su strada devono spesso affrontare percorsi di notevole lunghezza e, in molti casi, anche attraversare i confini nazionali.

Poiché i trasporti eccezionali su strada non possono conformarsi ai requisiti stabiliti a livello europeo in materia di dimensioni e peso dei veicoli, prima di effettuare un’operazione di trasporto di questo genere è necessario munirsi di un’autorizzazione o di un permesso speciale. 

Le autorità competenti, da parte loro, devono verificare che i ponti attraversati durante il tragitto siano in grado di tollerare il passaggio di veicoli spesso più pesanti del normale e che le strade transitate siano abbastanza ampie da consentire il passaggio del carico in questione.

Attualmente, in assenza di un’armonizzazione in materia a livello europeo, per ottenere l’autorizzazione necessaria ad effettuare un’operazione di trasporto eccezionale su strada, i trasportatori internazionali devono rispettare un’infinità di regole e procedure, quali ad esempio quelle relative alla scorta tecnica, ai tempi di percorrenza consentiti, alle velocità di marcia autorizzate, ecc. 

Tali regole e procedure possono infatti variare da Stato membro a Stato membro e, talvolta, perfino da regione a ragione. 

Ne conseguono indubbiamente ritardi e ostacoli per i trasportatori, che hanno difficoltà ad effettuare preventivi precisi dei costi o a rispettare gli impegni contrattuali assunti nei confronti di spedizionieri e clienti.

Pertanto, al fine di migliorare l’efficienza del trasporto merci a livello comunitario, la sicurezza delle operazioni di trasporto e la trasparenza legislativa nel settore dei trasporti eccezionali su strada, esperti europei del settore, Stati membri e Commissione europea hanno redatto di concerto le presenti linee guida. 

COMMISSIONE EUROPEA
DIREZIONE GENERALE ENERGIA E TRASPORTI

Per gentile concessione
Foto: Metrasped Tiss srl



Tags: Sicurezza lavoro Rischio attrezzature lavoro